Galleria fotografica 

|

 Informazioni utili 

|

 Luoghi da visitare 

|

 Appuntamenti 

|

 A Ortona si mangia così 

|

 Un po' di storia 

|

 Link ad altri siti 

 


Ultime Notizie

una finestra su ortona  - 25 ottobre 2014


 

 

 

 

una finestra su ortona  - 12 ottobre 2014


 

 

           

 

 

madonna delle grazie  - 8 settembre 2014


 

 

Madonna delle Grazie

(8 settembre 2014)

Dieci colpi pirotecnici aprono la festa dedicata alla Madonna delle Grazie.

Buon Otto Settembre a tutti

Ore 08:00 – Il cielo è sereno e fa ben sperare in una buona giornata, anche se si vedono delle nuvole in lontananza.

 

Ore 09:00 – Il complesso bandistico Città di Magliano comincia il giro per il paese mentre a Ca’ di Alfonso si rinnova la tradizione che vuole che tutti i clienti possono gustare uova lesse e fichi.

 

La piazza comincia a riempirsi ma, non  c’è la gente di tanti altri anni. Quest’anno l’Otto Settembre cade di lunedì e purtroppo ieri sera, in molti, non avendo potuto prendere un giorno di ferie, a malincuore sono dovuti andare via. Non mancano, comunque, gli abitanti delle frazioni che, come sempre, partecipano in tanti a questo giorno di festa grande per Ortona.

 

Ore 11:00 – La chiesa si va riempiendo di numerosi fedeli.

La solenne cerimonia viene arricchita dalla presenze di due giovanissimi sacerdoti, Don Carmine e Don Antonio che hanno ricevuto l’Ordinazione nella giornata di ieri e che oggi sono venuti nella nostra chiesa a celebrare la loro prima messa. Li accompagnano, inoltre, diversi seminaristi. La Santa Messa è fortemente partecipata e molto emozionante.

 

Intanto è cominciata l’Asta e quest’anno, dopo diversi anni, torna nella nostra piazza una bella ed accesa gara tra tre tenaci squadre che si contendono fortemente la Statua della Madonna delle Grazie, tanto che il banditore viene messo a dura prova da continui rialzi e non solo il banditore….la piazza deve attendere con molta pazienza perché l’Asta dura veramente tanto tempo e si chiude, difatti, intorno alle ore 13:45 per la somma di Euro 3.250.

La Statua della Madonna delle Grazie appare sul sacrato in tutta la Sua bellezza. Un forte applauso La saluta.

La squadra vincitrice è formata da circa quaranta donne che, con l’aiuto di alcuni uomini, sicuramente  più esperti, si alternano nel portare lungo le strade di Ortona la pesante statua della Madonna.

Dopo la sosta consueta al piazzale del Vascone per l’ascolto della batteria pirotecnica, la Statua fa il proprio rientro in chiesa.

L’aperitivo a Ca’ d’Alfonso questa volta è veramente molto breve perche è tardissimo…, sono circa le ore 15:30.

Buon pranzo a tutti.

  

Ore 17:30 – Delle minacciose nuvole che durante la processione avevano cominciato a coprire il cielo, adesso cominciano a portare la pioggia. Si sentono in lontananza molti tuoni, si vedono tanti lampi ed ecco che...come ieri..anzi…. peggio di ieri comincia un  forte acquazzone che rovina la cerimonia di Commemorazione dei Caduti. Difatti il corteo riesce solo ad accompagnare la deposizione di una Corona di fiori sulla lapide apposta sulla facciata della Casa Comunale mentre la pioggia impedisce il completamento della cerimonia dinanzi al Monumento ai Caduti. Tutti i partecipanti sono, inoltre, vistosamente bagnati.

Ovviamente la pioggia fa saltare anche il concerto del complesso bandistico città di Magliano che avrebbe dovuto tenersi in P.za  S. Giovanni Battista almeno fino alle ore 20:00.

E, come se non bastasse questo tempo così avverso, intorno alle 19:10, si diffonde, altresì, dell’agitazione perché lungo via Roma viene avvertita una scossa di terremoto. Si è trattato di una scossa di magnitudo 3.0 della profondità di 10 km e l’epicentro è proprio nel nostro comune.

 

La pioggia cessa intorno alle 19:30. L’aria è molto umida e fresca ma comincia a vedersi il sereno e quando cade la sera cominciano a vedersi anche le stelle…per fortuna…la serata sarà sicuramente fredda ma…l’importante è che non piova!

  

Ore 22:00 – Il complesso musicale “Rapsodia” allieta la serata che non vede però una grande partecipazione di pubblico. Oltre al fatto che molti preferiscono passeggiare o fermarsi a parlare nei locali del paese, l’effetto “lunedì” è evidente.

 

Alle ore 23:00 circa viene estratta la lotteria.

Ecco i biglietti vincenti:

 

1° Premio – n.   395 – Stufa a pellet

2° Premio – n. 3041 – Samsung Galaxy S5

3° Premio – n. 1864 – Motosega Still

4° Premio – n.   355 – I – Pad Air

5° Premio – n. 1416 – Smart box

6° Premio – n.   400 – Buono benzina

7° Premio – n.   419 - Sorpresa

  

Ore 00:45 – Arrivano le Pupazze: sono tre. Il tema di quest’anno è il film “La grande bellezza” del regista Paolo Sorrentino vincitore nel 2014 dell'Oscar come miglior film straniero. Uno striscione appeso in cima alle scale reca la scritta “La grande bellezza siamo noi”.

 

Come sempre è uno spettacolo intenso ed emozionante vedere un numero incredibile di ragazzi ballare attorno alle pupazze.

Purtroppo….arriva il momento di doverle bruciare.

La festa si avvia al termine.

 

La gente si sposta verso il piazzale del Vascone per vedere i fuochi di artificio. Molti belli.

 

I ragazzi si trattengono in piazza fino alle 03:00 circa e ballano al suono di musica da discoteca.

Altri si trattengono ancora ma….è il Nove di settembre.

 

 

Si ringrazia il Comitato Feste per l’organizzazione. Bella la banda, bello lo sparo: questo vuole la tradizione che fa da cornice alla festa religiosa.

 

Alcuni momenti

Sequenza fotografica...

Raccolta fotografica...

 

 

 

s. rocco  - 7 settembre 2014


 

 

S. Rocco

(7 settembre 2014)

 

Ore 8:00 – Sette colpi di sparo aprono la festa in onore di San Rocco, il protettore dei malati e dei bisognosi di cura.

Il cielo è azzurro, la temperatura è gradevole, qualche nuvola si affaccia sulla montagna sopra Sulla Villa, ma la giornata sembra promettere bene.

 

Ore 9:10 – Il complesso bandistico “Città di Gioia del Colle” (BA), arrivato alle prime ore del giorno e ospitato presso il “Centro Verde”, sale verso Piazza Marconi e inizia il giro per le strade di Ortona per dare il saluto per l’inizio della festa.

 

Ore 11:00 – La piazza si sta riempiendo e molte persone si affrettano verso la chiesa per partecipare alla funzione religiosa. Con puntualità, oggi è domenica, inizia la Santa Messa in onore di San Rocco, concelebrata da due sacerdoti e con la presenza di due diaconi. Il rito è dedicato in modo particolare ai malati e a tutti coloro che con profondo amore e dedizione si prendono cura di loro, sull’esempio di San Rocco che ebbe grande attenzione, amore e affetto per i suoi fratelli sofferenti, con spirito di solidarietà umana e carità cristiana.

Nel frattempo, in piazza, è iniziata l’asta; i presenti, in numero abbastanza cospicuo, attendono a lungo la sua conclusione cercando riparo nei punti più ombrosi, perché il sole è davvero molto caldo. Alle ore 12.55 il banditore canta il “tre” per la cifra definitiva di Euro 520,00 e un gruppo di giovanissimi si aggiudica l’onore di portare il Santo. Quando la Statua di San Rocco si affaccia sull’uscio della parrocchiale un grande applauso L’accoglie e la processione inizia a snodarsi per le strade di Ortona. Giunti al piazzale del vascone, alle ore 13:55, ascoltiamo una bella e lunga batteria pirotecnica, mentre il cielo, finora azzurro con un bel sole splendente, comincia a velarsi e a coprirsi di  nuvole. Alle ore 14:20, ricondotta la Statua di San Rocco in chiesa, si è tutti pronti per gustare il ricco pranzo della festa e, per chi non è ancora troppo tardi, l’aperitivo a Cà D’Alfonso.

 

Ore 16:50 – Siamo fiduciosi sulla tenuta del tempo perché  le nuvole, in parte, sono state spazzate dal vento e continua ad essere molto caldo: sembra che le previsioni positive per la giornata di oggi siano state mantenute; purtroppo dobbiamo ricrederci! Mentre il gruppo di musici e sbandieratori “Borgo Pacentrano” di Pacentro, appena arrivato, risale via

Roma, per passare in via XX settembre e poi raggiungere la piazza per l’esibizione, il tempo cambia repentinamente. Sono le 17:15 e una pioggia leggera, via via più insistente, costringe le numerose persone che sono in strada e che sono rimaste in piazza per assistere allo spettacolo, a trovare un riparo di fortuna. Si formano capannelli sotto i cornicioni, sotto i balconi, la Cassa Armonica è presa d’assalto e moltissimi, insieme agli artisti, si rifugiano in chiesa, in attesa che spiova. Solo alle 18:35 sembra che il cielo sia tornato sereno e, allora, gli sbandieratori provano ad esibirsi. Assistiamo, sotto gli ombrelli, ad alcune acrobazie nel lancio delle bandiere, accompagnate dal rullo dei tamburi, ma non possiamo apprezzare al meglio la loro bravura perché la pioggia, pur se lieve, continua a cadere ad intermittenza e non consente loro di esprimersi in modo soddisfacente. Alle 19:05, gli artisti vanno via e la piazza comincia a svuotarsi.

 

Ore 20:00 – Il tempo è di nuovo cambiato. Non piove più, il cielo è tornato sereno e la temperatura si è leggermente abbassata. Da via Roma, con il particolare effetto ottico che producono le luminarie accese, avanza il complesso bandistico “Città di Gioia del Colle” che, giunto in piazza, esegue, per la gioia dei pochi rimasti, alcuni brani musicali, prima di spostare la strumentazione dalla Cassa Armonica all’interno della parrocchiale, dove poi, necessariamente, a causa del cattivo tempo, si esibirà.

 

Ore 21:15 – Il tempo non è cambiato, nel frattempo. Il concerto ha inizio. La chiesa si riempie, i banchi sono tutti occupati e moltissimi sono in piedi perché l’attrazione verso la banda per gli appassionati ortonesi e non solo, alcuni sono venuti anche dai paesi vicini, è sempre molto grande.

Il complesso bandistico esegue in maniera eccellente alcuni pezzi tratti da opere famose ed altri brani di note colonne sonore di film, sotto la direzione impeccabile del Maestro Giuseppe Carbonara.

La particolare scenografia della parrocchiale, con i Santi e la Madonna che festeggiamo in questi giorni sullo sfondo, e la perfetta acustica della nostra chiesa, che rende più viva, corposa e intensa l’armonia dei suoni, sono molto apprezzati dal pubblico presente che applaude, spesso e con vigore, la bravura dei concertisti.

 

Ore 24:00 – Il concerto è finito. La piazza si svuota, ma la festa non è finita: continua per i giovanissimi, e non solo, su via Piano a Cà D’Alfonso e lungo via Roma, dove la fila alla paninoteca ambulante non manca mai per gustare un panino alle prime ore del mattino.

Alcuni momenti

Sequenza fotografica...

Raccolta fotografica...

 

 

s. antonio  - 6 settembre 2014


 

 

S. Antonio di Padova

(6 settembre 2014)

 

Ore 08:00 - Alcuni colpi di sparo aprono la cosiddetta Prima Festa dedicata a S. Antonio di Padova.

Il cielo che alle ore 07:00 era completamente coperto, ora sembra volersi schiarire ma, ancora ci sono troppe nuvole minacciose.

 

Ore 09:00 - La banda musicale dei Leoncini d’Abruzzo fa sentire le sue note e comincia il giro per il paese suonando quasi ininterrottamente per tutte le strade di Ortona che percorre, incurante delle nostre salite e discese.

 

Ore 11:00 - La Santa Messa in onore di S. Antonio di Padova viene concelebrata da tre sacerdoti.

L’omelia coinvolgente di un giovane parroco della cittadina di Magliano dei Marsi, Don Patrizio, che parla di S. Antonio come di colui che accoglie e che annuncia la parola di Dio, ha una forte presa tra tutti i fedeli.

Finita la celebrazione inizia l’Asta che dura un po’ ma si chiude alle 12:30 per la somma di Euro 150 euro.

Ecco la Statua del Santo che appare sul sacrato. Tanta è l’emozione mentre un forte applauso La saluta.

 

Il corteo percorre le strade del paese ed i portatori della Statua si inchinano, in segno di saluto e di rispetto, quando passano davanti alla chiesa dedicata a S. Antonio Abate. Dalle nostre parti l'"inchino" si fa davanti alle chiese...

 

Al Piazzale del Vascone i fedeli fanno una sosta per ascoltare una bella batteria pirotecnica.

Al rientro in chiesa il sacerdote impartisce la benedizione solenne e…ora…tutti a Ca’ d’Alfonso!

 

Ore 16:30 - Sotto un gazebo posto in Piazza S. Giovanni Battista vengono mostrati i premi della lotteria  ed, inoltre, viene anche posizionato un barattolo pieno di cannolicchi ed  un contenitore contenente una  pezza di formaggio.

Bisogna indovinare il numero dei cannolicchi ed il peso del formaggio.

Mentre in molti si accingono a partecipare a questi giochi, la banda dei “Leoncini d'Abruzzo” allieta la piazza con diversi brani musicali.

Il cielo è a tratti coperto ma, per fortuna, fino ad adesso l’annunciata pioggia non è caduta.

 

Ore 21:00 - La temperatura è accettabile…il complesso musicale “Anni Ruggenti” allieta la serata anche se in piazza non vi è molto pubblico.

Immancabili, invece, i giovani e giovanissimi che s’intrattengono fuori Ca’ D’Alfonso fino a tarda ora.  

Alcuni momenti

Sequenza fotografica...

Raccolta fotografica...

 

 

mezza festa


 

 

Ore 17:00 - Alcuni colpi di sparo annunciano l’inizio della cosiddetta Mezza Festa.

Il cielo che questa mattina era a tratti coperto dalle nuvole si va rabbuiando: purtroppo le previsioni del tempo da diversi giorni annunciano un fine settimana di pioggia. Speriamo bene!!

 

Inizia la Santa Messa ed anche quest’anno, nel corso della celebrazione, i confratelli della Confraternita Madonna della Grazie rinnovano le loro promesse.

Un discreto numero di persone prende parte alla celebrazione: oggi è giorno feriale e molti hanno lavorato per cui, a quest’ora, chi vuole e può tornare a Ortona potrebbe essere ancora in viaggio. Sicuramente comunque, entro questa sera, tutti coloro che hanno potuto saranno qui per partecipare alle Feste di settembre.

 

Terminata la celebrazione, mentre le campane suonano “a ficura a ficura” ed i ragazzi prendono le ceste piene di fichi per distribuirli, delle nuvole scure hanno coperto tutto il cielo e… proprio mentre i fedeli stanno uscendo dalla chiesa ecco…la pioggia!!

Purtroppo è arrivata e non sembra voglia smettere. Le nuvole scure sono lì, immobili….non soffia un filo di vento.

Intanto sul sagrato della chiesa la compagnia di teatro dialettale “Il Fiore” ha iniziato ad allestire la scenografia per la rappresentazione della serata, tradizionale appuntamento del 5 settembre ma…a questo punto…causa pioggia …deve fermarsi.

 

Ore 21:30 - Dopo una breve sosta, dalle 20:00 l’antipaticissima pioggerellina è tornata a cadere ininterrottamente.

L’inizio delle spettacolo teatrale viene ritardato…l’aria è calda…il cielo è coperto... la piazza, nonostante il tempo si va via via riempiendo. Le rappresentazioni della compagnia teatrale “Il Fiore” sono sempre molto gradite e, difatti, diversi spettatori sono venuti anche dai paesi vicini.

Alle 22:00 la pioggia sembra cessata…il pubblico si accomoda sulle sedie preparate dai ragazzi del Comitato Feste….tutti gli attori indossano il costume di scena…si comincia a sentire la musica di sottofondo ma….niente da fare…alle 22:15 la pioggia ricomincia…poi smette … dopo un po’ ricomincia di nuovo…in cielo continua a non esserci neppure una stella….il pubblico resta seduto con gli ombrelli aperti ma…purtroppo, alle 23:00 circa…bisogna arrendersi.

Con grande dispiacere di tutti, a cominciare dagli attori, lo spettacolo che quest’anno si intitola “Se l’avaro” (vale a dire una libera interpretazione dell’Avaro di Molière), non può svolgesi…

 

Le sedie vengono richiuse e riposte. La piazza si svuota.

Speriamo che domani il tempo sia più clemente.

 

Buone feste!!

Alcuni momenti

Sequenza fotografica...

Raccolta fotografica...

 

 

feste di settembre 2014


 

 

Buone feste a tutti

 

 

Ci prepariamo...

 

 clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

i flauti di toscanini  - 31 agosto 2014


 

 

Questo pomeriggio, alle ore 17:30, nella splendida cornice della nostra parrocchiale, si è tenuto il concerto dell’Ensemble “I Flauti di Toscanini”, patrocinato dal Comune di Ortona dei Marsi, un appuntamento che si ripete, ormai, da diversi anni.

Un pubblico numeroso, particolarmente attento, composto e silenzioso, ha ascoltato con estremo interesse l’eccellente esecuzione di un vasto repertorio musicale, dedicato principalmente alle “Ouverture” di alcune importanti opere di compositori italiani e francesi, dal titolo “I flauti all’opera”. Il Maestro, Paolo Totti, che ha magistralmente diretto i concertisti, ha fatto precedere l’interpretazione di ogni brano da una breve ma esauriente spiegazione, che ha consentito ai presenti di apprezzare al meglio l’esecuzione.

Ensemble I Flauti di Toscanini
Ottavini: Annamaria Lanciani
Flauto I: Luigi Rodorigo
Flauto II: Chiara Pacifico
Flauto III: Alberto Massari
Flauti in Sol: Marica Tirone, Emilio B. Incerto
Flauti Bassi: Giulia Cellini, Ida Paris
Flauto Contrabbasso: Francesca Grosso

 

Programma del Concerto
Claudio Monteverdi, Toccata dall'Orfeo
Antonio Vivaldi, Concerto in Sol minore "l'Estate"
Saverio Mercadante, Serenata
Vincenzo Bellini, Ouverture da Norma
Gioacchino Rossini, Ouverture da Italiana in Algeri,
Giacomo Puccini Coro Muto dalla Madama Butterfly,
Francois Borne Fantasia Brillante sulla Carmen di Bizet

 

Ringraziamo il Comune di Ortona dei Marsi per aver organizzato l’evento con il quale si chiude il ciclo di manifestazioni tenutesi nel mese di agosto e con le quali l’Amministrazione ha inteso rendere più gradevole ai residenti e non, e a tutti gli ospiti presenti durante questo periodo, il soggiorno nel nostro paese, sopperendo, in parte, all’assenza di una Pro Loco di cui si sente fortemente il bisogno.

Alcuni momenti

Raccolta fotografica...

 

 

tanti auguri...  - 30 agosto 2014


...alla classe 1964

 

Angela Fallucchi

Angela Rosati

Diana D’Ascanio

Fabrizio Asci

Fabrizio Grassi

Gina Iacobacci

Giulio Di Leonardo

Leonello Buccella

Luisa Di Cristofaro

Maurizio Cignitti

Michela Morgani

Nives Di Nicola

Piera Silvagni

Raffaella Gasparoni

Riccardo Di Panfilo

Rosetta Scrima

Sandro Di Leonardo

Saverio Taglieri

Tonino Di Nicola

Alcuni momenti

Raccolta fotografica...

 

 

il segreto di luca  - 24 agosto 2014


 

 

Questa sera, alle ore 21:30, con il patrocinio del Comune di Ortona dei Marsi, si è tenuto lo spettacolo teatrale itinerante, da via Piano a Piazza San Giovanni Battista, intitolato il “Segreto di Luca”, tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore Ignazio Silone, nostro conterraneo.

La rappresentazione, estremamente suggestiva, si è svolta in tre soste: la prima, in via Piano, in corrispondenza del civico n. 41, sulla scalinata in pietra del 1500, la seconda nel piccolo cortile sotto l’orto della parrocchiale, graziosamente addobbato, e la terza, in cui ha raggiunto il suo culmine, sul sagrato della Chiesa di San Giovanni Battista, che ha costituito lo scenario ideale con la sua naturale bellezza.

Il cielo quasi sereno e la temperatura gradevole, rispetto al freddo e al vento di tramontana che hanno caratterizzato i giorni passati, hanno consentito ad un pubblico abbastanza numeroso, di seguire, con partecipazione, nelle varie soste, lo spettacolo.

Gli astanti hanno potuto apprezzare la superba bravura e l’eccellente maestria con cui l’attore Alberto Santucci, della compagnia “Teatro Lanciavicchio” di Avezzano, ha saputo interpretare e raccontare la storia d’amore di Luca e di Ortensia e la pesante scelta della segregazione carceraria,  dando voce alle figure di Andrea Cipriani prima e di Luca Sabatini dopo, quest’ultimo protagonista principale del romanzo.

La manifestazione, svoltasi in un giorno di fine ferie per un gran numero di ospiti ortonesi, che quindi hanno dovuto lasciare Ortona per ritornare al lavoro, ha visto la presenza di numerose persone venute, per l’occasione, da San Sebastiano e da Bisegna, con una forte presenza di giovani ospiti stranieri presenti in quelle località per il Festival Popolare Internazionale di musiche e danze popolari.

Alcuni di questi ragazzi, alla fine dello spettacolo teatrale, hanno allietato il pubblico improvvisando alcune di queste danze.

Ringraziamo l’Amministrazione Comunale per aver organizzato l’evento.

 

 clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

Via Caduti di nassiriya  - 23 agosto 2014


 

 

Via Caduti di Nassiriya

Questo pomeriggio, alle ore 18:00, la comunità ortonese ha partecipato alla cerimonia di intitolazione ai Caduti di Nassiriya della strada antistante la Caserma dei Carabinieri di Ortona dei Marsi.

 

La Banda dei Leoncini d’Abruzzo ha introdotto l’evento portandosi da Piazza Marconi, dove si trova la lapide che commemora i Caduti della Prima Guerra Mondiale, al   Monumento ai Caduti.

Qui il Sindaco di Ortona dei Marsi, alla presenza di Autorità Militari e Civili, ha ricordato il sacrificio di diciannove nostri connazionali che il 12.11.2003, mentre erano impegnati in  una missione di pace in Iraq, sono rimasti vittime di un vile attentato.

 

Dopo alcuni minuti di raccoglimento al suono delle note del “Silenzio”, il Primo Cittadino ha nuovamente preso la parola per rivolgere un sentito grazie ai Carabinieri di Ortona per l’opera di prevenzione e di collaborazione che svolgono con l’Amministrazione Comunale e per omaggiare il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Ortona dei Marsi, Maresciallo Andrea Maggio, con una Medaglia di ringraziamento per il servizio svolto nel nostro Comune.

 

Di qui, il corteo ha percorso via Aia e si è portato presso il luogo designato per l’intitolazione dove il Sindaco ha svelato la targa.

 

Dopo la benedizione solenne impartita da Don Liù, è stata data lettura dei nomi dei diciannove Caduti di Nassiriya.

 

La cerimonia si è conclusa con un ricco buffet.

Letizia

 

L'ultimo compleanno

In una fredda serata di fine agosto, la piazza di Ortona diventa la cornice suggestiva alla presentazione del libro “L'Ultimo Compleanno...a Nassiriya”, di Jacopo Maria Ballerini. Il libro è la storia di ciò che gli occhi di Jacopo hanno potuto vedere, e le sue orecchie sentire, durante la sua missione e permanenza in Iraq. Ma soprattutto è il racconto, in prima persona, del 12 novembre 2003, giorno dell'attentato di Nassiriya, nonché giorno del suo compleanno. La presentazione ha inizio con una breve e intensa introduzione e spiegazione del motivo per cui si è scelto di presentare il libro a Ortona e la ragione sta nel fatto che la storia di Nassiriya non esula nessuno, è un episodio che ci riguarda tutti, in quanto cittadini e figli d'Italia. Il racconto, da parte dell'autore, sul sagrato della nostra piazza, accompagnato dalla proiezione di numerose fotografie scattate sul posto, e dalla lettura di alcuni passi del libro,   riescono  a rapire una platea  attenta, curiosa  ed  interessata

ad ascoltare  le  parole  che  con  pathos,    modestia  e  semplicità   vengono

pronunciate per la descrizione dei fatti. Lo scopo di tale iniziativa culturale è stato quello di ascoltare un altro punto di vista, quello di uno dei protagonisti, che ha vissuto quella tragedia e che ancora ha nella testa  e nel cuore ben impresso l'assordante esplosione di quel giorno che ha portato via con sé gli Angeli di Nassiriya. A loro è stata dedicata, con profonda umiltà e solennità, l'ultima parte della serata. Sulle note del “Silenzio”, di Paolo Fresu, è stata data lettura di tutti i diciannove nomi dei caduti, appartenenti all' Arma dei Carabinieri, all'Esercito e al mondo civile.

La presentazione del libro è l'apice di una giornata commemorativa che Ortona ha voluto dedicare a loro, ai caduti di Nassiriya. Per l'occasione, il Sindaco del Paese, durante il tardo pomeriggio, ha intitolato la strada, adiacente la stazione dei carabinieri, “Via Caduti di Nassiriya”. L'intera giornata ha voluto esprimere riconoscenza al lavoro che i nostri militari svolgono silenziosamente, riconoscenza a chi crede davvero in quello che fa, riconoscenza a chi ancora ha il senso e l'orgoglio dell' appartenenza e dell' identità.

Antonella

Alcuni momenti

Raccolta fotografica...

 

 

agosto sportivo


 

 

La "Classica...di Ferragosto"

(16 agosto 2014)

Nel periodo di Ferragosto i vecchi ragazzi ed i nuovi ragazzi organizzano una partita al comunale di Ortona con lo scopo di ritrovarsi, di esprimere    le proprie doti calcistiche, di smaltire il pranzo della festa e di bere la famosa cassetta di birra pagata dalla squadra che perde, ma bevuta  tutti insieme la sera da Alfonsino.

I preparativi della partita sono iniziati con i classici sfottò e ricordi delle partite giocate nei vari campi. I più volenterosi, oltre alle parole, hanno aggiunto i fatti sistemando il campo la mattina prima della partita.

Quest’anno il numero di partecipanti è stato numeroso ed alla classica partita è stato sostituito un mini torneo a 5 squadre composte da giocatori a partire dai  18 anni fino a quelli di oltre 50. Per dirigere il torneo è stato chiamato Oliviero, arbitro esperto e veterano di questi tornei. Le condizioni del campo hanno  favorito le  squadre  composte  da persone con maggiori doti fisiche ed

agonistiche. La finale si è svolta tra due squadre composte da giovani atleti. Il fischio di fine torneo è arrivato all’imbrunire e tutti i giocatori, ormai un po’ stanchi, hanno ripreso la via del paese e, con il poco fiato rimasto, hanno continuato con i classici sfottò di fine partita.

 

Imparando il tennis ad Ortona

(18 agosto 2014)

Dopo le lezioni ed il mini torneo degli scorsi anni, i bambini ormai più bravi e più esperti, quest’anno hanno vissuto l’iniziativa con maggior partecipazione ed impegno. Tale coinvolgimento lo si è visto fin dall’inizio poiché  per la prima volta i  bambini sono arrivati al campo da tennis prima del maestro (Sandro Sabbatini). La lezione è iniziata con un breve ripasso dei tiri di base del tennis, dopodiché si è passati alle lezioni vere e proprie. Dopo la lezione il maestro ha chiesto di fare delle brevi partite di doppio dove il divertimento, lo spirito di gruppo e la competizione hanno prevalso e i piccoli allievi  si sono mostrati molto soddisfatti dei risultati raggiunti. Al termine delle partite, i bambini hanno svolto una piccola gara individuale dove, anche se uno solo di loro ha vinto ed è stato premiato con la coppa offerta dal Credito Cooperativo, tutti erano contenti di aver partecipato.

Come ogni anno è stata data a ricordo delle giornata una medaglia ad ogni bambino.

 

Mondialito Ortonese

(19 agosto 2014)

I Mondiali sono finiti da qualche mese ma per i bambini ortonesi esiste un torneo altrettanto importante se non di più: il torneo di Ortona.

I piccoli giocatori nei giorni precedenti alla partita chiedevano spesso la data e l’orario di inizio del torneo poiché avevano timore di perdere questa occasione ed emozione che li lega ad Ortona.

Il momento è arrivato e molti di loro arrivano al comunale di Ortona con ampio anticipo, si annaffia il campo, si fanno alcuni tiri in porta e qualche corsetta per allentare la tensione. Si fanno le squadre cercando il più possibile di farle equilibrate e una volta messe in campo dai due allenatori arriva il fischio di inizio. Nel primo tempo una squadra prevale sull’altra ma entrambe, con emozioni diverse, desiderano giocare con agonismo e correttezza. Nel secondo tempo si cerca di recuperare l’equilibrio delle squadre e vi è una bellissima rimonta della squadra che era in svantaggio al primo tempo, fino ad arrivare ad un pareggio finale che porta le squadre ai rigori.

Come sempre  i rigori sono un terno a lotto ed anche questa volta il pronostico non si è smentito:  una delle due squadre ha vinto la partita ma tutti i bambini hanno vinto per lo spirito e la gioia di aver condiviso un bellissimo pomeriggio. Dopo la partita è stata consegnata loro una medaglia a ricordo della bella giornata ed è stato premiato il giocatore che ha mostrato maggiormente sia le doti di calciatore che di sportivo: Filippo. 

 

Maurizietto      

Alcuni momenti

Raccolta fotografica...

 

 

tanti auguri...  - 19 agosto 2014


...alla classe 1974

 

Aldo Di Benedetto

Andrea Zauri

Danilo Eramo

Davide Buccella

Ezio Asci

Franco Taglieri

Gabriella Casule

Giuliana Iacobacci

Manuela Pecce

Marco Maggi

Riccardo Rota

Silvia Puglielli

Tiziana Di Maio

  

 clicca sull'immagine per ingrandire la foto

nuovi appuntamenti


 

 

   

 

 clicca sull'immagine per ingrandire la foto

ferragosto


 

 

14 agosto 2014

Ore 17:00 – Cinque colpi di sparo aprono l’inizio dei festeggiamenti in onore della Madonna di Sulla Villa.

 

Il complesso musicale di Alvito (FR) comincia a suonare mentre in P.za S. Giovanni Battista, lungo Via Roma e lungo la via dei “giardinetti” un via vai continuo di persone dà la chiara misura di quanta gente ospita Ortona in questi giorni cosiddetti di Ferragosto.

 

Anche nella nostra parrocchiale cominciano ad affluire i fedeli.

 

Ore 18:30 – La statua della Madonna viene accompagnata in processione a Sulla Villa per poter dare inizio ai festeggiamenti.

Quest’anno l’altare ha una diversa disposizione perché la piazza antistante il Santuario è in parte occupata dai ponteggi dei lavori in corso. Da diversi mesi, difatti, è iniziata la ristrutturazione della chiesa, danneggiata dal terremoto del 2009, ed i lavori, che sebbene non siano ancora stati ultimati, si trovano a buon punto, danno una diversa atmosfera a tutta la celebrazione. Fortemente partecipata da numerosi devoti fedeli, la cerimonia religiosa è arricchita dalla lieta speranza che questo sarà l’ultimo anno che, alle spalle della Statua posizionata per la Santa Messa del 14 agosto, avremo un Santuario chiuso e puntellato.

 

Ore 20:30 – Terminata la funzione concelebrata da due sacerdoti, i fedeli accendono i flambeaux ed ha inizio la processione.

Dopo il caldo afoso degli ultimi tre giorni, nel corso della giornata di oggi la temperatura ha subito una progressiva ed inaspettata diminuzione tanto che il corteo che accompagna la Statua è decisamente infreddolito ma… sempre meglio dell’anno scorso quando una pioggia incessante ha impedito lo svolgimento dell’intera cerimonia!

I fedeli sono numerosi ed anche quest’anno come ogni anno si rinnova la forte emozione che accompagna il cammino della Statua da Sulla Villa ad Ortona.

Il corteo fa una breve sosta nei pressi di “tra i Cancelli” per seguire i fuochi di artificio.

La statua dell’Assunta entra nella parrocchiale, il sacerdote impartisce la benedizione solenne, durante il Suo ingresso, ed il corteo attende la Sua deposizione e si scioglie subito dopo.

 

Ore 22:00 – Ha inizio l’esibizione del complesso “Liscio e Gasato”, fa decisamente molto, troppo, freddo e, probabilmente, questa è una delle ragioni per cui il pubblico presente in piazza non è molto numeroso.

 

 

Notte bianca per l'Assunta

Intanto lungo Via Roma gli organizzatori dell’Infiorata hanno iniziato a disporre i sacchi pieni di segatura bagnata e colorata ed a prendere le misure per posizionare i pannelli di legno che serviranno per realizzare i disegni che presto ricopriranno l’asfalto.

Tanti bambini si apprestano a dare il proprio contributo per la realizzazione del tappeto colorato.

 

Ore 00:00 – L’Infiorata è iniziata. Fa molto freddo e  difatti,  piccoli e grandi si sono ben coperti per affrontare la nottata. Quest’anno i gruppi lavorano in modo spedito e, stranamente, alle ore 03,30 il tappeto è stato ultimato. Alle ore 04:00 i grandi hanno anche finito di pulire la strada dai rimasugli di segatura….e..quindi….tutti a dormire! …eccetto un piccolo gruppo di giovani

“artisti” che ancora per un’ora e mezza circa sarà impegnato nella realizzazione, in P.za Marconi, dello splendido volto della Madonna.

Un caloroso ringraziamento va a tutti i partecipanti nonché alle signore ortonesi che come da tradizione hanno rifocillato i volontari dell’Infiorata con tante buone e gradite ciambelline fritte.

 

 

Buon Ferragosto

Ore 08:00 – Alcuni colpi di sparo annunciano la Festa dell’Assunta.

Il cielo al momento è azzurro ma continua a tirare il vento di tramontana: la giornata si annuncia fresca.

 

Ore 08:30 – La banda di Alvito (FR) inizia a suonare ed alle 09:00 comincia il tradizionale giro per le strade di Ortona.

 

Ore 11:00 – All’interno della parrocchiale tutti i posti a sedere sono stati occupati.

Ha inizio la Messa in onore della Madonna dell’Assunta che viene concelebrata da tre sacerdoti, mentre la chiesa continua a riempirsi di persone.

 

Numerosi sono i fedeli che partecipano al corteo che accompagna la Statua per le vie di Ortona. Dopo l’ascolto, al piazzale del Vascone, di una ricca batteria pirotecnica, la processione riprende il percorso per arrivare all’ingresso del paese, all’inizio dell’Infiorata dove, delle giovani donne si alternano nel portare la Statua sul tappeto colorato. La grande emozione di sempre si rinnova.

Dopo la benedizione solenne, come da tradizione, in molti consumano a Ca’ d’Alfonso un gradito aperitivo.

Buon pranzo a tutti.

 

Ore 17:30 – In piazza S. Giovanni Battista la banda esegue diversi brani musicali seguita con interesse da numerosi spettatori. Lungo Via Roma e nei pressi dei “giardinetti” continua l’andirivieni di persone che si salutano o che si fermano a chiacchierare. I bambini, intanto, si divertono a correre su ciò che resta dell’Infiorata. Per fortuna che rispetto a ieri pomeriggio la temperatura è più gradevole.

 

Ore 21:30 – L’orchestra “Danilo’s Band” esegue in Piazza S. Giovanni Battista diversi brani di musica leggera.

La temperatura, però, è fredda e difatti, probabilmente, anche questa sera il clima, per nulla estivo, incide sulla partecipazione: a metà serata il pubblico è decisamente diminuito.

Non manca, invece, la ricca presenza dei giovanissimi che, dalle 00:30 circa balla incessantemente al suono della musica disco.

 

Si ringrazia il Comitato Feste 2014 per tutta l’organizzazione.

Alcuni momenti

Raccolta fotografica...

 

 clicca sull'immagine per ingrandire la foto

miss italia passa per ortona dei marsi  - 12 agosto 2014


 

 

Questa sera, con il patrocinio del Comune di Ortona dei Marsi, in Piazza San Giovanni Battista si è svolta la Selezione Regionale per l’elezione di Miss Rocchetta Bellezza Abruzzo.

 

Fin dalle prime ore del pomeriggio la piazza si è animata dei preparativi per la serata: è stata predisposta una lunga pedana che dal sagrato si è allungata fino alla metà della piazza, sono state posizionate le luci nonché il tavolo e le sedie per la giuria.

 

Lo spettacolo ha avuto inizio intorno alle 22.15 circa in una serata illuminata dal cielo stellato, rischiarato dalla luna e con una temperatura inizialmente gradevole, poi decisamente fresca.

 

Diciassette giovanissime concorrenti, di cui tre fuori gara, hanno sfilato sotto lo sguardo di numerosi spettatori, ora interessati, ora ammirati, ora incuriositi, in ogni caso divertiti.

 

Al termine della passerella, che ha visto le concorrenti sfilare con l’abito da sera, con il costume da bagno e con l’abito tipico di questo concorso, la serata, dall’impeccabile conduzione, si è conclusa con l’assegnazione di tre Fasce rispettivamente alla quarta, terza e seconda classificata e con la proclamazione delle vincitrice, l’unica avente diritto ad accedere alla Prefinali Nazionali di Jesolo.

 

Ecco la classifica:

 

1° Classificata: Alessia Spagnuolo – Miss Rocchetta Bellezza Abruzzo.

 

2° Classificata: Rita Fantini – Miss Rocchetta Bellezza

 

3° Classificata: Veronica Papa – Miss Wella Professionals

 

4° Classificata: Gabriella Rainaldi -  Miss Ortona dei Marsi  

 

Facciamo alla vincitrice un grande “in bocca al lupo!”.

 

Si ringrazia l’Amministrazione Comunale per l’organizzazione

Alcuni momenti

Raccolta fotografica...

  

 

manovre salvavita pediatriche  - 11 agosto 2014


 

 

Questo pomeriggio, alle ore 17:00 circa, all’interno della nostra parrocchiale, si è svolto un evento informativo interessante e molto istruttivo sul tema “Manovre di disostruzione pediatriche”.

 

Su invito della Confraternita Madonna delle Grazie, che ha organizzato l’incontro, alcuni rappresentanti della Croce Rossa Italiana (CRI), con l’ausilio di slide, di un video e di due manichini che rappresentavano l’uno un lattante, l’altro un bambino, hanno fornito ai presenti delle importanti indicazioni per prevenire situazioni di soffocamento, per riconoscerle, per affrontarle con le opportune manovre.

 

Le manovre di disostruzione sono state praticate sui manichini e coloro che fossero interessati ad impararle possono trovare sul Sito della CRI tutte le opportune informazioni per la frequentazione del relativo Corso Teorico – Pratico, della durata di quattro ore, che la CRI non solo organizza presso le proprie sedi, ma può tenere anche presso i Comuni che, avendo raccolto delle significative adesioni, ne facciano apposita richiesta.

 

Nella seconda parte dell’incontro sono state, inoltre, illustrate le Dieci Regole comportamentali per il sonno sicuro. Come è stato precisato, sebbene non si abbia una spiegazione scientifica delle cosiddette morti bianche dei neonati, studi specifici hanno portato ad elaborare delle regole che aiutano a prevenire questo drammatico evento.

 

Numerose persone hanno seguito l’evento con grande interesse. Come è stato sottolineato da uno dei membri della CRI presenti, con queste “sessioni”, aventi principalmente una funzione di prevenzione, si vuole fare in modo che i presenti diventino dei “moltiplicatori” di ciò che hanno imparato, perché lo possano trasmettere a parenti e conoscenti.

 

A completamento del’incontro sono stati distribuiti dei fogli informativi che hanno riassunto quanto esposto e che si possono leggere di fianco.

 

Si ringrazia la Confraternita Madonna delle Grazie per l’organizzazione.

 

  

 clicca sull'immagine per ingrandire la foto

Musica Antica Seicentonovecento  - 10 agosto 2014


 

 

Questa sera, alle ore 21:30, la chiesa di S. Giovanni Battista ha ospitato un concerto di musica antica che si inserisce nell’ambito della 16° Stagione Concertistica di Musica Antica Seicentonovecento che, da alcuni anni, con il patrocinio del Comune di Ortona dei Marsi, offre l’opportunità di ascoltare pregevoli musicisti.

 

Il soprano Chiara Molinari, Michele Santi alla tromba e Wladmir Matestic all’organo hanno incantato i presenti con l’eccellente esecuzione dei seguenti brani:

 

-       Siegfrid Karg-Elert  (1877 - 1933)

Festliche Musik  “lla Haendel” per Organo  (da 33 Portraits op. 109)

           

-       Bernardo Galuppi (1706 - 1785)

Aria per Soprano, Tromba e Organo

 

-       Johann Pachelbel  (1685 - 1706)

Ciaccona in re minore per Organo

 

-       Georg F. Handel ( 1685 - 1759)

Eternal source of light divine per Soprano, Tromba e Organo

     

      Suscitans a terra per Soprano e Organo

 

-       Henry Purcell (1659 - 1795)

Sonata in Do Maggiore per Tromba e Organo

 

-       Camille saint-Saens (1835 - 1921)

-       Ave Maria per Soprano e Organo

 

-       Georg F. Handel ( 1685 - 1759)

Water Piece per Tromba e Organo

 

-       P. Davide da Bergamo (1791 - 1863)

Elevazione per Organo

 

-       Giuseppe Verdi (1813 - 1901)

Adagio per Tromba e Organo

 

-   La Vergine degli Angeli da La Forza del destino

 

L’incasso della serata, che ha visto la partecipazione di un numeroso pubblico, è stato devoluto per la ricerca farmacologica del Mario Negri Sud di S. Maria Imbaro (CH).

  

 clicca sull'immagine per ingrandire la foto

tanti auguri...  - 9 agosto 2014


...alla classe 1934

 

Anna Asci

Assunta Domenicucci

Fortunato Cerone

Giuseppina Albanese

Lina Conte

Lina D'Andrea

Luca Silvagni

Luigi Asci

Peppino Rosati

Samuele Di Salvatore

Wanda Troiani

  

 clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

...alla classe 1949

 

Adriana Silvagni

Domenico Sforza

Elide Del Gizzi

Graziella Taglieri

Liberato Troiani

Manfredo Taglieri

Mario Asci

Marisa Di Cicco

Pietro Silvagni

Romolo Di Cicco

Sante Di Benedetto

Valdino di Cicco

  

 clicca sull'immagine per ingrandire la foto

nuovi appuntamenti


Ferragosto ortonese

 (14-15 agosto 2014)

 

 

 

 

  

 clicca sull'immagine per ingrandire la foto

nuovi appuntamenti


 

STAGIONE DI CONCERTI DI MUSICA ANTICA

(CHIESA S.GIOVANNI BATTISTA)

 

 

MISS ITALIA

Finale Regionale

Miss ROCCHETTA ABRUZZO

(PIAZZA S.GIOVANNI BATTISTA)

10 agosto 2014 - ore 21:00 11 agosto 2014 - ore 17:00 12 agosto 2014 - ore 21:30
   

agosto 2014
 

clicca sull'immagine per ingrandire la locandina

 


 

 

 Galleria fotografica 

|

 Informazioni utili 

|

 Luoghi da visitare 

|

 Appuntamenti 

|

 A Ortona si mangia così 

|

 Un po' di storia 

|

 Link ad altri siti 


  Copyright © 2000-2007 All Rights Riserved