San Vincenzo de' Paoli

Vincenzo de' Paoli

Il Dire Diventa Preghiera

San Vincenzo non ha mai scritto libri di preghiere o semplici preghiere, ma in particolare, quando scrive o parla nelle conferenze ai suoi preti o alle sue figlie, con naturalezza e spontaneità il dire diventa preghiera, in cui fa sintesi del tema che ha tratta e chiede al Signore questo o quel dono per i poveri, le sue comunità e per se stesso.

Affidamento

Preghiera
O mio Gesù, dimmi, te ne prego, chi ti ha strappato dal cielo per venire a patire le maledizioni della terra, tante persecuzioni e tormenti che vi hai sofferto? O Salvatore! O sorgente dell'amore umiliato fino ad abbassarti a noi e a sopportare un supplizio infame, chi ha amato il prossimo più di te? Sei venuto ad esporti a tutte le nostre miserie, assumendo la forma di peccatore e conducendo una vita di patimenti fino a subire una morte ignominiosa per noi. C'è un amore simile? Chi potrebbe amare in un modo così sublime? Non c'è che Nostro Signore che sia stato tanto rapito dall'amore per le creature da lasciare il trono del Padre suo per venire a prendere un corpo sottoposto ad infermità. E perché? Per stabilire fra noi; mediante la sua parola e il suo esempio, la carità verso il prossimo. È questo l'amore che l'ha crocifisso e ha compiuto l'opera mirabile della nostra redenzione. O fratelli, se avessimo un poco di questo amore, rimarremmo con le braccia conserte? Lasceremmo perire coloro che potremmo assistere? Oh! no, la carità non può rimanere oziosa, essa ci spinge a procurare la salvezza e il sollievo altrui.

Preghiera di affidamento della Compagnia
Mio Signore e mio Dio, Gesù Cristo, mio Salvatore. Tu che sei il più amabile e che più di tutti ami gli uomini Tu che incomparabilmente, più di tutti insieme, hai praticato la carità e la sopportazione, e hai ricevuto le maggiori ingiurie e i maggiori torti senza risentirne il minimo rancore, ascolta, te ne prego, l'umilissima preghiera che ti facciamo. Concedi alla compagnia lo spirito di carità di cui tu sei stato infiammato e lo spirito di mitezza e di sopportazione che hai avuto verso i vostri nemici. E così, con la pratica di queste virtù, possano compiersi su di essa i disegni eterni dell'adorabile volontà e possa glorificarti imitandoti e attraendo, con l'esempio, le anime al tuo servizio, ma soprattutto, mio Dio, con la sopportazione reciproca, questa Compagnia ti possa essere gradita. Concedila, mio Dio, alla Compagnia. Ti prego per la tua Santissima Madre, per tutti i Santi che ti glorificano in cielo e per tutti quelli che vivono sulla terra.

Preghiera sulla Santa Comunione
Mio Dio, Ti chiedo misericordia, con tutto il cuore. Misericordia, mio Dio, misericordia per tutti gli abusi che abbiamo fatto delle tue grazie! Per la negligenza che abbiamo avuto nell'emendarci delle colpe che Ti hanno offeso, mio Dio! Per tutte le volte che abbiamo trattato indegnamente i tuoi sacri misteri, misericordia, mio Dio! Non ricordate i nostri peccati: quei giorni sventurati siano cancellati e la tua misericordia li dimentichi per sempre! Ti supplico di farci la grazia di accostarci al santo altare solo con la preparazione che tu desideri, e di riuscire a praticare i mezzi necessari a questo scopo, in modo da essere fedele alle tue grazie e al tuo santo amore.

Preghiera Alla Santa Vergine
Supplichiamo la Vergine perché preghi il suo Figlio per tutti noi e ci conceda le grazie necessarie a questo scopo. Santissima Vergine che parli per coloro che non sanno e non possono parlare ti imploriamo: assisti queste buone suore, me e questa piccola Compagnia. Continua a sostenere e porta a compimento un'opera che è la più grande del mondo. Te lo chiedo per le presenti e per le assenti. E a te, mio Dio, rivolgo la supplica di compiere, per i meriti del tuo Figlio Gesù Cristo, l'opera che hai cominciato. Mantieni la tua santa protezione su questa piccola Compagnia e continua ad elargire tutte le benedizioni di cui hai voluto ricolmarla fino ad ora. Concedi a queste buone figliuole, o Dio, se è tua volontà, la grazia della perseveranza finale, senza la quale non potranno mai godere il merito che la tua bontà, mio Dio, accorda a coloro che sono fedeli alla loro vocazione. Lo voglio sperare e, con queste speranza, pronunzierò le parole di benedizione.
O Vergine Santissima, che nel tuo cantico esalti Dio che ha fatto in te grandi cose per la tua umiltà, concedi a questa Compagnia la grazia d'imitarti. Obbedire è praticare l'umiltà; e questa è la grazia, mio Signore e mio Dio, che ti chiedo con tutto l'affetto del mio cuore. Vergine Santa, aiutaci ad ottenere questa grazia dal tuo Figlio. Speriamo che le nostre sorelle, per mezzo tuo, aiutate dai loro buoni angeli, cerchino di mettere in pratica quanto abbiamo detto.

Signore, Insegnaci A Pregare
Dio comprende benissimo senza parole. Vede tutte le fibre del nostro cuore, conosce tutti i nostri sentimenti, anche il più piccolo.
O Salvatore, non abbiamo che da aprire la bocca perché tu capisca i nostri bisogni. Tu odi il nostro più lieve sospiro, il più piccolo moto dell'anima nostra, e uno slancio dolce e amoroso ci attira assai più grazie e benedizioni, che non grandi sforzi.
O Salvatore, tu sai che cosa il mio cuore vuol dire: si rivolge a te, sorgente di misericordia. Tu vedi i suoi desideri. Ah! Essi non mirano se non a te, non aspirano se non a te, non vogliono altri che te.
Dacci, Signore, il dono dell'orazione. Insegnaci tu stesso come dobbiamo pregare. Glielo chiederemo oggi, tutti i giorni con fiducia, con grande fiducia nella sua bontà.

Ti potrebbe interessare