Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 

CITTADINANZA

L'Ufficio Cittadinanza si occupa delle pratiche di ricostruzione, di acquisto o di riacquisto di cittadinanza italiana. 
Coloro che desiderano veder riconosciuto il possesso della cittadinanza italiana devono presentarsi personalmente in Consolato, muniti di documento di riconoscimento e di una documentazione specifica. È possibile delegare per iscritto un componente del proprio nucleo familiare alla consegna della documentazione.
L'acquisto della cittadinanza italiana "iure sanguinis" o "iure matrimoni" non ha alcun effetto sulla cittadinanza argentina.

Come si acquista la cittadinanza italiana ?

Essenzialmente in tre modi :

1. Cittadinanza per nascita

Secondo la normativa vigente é cittadino italiano il figlio di genitori italiani (c.d. "iure sanguinis"). La donna italiana trasmette la cittadinanza ai figli solamente a partire dal 1 gennaio 1948, anno in cui entrò in vigore la nuova Costituzione. Coloro che sono nati prima di questa data ricevono la cittadinanza italiana solo ed esclusivamente per linea paterna.
La trasmissione di cittadinanza "iure sanguinis" non prevede limiti di generazione e non consente salti generazionali.
Per questo motivo il discendente di italiani può acquisire la cittadinanza italiana solo se la recuperano tutti gli ascendenti in linea retta (per esempio il nipote di italiani può acquisire la cittadinanza solo se anche il proprio genitore la recupera). Nel caso di ascendenti deceduti, la pratica di ricostruzione di cittadinanza può essere realizzata per conto di costoro direttamente dal discendente.
Il cittadino argentino, del quale il padre o la madre siano stati cittadini italiani e si siano naturalizzati argentini prima della nascita dell'interessato e che non abbiano riacquistato la cittadinanza prima della maggiore età dello stesso, non può recuperare direttamente la cittadinanza italiana. Egli diviene cittadino italiano solo se si verifica una delle seguenti ipotesi :

a) se presta servizio militare in Italia;
b) se assume pubblico impiego alle dipendenze dello Stato italiano;
c) se al raggiungimento della maggiore età risiede legalmente da almeno due anni nel territorio della Repubblica Italiana e dichiara di voler acquistare la cittadinanza italiana.
Chi ha acquisito la cittadinanza straniera dopo il 16.08.1992 mantiene anche quella italiana, a meno che non vi rinunci espressamente, e la trasmette quindi ai propri discendenti.


2. Cittadinanza per matrimonio

Si può acquisire la cittadinanza italiana per effetto del matrimonio (per naturalizzazione) con un cittadino o una cittadina italiani.
Tuttavia, per le donne straniere ci sono due situazioni diverse a seconda della data di celebrazione del matrimonio:

  • matrimonio celebrato prima del 27 aprile 1983: la donna straniera che sposava un cittadino italiano ne acquistava automaticamente la cittadinanza
  • matrimonio celebrato dopo il 27 aprile 1983: a partire da questa data anche per le donne non esiste più alcuna forma di acquisto automatico della cittadinanza in seguito al matrimonio con un cittadino italiano.
La persona che sposa un cittadino italiano può fare domanda di acquisto della cittadinanza per naturalizzazione dopo tre anni dal matrimonio, in caso di residenza all'estero, o dopo sei mesi dal matrimonio se residenti in Italia.

 3. Riacquisto della cittadinanza
Il cittadino italiano che abbia acquistato la cittadinanza argentina prima del 16.08.1992, perdendo quindi automaticamente la cittadinanza italiana, può riacquistarla tornando a risiedere in Italia per un periodo di almeno un anno.
La casistica in materia di cittadinanza é particolarmente complessa. Si raccomanda pertanto, in caso di dubbio, di consultare sempre l'Ufficio Consolare per approfondire la propria specifica.



DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER IL RICONOSCIMENTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA


STATO CIVILE

L'Ufficio di Stato Civile si occupa della comunicazione ai Comuni italiani degli avvenimenti anagrafici più importanti nella vita dei cittadini italiani (nascita, matrimonio, nascita dei figli, divorzio, decesso, ecc.).
I cittadini italiani sono tenuti a effettuare queste comunicazioni presentando gli atti di nascita, di matrimonio e di morte dei congiunti.
Prima di essere presentati, questi atti devono essere tradotti in italiano e fotocopiati. Non é necessaria alcuna legalizzazione per gli atti rilasciati dopo il 01.07.1990.
Gli atti registrati nel Registro Civil de la Ciudad de Buenos Aires possono essere richiesti in modulo bilingue e non devono essere tradotti in italiano.
In base a quanto stabilito dagli artt. 49, 51 e 67 dell´Ordinamento Italiano di Stato Civile (legge n.278 del 1939), le dichiarazioni relative alla nascita di figli dovranno effettuarsi entro 10 giorni dalla data di nascita davanti all´Autoritá consolare del paese di residenza, per poter essere poi trasmesse al Comune competente di ultima residenza in Italia del genitore, ovvero al Comune di Roma.
Per i divorziati in Argentina e poi risposati, il nuovo matrimonio verrà registrato dal Comune competente solo dietro presentazione al Consolato della sentenza di divorzio passata in giudicato, legalizzata dal Ministerio de Relaciones Exteriores argentino e tradotta in italiano. Se il divorzio non é registrato, non si possono trascrivere i secondi matrimoni e i figli legittimi di questi ultimi non avranno in Italia tale "status", non potendo quindi acquisire la cittadinanza italiana.
I documenti provenienti da altri Paesi
dovranno essere legalizzati dall'Ufficio diplomatico - consolare italiano (non argentino) territorialmente competente.
Il mancato rispetto delle predette disposizioni e la tardiva presentazione della documentazione comporta ritardi nell'espletamento delle pratiche.
 Sia per le pratiche di cittadinanza che di Stato Civile è importante verificare sempre che i dati riportati nella documentazione siano esatti (soprattutto nomi, cognomi, luoghi e date di nascita) e, in caso di errore, chiedere le correzioni prima di far tradurre gli atti errati. Gli uffici di Stato Civile italiani non accettano documenti argentini contenenti discordanze con gli originali italiani.

OFICINA DE CIUDADANIA
Y ESTADO CIVIL

En base al art. 1 de la ley n. 91 del 5.2.1992, es ciudadano por nacimiento "el hijo de padre o madre ciudadanos".
La ciudadanía italiana se adquiere entonces desde el nacimiento, teniendo al menos un progenitor italiano.
Los hijos nacidos antes del 1.1.1948 son ciudadanos sòlo si su PADRE tenia derecho a la ciudadania italiana en el momento de su nacimiento (la hubiera o no aun reconstruido).

Documentos necesarios para el reconocimiento de la ciudadanía italiana "Jure Sanguinis"

- Certificado de nacimiento del ascendente italiano (expedido por la Comuna italiana de nacimiento). Si se casó en Italia, certificado de matrimonio italiano.
- Certificado expedido por la "Cámara Nacional Electoral" del que resulte que el ascendiente italiano no se naturalizó argentino, o fecha de naturalización del mismo,(solicitado en Calle 25 de Mayo 245 - Capital Federal, adjuntando fotocopia del certificado de nacimiento, certificado de supervivencia o defución según corresponda y una estampilla judicial por un valor de $ 10,00 (Pesos Diez)-BANCO DE LA CIUDAD DE BUENOS AIRES O BANCO NACION-), dicho documento deberá ser legalizado con sello Apostille del Ministerio de Relaciones Exteriores y Culto (Rivadavia 966 - Capital Federal) y traducido al italiano por traductor público.

DOCUMENTOS ARGENTINOS DE ESTADO CIVIL (ACTAS, NO CERTIFICADOS, EXPEDIDOS CON POSTERIORIDAD AL 13.07.1990) QUE DEBEN SER PRESENTADOS EN ORIGINAL TRADUCIDOS AL ITALIANO POR UN TRADUCTOR PÚBLICO (VÉASE LISTADO DE TRADUCTORES EXPUESTO EN EL CONSULADO):
Del familiar italiano emigrado:

- Acta de matrimonio (si se casó en la Argentina)
- Acta de defunción (si hubiere fallecido)

De los descendientes en linea recta:

- Actas de nacimiento
- Actas de matrimonio y de defunción

La obtención de los documentos italianos está a cargo de los solicitantes. Los documentos argentinos (actas originales) deberán consignar los datos completos de los interesados (nombre, apellido, lugar y fecha de nacimiento, nombre del padre y de la madre).
No se puede obtener la ciudadania italiana saltando una generación.
Los registros civiles italianos no aceptan documentos extranjeros que presenten discrepancias con los originales italianos. Por lo tanto, si los datos en los documentos argentinos no coinciden con los originales, hay que pedir una nota marginal de rectificación al registro civil argentino.
La ciudadanía italiana no se adquiere en forma automática por matrimonio con un/a ciudadano/a.
El cónyuge de un ciudadano italiano podrá, por lo tanto, obtener una naturalización facilitada, según lo dispuesto por el art.5 de la ley 91/1992, transcurridos seis meses de matrimonio si reside legalmente en Italia, o después de tres años de matrimonio si reside fuera de Italia, siempre que no hubiera habido disolución, anulación o cesación de los efectos civiles del matrimonio y no haya separación legal.
El ciudadano extranjero cuyo padre o madre o uno de los ascendientes en linea recta de segundo grado (abuelo/a) hayan sido ciudadanos por nacimiento (ej. el ciudadano argentino hijo de padres italianos naturalizados argentinos antes de su nacimiento y que por tal motivo hubiesen perdido la ciudadanía italiana) resulta ciudadano :

A) Si presta servicio militar;

B) Si es asumido como empleado público por el estado italiano;

C) Si al alcanzar la mayoría de edad reside legalmente desde por lo menos dos años en el territorio de la República y declara su voluntad de adquirir la ciudadanía italiana.

Los ciudadanos que se habían acogido al acuerdo italo-argentino de 1971, pueden reobtener la plena ciudadanía mediante una "REVOCA" (revocación), que puede ser efectuada en cualquier momento.

 

(PARA MAYORES INFORMACIONES DIRIGIRSE A LA OFICINA DE CIUDADANIA DEL CONSULADO)

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER LA RICOSTRUZIONE DELLA CITTADINANZA ITALIANA

La pratica di ricostruzione o di acquisto della cittadinanza italiana prevede la presentazione di una documentazione diversa a seconda se si tratti di cittadinanza per nascita (figli o discendenti di italiani) o per matrimonio. 
Si consiglia di presentare la documentazione in Consolato solo se completa e senza ulteriori correzioni da apportare, poiché
la mancanza anche di uno solo dei documenti richiesti non permette di chiudere la pratica.
Qui di seguito troverete un elenco dettagliato dei documenti da presentare all'Ufficio Cittadinanza. Per qualsiasi dubbio si consiglia comunque di consultare gli uffici del Consolato. 

É IMPORTANTE RICORDARE CHE :

 DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

PER NASCITA

a) Del cittadino nato in Italia

1. Atto di nascita in originale rilasciato dal Comune italiano competente.

Nel caso in cui non si sia in possesso di questo documento è possibile richiederlo via posta al Comune di nascita con apposito formulario.
Per poter effettuare tale richiesta è necessario conoscere con esattezza i seguenti dati del familiare nato in Italia ed emigrato:
NOME, COGNOME, LUOGO E DATA DI NASCITA
(E' necessario conoscere con esattezza il Comune di nascita, non semplicemente la Provincia o la Regione).

La mancanza di questi dati non permette di avviare la pratica di ricostruzione di cittadinanza.

Nel caso in cui il Certificato di nascita venga rilasciato da una Parrocchia, questo deve essere legalizzato dalla Curia Vescovile e successivamente dal Comune competente per territorio.

2. Certificato della Cámara Nacional Electoral circa l'avvenuta o meno naturalizzazione argentina.

L’interessato dovrà rivolgersi alla Cámara Nacional Electoral (25 de Mayo 245 - Buenos Aires) e chiedere un certificato dove risulti che l’italiano non si è naturalizzato argentino, oppure la data di naturalizzazione. Per ottenerlo bisogna presentare:

Tale certificato deve essere legalizzato dal Ministerio de Relaciones Exteriores y Culto.

3. Atto di matrimonio.
Qualora il matrimonio fosse stato celebrato in Italia é necessario conoscere luogo e data del matrimonio per poter richiedere il certificato al Comune competente, con apposito formulario.

4. Atto di morte (se deceduto).

b) Di ognuno dei discendenti in linea retta

  1. Atto di nascita
  2. Atto di matrimonio (nel caso che la persona sia coniugata)
  3. Atto di morte (se deceduto)

 NOTA: le donne sposate prima del 20.09.1975 potrebbero aver perso la cittadinanza italiana per matrimonio. In questi casi si dovrà presentare un certificato negativo di cittadinanza rilasciato dal Consolato del Paese di origine del marito. Il matrimonio con cittadino argentino non altera il diritto alla cittadinanza italiana.

PER MATRIMONIO

1. Atto di matrimonio in originale rilasciato dal Comune italiano competente (Comune dov'é stato contratto il matrimonio o dov'é stato trascritto lo stesso).

2. Certificato di residenza rilasciato dalla locale Polizia.
Tale certificato deve essere legalizzato dal Ministerio de Relaciones Exteriores y Culto, tradotto in italiano ed ha validità 3 mesi dalla data del rilascio.

3. Fotocopia semplice del passaporto argentino (tutte le pagine che contengono dati personali).

4. Fedina penale rilasciata dalla Polizia Federale Argentina.
Tale certificato dovrà essere legalizzato da parte del Ministerio de Relaciones Exteriores y Culto, successivamente tradotto in italiano ed ha validità tre mesi dalla data del rilascio.

5. Certificato di nascita dell'interessato tradotto in italiano.

6. Richiesta dell'interessato con autentica della firma da parte dell'autorità consolare.

7. Stato di famiglia (dichiarazione giurata) effettuata presso il Tribunal o il Registro Civil.
Tale dichiarazione dovrà essere legalizzata da parte del Ministerio de Relaciones Exteriores y Culto e successivamente tradotta in italiano.

8. Dichiarazione giurata da parte dei due coniugi di non esistenza di sentenza di separazione, divorzio o annullamento.

9. Certificato di cittadinanza del coniuge italiano.

I documenti di cui al punto 6, 8 e 9 sono realizzabili direttamente presso il Consolato.
NOTA:
Si ricorda che per i residenti all'estero la domanda può essere accolta solo dopo 3 anni di matrimonio.

RICHIESTA ATTI IN ITALIA

Per la realizzazione di alcune pratiche presso il Consolato, può rendersi necessaria la presentazione di documenti rilasciati da autorità italiane. Il caso più comune é quello relativo agli atti di stato civile relativi ad eventi verificatisi in Italia, come la nascita o il matrimonio, nella pratica di ricostruzione della cittadinanza italiana.
Per poter avviare tale pratica, infatti, é indispensabile sia l'atto di nascita del cittadino/a italiano/a rilasciato dal Comune competente che quello di matrimonio, qualora sia stato celebrato in territorio italiano. 
In base all'accordo italo-argentino del 09.12.1987, per ottenere tali atti in forma gratuita é sufficiente che l'interessato invii una specifica richiesta al Comune competente, corredata di tutti gli elementi anagrafici necessari alla ricerca nei relativi registri di Stato Civile. A sua volta il Comune invierà all'indirizzo desiderato (che può anche essere la Sede Consolare) l'atto richiesto.
Per facilitare la richiesta di atti in Italia, questo Consolato ha predisposto due modelli distinti da compilare e da stampare direttamente attraverso il collegamento via Internet:

Eventuali richieste di atti distinti da quelli qui previsti potranno essere redatte sulla base di tali modelli.

NOTA BENE:

FAC SIMILE RICHIESTA ATTO DI NASCITA:

AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI

[Componente di FrontPage Salva risultati]

[Componente di FrontPage Salva risultati]

C.A.P.       PROV.  DI

 ITALIA

RICERCA DEL COMUNE E DEL C. A. P.

   Si prega di voler cortesemente inviare, gratis ad uso amministrativo, ai sensi dell’accordo italo-argentino del 09.12.1987, su modello plurilingue, in carta semplice e senza legalizzazione,

 l'atto di nascita

del Sig.
(apellido y nombre del italiano)

nato in codesto Comune il  (fecha de nacimiento)  

figlio di      (nombre del padre)

e di          (nombre de la madre)
                                                               
con
indicazione di paternità e maternità e con eventuali annotazioni marginali,

Si ringrazia e si porgono distinti saluti

__________________________________
Firma

RICHIEDENTE:
(apellido y nombre de quien solicita el acta)

Indirizzo (dirección donde se desea recibir el acta)

[Componente di FrontPage Salva risultati]

[Componente di FrontPage Salva risultati]

Codice Postale  

(ciudad) 

ARGENTINA

 

NOTAS PARA QUIEN SOLICITA LA DOCUMENTACION

LA DIRECCION DE LA COMUNA, QUE FIGURA EN EL RECUADRO AL PRINCIPIO DE ESTE FORMULARIO, TIENE QUE SER COPIADA EN EL SOBRE

ADJUNTE FOTOCOPIA DE EVENTUAL DOCUMENTACION EN SU PODER DONDE RESULTEN DATOS DE LA PERSONA DE LA CUAL SE SOLICITA LA PARTIDA

EL FORMULARIO PUEDE TAMBIEN SER ENVIADO A LA COMUNA POR FAX O POR CORREO ELECTRONICO

 

FAC SIMILE ATTO DI MATRIMONIO:

AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI

[Componente di FrontPage Salva risultati]

[Componente di FrontPage Salva risultati]

C.A.P.       PROV.  DI

 ITALIA

RICERCA DEL COMUNE E DEL C. A. P.

    Si prega di voler cortesemente inviare, gratis ad uso amministrativo, ai sensi dell’accordo italo-argentino del 09.12.1987, su modello plurilingue, in carta semplice e senza legalizzazione,

 l'atto di matrimonio

del Sig.
(apellido y nombre)

[Componente di FrontPage Salva risultati]

nato a   il  (lugar y fecha de nacimiento) 

figlio di  e di (nombre de los padres)
                                                              con 

[Componente di FrontPage Salva risultati]

la Sig.ra (apellido y nombre)

[Componente di FrontPage Salva risultati]

nata a   il (lugar y fecha de nacimiento)

[Componente di FrontPage Salva risultati]

figlia di e di (nombre de los padres)

[Componente di FrontPage Salva risultati]

coniugatisi a il (lugar y fecha de celebración)

Si ringrazia e si porgono distinti saluti

__________________________________
Firma

RICHIEDENTE:
(apellido y nombre de quien solicita el acta)

[Componente di FrontPage Salva risultati]

Indirizzo (dirección)

[Componente di FrontPage Salva risultati]

Codice Postale (ciudad) 

                               ARGENTINA

NOTAS PARA QUIEN SOLICITA LA DOCUMENTACION

LA DIRECCION DE LA COMUNA, QUE FIGURA EN EL RECUADRO AL PRINCIPIO DE ESTE FORMULARIO, TIENE QUE SER COPIADA EN EL SOBRE

ADJUNTE FOTOCOPIA DE EVENTUAL DOCUMENTACION EN SU PODER DONDE RESULTEN DATOS DE LA PERSONA DE LA CUAL SE SOLICITA LA PARTIDA

EL FORMULARIO PUEDE TAMBIEN SER ENVIADO A LA COMUNA POR FAX O POR CORREO ELECTRONICO