Il professore

Molti anni or sono a collaborare al mantenimento di Italia c'era un uomo che per il suo mestiere era chiamato da Antonio "il professore". Il suo più importante contributo costituiva nell'iscrizione del numero di targa sullo scafo.
Il professore infatti era molto attento a disegnare a mano libera ogni singola lettera o numero con grande abilità e precisione.

L'armatore restava sempre stupito e soddisfatto di quel lavoro e non trovava mai la spiegazione di come riuscisse a dare a quella scritta una sensazione di tridimensionalità; e da sempre lo ricorda con quella frase che quest'uomo pronunciò e che tanto lo colpi.."L'Italia: l'albero che divenne barca!"

Un giorno, mentre i nostri uomini lavoravano allo scafo ella barca issata dal mare per i consueti lavori, si avvicinò una donna che affascinata dallo yacht e forse non solo da quello.. era rimasta a guardare i marinai lavorare.
Come sempre il nostro armatore, vista la curiosa prese a coinvolgerla e così iniziarono a conoscerla. Un nuovo membro iniziò a far parte dell'equipaggio, e presto il professore e la donna cominciarono a scoprire le loro affinità.

Un giorno il professore andò da Antonio e disse:

<<Io mi sono innamorato. Antonio, lei è una donnafacoltosa proprietaria di molti alberghi e così ho deciso di non insegnare più... vado a vivere con lei. e così ti sono venuto a salutare.>>

E fu così che Italia uni due cuori sotto la stessa "capanna".

 

La love boat