Il Monte Pizzocco

"IL PIZZOCCO VISTO DALL'UOMO"

Il Pizzocco è alto 2186 metri, è una montagna a forma di cuspide, che sovrasta tutta la vallata del Piave. Il monte Pizzocco è un monte molto noto soprattutto a livello alpinistico, difatti nel 1959, dopo circa 30 ore di arrampicata e due bivacchi in parete, è stata raggiunta la sua vetta, procedendo sulla parete est ( h 800 metri ). Il monte Pizzocco è facilmente accessibile anche attraverso un percorso ad anello, che presenta il vantaggio di essere esposto al sole per gran parte dell’anno. Per arrivare in cima al Pizzocco, bisogna seguire un sentiero, non impegnativo, se non nel tratto finale, scavalcando un dislivello di ben 1439 metri. Nel 1798, il barone austriaco Xaver von Zach, durante l’occupazione austriaca del Veneto, fece installare un segnale trigonometrico militare, per la visuale che si poteva avere sulla vallata feltrina da quel punto. Anche qui, come su tutti gli altri versanti meridionali delle montagne che si affacciano sulla vallata feltrina, l’opera dell’uomo ha inciso profondamente sulle caratteristiche del paesaggio, e nelle stesso luogo dove è stato costruito il bivacco Palia, è stato per lungo tempo utilizzato per il pascolo. Lungo il percorso che risale il monte Pizzocco, è interessante la possibilità di poter fare osservazioni botaniche e geologiche. Le varianti del Pizzocco e della Forcella Intrigos, ci permettono di ampliare le conoscenze a livello geografico e il godimento di panorami di rara suggestione.

Continua la

SOMMARIO