25-26-27 giugno 2004
Cercare un modo creativo per sopravvivere alla realtà
III EDIZIONE 2004
con il Patrocinio della Regione Emilia-Romagna
The Barge Irish Pub - Lungomare Tintori, 13 Rimini
Ha chiuso la trilogia di eventi culturali ispirati alla “Strada” – simbolo metaforico di una ricerca personale da condividere – dedicati alla Bellezza dei Popoli Nativi ed a chi ha impegnato la sua vita a difenderla con talento e creatività ( Vivi la Strada 2000 e My Land, La Strada dei Sogni 2001 ).
Una società senza poeti sarebbe strana.
Il ruolo del poeta è da sempre: denunciare il malessere, celebrare la bellezza e trasmettere un sistema di valori.Il poeta non è dunque solo colui che compone “rime e sonetti”, ma soprattutto un testimone della sua epoca – con le parole di Herman Hesse: un tentativo di fuga da questo tempo della tecnica e del denaro, della guerra e dell’avidita’, da un tempo che pretende di avere splendore e grandezza, ma che la parte migliore di me non puo’ nè accettare nè amare, al massimo sopportare.

Poeti di Strada ha ripercorso le strade musicali del rock di protesta degli anni 60, la ricerca mistica dei movimenti di espressione giovanile degli anni 70, il cammino di rinascita culturale dei Nativi Americani, i viaggi mentali degli artisti contemporanei fino al lento e sofferto processo di guarigione da un disturbo alimentare. Questo il filo conduttore della manifestazione: un “Viaggio” condotto assieme comodamente seduti al tavolo di un pub, sotto al cielo stellato di giugno, come sulla terrazza di un cafè di notte, dentro a un quadro di Van Gogh.

Venerdì 25 giugno
ha aperto la manifestazione la mostra collettiva di giovani artisti riminesi indipendenti, al piano superiore del locale, che si è protratta durante le tre serate dell'evento, quindi, complice il calare del sole, è stata la volta della proiezione di un reportage filmato ontheroad, a cura di Claudio Cardelli, girato in Afghanistan nel 1977 durante il quale sono intervenute alcune voci testimoni dell’epoca dei figli dei fiori. Ha concluso la serata “The summer of love (’67)” – concerto rock dei Rangzen.

Sabato 26 giugno
è stata la volta dell’incontro con Chiara Ciavatta, operatrice sociale volontaria ed autrice del libro “Chiara Sole – Bulimia e Anoressia”. Una storia di vita e di morte”. L'invito a partecipare era aperto a tutti coloro che volevano confrontarsi approfondendo insieme le tematiche legate ai disturbi alimentari. Coordinava la serata Gilberto Gattei, voce storica delle emittenti radio emiliano-romagnole. A seguire, “L’America del Rock” :celebrazione dei cinquant’anni del Rock’n’roll, progetto musicale della band Miami & The Groovers.

Domenica 27 giugno
ha concluso “Poeti di strada” la conferenza “Indiani d’America: miti, stereotipi e propagande dell’era globale” condotta come sempre dall’autorevole Carla Fornasari, ricercatrice etnologa di Carpi (MO) che ha presentato il progetto di educazione interculturale legato alla mostra di oggetti provenienti dalla sua collezione privata di arte ed artigianato che ha sede presso il centro studi “Red Eagle Woman - American First Nations” a Carpi. L'occasione informale, piuttosto insolita per studiosi e accademici, ha sottolineato la coraggiosa apertura verso il pubblico della signora carpigiana, con l'augurio che l'invito al confronto sia stato raccolto dagli addetti ai lavori del Servizio Cultura di Comune e Provincia per gettare le fondamenta per nuove idee e prospettive comuni a molti studenti, appassionati e ricercatori del circondario. Ha coordinato la serata Gilberto Gattei. La serata e la manifestazione durata tre giorni, si è poi conclusa con “Barche nella notte” - musica folk rock con Daniel Angelini & friends.

ritorna su

Febbraio2002
Website by Beppa2000

Dreamontheroad Ŕ un sito amatoriale senza scopo di lucro, testi illustrazioni e fotografie sono di proprietÓ dei rispettivi autori come specificato.

 
Risoluzione video consigliata per Explorer: 1024x768 carattere medio