McDD/Helicopters AH-64  Apache

 

 

 

Durante l' Agosto del 1972, l' US Army avanzò una richiesta per un elicottero d'attacco avanzato (AAH), che fosse in grado di colpire formazioni corazzate e di operare sia di giorno che di notte e in qualsiasi condizioni meteorologica. Vennero presentati vari progetti e vennero dichiarate partecipanti al concorso AAH la Bell che aveva esperienza nel campo con il prototipo YAH-63 e la Hughes (in seguito diventata McDonnell Douglas) con il prototipo YAH-64. Il 10 Dicembre del 1976, l' US Army dichiarò vincitrice del concorso la Hughes e il primo volo del prototipo ebbe luogo il 28 Novembre del 1977. Il primo esemplare vene consegnato all'esercito americano il 30 settembre del 1983, durante una cerimonia in uno stabilimento in Arizona e il primo reparto a ricevere in dotazione gli Apache fu il 7 Battalion della 17a Cavalry Brigade. L'Apache è ritenuto forse l'elicottero controcarro migliore al mondo, esso riesce a nascondersi, a spostarsi e ad accerchiare il nemico con molta rapidità senza giungere al tiro di questi. L' AH-64 presenta un abitacolo blindato, con sedili corazzati, un carrello molto robusto e in grado di assorbire urti molto violenti. Nell'abitacolo il pilota siede al sedile posteriore rialzato rispetto all'armiere che siede davanti, inoltre per ridurre il rumore le pale del rotore di coda non sono simmetriche ma disposte a forbice con angoli di 60‹ e 120‹ mentre per ridurre le emissioni infrarosse la Hughes sviluppò  un sistema che raffreddava i gas di scarico e assorbiva il loro calore utilizzando materiali speciali. L' Apache è dotato di un sistema di autodifesa AN/APR-39 (V)1 e di un disturbatore radar AN/ALQ-136 mentre per l'acquisizione e la designazione dei bersagli si affida ad un sistema TADS realizzato dalla Martin Marietta. Per quanto riguarda le versioni prodotte, abbiamo i modelli di produzione iniziale designati AH-64A, successivamente la McDD sviluppò l' AH-64B/C che dovevano avere miglioramenti rispetto ai modelli precedenti, ma i progetti vennero abbandonati prima dell'inizio della fase esecutiva. Più tardi venne realizzato l' AH-64D Longbow Apache di cui il primo esemplare volò il 15 Aprile del 1992. Esso è equipaggiato con un sistema avionico migliorato, molti interruttori presenti nell'abitacolo sono stati sostituiti da uno schermo multifunzione Litton e da due schermi CRT. Il Longbow è superiore all' AH-64A in termini di prestazione e potenza e grazie al suo radar può rimanere mascherato sfruttando il territorio ed è in grado di individuare fino a 1024 bersagli e attaccarne e impegnarne 16 di questi ritenuti più pericolosi. I principali utenti dell'Apache sono Egitto, Grecia, Olanda, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito e Israele (nella foto sopra), mentre il Longbow per ora non ha ricevuto ordini a causa del suo costo elevato. L' AH-64 probabilmente non ha rivali nel distruggere carri armati e altri obbiettivi terrestri  ed è stato impiegato per la prima volta a Panama nel 1989 ed ha partecipato nell'Operazione Desert Storm  lanciando 2876 missili e distruggendo più di 1300 veicoli corazzati iracheni.

 

 

SCHEDA TECNICA
Tipo Elicottero d'attacco
Nazione USA
Costruttore Mc Donnell Douglas/Helicopters
Primo volo 1977
Versione AH-64A Apache
Motore General Electric T700-GE-701  (1265  kW)
Prestazioni velocità massima 293 km/h 
Autonomia 482 km
Peso  5165 kg (a vuoto);  9500 kg (a pieno carico)
Dimensioni lungh. 17,76 m; altezza 4,30 m; Ø rotore 14,63 m 
Armamento Un cannone McDD M230 Chain Gun da 30 mm con una cadenza di tiro di 625 colpi al minuto mentre i 4 punti di attacco subalari possono trasportare 16 missili controcarro AGM-114 Helfire, circa 70 razzi  oppure 4 missili Stinger, 4 Mistral o due missili aria-aria AIM-9 Sidewinder per autodifesa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo AH-64D mentre sorvola il deserto dell'Arizona.

 

 

HOME PAGE