Galleria fotografica 

|

 Informazioni utili 

|

 Luoghi da visitare 

|

 Appuntamenti 

|

 A Ortona si mangia così 

|

 Un po' di storia 

|

 Link ad altri siti 

 


Ultime Notizie

una finestra su ortona  - 16 aprile 2014


 

Primavera pazzerella

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

una finestra su ortona  - 13 aprile 2014


       

   

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

diamo vita alla ricerca  - 6 aprile 2014


Diamo vita alla ricerca

Compra un uovo AIL e sostieni la cura contro

le leucemie, i linfomi e il mieloma

Domenica 6 e 13 aprile, piazza S. G. Battista

 

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

cinque anni  - 6 aprile 2014


Un pensiero

 

una finestra su ortona  - 29 marzo 2014


     

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

partono i lavori di restauro della chiesa di sulla villa  - 19 marzo 2014


Oggi è una giornata da non dimenticare per la comunità di Ortona dei Marsi.

I tanto attesi lavori di restauro del Santuario della Madonna di Sulla Villa, chiuso al pubblico dal lontano 2009, a causa del terribile terremoto che ha interessato L'Aquila e gran parte della sua provincia, hanno avuto inizio questa mattina.

 

I lavori, affidati ad una ditta di Frascati, saranno ultimati il 20 settembre 2014 e comprenderanno il totale rifacimento del tetto, nonché la messa a punto degli interni e del perimetro esterno. La bella novità è che il soffitto sarà ricostruito a volta così come era originariamente.

 

L'avvio dei lavori è stato possibile grazie all'offerta di 60.000 euro, lasciata da don Luigi Buccella, venuto a mancare qualche anno fa, e al finanziamento ministeriale di 240.000 euro nell'ambito del consolidamento e adeguamento sismico stanziato per le zone colpite dal terremoto.

 

Un ringraziamento sentito va a coloro che hanno consentito questo tanto atteso evento.

 

 

   

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

una finestra su ortona  - 12 marzo 2014


clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

carnevale  - 1 marzo 2014


La comunità ortonese anche quest’anno ha rispettato l’appuntamento con la sfilata di Carnevale che si è svolta questo pomeriggio.

 

Le previsioni già con largo anticipo avevano annunciato freddo e neve e, probabilmente, considerato il diffuso mal tempo di questo fine settimana, in molti devono aver desistito dal tornare ad Ortona. Questo dovrebbe, almeno in parte, spiegare il fatto che quest’anno la partecipazione alla sfilata sia stata meno numerosa rispetto ad altre volte.

 

La giornata è iniziata con il cielo coperto, una fitta pioggerellina e una bassa temperatura e, per tutto il giorno, la pioggia è caduta a tratti, alternandosi anche con un po’ di nevischio.

 

Le maschere si sono ritrovate intorno alle 15:30 in Piazza Marconi e da qui il corteo, compreso l’immancabile “trattore”, si è incamminato per le strade di Ortona secondo il consueto percorso che si compie, con la processione, nei giorni di festa.

L’allegra compagnia è stata annunciata dalla fisarmonica che, accompagnata dal ritmo scandito dai piatti e dal tamburo e, successivamente, “aiutata” anche da un organetto (due bassi), ha dato più colore alla sfilata.

I “musicisti” hanno regalato un’esecuzione in ogni casa di Ortona che ci stava aspettando. Tavole ricche di non solo frappe, ciambelline e castagnole, ma anche affettati, panini con la frittata e…tanto vino, hanno accolto la colorata carovana con l’ospitalità di sempre.

 

Purtroppo, come scriviamo da diversi anni in questa occasione, anche questa volta non possiamo non evidenziare il fatto che la sfilata di Carnevale, con le case vuote che ci fa vedere, renda ancora più tangibile lo spopolamento del nostro paese, di anno in anno sempre più forte. E difatti, anche se la carovana ride e scherza, una velata tristezza tocca gli animi di tutti.

 

Il corteo si è sciolto intorno alle 20:30 dopo aver gustato, presso un’abitazione ortonese, anche dei graditissimi spaghetti “aglio ed olio”.

 

Grazie ai ragazzi del Comitato Feste per l’organizzazione e grazie a tutti per la partecipazione. 

Alcuni momenti

Raccolta fotografica...

 

nuovi appuntamenti


Il Comitato Feste organizza il

Carnevale ortonese

clicca sull'immagine per ingrandire la locandina

 (1 marzo 2014 - ore 15:00)

 

una finestra su ortona  - 15 febbraio 2014


     

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

una finestra su ortona


25 gennaio 2014

 

 26 gennaio 2014

 

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

 

s. antonio abate  - 18 gennaio 2014


Oggi pomeriggio, con la festa in onore di Sant’Antonio Abate, abbiamo dato inizio al ciclo di festeggiamenti che caratterizzano la tradizione ortonese.

Previsioni abbastanza favorevoli con assenza di neve, vento di scirocco, temperatura decisamente mite per essere ad oltre la metà di gennaio, il sole che a sprazzi ha illuminato le montagne circostanti, hanno consentito a tantissimi ortonesi e non solo, profondamente attaccati alle proprie radici, di partecipare, e il notevole afflusso di persone ha stupito positivamente, tanto che per qualcuno sembrava di essere al “sei di settembre”.

Alle ore 14:30 alcuni colpi di sparo hanno dato inizio alla festa.

Alle ore 15:00 ha avuto inizio la Santa Messa in onore di Sant’Antonio Abate, molto partecipata e alla quale hanno assistito anche alcune caprette, diversi cani e un coniglio, gelosamente custodito nella sua cestina.

Terminata la celebrazione, dalla piazza, un lungo fiume di persone si è riversato sul piazzale del Vascone per assistere alla benedizione,  impartita singolarmente a tutti i numerosi animali presenti: sette cavalli, alcune caprette, un asinello e molti cani, nonché, perché anche questo fa parte della tradizione, alle macchine.

Subito dopo abbiamo assistito ad una bella batteria pirotecnica.

Il proseguo della festa, allietata dalle allegre "marcette" della banda “I Leoncini d’Abruzzo” di Pescina, si è svolto nel rione dedicato al Santo con il tradizionale giro dei cavalli, la loro benedizione solenne e il bacio della Reliquia, la degustazione dei panini con la salsiccia, molto graditi e andati a ruba, accompagnati da un buon bicchiere di vino.

Ma a farla da padrone è stato il rituale e immancabile “casarienn casarienn”, l’abituale e attesa visita nella case del rione, aperte a tutti per l’occasione, per offrire al gradito ospite vino, dolci di ogni genere, salumi, formaggi, ma, soprattutto, per scambiare quattro chiacchiere, assumendo questi gesti l’aspetto più profondo, intimo, singolare e anche spirituale della festa di Sant’Antonio Abate.

Diversamente dagli altri anni, la temperatura gradevole ha consentito un continuo andirivieni di persone nelle stradine rionali fino a tarda ora.

Soltanto verso le ventidue, ventidue e trenta, il Centro Anziani si è cominciato a riempire, ed è qui che la festa è proseguita fino a notte inoltrata, soprattutto per i giovanissimi.

Ringraziamo il Comitato dei ragazzi  per l’organizzazione e l’ottima riuscita della manifestazione.

Alcuni momenti

Raccolta fotografica...

 

una finestra su ortona  - 12 gennaio 2014


   

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

buon anno  - 1 gennaio 2014


 

Un felice e sereno 2014

a tutti gli amici di Prima Pagina

 

clicca sull'immagine per ingrandire la foto; ringraziamo Stefano per il contributo fotograficco

 

Un anno tracorso insieme

 

 

 

 

buon natale  - 25 dicembre 2013


Tanti auguri di

Buon Natale

a tutti gli amici di Prima Pagina

 

 

 

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

una finestra su ortona  - 22 dicembre 2013


   

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

una finestra su ortona  - 13 dicembre 2013


 

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

nuovi appuntamenti


Non mancate alla festa di

 S. Antonio Abate

18 gennaio 2014

 

Il comitato dei festeggiamenti

 

Andrea Albanese

Arianna Asci

Chiara Bertolini

Fabio Di Cristofaro

Gianluca Di Nicola

Mirco Albanese

Stefano Di Leonardo

Il comitato organizza solo la festa di S. Antonio Abate

 

una finestra su ortona  - 9 dicembre 2013


 

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

una finestra su ortona  - 8 dicembre 2013


   

   

 

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

LA BACHECA DI PRIMA PAGINA


Si comunica che è possibile iscriversi alla Pro Loco fino al 27 dicembre 2013 per poter partecipare all'assemblea, aver diritto al voto ed eventualmente proporsi per cariche. L'assemblea si terrà il giorno 4 gennaio 2014, in prima convocazione alle ore 14:00 ed occorrendo in seconda convocazione alle ore 17:00 dello stesso giorno, presso il Centro Anziani con il seguente ordine del giorno:

1) Elezione del nuovo direttivo

2) Nomina dei revisori dei conti

3) Nomina dei probiviri

4) Varie ed eventuali

 

                                                                                        Il Direttivo uscente

 

P.S.: per le iscrizioni ci si può rivolgere al segretario uscente Mario Asci

 

una finestra su ortona


26 novembre

   

 

27 novembre

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

in piazza una nuova vita  - 23 novembre 2013


Questo pomeriggio, alle ore 14:30, un gruppo di “giovanotti” ortonesi e non solo, si è dato appuntamento in piazza San Giovanni Battista per procedere alla “messa a dimora” delle nuove piante, giovani aceri rossi di circa cinque anni di età, che sostituiranno le vecchie, tagliate qualche settimana fa.

Ieri mattina, infatti, con l’utilizzo di una potente trivella si è conclusa anche la fase di frantumazione  delle radici dei vecchi e possenti cedri e, quindi, è stato creato lo spazio necessario per ospitare i nuovi alberi. 

Con un tempo a dir poco inclemente, perché la pioggia si è alternata a neve, salvo pochi e brevi  momenti di stasi, i nostri “giovanotti”, che hanno offerto volontariamente la loro collaborazione all’Amministrazione Comunale, con l’aiuto di pale, picconi e scope, hanno dapprima  accuratamente ripulito ciascuna aiuola dei resti delle radici, poi vi hanno messo a dimora i giovani alberelli e li hanno ricoperti di nuova e buona terra.

Nei prossimi giorni verrà completato il perimetro delle tre aiuole con la riapposizione delle lastre di travertino bianco.

Nonostante le avverse condizioni del tempo, anche questo pomeriggio abbiamo potuto apprezzare la disponibilità, la collaborazione e la buona volontà dei nostri “giovanotti” nel fornire la loro opera per il nostro paese.

Anche Ortona, quest’anno, con la messa a dimora dei giovani aceri, ha ricordato “la festa dell’albero”.

Alcuni momenti

Raccolta fotografica...

 

quello che resta degli alberi in piazza  - 10 novembre 2013


Il previsto taglio degli alberi in piazza è stato ultimato giovedì scorso. Le radici dei vecchi cedri stavano provocando dei danni importanti alla base della pavimentazione e al muro che dà su piazza G. Marconi. La decisione estrema della Commissione ambiente è stata l'unica possibile.

 

I vecchi alberi lasciano il testimone a giovani aceri rossi che si aggiungeranno agli altri già presenti e completeranno l'incantevole scenario antistante la nostra parrocchiale.

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

continuano i lavori per la ristrutturazione di s. onofrio  - 10 novembre 2013


Verso la fine di settembre (consegna lavori il 10 settembre 2013) è iniziata la ristrutturazione della chiesa di S. Onofrio. I lavori prevedono il rifacimento del tetto, della pavimentazione e della facciata esterna. Il completamento è previsto per maggio del 2014 (sei mesi più due stimati per il fermo invernale).

 

L'intervento di "consolidamento, restauro e miglioramento sismico" è diretto dalla Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio per l'Abruzzo.

 

     

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

una finestra su ortona  - 10 novembre 2013


 

     

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

buon compleanno  - 4 novembre 2013


Tanti auguri

Prima Pagina

per il tuo

13° Compleanno

 

 

Alcuni momenti

RIAPERTURA CHIESA PARROCCHIALE

(24 dicembre 2000)

CARNEVALE

(24 febbraio 2001)

CARNEVALE

(9 febbraio 2002)

TERZO COMPLEANNO CORALE

(30 luglio 2005)

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

fumata nera  - 2 novembre 2013


Purtroppo nulla di fatto: la fumata è nera.

La Pro Loco non ha un nuovo Direttivo.

 

La riunione di oggi, alla presenze del Presidente e del Consiglio Direttivo uscente e anche del Sig. Sindaco, non ha sortito nulla di buono. La Presidente uscente ha ribadito i motivi per cui lascia il testimone, ricordando che la quota di seimila euro sarà destinata al rifacimento dello spazio antistante il campo da tennis.

Inoltre, ha informato che il progetto è stato messo a disposizione gratuitamente da Maurizio Urbani (junior).

Tutti i beni in possesso della Pro Loco all'interno della cucina in via Melonia verranno spostati all'interno del Centro Verde e la stanza restituita al proprietario.

 

La Pro Loco quindi è ancora in fase di stallo.

 

La prossima riunione sarà convocata solo alla presenza di un nuovo gruppo candidato.

 

Speriamo bene.

 

nuovi appuntamenti


Non mancate alla riunione della

 Pro Loco di Ortona dei Marsi

2 Novembre 2013 - ore 17:30 - Centro anziani

 

Oggetto: nomina nuovo Consiglio direttivo

 

una finestra su ortona  - 29 settembre 2013


 

   

 

 

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

feste di settembre 2013  - 15 settembre 2013


 

con 500 foto

riviviamo insieme le feste di settembre

 

 

Le immagini possono essere scaricate, per uso privato, ma non modificate (es.: ridimensione, tagli, ritocchi, modifica esposizione);

è possibile anche pubblicarle su facebook

 

il giorno dopo  - 9 settembre 2013


Ore 8:00 - La nebbia a mezza montagna, il cielo completamente coperto e alcune gocce di pioggia non fanno ben sperare per la giornata di oggi.

 

Ma a noi non interessa, oggi è il nove settembre!

 

madonne delle grazie  - 8 settembre 2013


Ore 7:58 - Le rondini volano velocemente tra un tetto e l'altro, forse si preparano per la partenza, la mattina è fresca, 15,8 °C, e il cielo è completamente sereno.

Oggi è la "Festa delle feste", la giornata in cui ogni ortonese lontano non riesce a distogliere il pensiero dalle proprie radici.

I tradizionali colpi di apertura aprono la festa delle "Sette Madonne".

Buon Otto settembre a tutti

Ore 09:00 – Il cielo sereno delle prime ore di questa mattina cede il passo ad una leggera foschia.

La temperatura è comunque gradevole.

 

Dal piazzale del Vascone giungono le prime note della banda Città di Civitella Roveto che subito comincia il giro per le vie del paese rendendo ancora più forte l’atmosfera di festa che si respira nel paese.

Intanto, a Ca’ d’Alfonso si consuma la tradizionale colazione dell’Otto Settembre con i fichi e le uova accompagnati da vino o birra.

 

Ore 11:00 – La chiesa già da un po’ si è progressivamente riempita di fedeli che si sono affrettati a recarsi nella parrocchiale per poter trovare un posto a sedere e anche quest’anno gli abitanti delle frazioni giungono numerosi.

  

La Santa Messa in onore della Madonna delle Grazie viene concelebrata da quattro sacerdoti.

La chiesa è gremita ed in molti seguono la celebrazione in piedi. Tra i fedeli spiccano le tuniche azzurre e rosse dei componenti, rispettivamente, delle Confraternite della Madonna delle Grazie e del Santissimo Salvatore di Aschi.

 

Terminata la funzione inizia l’Asta e dopo una breve competizione le squadre si uniscono e chiudono la partita alle ore 13:00 circa per la somma di Euro 2.000,00.

 

La Statua della Madonna delle Grazie appare sul sagrato. Il lungo applauso che La saluta esprime l’intensa, indicibile emozione che in questo momento stanno provando tutti i presenti.

 

La foschia di questa mattina si è accentuata. E’ sempre caldo ma delle nuvole sospette stanno ricoprendo il cielo.

Difatti, solo a tratti il sole accompagna la processione per le vie di Ortona.

Alle ore 14:00 circa il corteo, in sosta presso il piazzale del Vascone, può apprezzare una eccezionale batteria pirotecnica.

La Statua fa il Suo rientro nella parrocchiale ed ancora forte è l’emozione che si percepisce mentre il Sacerdote impartisce la Benedizione Solenne.

La funzione dell’Otto Settembre è notoriamente lunga difatti, mentre un discreto numero di persone sta ultimando di bere l’immancabile aperitivo di Ca’ d’Alfonso, suona la campana delle ore 15:00.

  

Buon pranzo a tutti!

 

Ore 18:00 – In piazza Marconi si radunano molte persone per partecipare alla cerimonia di Commemorazione dei Caduti.

La banda Città di Civitella Roveto accompagna il corteo che, dopo la deposizione di una Corona di fiori sulla lapide apposta sulla facciata della Casa Comunale, si sposta verso il Monumento ai Caduti di tutte le guerre. Anche qui viene deposta una Corona di fiori e, dopo il discorso tenuto dal nostro Primo Cittadino e la lettura della Preghiera del Soldato da parte di un ortonese, Don Liù impartisce la benedizione solenne.

  

Ore 19:00 - La festa prosegue in Piazza S. Giovanni Battista dove la banda suona quasi ininterrottamente fino alle ore 20:00 ricevendo numerosi applausi da parte delle tante persone che si trattengono fino alla fine dell’esibizione.

Mentre sulla Cassa armonica comincia l’allestimento della strumentazione di cui si servirà il complesso che si esibirà questa sera, i vasi di gerani che si trovano lungo la scalinata di P.za S. Giovanni Battista vengono portati via per metterli al sicuro in vista del ballo della pupazza.

 

Purtroppo si comincia ad incontrare anche qualcuno che con valigia alla mano sta ripartendo: domani è lunedì e non tutti sono riusciti a prendere un giorno di ferie e quindi, loro malgrado, devono rinunciare ad una parte della festa.

 

All’improvviso si sentono dei colpi di sparo. Per la precisione sono 25 colpi: i ragazzi della classe 1988 festeggiano i loro venticinque anni con una cena presso il ristorante del paese.

 

Ore 22:00 - “Vittorio il Fenomeno Scio’” intrattiene una piazza piena di ragazzi riscuotendo un notevole successo: giovani e giovanissimi ballano e si divertono ininterrottamente per tutta la durata dello spettacolo.

Intanto, intorno alle ore 22;30 viene estratta la lotteria.

Ecco i biglietti vincenti:

 

1° Premio – n. 2862 – Scooter Honda SH 300

2° Premio – n. 2868 – Televisore SONY Bravia Led 40 Full-HD

3° Premio – n. 0926 – Smatphone Samsung Galaxy S3

4° Premio – n. 1284 – Motosega Stihl MS 251 C

5° Premio – n. 0066 – Navigatore Satellitare Garmin

 

Ore 00:00 – Man mano che si avvicina la mezzanotte i bambini, come ogni anno, cominciano a prendere posizione sulla scalinata e sul muro che delimita via Melonia in attesa che arrivi la pupazza.

 

La piazza e la scalinata sono piene di gente. Non c'è un minimo spazio libero!

 

Le pupazze arrivano da Piazza Marconi, sono tre e rappresentano Venere, Bacco e Cupido. Venere e Bacco sono molto grandi ma possono ballare più agevolmente rispetto ad altre volte perché la Cassa armonica è stata posizionata dietro alla fontana di “Clelia” e quindi vi è più spazio per farle danzare.

 

Per circa mezz’ora giovani e giovanissimi, contenti e scatenati, ballano attorno alle pupazze quasi a voler ritardare il  più possibile ciò che purtroppo è ineluttabile: le pupazze si devono bruciare! Questo vuole la tradizione!...ma…..per diversi minuti, quando è rimasto solo lo scheletro di Venere, Bacco e Cupido, i ragazzi continuano a fare il girotondo al ritmo della musica di “Vittorio il fenomeno Sciò’”, regalando un piacevolissimo spettacolo.

 

Le persone si riversano sul piazzale del Vascone da dove possono ammirare, per circa quindici minuti, bellissimi fuochi d’artificio.

 

E’ il nove di settembre.

 

Giovani e giovanissimi, come ogni anno, cercano di non far finire questo ultimo giorno di festa e si trattengono fino ad ora tarda, molto tarda mentre, nei bar del paese e presso un ristoratore ambulante i panini, e non solo, vanno a ruba!

 

Si ringrazia il Comitato Feste per la bella e impegnativa organizzazione.

 

Ai giovani ortonesi il messaggio più grande: le feste di settembre sono una tradizione secolare e dovranno essere sempre rispettate e mantenute nel cuore e nello spirito.

 

Alcuni momenti

Sequenza fotografica...

 

san rocco  - 7 settembre 2013


Ore 7:58 - Un cielo terso e una temperatura di 16,6 °C  fanno da cornice ai sette colpi di apertura della festa. Oggi la giornata è dedicata a San Rocco di Montpellier.

 

Ore 9:25 – Il cielo continua ad essere terso e sereno e la temperatura è decisamente alta. La banda musicale Città di Lecce “Schippa – d’Ascoli” inizia il giro del paese, annunciando con le sue allegre “marcette” il secondo giorno di festa.

 

Ore 11:00 - La piazza comincia a riempirsi di persone, oggi più numerose di ieri: la concomitanza del sabato e della domenica, generalmente non lavorativi, ha consentito a moltissimi ortonesi non residenti di tornare per partecipare alle loro feste più amate. In chiesa, dove anche i fedeli sono più numerosi di ieri e aumentano nel corso della funzione, ha inizio la S. Messa in onore di San Rocco, concelebrata da tre sacerdoti e un diacono.

Al suo termine, alle 12:05, tutti si riversano in piazza,  per sentire “cantare“ l’asta che parte un po’ a rilento, per divenire poi decisamente più combattuta. Nell’attesa, il sole a picco e l’alta temperatura inducono i numerosi presenti a trovare riparo nelle zone più in ombra.

Alle ore 12:50 l’asta chiude a Euro 1.200,00.

Dopo qualche minuto, appare sul sacrato la statua di San Rocco, portata dalla squadra vincitrice, e un lungo e caloroso applauso La saluta festosa.

Il Santo, caricato sulle spalle dai portatori, viene portato in processione per le ruve di Ortona, riccamente adornate da una vegetazione spontanea e dai fiori curati dalle signore residenti, sotto un cielo azzurro e terso, nel quale fa capolino, ogni tanto, qualche nuvola bianca.

Alle ore 13:50, al piazzale del Vascone, dove assistiamo ad una bella batteria pirotecnica, i portatori vincitori cedono volontariamente la spalla per sostenere la statua di San Rocco a due decani di Ortona che, commossi, accettano con piacere.

Subito dopo, il corteo fa rientro nella parrocchiale ove viene impartita la benedizione solenne.

Alle ore 14:10  aperitivo a Ca’ D’Alfonso e un ricco pranzo per tutti.

 

Ore 18:00 – Molte nuvole hanno scacciato il bel cielo sereno di questa mattina, lasciando intravedere, a tratti, pochi sprazzi di sole, ma la temperatura è ancora decisamente gradevole.

In molti hanno scelto di fare una passeggiata ai “giardinetti”, ma il richiamo della banda è più forte e, piano piano, oltre le panchine e i muretti a sinistra di Clelia, anche gli altri angoli della piazza vengono occupati.  La banda  Città di Lecce “Schippa – d’Ascoli” esegue, alternando frequenti pause, alcuni brani classici del repertorio bandistico, intrattenendo piacevolmente le persone presenti che colgono l’opportunità per scambiare quattro chiacchiere, soprattutto per chi si rivede solo in occasione delle feste.

Presso i locali della Pro-Loco di Ortona, intanto,  è possibile ammirare, fino a domani, le opere del pittore-scultore Morgani di Pescina. La mostra, intitolata “Omaggio ad Ortona” viene presentata con il seguente messaggio “Le tradizioni, i borghi e i centri storici stanno morendo insieme ai nostri vecchi. Spetta a voi giovani curare e amare questo patrimonio e lasciarlo come testimonianza alle generazioni future”.

Alle ore 20:10, quando ormai si è fatto già buio e la piazza è quasi vuota perché la maggior parte delle persone è andata a cena, la banda, intonata l’ultima “marcetta”, si appresta a sistemare gli strumenti per il concerto serale. I ragazzi del comitato, velocemente, posizionano le sedie davanti alla Cassa armonica.

 

Ore 21:15 - Il cielo è scuro e nuvoloso, ma non tanto da far temere la pioggia ed è abbastanza caldo.

In piazza i bandisti con tutti i loro strumenti hanno preso posizione all’interno della Cassa armonica,  completamente illuminata, e sembrano creare con la stessa un corpo unico. Gli ortonesi, residenti e non, appassionati da sempre della banda, cominciano ad arrivare per trovare un posto buono dal quale ascoltare il concerto che sta per iniziare. Intanto, si odono delle brevi melodie, ma sono solo i bandisti che stanno accordando i loro strumenti.

Il concerto inizia alle ore  21:45 e la  banda Città di Lecce – “Schippa d’Ascoli”, diretta dal Maestro Paolo Addesso, esegue due grandi opere, nonché una marcia in due tempi intitolata e dedicata a “Ortona”. La piazza nel frattempo si è riempita: non solo sono state utilizzate tutte le sedie, ma sulle panchine, sui muretti che la circondano, sulle scale del sagrato e su parte di quelle della scalinata ci sono tantissime persone che ascoltano, prestando sempre estrema attenzione, la magistrale performance degli artisti.

La banda, infine, ci regala una carrellata di brani più leggeri e più noti, ma non meno importanti e conclude il concerto alle ore 12:40.

Ma la festa non è finita! Davanti a Cà d’Alfonso i ragazzi sono ancora molto numerosi… per loro la notte è ancora giovane!

Intanto, chi ha fatto una breve passeggiata fino ai “giardinetti” ha visto che ci sono tantissime macchine parcheggiate lungo la strada centrale e su quelle laterali e, quindi,  ha potuto rendersi  conto che per festeggiare l’Otto settembre sono tornati davvero in tantissimi, perché nessuno, se può,  vuol mancare questo importante e fondamentale appuntamento ortonese.

Alcuni momenti

Sequenza fotografica...

 

sant'antonio di padova  - 6 settembre 2013


Ore 8:00 - Un cielo limpido, le previsioni del tempo promettono bene, e una temperatura fresca sono la cornice dei sette colpi pirotecnici che aprono la giornata dedicata al Santo di Padova.

 

Ore 09:00 - La banda musicale Città di Angri inizia il tradizionale giro per le vie di Ortona. Il cielo è completamente azzurro, solo il lontananza si vede apparire qualche nuvola. La temperatura fresca della mattina comincia ad aumentare e si annuncia una giornata calda.

  

Ore 11:00 - La Santa Messa in onore di S. Antonio di Padova viene concelebrata da tre sacerdoti ed un diacono.

Al termine della funzione inizia l’asta e, visto che la somma urlata dal battitore non viene “rialzata”, si comincia a temere che possa succedere come lo scorso anno, vale a dire che non ci sono squadre a “gareggiare” e che, pertanto, la Statua verrà portata in processione dal Comitato Feste.

Ma ecco arrivare delle offerte e l’asta si chiude alle ore 12:30 circa per la somma di Euro 310,00.

La squadra vincente si reca a prendere la statua di S. Antonio.

EccoLa apparire sul sagrato della chiesa, mentre la banda suona e le persone, emozionate, La salutano con un lungo applauso….ma…in questo stesso istante nella piazza irrompe un boato misto di paura, stupore e sconcerto: il supporto su cui poggia la Statua e nel quale ci sono le guide per inserire le aste che consentono di portare il Santo sulle spalle, si è letteralmente “schiodato”, i portatori non riescono a governare la stabilità della pesante Statua attraverso le aste e…quindi….la stessa si riversa verso terra… che paura….che emozione ….grazie alla pronta reazione di tutti i portatori e di uno di loro in particolare che con il proprio corpo si interpone tra la Statua e la pavimentazione del sagrato della chiesa, grazie a coloro che si trovano nelle vicinanze, il nostro amato Santo viene immediatamente risollevato…senza il minimo danno alla statua.

La piazza torna nuovamente ad applaudire…sui volti di alcune signore la paura è uno sguardo inumidito dalla forte emozione provata.

 

Inizia la processione per le vie del paese. Le nuvole ora sono aumentate ma la temperatura continua ad essere gradevole.

Alle ore 13:30 circa, giunti al Piazzale del Vascone, i fedeli ascoltano una bella batteria pirotecnica.

 

La Statua di S. Antonio fa il suo rientro in chiesa ed il sacerdote impartisce la benedizione solenne dopo aver ringraziato i portatori per aver protetto la Statua da quello che poteva diventare l'incidente del secolo.

 

Mentre a Ca’ d’Alfonso si consuma un gradito aperitivo, nelle abitazioni si completano i preparativi dei  gustosi piatti della festa che fra poco saranno consumati.

 

Ore 17:00 – Poiché il programma della festa prevede l’esibizione della banda gli ortonesi, puntuali, si ritrovano in piazza S. Giovanni Battista e, grazie alla bella giornata, s’intrattengono a chiacchierare serenamente in attesa che arrivino i musicisti…che..si fanno un po’ attendere.

 

All’improvviso si sente un’allegra musica che da Via Roma si avvicina verso la piazza.

I componenti della banda Città di Angri, che questa mattina indossavano la divisa della festa, si sono trasformati. Probabilmente, visto che questa sera dovranno esibirsi in un vero e proprio concerto, hanno scelto di tenere, questo pomeriggio, uno spettacolo un po’ più leggero.

Indossano, difatti, delle divise colorate ed eseguono diversi brani di musica napoletana, mentre le giovani  musiciste del gruppo si cimentano in un ballo scanzonato cercando di coinvolgere anche i presenti.

 

Ore 20:30 – Nella piazza silenziosa il Comitato Feste dispone le sedie per il pubblico che seguirà più tardi il concerto.

 

Ore 22:00 – Il complesso musicale Città di Angri allieta i presenti con l’esecuzione di diversi brani musicali di vario genere ed un discreto pubblico segue con attenzione l’intera l’esibizione.

La serata è più fresca rispetto a quella di ieri anzi, intorno alle 00:30 è veramente fredda!!

 

Come ogni anno, una festa parallela si sta svolgendo fuori Cà d’Alfonso dove tanti ragazzi s’intrattengono fino a tarda ora bevendo e chiacchierando.

 

Buonanotte! 

Alcuni momenti

Sequenza fotografica...

 

mezza festa  - 5 settembre 2013


Ore 16:12 - Sette colpi pirotecnici danno inizio alle feste di settembre 2013.

 

Ore 17:15 - Inizia la celebrazione della Santa Messa nel corso della quale i confratelli della Confraternita Madonna della Grazie, al sesto anno dalla sua nascita, rinnovano le loro promesse.

Anche se è giovedì ed in molti, causa impegni di lavoro, riusciranno ad essere ad Ortona solo da domani sera, la cerimonia religiosa è partecipata da un discreto numero di persone.

 

Al termine della Santa Messa i fedeli si riversano in piazza e si vanno ad aggiungere a quanti hanno atteso all’esterno che cominciassero a suonare le campane “a ficura a ficura” per poter gustare i fichi che, in ricordo di un’antica tradizione, il pomeriggio della “Mezza Festa” il Comitato  offre a tutti i presenti. Giovanissimi volontari con le cassettine piene di fichi vanno su e giù per la scalinata e lungo tutta la piazza per permettere a tutti di poter onorare la tradizione.

 

Oggi, dopo tre giorni di fredda e fastidiosa tramontana, la giornata è stata serena e calda anche se in questo momento si vedono in lontananza, lato San Sebastiano, delle nuvole nere e minacciose.

Speriamo bene…sul sagrato della chiesa stanno allestendo la scenografia della rappresentazione teatrale prevista per la serata!

 

Ore 22:00 - La serata è calda ed il cielo è  illuminato dalle stelle.

Sono stupiti, come sottolinea al termine dello spettacolo l’autore, Emilio Roselli, anche gli attori della Compagnia di Teatro Dialettale “Il Fiore” che di solito, quando vengono ad Ortona, vengono “equipaggiati” per poter sopportare il nostro freddo!

 

La piazza è piena di spettatori perché questo genere di rappresentazione, che, come sottolinea la commentatrice, “…vuole divulgare il dialetto come patrimonio culturale”, è sempre molto apprezzata.

Quest’anno lo spettacolo è particolarmente brillante e divertente, i presenti ridono e sorridono e spesso battono le mani in omaggio alla bravura degli attori.

“Tatone velèva fa i musicante” racconta di un nonno (Tatone) di altri tempi che ama la musica e vorrebbe fare il direttore d’orchestra e che, di fronte alla “disperazione” dei “festaroli” che, a causa dell’indisposizione di diversi musicisti, sono rimasti senza la banda che avevano “prenotato” per la festa del paese, ormai prossima, cerca di ovviare all’inconveniente insegnando a suonare agli uomini (mariti e fidanzati) della sua famiglia.

Come sempre, un’attenta ricostruzione degli ambienti, fa da cornice ad una trama che costituisce lo spunto per ripercorrere momenti e tradizioni del passato attraverso l’uso di ricercate espressioni dialettali.

Alcuni momenti

Raccolta fotografica...

 

l'orologio del campanile segna l'ora esatta  - 4 settembre 2013


Oggi l'orologio del campanile è stato rimesso cinque minuti in dietro. Finalmente i rintocchi delle campane scandiranno l'orario esatto; finalmente le funzioni religiose inizieranno in perfetto orario.

Questa operazione ci voleva proprio.

 

duo flautistico "toscanini"  - 4 settembre 2013


Questo pomeriggio, alle ore 18:00 circa, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Ortona dei Marsi, la Chiesa di San Giovanni Battista ha ospitato l’esecuzione del “Duo Flautistico Toscanini” di Avezzano.

Nella splendida cornice della nostra parrocchiale, ulteriormente arricchita dalla presenza delle statue di Sant'Antonio Da Padova. San Rocco e della Madonna delle Grazie, che tra qualche giorno festeggeremo, un pubblico abbastanza numeroso, ha ascoltato, con intensa partecipazione, per circa un’ora e un quarto, la magistrale interpretazione dei due flautisti Luigi Rodorigo e Paolo Totti. Gli artisti hanno eseguito il repertorio che di seguito riportiamo, contenente brani di elevato livello tecnico ed artistico, utilizzando, alternativamente, flauti di tipo diverso:

 

Greensleeves

 

G.F. Haendel

Sonata I in mi min per due flauti

Larghetto-Allegro-Andante-Allegro

 

A.Vivaldi

Sonata n° 6 in sol m da «il Pastor Fido»

Vivace-Alla Breve-Largo-Allegro ma non presto

 

F. Kuhlau – G. Rossini

Variazioni sul Barbiere di Siviglia

 

C. Saint Saens

Il Cigno

 

R. Galli

Variazioni su Temi del Rigoletto di G. Verdi

 

Variazioni sul «Carnevale di Venezia»

Per l’intero Consort dei Flauti Traversi

 

Lodevole anche l’ampia, ricca e pertinente presentazione che ha accompagnato l’esecuzione di ogni brano.

 

Si ringrazia l’Amministrazione Comunale di Ortona dei Marsi per aver organizzato l’evento.  

Alcuni momenti

Raccolta fotografica...

 

le feste di settembre  - 4 settembre 2013


...tutto pronto, si comincia!

 

 

 clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

le feste di settembre  - 1 settembre 2013


Il programma delle feste di settembre

 

 

 

 

              

 

 clicca sull'immagine per ingrandire la locandina

 

il santuario di sulla villa  - 23 agosto 2013


Per non dimenticare...

 

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

la fonte di san felice rimessa a nuovo  - 23 agosto 2013


Merita un momento di gloria

     

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

pedalando per ortona e dintorni  - 22 agosto 2013


Pur se il cielo non prometteva nulla di buono, il desiderio di fare la gita in bicicletta fino a Santa Maria era talmente sentito che un gruppo di 9 bambini e 4 adulti si sono radunati all’inizio del parchetto ed hanno iniziato a pedalare. Come l’altro anno la partenza è stata folgorante, ma già alla prima salita qualcuno è sceso dalla bicicletta portandola a mano fino all’aia. Ricomposto il gruppo tutti hanno cercato di mantenere lo stesso ritmo tranne alcuni bambini che non riuscivano a fermare le gambe. Arrivati alla fonte di Santa Maria c’è stata la prima tappa molto veloce poiché il cielo diventava sempre più nero.  Dopo l’ultimo sprint si è giunti a Santa Maria dove è iniziato a piovere ed allora il gruppo si è riparato sotto un balcone per fare una merenda e dissetarsi. Il timore che la pioggia aumentasse ha fatto ripartire rapidamente il gruppo che sotto la pioggia battente ha pedalato senza sosta arrivando ad Ortona bagnati fradici ma molto contenti della gita e della nuova esperienza di essere andati in bicicletta sotto la pioggia.

 

                                                                                                                                                                    Maurizietto ed Olga

Alcuni momenti

Raccolta fotografica...

 

la pupazza è in costruzione  - 22 agosto 2013


Anche quest'anno sono iniziati i lavori di costruzione della pupazza (o mammoccia) da ballare e bruciare la sera dell'otto settembre, a chiusura della festa. Il ballo della pupazza è una tradizione che si perde nella notte dei tempi e che rappresenta un buon auspicio per il nuovo anno ortonese che ha inizio il giorno dopo.

I ragazzi di Ortona con molta cura danno vita alla mammoccia il cui tema resterà segreto, come vuole l'usanza, fino alla sera dell'otto settembre.

 

La creta sulla pelle delle "operaie" sono segni inconfondibili. Ogni giovane ragazzo o ragazza ortonese di ogni generazione ha contribuito in qualche modo alla costruzione di questa opera d'arte.

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

pulitura della fonte di san felice  - 22 agosto 2013


Da questa mattina fino a circa le ore 14:00 un gruppo di ortonesi ha voluto ridare dignità ad una tra le più importanti fonti del comune di Ortona dei Marsi.

Si tratta della nota fonte di San Felice che possiamo trovare lungo la strada che porta a Pescasseroli, prima del Casalotto.

Da molto tempo lo zampillo di acqua fresca, che abitualmente fornisce refrigerio ai numerosi atleti che transitano lungo quella strada, era praticamente scomparso e quindi è diventato necessario un intervento di pulitura e rimessa a punto.

 

Oltre ad una pulitura della facciata, una operazione che possiamo definire estetica, è stata necessaria una messa a punto delle pietre della vasca interna alla fonte che fanno da drenaggio per l'acqua della sorgente che fuoriesce dalla "bocca" della fontana. Molta terra è stata rimossa che ostacolava il normale flusso dell'acqua.

 

Ovviamente non potevano mancare una buona colazione, intorno alle ore 11:00, con panini con la mortadella e un immancabile bicchiere di birra. Uno si fa per dire!

 

Un ringraziamento va al gruppo di ortonesi che, con una collaborazione del tutto volontaria, ha contribuito a riportare la fontana al suo splendore di sempre.

Alcuni momenti

Raccolta fotografica...

 

aggiornata la pagina "informazioni utili"  - 21 agosto 2013


 

Informazioni utili...

 

Clelia ha la febbre  - 21 agosto 2013


Purtroppo ieri la nostra fontana, che da anni abbellisce la piazza di Ortona, si è ammalata. Dalle sue cannelle ha iniziato a sgorgare acqua di un inquietante colore giallastro, anziché una trasparente e buona acqua fresca.

Sembra che il problema sia una rottura della conduttura che porta l'acqua dal campo sportivo alla piazza.

 

Immediatamente l'acqua della fontana è stata chiusa e dichiarata non potabile.

 

Purtroppo in questi giorni ad Ortona si sta riscontrando un diffuso malessere intestinale con anche febbre alta, in particolar modo nei bambini.

 

Il collegamento tra il malessere riscontrato e l'acqua di Clelia non è stato accertato, forse una banale coincidenza.

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

I giochi dei bambini  - 20 agosto 2013


L’estate dei bambini in vacanza ad Ortona è iniziata nei primi giorni di Agosto con la spensieratezza e la libertà di andare da soli per le strade di Ortona.

Passati i primi giorni con queste sensazioni, i bambini hanno manifestato, come ogni hanno, il desiderio di fare dei giochi di gruppo dove poter mostrare le loro abilità ai propri amici ed ai  genitori.

Per rendere possibile ciò, sono state organizzate due giornate di giochi: tennis e calcio.

Una mattina con un sole splendente e con un caldo gradevole, 12 bambini hanno avuto il piacere di seguire, a gruppi di 3 bambini per volta,  le lezioni di tennis del maestro Sandro Sabbatini, mentre gli altri in attesa si sfidavano, nel campo adiacente, ad un mini torneo di pallavolo.

Alla fine della lezione tutti i bambini, un po’ stanchi, hanno svolto una piccola gara con un vincitore ma sono stati tutti premiati con una medaglia per l’impegno, la partecipazione ed il loro sorriso. Al termine del gioco c’è stata una piccola merenda molto gradita.

 

Un pomeriggio con sole cuocente, 13 bambini si sono ritrovati al comunale di calcio di Ortona per disputare la sfida delle sfide, dato che ogni giorno organizzavano delle piccole partite presso i giardinetti. Prima di iniziare, il campo è stato innaffiato con l’apposito schizzetto ed i bambini si sono divertiti a farsi la “ doccia “.  Subito dopo si sono formate le squadre  (i rossi ed i celesti per il colore dei fratini) cercando di distribuire i bambini in modo equo. La partita ha inizio ed i bambini presi dall’entusiasmo, nonostante il caldo, corrono per tutto il campo con una supremazia da parte dei rossi  che porta al risultato del primo tempo sul 2 a 1 per i rossi. Dopo una breve pausa per dare da bere agli assetati, riprende il secondo tempo dove i celesti si riscattano e portano la squadra in vantaggio sul 4 a 2 (con un rigore fallito da parte dei rossi). Al termine della partita tre ragazze pon pon premiano con una medaglia ricordo tutti i partecipanti contenti di essersi divertiti e di aver  ricevuto un abbraccio di sostegno ed approvazione da parte dei loro genitori.

 

                                                                                                                                                               Maurizietto

Alcuni momenti

Raccolta fotografica...

 

dimissioni del consiglio direttivo della pro loco  - 17 agosto 2013


Questo pomeriggio, presso il Centro Verde, alle ore 16:00, si è tenuta l’Assemblea dei Soci della Pro Loco di Ortona dei Marsi.

 

Questi i punti all’Ordine del Giorno:

 

1)    Relazione dell'attività svolta

2)    Dimissioni e ringraziamenti del Presidente

3)    Dimissioni del Direttivo

4)    Indizione delle elezioni per la costituzione del nuovo Direttivo e fissazione della data delle consultazioni elettorali

5)    Varie ed eventuali.

 

Giuliana Eramo ha preso la parola e, prima di formalizzare le proprie dimissioni quale Presidente della Pro Loco, ha ripercorso il lavoro svolto dall’Associazione sotto la propria presidenza iniziata nel 2007. Ha, pertanto, ricordato come lo spirito che ha animato allora la sua decisione di mettersi alla guida della Pro Loco di Ortona, nonché di coloro che hanno scelto di far parte del Direttivo, sia stato quello di fare in modo che Ortona fosse maggiormente conosciuta e di fare qualcosa di concreto per il paese.

Di qui, nella piena consapevolezza di avere bisogno di fondi per poter attuare un tale obiettivo, considerando le norme sempre più stringenti che sottendono lo svolgimento delle manifestazioni di ritrovo, si è pensato di dotare l’Associazione di una cucina a norma di legge, di un’assicurazione per danni a persone e cose, di una tessera di iscrizione all’UNPLI.

La Pro Loco ha, pertanto, non solo riproposto appuntamenti tradizionali, quali la Castagnata, la Sagra degli gnocchetti bianchi e rossi, la Festa dell’Anziano, la Cocomerata, la Caccia al Tesoro, il Carnevale, ma ha voluto anche svolgere o, comunque, ospitare, ulteriori manifestazioni ed iniziative: Arriva Babbo Natale, Torneo di Scacchi, Torneo di Briscola, Le Olimpiadi dell’Orso, Il Premio Culturale Pro Loco, La cantata dei Pastori Migranti, la Ballata dell’Uomo-Orso, Il Concerto di Natale, la Polentata, ospite di Europarc 2010 e della Via dei Concerti, Festival interculturale itinerante, istituzione del Servizio Civile UNPLI.

In particolare, per alcune di tali iniziative, quali Rioni in Festa, i Mercatini di Natale, i fiori che adornano P.za S. Giovanni Battista, il Presidente ha espresso l’auspicio che restino un lascito per gli anni a venire.

Giuliana ha anche espresso il proprio rammarico perché, l’intento di fare qualcosa di concreto per Ortona, racchiuso in alcuni progetti predisposti su carta (rifacimento del Campo da Tennis, ristrutturazione del Monumento ai Caduti, ristrutturazione della fontana che si trova in P.za S.Giovanni Battista, ecc.) non ha potuto trovare attuazione per mancanza dei relativi finanziamenti. 

Infine, a conclusione di questo suo intervento, dopo aver precisato che sicuramente in questi anni non sono mancati gli errori, che le critiche sono inevitabili quando si decide di mettersi in gioco e che: “...le polemiche fanno parte dell’ordinario ma non dello spirito...”, ha rivolto un emozionato ringraziamento agli ortonesi e non, la cui preziosa collaborazione ha reso possibile lo svolgimento delle iniziative organizzate dall’Associazione in questo lungo periodo di attività sotto la propria presidenza.

 

Passando al secondo punto all’Ordine del Giorno Giuliana Eramo ha formalizzato le proprie dimissioni da Presidente della Pro Loco di Ortona dei Marsi affermando di ritenere che, dopo sei anni di attività: “…è necessario il ricambio, è necessario stimolare forze nuove, aggregazioni nuove…”.

 

A seguire ha preso la parola il Direttivo, nella persona di Adamaria Sambenedetto, che ha informato di non aver inizialmente accettato le dimissioni del Presidente condividendo in pieno l’operato svolto dall’Associazione ma di aver dovuto, infine, desistere, a fronte dell’irremovibile decisione.

Il Direttivo ha, comunque precisato, che la partecipazione e la collaborazione alla Pro Loco resterà immutata.

 

Alcuni dei presenti hanno tentato di convincere il Presidente ed il Direttivo a continuare nella guida dell’Associazione, ma è stata fermamente confermata la decisione presa.

 

Le dimissioni del Presidente e del Direttivo sono operative con decorrenza immediata.

 

Giuliana Eramo ha precisato che nella Cassa della Pro Loco uscente ci sono circa Euro 6.000,00 al netto delle spese, già impegnate per la realizzazione di alcune iniziative già programmate.

Inoltre, ha comunicato che tutti i beni che negli anni sono stati realizzati ed acquistati andranno in gestione al nuovo Direttivo.

 

Considerato che per eleggere il nuovo Direttivo occorre essere socio della Pro Loco, sono state immediatamente aperte le iscrizioni ed i rinnovi delle tessere. Le quote sociali versate saranno gestite dal nuovo Direttivo.

 

L’Assemblea, inoltre, ha fissato la data, coincidente con la festa di Ognissanti, in cui si terrà la riunione per l’elezione del nuovo Direttivo.     

 

Ringraziamo il Presidente, il Direttivo e tutti coloro che hanno collaborato, per il lavoro svolto, con l’auspicio che alcune  iniziative ideate da questa Pro Loco e che hanno dato lustro ad Ortona non vadano perse.

 

nuovi appuntamenti


Pro Loco di Ortona dei Marsi

Convocazione assemblea dei soci

(sabato 17 agosto alle ore 16:00 - Centro verde)

 

Ordine del giorno:

  1. Relazione dell'attività svolta

  2. Dimissioni e ringraziamenti del Presidente

  3. Dimissioni del Direttivo

  4. Indizione delle elezioni per la costituzione del nuovo Direttivo e fissazione della data delle consultazioni elettorali

  5. Varie ed eventuali

Sono tutti invitati a partecipare.

 

ferragosto  - 14-15 agosto 2013


14 agosto

Ore 17:00 - Alcuni colpi pirotecnici aprono la festa dedicata all'Assunta. Lampi, tuoni e forte pioggia non fanno ben sperare per la cerimonia prevista per questa sera. Il programma prevede la partenza, alle ore 18:30, della processione con la quale la Madonna Assunta viene accompagnata dalla parrocchiale al Santuario Mariano, presso Sulla Villa. Dopo la S. Messa, la tradizionale processione da Sulla Villa a Ortona.

 

Staremo a vedere!!!

 

Ore 19:00 - Purtroppo la pioggia non ha consentito il tradizionale svolgimento della festa e quindi il parroco e il comitato dei festeggiamenti hanno deciso di annullare la processione e di celebrare la S. Messa nella chiesa parrocchiale di Ortona. Alla fine della cerimonia, la statua della Vergine è stata portata sull'uscio centrale per la benedizione solenne. Particolare la piazza piena di ombrelli con l'immagine della Madonna sulla porta della chiesa.

 

Ore 21:30 – Inizia il concerto della banda musicale “I Leoncini d’Abruzzo”.

Nel timore che la pioggia, caduta incessantemente per tutto il pomeriggio, possa nuovamente tornare a disturbare i festeggiamenti in onore della Madonna dell’Assunta, il Comitato feste decide di spostare all’interno della parrocchiale lo svolgimento del concerto previsto per la serata.

La chiesa è gremita. I Leoncini d’Abruzzo, magistralmente guidati dal Maestro Paolo Alfano, nonché le voci soliste di Giovanna Pace e Pompeo De Nicola, incantano i presenti per la loro eclettica e brillante esibizione riscuotendo numerosi e lunghi applausi.

 

Intanto le nuvole minacciose, che, finalmente, intorno alle ore 20:00, hanno smesso di “scaricare” acqua su tutta la vallata, hanno lasciato il posto al cielo stellato e così, gli organizzatori dell’Infiorata possono cominciare a distribuire tutto il materiale occorrente per allestire, lungo Via Roma,  il tappeto colorato dedicato all’Assunta.

Notte bianca per l'Assunta

Ore 23:30 – Una nuvola di bambini, eccitatissimi, comincia a distribuire, sui pannelli di legno, la segatura colorata ed il tappeto inizia a prendere forma.

Anche questa sera, come negli ultimi anni, i partecipanti all’Infiorata si dividono in diversi gruppi ognuno dei quali, in corrispondenza del tratto di Via Roma fissato dagli organizzatori, realizza, avvalendosi del relativo pannello, un determinato motivo, secondo lo schema ed i colori già prestabiliti.

Non mancano giovani e giovanissimi, anche se  la loro partecipazione all’evento è minore rispetto a quella avuta lo scorso anno mentre, vogliamo ringraziare un gruppo di giovanissimi, residenti nelle  frazioni di Ortona, per il contributo che hanno voluto dare alla realizzazione dell’Infiorata.

Come vuole la tradizione intorno alle ore 03:00 circa ecco arrivare le numerose ciambelle fritte ricoperte di zucchero, le cosiddette “zeppole”, che un gruppo di signore di Ortona prepara, sempre, per tutti gli artisti, oltre ad una gradita pasta “aglio ed olio”.

Nonostante l’umidità lasciata dalla pioggia, la serata non è affatto fredda e questo facilita il lavoro di preparazione del tappeto colorato che alle ore 05:00 è terminato. Resta solo da completare lo stupendo volto della Madonna che un gruppo di giovani volontari sta realizzando in P.za Marconi. Lavorano ancora per più di un’ora!

 

Grazie agli organizzatori ed a tutti gli “artisti”!

Ferragosto

Ore 08:00 – Alcuni colpi di sparo danno inizio alla giornata dedicata alla Madonna dell’Assunta.

Un leggero vento di tramontana spezza, a tratti, il caldo del sole di agosto, mentre alcune nuvole bianche appaiono qua e là nel cielo azzurro.

Le previsioni del tempo annunciano pioggia per il pomeriggio… speriamo che oggi il mal tempo non rovini di nuovo la festa…!

 

Ore 08:30 – La banda “Città di Lettomanoppello” annuncia il suo arrivo con l’esecuzione di un brano musicale ed alle 09:00 comincia il tradizionale giro per le strade di Ortona.

 

Ore 11:00 – La Messa in onore della Madonna dell’Assunta viene concelebrata da quattro sacerdoti. La chiesa è gremita.

Terminata la celebrazione, un lungo corteo accompagna la statua della Madonna per le vie del paese e, giunto al piazzale del Vascone, si ferma per l’ascolto di una bella batteria pirotecnica.

Arrivati all’ingresso di Ortona, la Statua, portata a spalla da alcune giovani donne che si alternano nel percorso, attraversa il tappeto colorato. Grande è l’emozione.

In chiesa, ricevuta la benedizione solenne il corteo si scioglie e, come sempre, in molti consumano a Ca’ d’Alfonso un gradito aperitivo.

Buon pranzo a tutti.

 

Ore 15:30 – Diverse nuvole minacciose cominciano a ricoprire il cielo e si sentono anche dei tuoni... ma… oggi siamo più fortunati... le nuvole si allontanano e verso l’imbrunire il cielo è completamente azzurro.

 

Ore 17:00 – In piazza S. Giovanni Battista la banda “Città di Lettomanoppello” intrattiene un discreto pubblico con l’esecuzione di alcuni brani musicali.

Ortona ospita oggi un grande numero di persone. A partire da Piazza Marconi, lungo tutta Via Roma e lungo la Via che costeggia i cosiddetti “giardinetti” s’incontra tanta gente che passeggia, si saluta, si ferma a chiacchierare. Nel mentre i bambini si divertono a correre tra la segatura di un’Infiorata che non c’è più mentre, altri bimbi ed adulti, confidando nella fortuna, sperano di vincere i premi più belli tra quelli in palio nella Pesca di Beneficenza che si sta svolgendo in Piazza Marconi, presso la sede della Pro Loco.

 

Ore 21:30 – L’orchestra “Rapsodia” esegue in Piazza S. Giovanni Battista numerosi brani di musica leggera. Il pubblico presente apprezza e partecipa con allegria alla serata danzante, soprattutto i giovani e giovanissimi.

Al termine dell’esibizione, l’orchestra, in attesa che sul sacrato della chiesa venga allestita una discoteca “amatoriale”, diffonde musica disco che scatena i numerosi giovani presenti nella piazza.

La serata sarebbe dovuta proseguire per altre due ore circa ma, tra l’enorme dispiacere di tutti i ragazzi oltre che dei giovani organizzatori di questa “seconda serata”, intorno alle ore 01:30 viene bruscamente interrotta dalle forze dell'ordine per disordini accaduti in Piazza S. Giovanni Battista.

 

Nonostante la pioggia di ieri che ha impedito lo svolgimento della tradizionale processione del 14 agosto (è la prima volta che ciò si verifica a memoria dei nostri anziani ultraottantenni) e gli imprevisti di questa serata, questi giorni di festa sono trascorsi serenamente.

 

Si ringrazia il Comitato Feste 2013 per tutta l’organizzazione.

Alcuni momenti

Raccolta fotografica...

 

sessantacinque anni  - 13 agosto 2013


La classe del 1948 festeggia

sessantacinque anni

 

 

 

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

Angelo Asci

Anna Asci

Anna Taglieri

Antonietta Eroe

Armando Pecce

Bernardo Mari

Carlo Maggi

Elsa Del Gizzi

Enzo Di Leonardo

Enzo Pecce

Erminia Di Leonardo

Ettore Di Leonardo

Filippo Di Panfilo

Franco Eramo

Giacomo Del Gizzi

Giacomo Iacobacci

Gioacchino Taglieri

Luciana Cerone

Maria Abruzzese

Nanda Conte

Nino Asci

Pasquale Pecce

Pietro Di Benedetto

Remigio Marsili

Roberto Spera

Rosanna Di Genova

Umberto Di Leonardo

Umberto Di Panfilo

Vilfredo Taglieri

 

A tutti vanno i nostri più sentiti auguri!

 

muro di età romana  - 12 agosto 2013


Da circa dieci giorni, al disotto delle cosidette “Mura Ciclopiche”, posizionate all’inizio della Circonvallazione, è possibile osservare un piccolo gruppo di persone che sta eseguendo, con attenzione e perizia, degli scavi archeologici.

 

Il sito è stato scoperto e segnalato dall’Archeoclub d’Italia - Sezione Marsica al Comune di Ortona dei Marsi che ha affidato il lavoro di ricerca alla cooperativa archeologica “LIMES” di Avezzano, coordinata dall’archeologo Hermann Borghesi.

 

Il muro di età romana, è un’opera poligonale risalente al periodo compreso tra  il III e il I secolo a.C. ed è l’unica opera romana ben visibile ad Ortona.

 

Dallo scavo finora eseguito è stato possibile individuare livelli più superficiali con materiale ceramico di bronzo recente, risalenti all’incirca al 1200 a.C., mentre nei livelli sottostanti sono stati ritrovati frammenti ceramici appartenenti al periodo eneolitico, risalenti all’incirca al 2200 a.C., mentre continua il lavoro di scavo negli ulteriori livelli inferiori.

 

L’area si inserisce nel circuito delle cosiddette “case-mura” medievali, profonde all’incirca un metro e mezzo, e meriterebbe un’adeguata valorizzazione, perché sarebbe un altro motivo di lustro del nostro paese.

 

Opportuna, anzi, necessaria, nel raggiungere questo obiettivo, potrebbe essere l’immediata rimozione del tubo di scarico arancione che fuoriesce da quelle mura.

   

     

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

concerto "Seicentonovecento"  - 10 agosto 2013


Questa sera, alle ore 21:00, nella chiesa di S. Giovanni Battista, si è svolto un concerto di musica antica. Una serata molto fresca, rispetto al caldo dei giorni scorsi, ha fatto da cornice ad una manifestazione molto partecipata, tenendo anche conto che oggi è iniziata la settimana di Ferragosto e molti turisti sono tornati per trascorrere la festività dell'Assunta ad Ortona.

 

L’evento, patrocinato dal Comune di Ortona dei Marsi, s’inserisce nell’ambito della 15a Stagione Concertistica di Musica Antica Seicentonovecento. I due artisti Luigi D’Urso alla tromba e Paolo Bougeat all’organo hanno affascinato i presenti con la notevole esecuzione dei seguenti brani:

 

-  Alessandro Scarlatti  (1660 – 1725)

   Toccata IX (organo)

           

-  Geog. P.Telemann (1681 – 1767)

   Trumpet Concerto in re magg. (tromba e organo)

 

-   Franz A. Hugl (XVIII sec.)

    Fuga in Sib magg. (organo)

 

-   Geog F. Handel ( 1756 – 1791)

    Aria “Lascia che io pianga” (tromba e organo)

 

-   Giovanni Benedetto Platti (1700- 1763)

    Sonata IV in sol min. Op.1 “su le gout italien” (organo)

 

-   Giuseppe Torelli (1658 – 1709)

    concerto in re magg. Pe tromba e organo”

 

Il pubblico ha apprezzato molto la manifestazione.

 

Si ringrazia l'Amministrazione Comunale per aver organizzato la piacevole serata.

Alcuni momenti

Raccolta fotografica...

 

una simpatica "sgambata"  - 9 agosto 2013


Questa mattina, sul campo comunale di Ortona dei Marsi, si sono affrontate le rappresentanze dei distaccamenti dei Vigili del Fuoco di Avezzano e di Sulmona in un simpaticissimo incontro di calcio che ha fatto emergere tanta amicizia, affetto e spirito di corpo e anche, per dovere di cronaca, molto poco calcio... Ma che importa, il gioco del calcio è stato solo il motivo per trascorrere insieme alcune ore in allegria e serenità. Una nota di plauso va anche all'arbitro della partita che con spiccato "spirito atletico" ha diretto l'incontro in maniera magistrale.

 

Alla fine della "sgambata", l'Ingegnere responsabile della rappresentanza di Sulmona e organizzatore dell'evento ha ringraziato i giocatori e ha sottolineato che il vero obiettivo della partita non è stato certamente l'evento agonistico.

 

Vogliamo ringraziare le due squadre per aver scelto Ortona per trascorrere un momento di simpatico svago e, soprattutto, vogliamo ringraziare il Corpo dei Vigili del Fuoco per il lavoro che quotidianamente svolge al fine di salvaguardare l'incolumità delle persone in qualsiasi situazione di pericolo.

 

   

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

nuovi appuntamenti


 

10 agosto 2013

14-15 agosto 2013

14-15 agosto 2013

15 agosto 2013

clicca sull'immagine per ingrandire la locandina

 

5 agosto 2013


5 agosto 2013...

 

...solo un ricordo

    

clicca sull'immagine per ingrandire la foto

 

rioninfesta  - 27 luglio 2013


Nella giornata di oggi Ortona ha fatto da cornice alla manifestazione diventata il tradizionale appuntamento di fine luglio: Rioninfesta.

 

L’annunciato anticiclone Caronte, che proprio in questo fine settimana ha portato afa in buona parte della Penisola, ci ha regalato una rovente giornata di sole ma, soprattutto, una bella serata calda, da trascorrere gradevolmente all’aperto.

 

Il paese è stato invaso dai preparativi già da ieri pomeriggio quando gli abitanti del Rione S. Antonio hanno posizionato lo stendardo ed hanno ornato le ruve con coccarde e nastri azzurri, seguiti a ruota dai Rioni S. Onofrio e Via Piano che, egualmente, questa mattina sono stati addobbati con i loro colori, rispettivamente il rosso e il giallo.

Intanto, nella cucina della Pro Loco sono stati avviati i primi preparativi per la cena ed in tutte le postazioni prestabilite si è provveduto a distribuire l’occorrente per la preparazione e/o somministrazione di panini con la porchetta, panini con la salsiccia, arrosticini, frittelle, pasta con il sugo di castrato, zuppa di farro, polenta, vino.

Mentre, già dal primo pomeriggio, il forno di Antonetta è stato “riscaldato” per consentire la cottura di una buonissima pizza che in molti hanno abbondantemente gradito.

 

Nel tardo pomeriggio sono arrivati anche i sommelier dell’AIS venuti per consentire la degustazione di diverse e pregiate qualità di vini, distribuiti nel corso della serata nelle cantine collocate in vari punti del paese, che, nei giorni scorsi gli ortonesi avevano provveduto a ripulire ed ornare e provenienti dalle cantine vinicole: Di Cato, Orsogna, Bacco, Fucino, Bove, Pietrantonji, Faraone.

 

Per l’intera serata un consistente numero di persone ha percorso le ruve di Ortona e, oltre a degustare i numerosi piatti annunciati nel volantino descrittivo dell’itinerario della manifestazione, ha anche potuto osservare, lungo la “Ruva degli Artisti” (Vico Scalini), un’interessante ricostruzione di un mercato di Arti e Mestieri medievali, nonché rivivere un pezzo di storia ortonese racchiuso nella bottega di “Cicciaclomma” ...

Inoltre, in diversi punti di ogni rione, i visitatori hanno anche potuto ammirare le produzioni artigianali di alcuni artisti e gustare prodotti vari e tipici di alcune aziende della nostra zona.

    

Hanno partecipato:

- Cesarina Eramo, Bijoux e merletti al chiacchierino, découpage – patchwork da Avezzano;

- Remigio Eramo da Ortona dei Marsi con le sue sculture;

- Marcella Moscardelli – ceramiche raffinate da Roma;

- Nino Creations da San Sebastiano;

- Mara Albanese con i suoi dipinti;

- Pane “casareccio” di Vittoria Caroli da Santa Maria, Fraz. Di Ortona dei Marsi;

- Azienda Agricola Colle Fiorito - Caprini e Pecorini;

- “Terrae Fructus”, Azienda Agricola Biologica di Antonio Di Cristofaro da Pettorano Sul Gizio;

- Azienda Agricola Maggi Francesco Simone di Secinaro (AQ) - Tartufi e paste di solina;

- Pasticceria “La dolce isola”di Agus e Di Leonardo da Pescina;

- Miele di produzione propria di Pasquale di Leonardo;

- Miele di produzione propria di Asci Pietro.

 

La manifestazione si è conclusa in Piazza S. Giovanni Battista dove dalle 00:30 è stato distribuito il cocomero che, grazie alla calda serata, i presenti hanno gustato serenamente seduti intorno ai tavoli posizionati su tutta la piazza e gentilmente messi a disposizione dalla Pro Loco di Cesoli.

 

Si ringrazia la Pro Loco di Ortona dei Marsi per l’organizzazione e tutta la popolazione ortonese, residente e non, la cui fattiva collaborazione ha permesso la buona riuscita di questa bella giornata di festa.

La festa dei rioni... una festa da non perdere

 

Alcuni momenti

Raccolta fotografica...

 


 

 

 Galleria fotografica 

|

 Informazioni utili 

|

 Luoghi da visitare 

|

 Appuntamenti 

|

 A Ortona si mangia così 

|

 Un po' di storia 

|

 Link ad altri siti 


  Copyright © 2000-2007 All Rights Riserved