BATTAGLIA NAVALE DI LEYTE

(23 - 26 OTTOBRE 1944)

NAVAL BATTLE OF SIBUYAN SEA (23 - 26 October 1944)

LA BATTAGLIA NAVALE DEL MAR DI SIBUYAN

NAVAL BATTLE OF SIBUYAN SEA - THE END OF BATTLESHIP MUSASHI

(24 OTTOBRE 1944 - LA FINE DELLA MUSASHI)

MUSASHI YAMATO
NAGATO USS INTREPID CV 11
USS FRANKLIN CV 15 USS ENTERPRISE CV 6

La battaglia navale del Mar di Sibuyan costituisce la prima fase della battaglia navale di Leyte ed è il prologo della battaglia navale di Samar. Lo scontro viene combattuto dagli americani per impedire ai giapponesi di attraversa con il grosso della flotta di Kurita lo stretto di San Bernardino. La battaglia viene combattuta tra gli aerei americani provenienti dalle portaerei e il fior fiore delle navi di linea giapponesi. Come all'epoca dell'affondamento della Repulse e della Prince of Walles viene confermato l'assioma che una corazzata senza copertura aerea è vulnerabile di fronte agli attacchi aerei avversari. La vittoria tattica è americana con l'affondamento della super corazzata Musashi e degli splendidi incrociatori pesanti Atago, Maya, Chokai. La vittoria strategica è però giapponese in quanto il grosso della forza di attacco di Kurita riesce a superare lo sbarramento ed ad attraversare senza colpo ferire lo stretto di San Bernardino pronta per lo scontro decisivo al largo dell'isola di Samar. (Shinano)


FORZE IMPEGNATE
Navi Marina Imperiale U.S. Navy
portaerei pesanti 0 6
portaerei leggere 0 5
corazzate 5 5
incrociatori pesanti 10 2
incrociatori leggeri 2 7
cacciatorpediniere 15 16
navi affondate 4 0
morti 1.023 0
comandanti vice ammiraglio Takeo Kurita vice ammiraglio Marc A. Mitscher

CRONOLOGIA/ CRONOLOGY

CRONOLOGIA LA BATTAGLIA NAVALE DEL MAR DI SIBUYAN
24 OTTOBRE 1944  
8.02 la flotta di Kurita è avvistata
10.27 primo attacco alla corazzata Musashi
11.45 secondo attacco alla corazzata Musashi
13.30 terzo attacco alla corazzata Musashi
15.20 quarto attacco alla corazzata Musashi
19.35 affonda la corazzata Musashi nel mar di Sibuyan

LA FINE DELLA CORAZZATA MUSASHI

"Alle 10.27  fu avvistata la la supercorazzata Musashi  ( Il terzo programma giapponese del 19S7 per il rafforzamento della marina aveva previsto la costruzione di due grandi corazzate, la Yamato e la Musashi, le cui caratteristiche erano le seguenti: lunghezza 26S metri, peso (tara) : 65.000 tonnellate, peso totale a pieno carico 72.809 tonnellate.  Si trattava delle due più grosse corazzate del mondo e da allora non sono più state eguagliate. Inoltre erano dotate di 9 pezzi da 457 millimetri, il maggior calibro d artiglieria che si sia mai trovato sul mare) fu colpita da un siluro e da un, bomba che causarono gravi danni. Un'altra ondata d'attacco americana partita alle 1045 dalle portaerei, giunse a prendere contatto verso le 12.35. Un minuto dopo, la Musashi, di nuovo presa di mira, ricevette altri 4 siluri che provocarono l'allagamento di una parte dei locali macchine.
Le incursioni americane si succedettero con ritmo incalzante, alle, 10.50, una quarantina di apparecchi delle portaerei Lexington ed  Essex decollarono, mentre, alle 13.13, altri 65 aerei si levavano in volo.  Alle 13.50, infine, 31 apparecchi si alzarono a loro volta. 

Questi gruppi raggiunsero la flotta nemica rispettivamente alle 13.30, alle 14.15, alle 15.20 e alle 15.50.  La Musashi dava già evidenti segni di difficoltà e la sua velocità era lievemente diminuita.   Accompagnata dall'incrociatore pesante navigava una ventina di miglia a poppa della formazione nipponica quando, alle 15.20, vi fu il più violento attacco americano. 

Gli aviatori colpirono con dieci siluri e molte bombe il mastodonte, facendo salire  a 19 siluri e 17 bombe il numero di ordigni che l'avevano centrato.
La Musashi era ormai condannata e l'ammiraglio Ugaki, capo della divisione, ordinò al contrammiraglio Toshihei Inoguchi, comandante della nave, di cercare di farla arenare.  Ma la Musashi non era più in grado  di manovrare con precisione e il suo comandante si limitò a lottare contro gli incendi e a tentare di mantenerla il più a lungo possibile a galla, giocando sul riempimento alternato dei depositi di nafta. La grande nave era in quel momento molto immersa quando alle 18.50, l'incrociatore Tone ricevette l'ordine di raggiungere la squadra.

I cacciatorpediniere Hamakaze e Kiyoshimo giunsero per assistere la corazzata ferita a morte.  Alle 19.25 la Musashi sbandò di 3° gradi e il comandante ordinò di abbandonarla al più presto.  L'equipaggio si gettò nell'acqua e fu raccolto solamente in parte dai cacciatorpediniere. Alle   19.35, la grande nave di linea si capovolse e venne inghiottita da un enorme risucchio: 39 ufficiali e 984 marinai perirono". 


STORIA DELLA BATTAGLIA / HISTORY OF THE BATTLE

FORZE IMPEGNATE / FORCES

I PROTAGONISTI / THE PROTAGONISTS

CARTINA DELLA BATTAGLIA / MAP OF THE BATTLE

CRONOLOGIA / CRONOLOGY

FOTOGRAFIE / PHOTOES

GIUDIZIO FINALE DELLO SHINANO / FINAL SENTENCE OF THE SHINANO


BATTAGLIA NAVALE DI LEYTE


BATTAGLIE NAVALI /NAVAL BATTLES

NAVI DA GUERRA / WARSHIPS AND BATTLESHIPS

INCROCIATORI E CORAZZATE - CLASSE YAMATO - CORAZZATA MUSASHI - BATTLESHIP MUSASHI -