LA BIOGRAFIA DI MARTINA
                  
ENGLISH - FRANCAIS - DEUTSCH

Martina nasce il 28 novembre 1984, segno zodiacale Sagittario con ascendente Leone. 
Ha vissuto in campagna, nel paese dell'Impruneta, anche se si recava spessissimo a Firenze col suo motorino. Viveva con la mamma Bianca, che le ha trasmesso l'amore per la recitazione e per le battaglie post-femministe, e con la sorellina Flavia, di 13 anni, patita di canto e danza. Da quando lavora per il cinema si è fermata spesso a Roma, dove ha condiviso un appartamento con amici. Attualmente ha preso casa da sola a Roma. 

Martina frequenta il quinto anno di liceo socio psico-pedagogico sperimentale, una sorta di insieme di magistrali e liceo classico. Le sue materie preferite sono italiano e filosofia, ama pochissimo la matematica. E' fiera di aver guidato l'occupazione scolastica per le riforme. Il suo credo politico è di sinistra, il suo idolo è Che Guevara. 

Ha studiato recitazione presso la scuola di Massimo Mattioli, a Tavarnuzze (Fi). Tra i 10 e i 13 anni ha lavorato come testimonial delle scarpe "Lelly kelly" della GIG. Ha sfilato per alcune griffe di moda, lavorando per l'agenzia Casting Model Management, ma non è una fanatica del look e dello shopping. Lo ha fatto solo "per comprarsi il motorino". Adora i jeans larghi, le magliette e i giubbotti. Il colore preferito per i suoi vestiti è il nero. 

Ama la pasta al pomodoro, ravioli burro e salvia e tutte le verdure. Non ama i dolci, ma non resiste alla Nutella. 
La sua musica preferita è quella di Vasco Rossi e Carmen Consoli, tra gli italiani. Doors, Rem e Red Hot Chili Peppers tra gli stranieri. 
Tra i libri ha amato Oceano mare e Novecento di Baricco, I ragazzi dello zoo di Berlino, e i classici di Herman Hesse, Narciso e Boccadoro e Siddharta. Le è piaciuto molto anche Il piccolo principe. Altre letture preferite, Castaneda e Elsa Morante. 
Al cinema recentemente ha adorato "Il favoloso mondo di Amelie", "Respiro" e "L' uomo in più". 
Le piacciono i rollerblade. Odia il computer e gli sms, "è rimasta al piccione viaggiatore, alle e-mail preferisce le lettere".  

Nel 2002 è stata testimonial degli occhiali Killer Loop e degli orologi di Tommaso Buti, oltre che dei gioielli Chopard a Cannes 2002.. Nel 2003 Martina è testimonial della linea di cosmetici "Skin Loving Colors" di Biotherm. Tra gli stilisti Martina ama Laura Biagiotti e Lorenzo Riva. 

Al cinema, superando 400 concorrenti, ha debuttato nel 2000 girando, a Roma, nel mese di settembre, il successo dei primi mesi 2001 "L'ultimo bacio", diretta da Gabriele Muccino, trionfatore come regista ai David 2001. E' presente anche nel video di Carmen Consoli della canzone omonima.  
A maggio 2001 ha girato il primo video di un cantante emergente, Daniel, "Imparando".

A fine maggio ha girato, in puglia, il primo film del regista Gianluca Greco, "Nemmeno in un sogno", con location in un villaggio turistico nei pressi di Peschici.

A fine giugno si è spostata a Cervia e Milano Marittima sul set di "Un amore perfetto", opera prima di Valerio Andrei. Con Martina, nel cast, anche il celebre Cesare Cremonini dei Lùnapop, all'esordio cinematografico. Le riprese sono terminate a metà agosto a Roma.

L'ultima fatica cinematografica di Martina è stata "Amnèsia", girato tra Ibiza e Formentera da metà settembre a fine novembre. Diretta dal premio Oscar Gabriele Salvatores e con al fianco attori del calibro di Diego Abatantuono e Sergio Rubini. 

A metà gennaio 2002 la presentazione di "Un amore perfetto", nelle sale il 25 di quel mese. 
A fine febbraio 2002 la presentazione di "Amnèsia", in alcune sale l'8 marzo, in tutta Italia dal 15 del mese. 
Tra un'uscita e l'altra Martina ha trovato il tempo per girare un corto tra amici, in quel di Roma, con al fianco anche Silvio Muccino, fratello del più celebre Gabriele e visto nel film "Come te nessuno mai". Parliamo di "Il 2 novembre", diretto dai fratelli Godano e presentato all'Arcipelago Film festival di Roma il 4 giugno 2002. 

L'estate 2002 di Martina verrà ricordata, più che altro, per la sua bella storia d'amore, chiacchieratissima, con Valentino Rossi, finita col finire dell'estate. 
Il 18 settembre, a Roma, e il 19 a Milano è stato finalmente presentato "Nemmeno in un sogno", storia surreale di un buffo clandestino in Italia. 

L'autunno 2002, invece, ha visto Martina impegnatissima su due fronti: la preparazione del musical "Aggiungi un posto a tavola", diretta da Pietro Garinei, in teatro a Milano dal 17 dicembre 2002, e le riprese della fiction Rai "Augusto", una produzione internazionale con un set immenso in Tunisia, con attori del calibro di Peter O'Toole, Charlotte Rampling e Jeremy irons. 
Intanto, Martina inizia ad essere conosciuta all'estero, grazie al successo in Europa, ma anche negli USA e in Sudamerica, de "L'ultimo bacio". 

Compiuti i 18 anni il 28 novembre 2002, Martina è andata a vivere da sola a Roma, città che adora, e si augura di poter fare presto la patente di guida. 

Vorrebbe essere diretta da toscani come Benigni o Virzì, oppure da un maestro come Tornatore. All'estero fa l'occhiolino a Martin Scorsese e a Sofia Coppola, quella del "Giardino delle vergini suicide". 

Dal 17 dicembre 2002 è a teatro con il musical "Aggiungi un posto a tavola", prima a Milano, poi a Napoli, infine a Roma fino a maggio 2003. In primavera su Raiuno la vedremo nella fiction "Augusto". 

Nel numero di Cosmopolitan di febbraio 2003, Martina appare in copertina: la prima italiana ad avere questo onore! 


MARTINA HA DETTO
(nelle varie interviste)

Posare nuda è una cosa che non le interessa. Il calendario non lo farebbe mai, ma afferma Martina: "Magari un giorno potrei anche spogliarmi in un film, se ci fosse una ragione per farlo". 

Martina così si immagina tra dieci anni: "Sempre a fare l'attrice. Magari non al cinema, ma per il teatro di strada. Chissà, forse avrò anche un ragazzo. Adesso non ce l'ho, forse è L'ultimo bacio che mi ha portato un po' sfortuna in questo campo. Il fatto è che sono sempre in giro: non è facile cominciare una storia in queste condizioni". 

"Sono convinta che a volte l'insicurezza può essere un pregio; io sono un po' complicata, insicura, ma sono anche combattiva, vivace, casinara. E sincera.  
Tra i suoi sogni veri, uno solo: "Trovare un ragazzo che mi voglia bene per come sono. Il problema è che a me piacciono quelli un po' sfigati. Però credo che siano più autentici. Voglio uno romantico, e ce ne sono sempre meno. Non che romantico voglia dire sfigato, però".  
 

Ultimo aggiornamento 23-1-2003

TORNA ALLA HOMEPAGE