Formazione delle classi nella scuola elementare

1. Le classi prime, nelle scuole con più sezioni parallele, sono formate con l’intento di garantire al massimo l’equilibrio qualitativo e quantitativo e di favorire il più possibile il mantenimento dei gruppi già formati nella scuola materna.

2. La formazione delle classi prime tiene conto dei seguenti criteri:

a. suddivisione equa fra maschi e femmine;
b. valutazione delle insegnanti di scuola materna;
c. elementi desunti dal documento di osservazione personale dell’alunno;
d. equa distribuzione dei casi problematici.

3. Le richieste dei genitori sono prese in considerazione compatibilmente con i criteri indicati.

4. Le iscrizioni alle classi seconde, terze, quarte, quinte e gli inserimenti ad anno scolastico inoltrato rispettano il criterio dell’equilibrio numerico e sono disposte dal Dirigente, sentito il parere degli insegnanti interessati. Le richieste specifiche delle famiglie sono tenute in considerazione compatibilmente con i criteri indicati.



Formazione delle classi nella scuola media
Tre sono le possibili opzioni offerte all’utenza:
1. tempo normale
2. bilinguismo
3. tempo prolungato.
I criteri sono:
a. formazione di classi omogenee tra loro nella struttura e differenziate all’interno;
b. inserimento nella sezione di piccoli gruppetti provenienti dalla stessa realtà scolastica;
c. opportunità di iscriversi alla stessa sezione del fratello, su richiesta ;
d. ogni altra indicazione di classe o di compagni graditi, non è vincolante e comunque deve rispettare il criterio a); le richieste dei compagni sono prese in considerazione se vi è una corrispondente richiesta dell’altro compagno;
e. il Dirigente si avvale di una Commissione per :
-raccogliere i dati dalla scuola elementare,
-leggere le schede delle scuole elementari per formare le classi;
f. gli alunni portatori di handicap o con particolari problemi sono inseriti dal Dirigente, sentita la
Commissione;
g. i ripetenti sono inseriti di norma nelle classi del corso frequentato.