BATTAGLIA NAVALE  DI ABUKIR

NAVAL BATTLE OF ABUKIR

(1° e 2 AGOSTO 1798)

LA BATTAGLIA DEL NILO

RIASSUNTO DELLA BATTAGLIA NAVALE DI ABUKIR

(HISTORY OF THE NAVAL BATTLE OF ABUKIR)

STORIA DELLA BATTAGLIA NAVALE DI ABUKIR

(HISTORY OF THE NAVAL BATTLE OF ABUKIR)

LA BATTAGLIA NAVALE MINUTO PER MINUTO

(THE NAVAL BATTLE OF ABUKIR MINUTE FOR MINUTE)

LE FORZE IMPEGNATE

(MAPS OF THE NAVAL BATTLE OF ABUKIR)

ILLUSTRAZIONI

(PHOTOES)

CARTINA DELLA BATTAGLIA NAVALE DI ABUKIR

(MAPS OF THE NAVAL BATTLE OF ABUKIR)

FORZE IMPEGNATE
Francesi

13 navi di linea e 3 fregate

Comandante:  Ammiraglio Francois Paul Bruyes

Inglesi:

14 navi di linea

Comandante: Ammiraglio Orazio Nelson

La battaglia del Nilo, anche nota in Francia come battaglia della Baia d'Abukir (propriamente Abū Qīr), fu un'importante battaglia navale connessa al conflitto fra la Francia rivoluzionaria e la Gran Bretagna, in particolare alla spedizione comandata da Napoleone Bonaparte e nota come campagna d'Egitto, che si svolse tra la flotta britannica comandata dal Contrammiraglio Sir Horatio Nelson e la flotta francese sotto la guida del Vice-Ammiraglio François-Paul Brueys D'Aigalliers. Ebbe luogo tra la sera del 1º agosto e la mattina del 2 agosto 1798. La battaglia segnò il trionfo della marina britannica, nonché l'inizio della leggenda di Nelson, che venne salutato in tutto il Continente come il "Salvatore dell'Europa". Le perdite furono gravissime da ambo le parti: se gli Inglesi avevano massacrato nove delle tredici navi di linea francesi, anche le loro navi erano molto malconce, sebbene ancor tutte a galla. I Francesi ebbero quasi 9000 fra morti, feriti e prigionieri, gli Inglesi persero un migliaio di uomini, di cui 226 morti.  Alle 14 del 2 agosto 1798 Nelson diramò il suo ordine del giorno alla squadra: "Marinai, poiché Iddio ha benedetto le armi di Sua Maestà e ad esse ha dato la vittoria, l'ammiraglio intende renderne pubbliche grazie... Egli si congratula coi capitani, con gli ufficiali, con gli equipaggi, con i soldati di marina imbarcati sulla squadra per il successo del combattimento e li prega di accogliere i suoi ringraziamenti per la loro condotta in una giornata così gloriosa...".

La Battaglia di Abukir fu una riproposizione della battaglia di La Hogue, fu infatti combattuta tra una flotta francese all'ancora con metà equipaggio a terra ed una inglese in avanzamento dal mare aperto. Dal punto di vista tattico non vi fu niente di eccezionale o di innovativo da parte dell'ammiraglio Nelson il quale si limitò a sfruttare la grande abilità dei propri artiglieri e la superficialità dell'ammiraglio Bruyes il quale, malgrado l'ordine preciso di Napoleone, non provvide a far immediatamente uscire la propria flotta all'ancora né a fortificare con adeguate artigliere da campo la costa lungo la baia di Abukir. Per sua fortuna Bruyes  morì combattendo sulla sua ammiraglia ed evitò di dover spiegare ad un Napoleone inferocito come fosse riuscito a perdere quasi l'intera flotta in maniera così stupida. Per quanto riguarda il tanto criticato Villenueve ritengo che fece l'unica mossa sensata cioè quella di levare le ancore e scappare il più velocemente possibile. Se fosse rimasto a combattere anche la retroguardia sarebbe stata affondata come il resto della flotta ed il disastro sarebbe stato totale (Shinano)

LE PIU' GRANDI BATTAGLIE NAVALI /NAVAL BATTLE

NAVI DA GUERRA / WARSHIPS AND BATTLESHIPS

PORTAEREI NELLA STORIA /AIRCRAFT CARRIERS

PORTAEREI NELLA STORIA - LE PIU' GRANDI BATTAGLIE NAVALI - BATTAGLIA NAVALE DI ABUKIR - NAVAL BATTLE OF ABUKIR -