tecnica fisica

Rilassamento e Concentrazione

Per cantare bene prima di tutto vanno abbandonate le tensioni negative che ci hanno seguito per tutta la giornata.
Perci via pensieri e problemi quotidiani si deve entrare come in una vasca da bagno mentale in cui la tensione del corpo e della mente si scioglie e il benessere e il relax piano piano affiorano.
Per fare ci la cosa pi importante imparare la respirazione ma anche chiudere gli occhi e concentrarsi per un p solo sulle proprie sensazioni fisiche molto utile. Quando si canta non bisogna farsi distrarre da pensieri che non siano attinenti alla musica, bisogna concentrarsi solo sul ritmo e sulle note, con un p di spazio lasciato solo all'immaginazione, che serve per interpretare il testo, ma nessuno spazio a pensieri distraenti o peggio negativi.

Respirazione Postura

La respirazione fondamentale. Bisogna respirare in modo lento e profondo, mai affrettato o superficiale.
Quando si canta pu essere a volte rapida per seguire il ritmo della cadenza musicale ma in ogni caso una respirazione profonda e completa non tesa, con movimento in basso e in fuori delle spalle per allargare le basi polmonari, in basso ed in avanti dell'addome per muovere bene il diaframma.

Il diaframma il principale muscolo respiratorio posizionato orizzontalmente sotto la cassa toracica quando si contrae agisce da mantice e richiama l'aria nei polmoni.
Ricordate sempre che non si devono alzare le spalle ma mandarle in basso ed indietro contemporaneamente allargare la base dei polmoni, come quando si fa un profondo sospiro o si sbadiglia.
Nel canto la respirazione "addominale" si deve avvertire una netta sensazione di movimento dell'aria verso il basso e un netto movimento della pancia in fuori. Un buon metodo per prendere confidenza con la respirazione addominale : fare profondi sbadigli a bocca aperta oppure respirare da seduti con il busto piegato in avanti sulle cosce oppure a terra proni con un cuscino sotto la pancia.

Quando si canta bisogna stare in "tono". Significa che non si sta insaccati, n piegati su se stessi.
Dritti, spalle indietro scapole unite, piedi leggermente distanziati per aumentare l'area di appoggio, ginocchia leggermente piegate per diminuire la tensione, muscoli addominali morbidi ma sotto controllo.
Importante sciogliere la schiena che la principale sede delle tensioni. Fare alcuni esercizi prima di cantare pu essere utile: tirare le spalle indietro, stirarsi, allungarsi e poi chinare il busto in avanti e toccare i piedi. Alzarsi sulle punte dei piedi, restare per alcuni secondi in estensione con le braccia in alto, poi ricadere lentamente sui talloni ed espirare portando le braccia in basso con movimento circolare. Ruotare il busto a destra e a sinistra, sia ondeggiando con le braccia sciolte e libere in avanti, sia tendendolo la schiena con le braccia in alto e le mani unite tra loro.
Mentre cantate se sentite la voce perdere di forza la prima cosa da fare raddrizzare la schiena. Tutto il tono muscolare ne avr beneficio ed anche la voce che in ultima analisi comandata da muscoli (i muscoli della laringe) ne avr grande beneficio.

tecnica vocale