UNITED STATES OF AMERICA NAVY


 

CLASSE T. ROOSVELT

- AIRCRAFT CARRIER T. ROOSVELT'S CLASS -


PORTAEREI CVN 77

- AIRCRAFT CARRIER GEORGE BUSH CVN 77-

  GEORGE BUSH

("FREEDOM AT WORK")

 

Costruttore: Cantieri navali della Northrop Grumman Corporation di Newport News, Virginia
Impostata: 6 settembre 2003
Varata: 9 ottobre 2006
Nazionalità: Stati Uniti United States Navy
Entrata in servizio: 10 gennaio 2009
Stato: In servizio attivo, con base a Norfolk, Virginia

La USS George H. W. Bush (CVN-77) è una portaerei a propulsione nucleare della US Navy, la più recente della classe Nimitz nonché l'ultima programmata di questa classe. È intitolata al 41º Presidente degli Stati Uniti, George H.W. Bush. Come le altre portaerei della classe Nimitz, è spinta da due reattori nucleari Westinghouse, e può ospitare uno stormo imbarcato di oltre 80 mezzi aerei ad ala fissa o rotante. È stata varata nel cantiere Newport News Shipbuilding il 9 ottobre 2006 ed è entrata ufficialmente in servizio con la US Navy l'11 maggio 2009. La sua base di appoggio è la Naval Station Norfolk, in Virginia.

La portaerei G. Bush rappresenta l'ultima evoluzione delle portaerei di classe Nimitz e quindi delle super portaerei americane,  è in grado di ospitare ben 96 aerei e quindi possiede una capacità offensiva doppia rispetto alla classe Kuznecov russa o alla classe Queen Elisabeth inglese. In merito all'opportunità di concentrare su una sola costosissima nave una simile capacità offensiva anziché dividerla su più scafi si potrà parlarne ancora per anni. In caso di affondamento della portaerei, magari per colpa di un siluro,  andrebbero a trova Nettuno ben 96 aerei, 8 elicotteri e 6.000 uomini. A favore della scelta degli americani di concentrazione offensiva rimane il fatto che a partire dalle prime super portaerei di classe Midway fino ad oggi non una sola nave è stata affondata o seriamente danneggiata in combattimento. Gli americani sono riusciti a concentrare la capacità offensiva di circa quattro portaerei di prima classe della Seconda Guerra Mondiale  su un'unica nave ottenendo quindi la possibilità di colpire pesantemente usando un solo vettore evitando quindi problemi di coordinamento tra le varie navi.

Pertanto la portaerei G. Bush può essere considerata come l'ultima delle Nimitz! (Shinano)


CARATTERISTICHE TECNICHE

Nave (ship)

G. BUSH (CVN77)

Tipo (type) CVN (portaerei di attacco nucleare)
Lunghezza (ponte di volo) (lenght) 332.8 metri
Larghezza (ponte di volo) (flight deck widht) 78.34 metri
Larghezza (widht) 40.8 metri
Immersione (bearn) 11.70 metri
Dislocamento (dispalcement) 73.973 tonnellate
Dislocamento a pieno carico 105.500 tonnellate
Apparato motore (motors) 2 reattori nucleari 4 turbine
Potenza (power) 280.000 cavalli
Velocità (speed) 33 nodi
Combustibile (fuel) 30 tonnellate
Autonomia 1.000.000 di miglia
Durata del reattore nucleare 15 anni
Armamento:

SAM

CIWS

 

3 LM8 "Sea Sparrow" 

4x6-20/76 "Phalanx" Mk 16

Cavi di arresto aerei 3
Catapulte (catapults) 4
Elevatori (elevators) 4
Aerei (planes) 96
Elicotteri 8 SH-3G/H Sea King o SH-60F Seahawk
Equipaggio (effectives) 6078 (569 ufficiali, 3.200 di bordo con 203 ufficiali + 2878 del servizio aereo con 366 ufficiali)
STORIA

È stata varata nel cantiere Newport News Shipbuilding il 9 ottobre 2006 ed è entrata ufficialmente in servizio con la US Navy l'11 maggio 2009. La sua base di appoggio è la Naval Station Norfolk, in Virginia. La nave è stata assegnata al Carrier Strike Group n°2 per la sua prima distribuzione. Sotto il comando del Contrammiraglio Nora Tyson , George HW Bush ,Carrier Air Wing Eight e le quattro navi del suo gruppo partì per il suo primo impiego, il 15 maggio 2011. Hanno navigato attraverso l'Atlantico per la Gran Bretagna per partecipare esercizio Saxon Warrior , tenutosi nei approcci occidentali e si conclude con un cosiddetto ' Giovedi Guerra '. Si è poi trasferita verso Portsmouth , in Inghilterra, il 27 maggio, l'ancoraggio adiacente a Stokes Bay attraverso il 31 maggio, perché era troppo grande per entrare in porto e la base navale non aveva posti barca nucleari sufficienti per il vettore di ormeggiare a fianco. La portaerei è arrivata a Napoli, Italia il 10 giugno 2011. Il vettore tornato a Norfolk il 10 dicembre 2011, a seguito di una distribuzione di sette mesi le operazioni di supporto con flotte di 5 ° e 6 ° della Marina degli Stati Uniti. 

Il 25 luglio 2012, George HW Bush ha iniziato il suo quattro mesi revisione a Norfolk Naval Shipyard a Portsmouth, Virginia , incluso in programma aggiornamenti tecnici a breve termine.  Il 1 ° dicembre 2012, la George HW Bush ha completato il suo ciclo di manutenzione PIA e cominciò prove in mare il 3 dicembre 2012. Dopo aver completato le prove in mare il 4 dicembre 2012, la George HW Bush ha iniziato la sua formazione e il ciclo di qualificazione, in preparazione per la distribuzione del gruppo 2013. 

Nel corso di un periodo di due settimane in corso a cominciare 14 Janauary 2012, il Bush testato la MV -22 velivoli tilt-rotor da squadrone VMX-22come un potenziale portaerei consegna a bordo , così come operano miniera di spazzamento MH-53E elicotteri da squadrone HM-14 . 

Durante un altro periodo in corso, la George HW Bush ha condotto test in mare per X-47B drone senza pilota in Oceano Atlantico , tra cui la prima volta che un drone senza pilota è stato catapultato fuori una portaerei, la mattina del 14 maggio 2013 ( nella foto ) . Il 17 maggio 2013, un altro primo è stato raggiunto quando la svolta X-47B touch-and-go di atterraggi e decolli sul ponte di volo della Bush durante la navigazione nell'Oceano Atlantico. 

Anche durante questa due settimane di corso, la Bush ha testato un nuovo sistema di siluro autodifesa, così come completato più di 115 lanci e atterraggi nella valutazione di un nuovo sistema di atterraggio di precisione, prima di tornare a Norfolk il 24 maggio 2013. 

Il 10 luglio 2013, un drone senza pilota X-47B  compie un atterraggio di arrestati sul ponte di volo della George HW Bush .  L'atterraggio segna la prima volta che un aereo senza pilota aveva compiuto un atterraggio arrestato a bordo di una portaerei operativo in mare. 

Dopo aver ospitato il primo decollo di un drone, il 10 luglio 2013 nella Bush si tenne anche il primo atterraggio con gancio d'arresto di un drone su una portaerei. Dopo un secondo atterraggio ben riuscito, tuttavia, il terzo tentativo dovette essere annullato a causa di un problema tecnico e il drone fu dirottato nella Wallops Flight Facility.
Nel febbraio 2014 la portaerei ha passato lo stretto di Gibilterra diretta al porto greco del Pireo.
Dal febbraio 2015 la portaerei George H. W. Bush ha raggiunto il canale di Sicilia partendo dalla base di Norfolk, circondata dalle altri navi da guerra della sesta flotta: la Truxtun, la Roosevelt, la Philippine Sea e la Arleigh Burke. Ed è pronta a intervenire in qualsiasi emergenza, in qualsiasi scenario possibile, come Afghanistan, Siria o nel Mar Nero.


CLASSE T. ROOSVELT

STORIA / HISTORY

STEMMA UFFICIALE / OFFICIAL FLAG

CARATTERISTICHE TECNICHE

FOTOGRAFIE / PHOTOES

SCHEMA COSTRUTTIVO / SCHEME

US.NAVY

AEREI DELLA U.S. NAVY

PORTAEREI NELLA STORIA / AIRCAFT CARRIERS

NAVI DA GUERRA / WARSHIPS AND BATTLESHIPS

- PORTAEREI NELLA STORIA USA NAVY- CLASSE T.ROOSVELT - CVN77 G. BUSH -AIRCRAFT CARRIERS- T. ROOSVELT CLASS - CVN 77 G. BUSH -