LAVORO LUOGO DI CARIT└

         Il nostro lavoro di tutti i giorni, qualunque esso sia, ci fornisce una occasione unica:

ci offre infatti la possibilitÓ di operare per la giustizia e nella caritÓ.

         La ricerca di queste finalitÓ Ŕ un senso ulteriore da dare al lavoro che rappresenta un diritto-dovere di tutti gli uomini.

         Il lavoro, non importa di grande responsabilitÓ o meno,   ha come scopo non solo quello di ovviare ai propri bisogni, ma anche quello di contribuire al miglioramento della societÓ in cui viviamo.

         Quotidianamente, ricercando una dimensione pi¨ solidale nei nostri compiti, possiamo realmente migliorare, nel nostro piccolo, ogni settore, dagli uffici, alle scuole, dagli ospedali alle fabbriche.

         Rinunciare alla ricerca di un successo esasperato, alla affermazione personale a discapito di altri, pu˛ contribuire ad accrescere la solidarietÓ nel luoghi di lavoro.

         Compiendo dall'inizio alla fine il nostro dovere miglioreremo il sevizio che offriamo agli altri rendendolo pi¨ efficiente ma soprattutto pi¨ a misura d'uomo.

         Soprattutto alcuni tipi di lavoro che comportano un rapporto costante con gli altri e, quindi, anche con quelle categorie pi¨ emarginate come anziani, ai poveri, ai disabili offrono grandi opportunitÓ di testimonianza cristiana.

         Contrapporre all'etica del successo, della furbizia, del guadagno esasperato, l'etica cristiana del dovere e della solidarietÓ non Ŕ solo un obbligo per ogni cristiano ma Ŕ anche una possibilitÓ concreta per dare al nostro impegno un senso pi¨ ampio e delle motivazioni pi¨ forti.

Si corre altrimenti il rischio di mettere noi stessi al servizio del lavoro quando invece "non Ŕ l'uomo per il lavoro ma il lavoro per l'uomo".

 

 

Torna alla pagina dei Manifesti