Guarire

Malattia e spiritualità

Dalle Sacre Scritture

"E il gran dragone fu precipitato, l'antico serpente, che si chiamava diavolo e satana ... Ma guai alla terra e al mare, perché il diavolo è sceso a voi con ira grande".

Dall'Apocalisse appare chiaro che chi ci destabilizza è il diavolo.

Genesi del male

Il Demone tenta con astuzia l'uomo moderno come fece con Eva attraverso suadenti parole: "Voi diventerete come Dio". Allettato da questa seduzione intellettuale, l'uomo si allontana da Dio, anzi, desidera sostituirsi a Dio per rimanere lui solo il signore indiscusso delle cose.
Immerso nel suo orgoglio, l'uomo, non comprende quanto sia ridicola questa pretesa, difatti, nella sua finitezza e fragilità come potrebbe gestire il mondo e l'universo intero?

Viceversa, l'essere umano, dovrebbe allontanare da sé questa nociva seduzione per acquisire la consapevolezza che solo Dio e Lui solo, può essere il Signore di tutte le cose. Il potere di Dio lo svela Gesù quando dice: "Guardate gli uccelli del cielo: "Non seminano, né mietono, né ammassano nei granai; eppure il Padre Vostro celeste li nutre. Non contate voi forse più di loro?". Sì, quando l'uomo torna a Dio, ritrova, nel benefico potere di Dio, il benessere fisico e quello interiore.

Ecco perché Gesù ci esorta a: "Cercate prima il Regno di Dio … tutto il resto vi sarà dato in più". In quel più, dopo che l'uomo si pone sotto l'egida di Dio, c'è la totalità del suo benessere.

Gesù lo predica e lo annuncia: "Il Regno di Dio è in mezzo a voi". Il potere di Dio è entrato nel mondo attraverso l'incarnazione di Gesù, Dio fatto uomo. Giovanni Battista, lo intuisce e per conferma invia due suoi seguaci a domandare: "Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?". Gesù non proferisce parola, ma, nello stesso momento, guarisce molti da malattie, da infermità, da spiriti cattivi, dona la vista a molti ciechi. Fatti che confermano la sua divinità. Poi, rivolto ai seguaci di Giovanni, dice: "Andate e riferite a Giovanni ciò che avete visto e udito".

Gesù, opera nel mondo con la Potenza di Dio, e la sua potenza si concentra nella lotta contro la malattia. Di conseguenza i ciechi riacquistano la vista, i lebbrosi tornano sani, gli storpi camminano, i sordi riacquistano l'udito; uno spaccato di umanità sofferente, torna in salute e alla gioia.

E tutta la vita, Gesù la trascorre predicando e guarendo. Lui non predica senza guarire, né guarisce senza predicare, ma esercita questi due ministeri integrandoli. Gesù ha, pure, condiviso il ministero di guarigione con i suoi Apostoli e con tutti quelli che, di generazione in generazione, credono in Lui. Non solo, ha promesso di far operare prodigi ancor più grandi da chi ha ricevuto l'effusione del Suo stesso Spirito.

Dice Gesù: "Beato colui che in me non trova motivo di scandalo" e lo scandalo consiste nel dubitare delle sue opere. Giovanni, difatti, nel riassumere la vita di Gesù, pone questa domanda: "Cosa è venuto a fare Gesù?". Poi, risponde nel seguente modo: È venuto a liberare tutti coloro che sono sotto il potere del diavolo, e il potere del diavolo si manifesta nella malattia.

Mai si deve sottovalutare le astuzie e gli inganni del demonio, poiché il suo desiderio consiste nel trascinarci nell'errore ed instaurare in noi la sua egemonia. Satana vuole illuderci che lui non esiste, che il male o il peccato è solo un concetto morale nato in società medioevali formatosi per effetto di una cattiva educazione. Elaborato e diffuso questi concetti, sarà molto facile condurci con facilità verso le sue innumerevoli trappole. Non solo, approfitta della nostra mancanza di fede e della fragilità umana per creare paura, eclissare la fiducia nel Signore, sopprimere l'amore e la misericordia.

È molto potente, usa la seduzione, la subdola menzogna per nascondersi ed agire indisturbato. Gode stare nell'ombra, elargisce aiuti a chi predica la sua inesistenza. Molti, occorre prenderne coscienza, sono al suo servizio.

Entra nella nostra vita attraverso la porta del cuore, del desiderio, della soddisfazione, del potere, ma prima deve depravare la nostra intelligenza cambiando la verità con la menzogna altrimenti tutto questo non sarebbe possibile. Per smascherare la sua opera occorre vigilare sulle nostre azioni.

Se vediamo in noi superbia, supponenza, oltraggi, maldicenze, indivie, orgoglio, allora Satana si è impossessato del nostro agire e sarà un problema scappare dalle sue grinfie ed operare un cambiamento virtuoso.

La nostra società edonistica si basa sul piacere quale sommo bene da conseguire come fine esclusivo della vita. E questa mentalità del godere inculcata in tutti noi, ci ha trasformato in una massa di molluschi incapaci di sostenere qualsiasi privazione. È il risultato dell'enorme influenza del Maligno che ha sulla società. Come operare per combattere queste potenti insidie del Maligno, lo dice Gesù: "Questa specie di demoni non si può scacciare in alcun modo, se non con la preghiera".

Con la preghiera inizia un percorso spirituale per ristabilire il dialogo dell'anima con Dio, un itinerario di fede e speranza. Con questa pratica virtuosa l'anima concentra la sua attenzione sulla presenza di Dio. Canta Davide: "Se salgo in cielo, o mio Dio, tu ci sei; se discendo agli inferi, tu ci sei". La mano di Dio, dice Davide ha fatto prodigi: Non morirò, ma vivrò e racconterò con il cuore, con la bocca e con le opere le meraviglie della tua bontà.

Pressante è l'invito del Vangelo a pregare incessantemente con orazioni mattutine o serali, alternate da semplici giaculatorie, ad esempio: "Signore abbi pietà di me". Il Signore che ascolta sempre le nostre suppliche, correrà sollecito in nostro soccorso.

Se nel tuo cuore si è instaurato il desiderio di aiutare i fratelli bisognosi che si dibattono nella sofferenza o nella solitudine, ricorda che la preghiera è una delle più alte forme di carità. Aumenta la tua gioia, unisciti al nostro gruppo di preghiera, visita il Sito Web del "Monastero invisibile di carità e fratellanza", noi ti accoglieremo a braccia aperte.

Ti potrebbe interessare