MARINA IMPERIALE

IMPERIAL JAPANEESE NAVY


KIDO BUTAI


PORTAEREI HIRYU

AIRCRAFT CARRIER HIRYU

(飛龍 DRAGO VOLANTE)

La Hiryu, assieme alla Soryu, può considerarsi la prima portaerei "moderna" costruita dal Giappone.Dotata di una eccellente velocità e di una buona capacità offensiva si inserisce nella stessa classe di tonnellaggio delle americane della classe "Enterprise" (Enterprise, Hornet e Yorktown.

Insieme all'Akagi fu l'unica portaerei al mondo ad avere l'isola sul lato sinistro e questa la rende unica ed eccezionale. Il fatto che dopo questi esperimenti il Giappone smise di progettare portaerei appaiate (Akagi - Kaga e Hiryu - Soryu) è indice che l'esperimento non funzionò egregiamente e non diede i risultati positivi sperati. L'unico grave difetto riscontrabile consistette nella scarsa corazzatura presente e nella poca autonomia operativa.

Proprio la scarsa corazzatura la fece facilmente affondare durante la battaglia delle Midway (non bisogna però dimenticare che fu attaccata quando aveva il ponte pieno di bombardieri pronti a partire). Durante la battaglia delle Midway la Hiryu fu l'unica che riuscì a sferrare un attacco alle portaerei americane, ricordiamo che non fu colpita dai bombardieri americani assieme alla Kaga, alla Akagi e alla Soryu perchè navigava più distante dal resto della squadra di Nagumo.

Questo attacco si concentrò contro la Yorktown e portò in breve alla distruzione della gloriosa portaerei americana che dovette essere abbandonata dal suo equipaggio a causa degli incendi incontrollabili. Quando i pochi aerei (12 dei 63 in dotazione) rientrati stavano per ripartire per un disperato attacco alla Enterprise la Hiryu fu scoperta dai bombardieri della Yorktown e della Enterprise e centrata da una miriade di bombe. A quel punto il valoroso contrammiraglio Yamaguchi visto che la sorte della sua nave era segnata si fece legare al ponte e cantando l'inno nazionale, con la spada da samurai rivolta al cielo, affondò con 500 uomini di equipaggio. Con la sua morte il Giappone perdeva l'unico ammiraglio che avrebbe potuto sostituire degnamente Yamamoto.  Alla fin fine la Hiryu, grazie soprattutto all'eroismo del proprio comandante, fu l'unica portaerei giapponese a tenere alto l'onore della Marina Imperiale durante la fatale battaglia delle Midway. Gloriosa.


CARATTERISTICHE TECNICHE

Nave Hiryu
Tipo CV
Cantiere Arsenale di Yokosuka
Impostazione 8 luglio 1936
Varo 16 novembre 1936
Entrata in servizio 5 luglio 1939
Destino affondata durante la battaglia delle Midway alle ore 8.21 del 05.06.1942
Lunghezza m 277,37
Lunghezza ponte di volo m 216,80
Larghezza m 22,32
Larghezza ponte di volo m 27,00
Immersione m. 7,76
Dislocamento t 20.250
Apparato motore 4 gruppi turbine; 4 eliche; 8 caldaie
Potenza cav. 153.000
Velocità nodi 34,3
Combustibile nafta 4400
Autonomia miglia 10.300
Armamento 12 cannoni da 127 mm a.a.; 28 mitragliere da 25 mm. a.a.;3 elevatori
Aerei 57 pronti più 16 di riserva
Protezione verticale leggera a murata
Protezione orizzontale nessuna
Equipaggio 1101

LA FINE DELLA PORTAEREI HIRYU (8.21 del 05.06.1942)

Nel frattempo Fletcher, dall'Astoria, aveva ordinato a Spruance che 24 bombardieri atterrati sull' Enterprise (molti dei quali apparteneva- no alla Yorktown) attaccassero la Hiryu. 

La Hiryu in quel momento possedeva soltanto 12 dei 63 aerei in dotazione: con questi il tenace Yamaguchi decise di lanciare un ultimo attacco.  Avvertì perciò il sempre lontano e pareva indifferente Yamamoto, che egli si proponeva di far tutto il possibile per recar danno alle portaerei nemiche (finalmente era riuscito a sapere con certezza che erano tre), assalendole all'imbrunire.  Come Yamaguchi pensasse, con 1e sue misere forze aeree, di raggiungere l'obiettivo rimane un mistero. 

Certo Yamaguchi era in buona fede, ma aveva indubbiamente sbagliato i suoi calcoli: era convinto, probabilmente, che il secondo attacco portato alla Yorktown avesse invece colpito un'altra portaerei, l'Enterprise, e basò quindi i suoi ragionamenti su questo dato errato. Adesso tutte le varie squadre giapponesi accorrevano in fretta e furia ad aiutare Nagumo, ma dagli angoli più remoti: l'ammiraglio Kondo, che aveva con se una preziosa portaerei leggera, la Zuiho, era distante oltre 700 chilometri.  Quanto alle portaerei impegnate nelle Aleutine (Ryuj e Yunyo) erano addirittura a oltre 1300 chilometri. 17.01, mentre Yamaguchi stava preparandosi a lanciare il suo disperato attacco, sulla Hiryu comparvero gli aerei dell'Enterprise, cogliendo di sorpresa i Giapponesi. 

Si ripetè quello che era accaduto alle altre tre portaerei: scoppi, incendi, morti dappertutto.  Nella notte la Hiryu, ridotta a un rottame galleggiante, cominciò a inclinarsi sempre più, con oltre 400 caduti a bordo, e alle 2.30 del 5 giugno Yamaguchi parlò per l'ultima volta ai superstiti, fece portare il ritratto dell'imperatore su un cacciatorpediniere, ordinò di mettere in salvo ciò che restava dell'equipaggio, e rimase sulla nave ormai vicina alla morte. 

L'ammiraglio si legò al ponte e rimase immobile a guardare il cielo: alle 8.21 la portaerei si capovolse e in pochi secondi scomparve. La "prima forza operativa portaerei ", il più potente strumento bellico della marina giapponese, non esisteva più.


PORTAEREI HIRYU STORIA / HISTORY


PORTAEREI HIRYU CARATTERISTICHE TECNICHE / TECHNICAL SPECIFICATIONS


PORTAEREI HIRYU FOTOGRAFIE / PHOTOES


PORTAEREI HIRYU SCHEMA COSTRUTTIVO / SCHEME


PORTAEREI HIRYU MODELLO/ MODEL


PORTAEREI HIRYU GIUDIZIO FINALE DELLO SHINANO / FINAL SENTENCE OF THE SHINANO


KIDO BUTAI


GIAPPONE / JAPANEESE IMPERIAL MARINE


BATTAGLIA DI MIDWAY / NAVAL BATTLE OF MIDWAY


PORTAEREI NELLA STORIA / AIRCRAFT CARRIER


NAVI DA GUERRA /WARSHIPS AND BATTLESHIPS

NAVI DA GUERRA-PORTAEREI NELLA STORIA-GIAPPONE-HIRYU - AIRCRAFT CARRIER HIRYU