Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 

I merli comunisti.

Stefano Pozzo – 2005

La nostra casa, ai bordi di un quartiere residenziale tranquillo, confina con un bosco, e quindi abbiamo una gran verietà di uccelli che abitano tutto intorno.

Tra questi vi sono anche i merli, dei simpatici uccelli. I maschi sono neri con il becco arancione mentre le femmine sono un po' più grigie.

Su Wikipedia il canto del merlo è descritto come "un fischio puro, molto vario, flautato e sempre allegro. È paragonabile ad un verso simile ad uno tciuc-tciuc-tciuc abbastanza basso, oppure un sottile tsii o un irritato cie-ciecie".

Ma, sempre su Wikipedia, si fa anche notare che il merlo "ha la capacità di imparare con facilità qualsiasi melodia, per poi ripeterla fino alla noia", e di questo ce ne eravamo già accorti da tempo.
Infatti, un giorno che ero in giardino, ad un certo punto sento il campanello di una bicicletta, suono abbastanza abituale perchè non lontano da casa nostra si trova un condominio nel cortile del quale si ritrovavano spesso dei ragazzini a trafficare in garage con le loro biciclette.
Però quella volta mi era sembrato che non ci fossero i ragazzini nel cortile...
Poco dopo sento di nuovo ben distinto il suono del campanello di una bici. Non ci sono dubbi, il suono è quello, però arriva da un po' più in là...
E poi ancora, ma questa volta mi è chiaro che arriva da un lato dove c'è solo bosco. Mi avvicino un po', ed ecco che dalla cima di un albero vola via un merlo.

Resto un po' perplesso: i merli sono noti per imitare i suoni, però quello era "troppo" perfetto. Ne parlo con Dany, lei concorda con il fatto che possa essere il merlo ad aver imitato quel suono, ma a me resta il dubbio. Poi però la cosa si ripete altre volte nei giorni seguenti e mi convinco: quel merlo ha sentito spesso il suono del campanello della bici e ha imparato a ripeterlo!

Allo stesso modo in seguito abbiamo avuto modo di sentire i merli imitare altri suoni e così ci siamo incuriositi e abbiamo provato a fare un piccolo esperimento...

Avete presente "bandiera rossa", il vecchio inno del partito comunista? Quello che inizia con "Avanti popolo, alla riscossa..."?
Beh, un giorno c'era un merlo che fischiava su un albero davanti a casa. Lui fa il suo fischio, e io di rimando gli fischio "avanti popolooo", e lui fa il suo, e io "avanti popolooo", e così per alcune volte.
E poi di nuovo il giorno dopo, con un altro merlo, e poi ancora, tutte le volte che c'era un merlo nei paraggi sia io che Dany gli fischiavamo "avanti popolooo". Un giorno ho addirittura preso un flauto e gliel'ho suonato!
Volete sapere come è andata? Che risultato abbiamo ottenuto? Zero, il nulla, non hanno mai risposto al nostro fischio ripetendolo. Niente.

Però... arriva l'autunno, passa l'inverno, e la primavera seguente succede che un giorno ero in giardino a fare qualche lavoro quando dal bosco mi arriva, chiaro e limpido, fischiato alla perfezione, un brillantissimo "avanti popolooo"!

Che meraviglia! Che gioia! Si, d'accordo, è solo una cosa buffa, però ero contento! E sono corso in casa a chiamare Dany. Quando lei è uscita il merlo era però già volato via.
Peccato, sono stato l'unico testimone di quella fischiata.

Eh, magari! No, dico, magari fossi stato l'unico testimone di quell'unica fischiata! Da quel giorno per tutta l'estate non abbiamo sentito altro, tutti i merli del bosco non facevano altro che fischiare "avanti popolooo" dal mattino alla sera!

Quella del 2005 `e stata un'estate indimenticabile. Forse anche un po' imbarazzante nel timore che i vicini sapessero chi era il responsabile di quel concerto!

Immaginatevi sentir arrivare dal bosco, tutto il giorno, una roba così!








click tracking