Vito Bruno – Il ragazzo che credeva in Dio - commento

Ho letto il libro con piacere e passione. L’ho trovato interessante nelle descrizioni particolareggiate di luoghi e sentimenti molti dei quali vissuti personalmente.

bello la domanda su cui ruota la trama: “Qual il senso del dolore?”. E ancora pi bella la conclusione. ambientato a Taranto e descrive mirabilmente i sentimenti di un prete cinquantenne che fa un bilancio della sua vita, ma anche i sentimenti delle persone che gli stanno intorno.

Io l’ho trovato bellissimo ed educativo.

Mi ha arricchito.

Vi consiglio di leggerlo *****

Distintamente

Michele Zarrella


HOME    EMAIL