MARINA IMPERIALE

KIDO BUTAI

PRIMA DIVISIONE POARTAEREI

PORTAEREI KAGA (加賀)

- AIRCRAFT CARRIER KAGA -

(GIOIA CHE SALE)

NAVE ORIGINALE

Nelle sue linee generali la nave era molto simile alla Akagi benche le due unità non costituissero mai una classe. Non aveva isola e il ponte di volo superiore risultava così completamente sgombero; i ponti di volo erano tre, a scalini nella zona prodiera; i cannoni da 203 mm antinave erano quattro in due torrette binate a prora, disposte ai Iati del ponte di volo inferiore, e 6 in casematte, tre per lato, a poppa a livello del ponte di batteria. L 'armamento antiaereo era similmente sistemato in 6 complessi binati su tre plancette per lato, sporgenti al difuori dello scafo all'altezza del primo ponte aviorimessa. A differenza dell' Akagi, le tre plancette di ogni lato erano concentrate a centro nave e non distribuite sulla lunghezza. La diversità più notevole con l'unità similare era nella posizione dei fumaioli: infatti la Kaga aveva una sistemazione simile a quella delle inglesi Furious e Argus, costituita da due condotte laterali sistemate orizzontalmente al disotto del ponte di volo, le quali portavano i gas della combustione fino a poppa estrema. Il ponte di volo superiore, che si arrestava a circa 1/4 della lunghezza da prora, si prolungava a completa larghezza fino oltre l'estremità poppiera dello scafo, sorretto da piloni inclinati verso l'esterno. Il ponte di volo intermedio era simile a quello dell' Akagi ma terminava verso prua con una forma trapezoidale e non semicircolare. Il ponte di volo inferiore era sostenuto da montanti applicati sulla coperta.

La portaerei Kaga costituiva all'inizio della seconda guerra mondiale, assieme all'Akagi, la massima arma bellica navale che il Giappone e il mondo potevano avere. Per stazza era paragonabile alla classe Lexington americana, mentre per numero di aerei, 91 contro gli 80 delle Lexington, aveva una potenza offensiva mai vista prima. Il suo gruppo aereo era secondo al mondo, per perizia, precisione e capacità offensiva, soltanto a quello della portaerei Akagi, con la quale costituiva la prima divisione di portaerei della Kido Butai. Questa grandissima capacità di offendere fu ben sfruttata nell'attacco di Pearl Harbour. La portaerei Kaga aveva inoltre una grandissima autonomia e questo gli permise, al pari delle nuovissime portaerei gemelle Zuikaku e Shokau di andare e tornare dalle Hawaii senza fare rifornimento. L'Akagi, la Soryu e la Hiryu furono invece costrette a fare un difficoltoso rifornimento in mare.

La nave però aveva anche seri difetti. Innanzitutto la velocità era ridotta a soli 28,5 nodi contro i 34 delle Zuikaku, cosa che per una portaerei era un grave handicap. Poi la protezione del ponte di volo era scarsa, come del resto per quasi tutte le portaerei giapponesi ed americane di pari periodo. La grande corazzatura che la nave aveva era dovuta alla sua origine di corazzata ed era quindi atta a controbattere i proiettili dei cannoni delle navi e non certo le bombe o i siluri degli aerei. Queste gravi carenze fecero sì che al secondo serio attacco l'orgoglio della marina nipponica colasse miseramente a fondo. Il primo attacco che subì fu invece a causa di un sottomarino americano che mentre era di ritorno dal raid su Ceylon, la colpì con ben tre siluri. La nave rimase tranquillamente in formazione ma fu obbligata, una volta in porto, a subire per tre mesi interventi di riparazione che gli impedirono di partecipare  alla battaglia navale del Mar dei Coralli.

Una volta risistemata fu pronta per lo scontro decisivo delle Midway dove fu la prima portaerei ad essere colpita ed affondata. Certamente l'affondamento fu dovuto anche all'enorme numero di aerei con i serbatoi pieni e carichi di bombe che erano ammassati sul ponte in attesa di un attacco che non ci fu, ma questo non è una scusante, semmai un'aggravante per la tattica titubante che l'ammiraglio Nagumo ebbe durante la Battaglia delle Midway.

Và infine considerato come la Kaga e la stessa Akagi fossero ormai obsolete allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale (come del resto le Lexington americane) e quindi vulnerabili agli attacchi delle più piccole ma agili e veloci Hornet, Yorktown ed Enterprise. Sfortunata. (Shinano)

PORTAEREI KAGA STORIA E CARATTERISTICHE TECNICHE / HISTORY

PORTAEREI KAGA SCHEMA COSTRUTTIVO / SCHEME

PORTAEREI KAGA FOTOGRAFIE / PHOTOES

PORTAEREI KAGA DOPO MODIFICHE DEL 1936 / CARRIER KAGA

GIAPPONE / IMPERIAL JAPANEESE NAVY

PORTAEREI NELLA STORIA / AIRCRAFT CARRIERS

NAVI DA GUERRA / WARSHIPS AND BATTLESHIPS

NAVI DA GUERRA - PORTAEREI NELLA STORIA - GIAPPONE - PORTAEREI KAGA - CARRIER KAGA