Pagina Iniziale
Circolo Fuoristradistico
Foras de Ruga
premere sul logo per accedere direttamente al sito

STATUTO


TITOLO I
DENOMINAZIONE - SEDE - DURATA

Art. 1
E' costituito con sede stabile in Sardegna, salvo diversa decisione dei Soci Capi Fondatori, il Circolo fuoristradistico Foras de Ruga, che si abbrevia FdR. Il Circolo potrà istituire, su delibera dei Soci Capi Fondatori, sedi secondarie in città e/o rappresentanti regionali o di area, stabilendone i limiti di competenza.

Art. 2
Il Circolo ha la durata illimitata imposta dall'art. 28.

TITOLO II
SCOPO - OGGETTO

Art. 3
Il Circolo è autonomo e persegue, nel rispetto delle opinioni culturali di ciascun aderente, la tutela e la salvaguardia degli interessi morali e dei valori insiti nell'esercizio del passatempo degli associati. Il Circolo, che non persegue finalità di lucro, si prefigge di realizzare inoltre i seguenti scopi:
" rafforzare lo spirito di solidarietà fra tutti gli associati;
" attuare tutte le iniziative necessarie per tutelare e difendere gli interessi comuni dei singoli associati;
" promuovere il riconoscimento dell'elevata competenza raggiunta dagli associati negli specifici campi delle analisi delle birre, delle sigarette e di quant'altro necessario alla vita in fuoristrada;
" promuovere il riconoscimento dell'elevata specializzazione tecnica acquisita dagli associati nei confronti di se stessi;
" organizzare manifestazioni, convegni, congressi e qualsiasi altro incontro che possa favorire l'aggiornamento tecnico-professionale degli associati.

TITOLO III
PATRIMONIO DEL CIRCOLO

Art. 4
Il patrimonio del Circolo è costituito:
" da eventuali erogazioni, donazioni, lasciti di birra o beni di consumo.
Le entrate del Circolo sono costituite:
" è vietato accettare e/o domandare qualsiasi tipo di contributo venale.

Art. 5
Non essendoci possibilità di entrate in denaro od in beni durevoli non v'è necessità di redigere un bilancio delle birre o dei panini mangiati nell'arco dell'anno solare che ha inizio il 29 febbraio alle ore 12,00 e termine il 29 febbraio alle ore 11,59 del bisestile successivo.

TITOLO IV
SOCI

Art. 6
Sono ammessi a far parte del Circolo, in qualità di socio ordinario senza alcun diritto, tutti coloro i quali abbiano conseguito lo specifico invito o dietro presentazione di regolare invito emesso da un Socio Capo Fondatore, secondo quanto stabilito dal Grande Reset, ovvero coloro i quali non siano iscritti ad altre associazioni fuoristradistiche e men che meno di tipo naturalistico.
Su delibera del Grande Reset, potranno inoltre essere ammesse a far parte del Circolo in qualità di socio ordinario con diritto di parola le persone di sesso femminile con provata abilità a sopportare il compagno di sedile.
Tutti i soci hanno il dovere di contribuire nell'ambito delle loro possibilità e capacità al raggiungimento dei fini statutari ed al potenziamento delle possibilità di azione del Circolo.
Sono inoltre ammessi a far parte della vita associativa, in qualità di socio sostenitore non avente diritto al voto, le persone od enti, pubblici o privati,che, pur non in possesso di specifico titolo ma condividendo gli scopi del Circolo, contribuiscono fattivamente al loro raggiungimento. Sono inoltre ammessi a far parte della vita circolatoria, in qualità di socio onorario senza diritto di voto, su delibera del Grande Reset, le persone od enti pubblici o privati che operino con professionalità per la tutela della salute dell'uomo e dell'ambiente usufruibile a tutti senza vincoli del tipo riserva indiana.

Art. 7
L'iscrizione al Circolo avviene previa domanda dell'interessato su delibera del Grande Reset che ne verificherà i requisiti. La domanda di ammissione vale quale accettazione del presente statuto.

Art. 8
I soci, ordinari e sostenitori, sono tenuti a versare da bere ad ogni componente il Circolo entro il 29 febbraio, nella misura fissata dal Grande Reset.

Art. 9
La qualità di socio si perde:
" per radiazione.

TITOLO V
ORGANI DEL CIRCOLO

Art. 10
Sono organi del Circolo:
IL GRANDE RESET composto dal (in ordine alfabetico):
SOCIO CAPO FONDATORE C. PAOLO
SOCIO CAPO FONDATORE C. FRANCO
SOCIO CAPO FONDATORE M. GIOVANNI
SOCIO CAPO FONDATORE M. PIERLUIGI


Il Grande Reset potrà deliberare di istituire sezioni regionali del Circolo.

TITOLO VI
ASSEMBLEA DEI SOCI

Art. 11
Il Grande Reset è l'organo deliberativo del Circolo. Ad essa prendono parte tutti i soci aventi diritto, come indicato nei successivi articoli, ed in regola con le uscite associative. I soci onorari non hanno diritto di voto nella deliberazione del Grande Reset. Il Grande Reset può essere convocato in riunione ordinaria o straordinaria.

Art. 12
Il Grande Reset adempie alle seguenti funzioni:
" la determinazione degli orientamenti del Circolo in conformità alle finalità statutarie;
" esame delle uscite in fuoristrada preventive e continuative e conseguente delibera;
" elezione forasderughista dell'anno;
" eventuali modifiche od integrazioni dello Statuto.

Art. 13
Il Grande Reset deve essere convocato almeno una volta nella vita del Circolo.

Art. 14
Il Grande Reset è convocato da uno qualsiasi dei Soci Capo Fondatore, mediante comunicazione verbale agli aderenti al Circolo almeno quindici giorni prima della data della riunione. Detta comunicazione dovrà specificare la data, l'ora ed il luogo della riunione che avviene in un'unica convocazione.

Art. 15
È vietata la votazione segreta.
È vietata l'astensione.

Art. 16
Il Grande Reset è validamente costituito in prima convocazione quando siano presenti o rappresentati almeno due (2) degli aventi diritto al voto.

Art. 17
" Le deliberazioni del Grande Reset sono prese a maggioranza dei voti;
" è ammesso il voto per delega nella misura di una delega per ogni socio votante presente in assemblea;
" a parità dei voti si considera prevalente tra le parti quella che numericamente conta il maggior numero di aventi diritto al voto presenti.
Per quanto concerne le modifiche allo statuto è richiesta la maggioranza che rappresenti il 50% più uno dei soci con diritto di voto presenti.

Art. 18
Il Grande Reset sarà convocato ogni qualvolta un Socio Capo Fondatore lo ritenga opportuno. La richiesta entro trenta giorni dal ricevimento dovrà essere presa in considerazione secondo le modalità previste dal presente statuto.

Art. 19
Per quanto concerne le modalità di convocazione, validità di costituzione, approvazione delle delibere del Grande Reset in seduta straordinaria valgono le stesse modalità previste dagli artt. 14 - 15 - 16 - 17 per l'Assemblea ordinaria.

TITOLO VII
IL PRESIDENTE

Art. 20
Il Presidente del Circolo non esiste.

TITOLO VIII

IL GRANDE RESET

Art. 21
Il Grande Reset non viene eletto. Esso esiste ed è immutabile se non in caso di morte. Esso è composto solo ed esclusivamente dai Soci Capo Fondatore.

Art. 22
Il Grande Reset del Circolo, nel corso della prima riunione provvede a nominare:
" La marca della birra ufficiale del Circolo
" Colui che ha il compito di invitare per primo

Art. 23
Il Grande Reset potrà compiere tutti gli atti di ordinaria e straordinaria follia che rientrino nell'oggetto sociale. In particolare compete al Grande Reset:
" la nomina di eventuali commissioni tecnico-scientifiche;
" stabilire le quote altimetriche massime superabili;
" deliberare sull'ammissione di nuovi soci o sull'esclusione di soci inadempienti.

Art. 24
Il Grande Reset è presieduto da se stesso anche se in numero pari ad 1

Art. 25
Il Grande Reset non può essere sostituito neppure in caso di assenza o vacanza.

Art. 26
Il Grande Reset tiene conto dei soci e può cazziarli o metterli alla berlina più di una volta l'anno.

Art. 27
Il Grande Reset coordina le attività del Circolo e l'attuazione dei programmi in conformità alle norme statutarie e alle delibere degli organi istituzionali. Cura la redazione e firma i verbali delle adunanze.

TITOLO IX
SCIOGLIMENTO DEL CIRCOLO

Art. 28
Lo scioglimento del Circolo avviene quando anche l'ultimo dei Soci Capo Fondatore passa a miglior vita. Non è ammessa la prosecuzione dell'attività oltre questo periodo essendo il Foras de Ruga non ereditabile.

addì 25 Dicembre 1989