Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 

 

O   R   T   E

(HORTÆ)

ORTHI - HORTANUM - HORTAS - ORTI - ORTA - ORTE

Nello stagno dei ricordi sono pochi i pesci rimasti, bisogna fare e fare presto se vogliamo salvare quel poco rimasto nelle menti di noi vecchi ancora in vita. Non è giusto che vada perso quel patrimonio culturale fatto di poche cose ma fatte da noi. Ricordiamoci che è materiale irripetibile, non si trova nei libri e negli archivi e, svaniti i ricordi, sarà perso per sempre.

Se hai tempo ( se non ce l'hai trovalo) racconta i tuoi ricordi ai tuoi figli, ai nipoti ! Loro lo racconteranno ancora a quelli che verranno, e a quelli altri altri ancora e solo così lasceranno quello che ci hanno tramandato, cioè la nostra storia ! Pensaci...

(Dal libro di Giulio Nasetti "Il richiamo della memoria")


                                                                                  DESCRITTIONE D'ORTA

             (dal manoscritto di Don Lando Leocini - Ortano - 1548 - 1634)

Orta città di Toscana nelli Falisci è apunto posta dove termina mezzo il suo viaggio il Tevere, et il suo polo contiene di altezza gradi 44 e minuti 16, ela dominatione del loco è il segno di Sagittario (Gaudente Jupiter felix esultatione); comincia in sulla riva dell'istesso fiume a elevarsi un colle, sopra il colle si erge un sasso, sopra il sasso è edificata la città.
Il colle è di mediocre altezza vago e di ogni suo lato è fecondo di grano, uve, olivi, et altri pretiosi futti, lo rendono adorno molti horti, e molti irrigati da 15 fontane che in esso sorgono, le sue radici sono dal lato di tramontana bagnate dalTevere, ove era il Ponte, e di verso mezzo giorno da un Rivo, picolo invero detto Mincio, ma che lo rende atto a far esercitar Mole in esso fabbricate.
Il sasso è tufo, duro, di sublime altezza di forma quasi che ovato, e posto un isola, talche pare ad ogni assalto di mano inespugnabile, comr oltre a molte altre esperienze ultimamente nel passaggio delli 27 di Borbone a Roma fu chiaramente provato e quindi avviene che nelle guerre d'Italia si riempie la città d'infinite famiglie romane, et di altre straniere, e convicine.
Ne è fatta mentione di Orta dai scrittori in molti libri come il lettore potrà vedere.
Fortezze inespugnabili erano in Italia, Ivrea, GoltA appo i Germani, et Tervania in Francia chiamata da antichi Samarobrina capo dei Murini, saccheggiata dai Fiaminghi a tiro di cannonate, ove si dimostra chiaramente che non è città che potendosi battere possa resistere lungo tempo a tiro di cannoni. (Anania ca.50)
(trascrizione di Vladimiro Marcoccio 2013)

(pagina del manoscritto originale)

 Un interessante sito per chi č interessato alle ricerche della nostra storia. Sono 103 volumi consultabili online, ci sono molte pagine riservate

alla storia della nostra cittā (ORTA) (vol. XLIX da pag.182 a pag.193. Questo č il link per vedere tutti i volumi del "Dizionario di erudizione

storico ecclesiastica da S. Pietro sino ai giorni nostri" questo scrive l'autore Gaetano Moroni di Venezia (1840-1861)

http://www.cortedeirossi.it/libro/biblio/moroni.htm

Altro sito interessantissimo

http://www.araldicavaticana.com/index.htm

QUADRI DEL COMUNE DI ORTE,

www.orteantica.it

CURIOSITA'

Veduta della "Bastia" di Ernest Hèbert (1817/1908)

Veduta di Orte di Thoma Hans (1839/1924) (olio su tela del 1887

Veduta 1966 di Orte vista da S. Bernardino - di SHOZABURO KAWAI (Giapponese)

 

Questo sotto è il link dove  potrai leggere tutta la relazione sull'acquedotto di Orte

http://sovraintendenzaroma.academia.edu/MarinaMarcelli/Papers/1580672/La_rete_idraulica_ipogea_di_Orte_in_relazione_al_tessuto_insediativo_urbano

Vladimiro

porge un cordiale benvenuto a tutti i visitatori dei suoi siti

"Una testimonianza epigrafica altomedievale sulla chiesa di S. Eutizio in Orte?"

del Prof. Luigi Cimarra

Libri di poesie in dialetto "Ortano" di

 

CHERUBINI VINCENZO

(clicca sulle copertine per leggere alcune poesie)

 


cherubini.vincenzo@alice.it

wmarcoccio@hotmail.com

(clicca sulla foto per sapere cosa accadde quella domenica del 29 agosto 1943)

Giuseppe Pesce (Generale S.A.)

questi sono il link relativi alle incursioni su Orte Scalo con relative foto:

 http://320thbg.org/

http://www.reddog1944.com/414th_Squadron_Planes_and_Crews.htm

http://www.reddog1944.com/97th_Bomb_Group_414th_Squadron_Index.htm

 


Orte Scalo del 1935/38 (clicca sopra per ingrandirla)

Orte vista dal satellite

Veduta di Orte Scalo 2006

SE I SITI NON SI APRONO SCRIVIMI,

counter  sono le visite avute ad oggi