Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 

DANNI dei VACCINI e BIBLIOGRAFIA

Ecco alcune delle sostanze tossiche contenute nei vaccini:

1) Virus PATOGENI (anche il portatore "virus attenuato" dell’informazione patologica detta Polio) ma ve ne sono anche altri provenienti dalle colture animali (detti contaminanti), sulle quali si producono i vaccini stessi, i virus non simbiotici sono i contenitori di informazioni di malattia, patogenicità, perché fanno parte del DNA degli ospitanti dai quali vengono estratti per la produzione del vaccino.

Essi si mutano, si trasformano, quando entrano nei corpi umani (nuovi terreni) e NESSUNO può prevedere quello che potrà succedere al malcapitato che è vaccinato, perché essi sono mantenuti molto bene e per decenni dalla Formalina utilizzata per conservarli.

2) Batteri PATOGENI entro contenuti nei vaccini, che sicuramente diverranno virulenti e pericolosi nei corpi ove verranno iniettati; quando manifesteranno i loro danni ? NESSUNO lo può sapere.

3) Nei vaccini qualsiasi essi siano, vi sono anche i CONTAMINANTI, presenti per il fatto che NON si possono produrre sostanze biologiche SENZA Contaminanti, questo è il limite della scienza che manipola e produce i vaccini.

4) Thiomersal, (Tiosalicilato di Mercurio) che è un composto a base di MERCURIO, (metallo pesante altamente TOSSICO); pensate che solo per dimezzare biologicamente il valore inquinante del Mercurio, una volta introdotto in un organismo, occorrono ben 15 anni.

Vi è tutta una vasta letteratura scientifica (500 pubblicazioni) che spiega ed illustra i gravi danni all’organismo, che sopra tutto sono sul Sistema Nervoso Centrale e nel DNA, prodotti dalle intossicazioni da Mercurio, eppure lo iniettano nel sangue con le vaccinazioni.

La OMS (Organizzazione Mondiale Sanità) e la FAO hanno stabilito che una persona adulta con 70 kg. di peso può assorbire al massimo 0,5 mg/giorno di mercurio; assorbendo questa concentrazione di fattori tossici mercuriali, si manifestano nel 3% della popolazione sintomi di intossicazione; con dose del 0,2/giorno, l’8 % sarà intossicato.

Una fiala di vaccino iniettato contiene 0,05 mg di Thiomersal, (0,028 mg di Mercurio) pensando che un lattante che pesa 20 volte meno dell’adulto riceve la vaccinazione 2 volte nel primo anno di età (a 3 mesi ed a 6 mesi) la dose vera introdotta sarà 40 volte più forte, cioè circa 1,40 mg! Per di più con l’iniezione il sangue porta l’attività tossica del Mercurio, immediatamente al cervello, al Sistema Nervoso Centrale ed a tutte le cellule del corpo.

L’azione tossica del Thiomersal (Mercurio) viene a fissarsi nel DNA e passa alla progenie attraverso il seme umano e la placenta, ecco spiegate il perché delle malattie gravi ereditate da padri e madri vaccinati a loro volta.

Possiamo comprendere così come mai succedono tante disgrazie nei vaccinati e questo non solo per il Mercurio; ogni metallo introdotto nell’organismo fa decadere altri metalli e di conseguenza anche certe vitamine per antagonismo; comprendiamo quindi come sia estremamente grave vaccinare popolazioni intere, ma della Salute dei cittadini del mondo alle Multinazionali NON frega proprio nulla, esse badano solo all’incremento dei loro fatturati ed a creare mercato per i farmaci e per la ricerca fasulla.

Esistono 500 pubblicazioni scientifiche che parlano dei gravi danni di questo prodotto.

5) ALLUMINIO, metallo altamente tossico, presente come idrossido di Alluminio; (ogni fiala di vaccino ne contiene 0,94 mg (per cui 0,5 mg di Alluminio) per 40 volte (2 volte nel primo anno di età per 20, che è il rapporto del peso del neonato rispetto all’adulto) fanno in totale 20 mg!

L’intossicazione da Alluminio produce gravi alterazioni all’organismo intero ma sopra tutto al Sistema Nervoso Centrale e quello Linfatico ed in quelli con "terreni" acidi, (esempio malattia di Alzeimer); (vedi anche documentazione scientifica sull’argomento: Intossicazione da Alluminio).

6) FORMALDEIDE, ottimo conservante, dichiarato essere sicuramente CANCEROGENO.

Con questa "ottima sostanza", possiamo essere certi che tutti i virus, batteri patogeni (non simbiotici) attenuati e conservati con quel prodotto, rimarranno per anni negli organismi umani e come bombe a tempo potranno distruggere od invalidare l’ospitante.

7) Antibiotici, (neomicina, eritromicina ecc.) la loro azione è presente con i vaccini nell’organismo umano facendo sicuramente mutare virus, batteri endogeni e quelli introdotti con la sostanza vaccinale; oltre ad indurre una antibiotico resistenza nei microbi agli antibiotici che il vaccinato potrà dover utilizzare in futuro.

8) Acido Salicilico contenuto in certi vaccini, se introdotto in "terreni" già acidi può produrre mutazioni del terreno e creare reazioni molto gravi ed indesiderate nel soggetto che prima era sano, generando per esempio anche allergie ed asma.

9) Infine la vaccinazione essendo una tecnica profilattica medica innaturale, ha insita con l’atto vaccinale, l’inserimento immediato e violento anche della PAURA (l’inconscio conosce la verità sui pericoli contenuti nel vaccino, vedi cap. 3 tecnica detta Kinesiologia: con le sole reazioni neuro muscolari si testano i prodotti che sono utili e non tossici all’individuo) nel vaccinato; provate ad andare in una sede ove si vaccinano i piccoli e sentirete i loro pianti di dolore! E’ l’urlo di dolore dell’inconscio che sa di essere stato "mutilato".

TUTTE queste PORCHERIE vengono NEGATE dalla Legge, dalle ditte farmaceutiche e molte volte ignorate anche dai Medici.

La vaccinazione è l’introduzione (in Italia con l’obbligo della legge) di tossine nei corpi umani per creare il mercato a: ricerche (creazione di laboratori per cercare le "cause virali o batteriche"); ai farmaci (da usare o da inventare; alla disinformazione gestita dal "Sistema" in: Scuole, Istituti, Università; alla psico dipendenza degli uomini di tutte le nazioni del pianeta Terra, per il controllo delle Coscienze.

Questa è la reale finalità delle Vaccinazioni di massa volute e patrocinate dall’OMS a livello mondiale; provate a pensare chi finanzia queste campagne vaccinali: le case produttrici dei vaccini che infiltrano i loro rappresentanti anche nelle Commissioni dei Farmaci, negli Istituti Superiori della Sanità, nei Ministeri della Sanità, nelle Università e questo in tutti i paesi del mondo.

Oggi si possono riscontrare già nella prima infanzia fra i vaccinati, disturbi del comportamento, mentali, della vista e dell’udito in percentuali mai viste!; Distrofie, Sclerosi, Tumori, Cancri, Aids, Paralisi, Lesioni Cerebrali, Meningiti, Morti premature (sids), Epilessie, Autismo, bimbi Down, malattie rare, nascite deformi, Asma, allergie di ogni tipo ed intensità, ecc., avanzano imperterrite fra i bambini ed i giovani, perché? Occorre imputarle come un altro danno tardivo delle vaccinazioni plurime ed effettuate in tenera età; statistiche del Ministero della Sanità Italiano parlano di circa 200.000 neonati ogni anno, nascono con malformazioni invalidanti, piccole, medie o gravi; questo grazie alle mutazioni genetiche che i vaccini procurano alla specie umana; siamo nel momento di transizione, dalla seconda alla terza generazione di vaccinati e le mutazioni genetiche si amplificano e si virulentano sempre di più, quindi peggiorerà sempre più la salute di tutti i vaccinati.

Le Anemie, le Allergie, aumentano sempre più nei giovani, bimbi, nei neonati ed essi sono sempre più preda di qualsiasi tipo di patologia e questo perché ? Perché i "moderni" giovani sono figli di vaccinati e pluri vaccinati a loro volta in tenera età, cresciuti con alimentazione industrializzata povera di fattori energetici e vitali, curati con farmaci tossici, di conseguenza il loro Sistema Immunitario rimane debole ed inefficace per far fronte alle varie malattie.

Ricordate che nonostante le immense somme di denaro stanziate per la ricerca sulle malattie sopra citate da decenni, nessun passo avanti è stato fatto per sconfiggere questi gravissimi problemi, infatti i malati aumentano sempre più.

La scienza medica ufficiale continua ostinatamente a ricercare la causa nel virus o nel batterio, mentre la vera causa è nelle alterazioni TERMICO/NUTRIZIONALI, cioè intossicazioni, generate dagli errori Etici ed Ideologici, vaccinazioni, uso di farmaci tossici ecc.

Raffreddori da fieno: si è riscontrato che nelle città ove il "polline" è meno presente, le cosiddette allergie sono molto più frequenti, questo perché ? perché le popolazioni delle città sono state le prime a pluri vaccinarsi rispetto a quelle delle campagne.

Per cui è chiaro che il responsabile non è il "polline", ma la vaccinazione stessa sicuramente è la concausa o la causa diretta, oltre alle Alterazioni Termico/Nutrizionali (cioè le intossicazioni) di base dovute anche all’inserimento delle sostanze tossiche contenute nei vaccini ed in certi casi anche a problemi latenti sconosciuti (DNA) che senza la vaccinazione non farebbero nessun danno.

Allergie varie: Se consideriamo a quale stress e successiva mutazione il Sistema Immunitario di neonati (3 mesi e 6 mesi) e bambini (3, 6 e 12 anni) è sottoposto in seguito al numero alto di vaccinazioni, possiamo essere sicuri che esse sono alla base di quasi tutte le patologie dell’era moderna, malattie dette degenerative, allergiche, ereditarie, auto immuni, ecc.

La vaccinazione NON è un allenamento all’immunità, ma destabilizza la base del Sistema Nervoso Centrale e quello Immunitario che rispondono in maniera "allergica" ed illogica agli stimoli innaturali ai quali sono sottoposti con queste prassi innaturali, per cui essi diventano incapaci a reagire giustamente anche alle altre lievi sollecitazioni patologiche che l’essere vivente incontra nel suo vivere quotidiano.

Ricordiamoci della frase, detta da Pasteur solo sul letto di morte al suo assistente Bernard:

"il microbo è nulla, ma il Terreno è tutto".

Un medico chirurgo italiano, epidemiologo e medico legale ci ha scritto una lettera, ve ne trascriviamo il contenuto: "A richiesta si esprimono alcune considerazioni riguardanti le vaccinazioni obbligatorie in generale ed in Italia in particolare.

Il medico ha l’obbligo secondo il giuramento d’Ipocrate, di "curare secondo Scienza e Coscienza" e MAI contro la Volontà del paziente.; infatti è giustamente previsto il "Consenso informato".

La vaccinazione, quale TSO (Trattamento Sanitario Obbligatorio) secondo l’art. 33 della Legge 833/78 deve essere effettuata ottenendo il consenso e la partecipazione da parte di chi vi è obbligato. Proprio per confermare tale principio lo stesso articolo permette al cittadino che dovrebbe sottostare al TSO (vaccinazione obbligatoria), nel caso egli non conceda "il consenso e la partecipazione", di richiedere la revoca o la modifica del provvedimento sanitario obbligatorio al sindaco e quest’ultimo "DEVE rispondere entro 10 giorni". (vedi Legge 833/78 art. 33).

Il Comitato Nazionale di BIOETICA afferma: "Qualsiasi trattamento terapeutico o pratica diagnostica, DEVE ESSERE preceduto da un’esplicita richiesta di consenso, dopo aver informato il paziente sulla natura dell’atto medico, sugli obiettivi e sugli eventuali vantaggi e svantaggi".

La Costituzione (art. 32) afferma che: ...la legge NON PUO’ in NESSUN caso VIOLARE i limiti imposti dal RISPETTO della Persona Umana. E’ ovvio che questi limiti li può imporre anche l’individuo stesso.

E’ noto che la vaccinazione è un atto medico, in particolare è un intervento di tipo profilattico spacciato per prevenzione.

La vera prevenzione si fa sull’Ambiente senza introdurre né modificare in alcun modo l’individuo, rimuovendo le vere cause di malattia (degrado ambientale, carenze igieniche, nutrizionali, sociali, ecc.).

Come affermano il dott. Grandolfo e il dott. Bartolozzi dell’Istituto Superiore della Sanità: l’obbligatorietà della vaccinazione NON DEVE essere intesa come una violenza nei confronti del minore a tutti i costi o di imposizione di principio nei confronti dei genitori.

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) nel suo recente congresso tenuto in Italia a Saint Vincent (AO) ha confermato che nelle campagne vaccinali di massa, tra i requisiti FONDAMENTALI, occorre tenere assolutamente in considerazione che: si è ritenuto che un procedimento legale contro i genitori che negano il consenso alla vaccinazione ai loro figli creerebbe più problemi di quanti ne risolverebbe.

Tali affermazioni debbono far riflettere seriamente tutti coloro che si avvicinano al problema.

1) I dati epidemiologici dell’incidenza delle malattie infettive in Italia e Francia, (nazioni ove esiste l’obbligo per alcune vaccinazioni) sono sovrapponibili a quelli delle nazioni in cui non vi è l’obbligatorietà. L’Italia è l’UNICA nazione al mondo ad avere l’obbligo vaccinale dell’antiEpatite.

2) NON esistono in Italia campagne di informazione ai genitori dei bambini da vaccinare per metterli al corrente dei pericoli delle vaccinazioni, pertanto NESSUN genitore, che non ha approfondito da solo il problema, è in grado di poter liberamente e coscientemente scegliere se vaccinare o meno il proprio figlio; questo malgrado la Legge OBBLIGHI le USL e la Scuola, ad effettuare tale servizio d’ informazione.

Anche le circolari del Ministero della Sanità o quelle delle Regioni, sono preparare e scritte in modo da NON informare adeguatamente neppure il medico vaccinatore, su questa pratica di profilassi e sui suoi rischi.

3) Non viene effettuata NESSUNA anamnesi od esame di: compatibilità del vaccino con il soggetto da vaccinare, delle condizioni di salute, degli eventuali anticorpi creati in modo naturale dal soggetto, (il che permetterebbe come la letteratura scientifica riporta, di risparmiare milioni di vaccinazioni in quanto la quasi totalità di coloro che non sono vaccinati da anti polio, anti difterica od anti epatite, non contraggono, come ci confermano le statistiche del Ministero della Sanità, le patologie dalle quali li si vorrebbe proteggere, mentre esistono casi in cui soggetti vaccinati contraggono la malattia dopo la vaccinazione, tant’è che si pensa di "accorciare i tempi dei richiami" per tentare di evitare tali problemi.

4) NESSUN esame clinico è in grado di prevedere ed evitare le possibili reazioni indesiderate da vaccino in quanto esse sono esclusivamente soggette alla possibile reazione individuale al vaccino stesso ed ai contaminanti in esso contenuti.

5) La pratica vaccinale comporta PERICOLOSITA’ CERTE e DOCUMENTATE dagli stessi produttori, dal Ministero della Sanità, da organi di stampa medica di altissimo livello (di cui alleghiamo alcune fotocopie che parlano chiaramente), da moltissimi medici in tutto il mondo, da tribunali Italiani, per cui posso dichiarare con certezza quale medico legale, che la pratica profilattica della vaccinazione, NON è priva di Controindicazioni e tanto meno innocua o tale da NON pregiudicare mai nel tempo la salute del vaccinando, in quanto è confermato che molti danni da vaccino non si manifestano subito nel vaccinato, ma anche dopo molto tempo.

6) La vaccinazione NON evita in assoluto la comparsa delle malattie che dovrebbe combattere, anzi in alcuni casi determinano l’insorgenza di altre gravi malattie (vedi letteratura su polio, morbillo ecc.) e che la protezione immunitaria da vaccinazione non è perenne.

La mortalità e le complicazioni da malattie infettive si sono ridotte ed in alcuni casi annullate (vedi polio, pertosse, morbillo) NON per effetto delle vaccinazioni ma per le migliorate condizioni igieniche, nutrizionali, ambientali (vedi grafico Istat e letteratura medica).

7) La vaccinazione è di fatto un processo alle intenzioni in quanto NESSUNO può con certezza affermare che il soggetto da vaccinare sicuramente contrarrà la malattia dalla quale lo si vorrebbe proteggere con la vaccinazione; questo è tanto vero che viene confermato dalla realtà.

In Italia NESSUNO di coloro che hanno più di 38 anni (sono oltre 15 milioni) pur non essendo vaccinati di anti polio, ha contratto in questi quasi 30 anni la polio.

A Napoli il 30% della popolazione giovanile non è vaccinata (ammissione del Ministero della Sanità) eppure la tanto paventata polio non è mai comparsa.

8) Per esempio, si vogliono introdurre nuove vaccinazioni con la scusa che vi sarebbero migliaia di morti da morbillo, (dati provenienti dai paesi del terzo mondo) mentre le vere statistiche italiane (dati istat) da noi controllate, ci dicono chiaramente che nel nostro paese dal 1960 la mortalità per morbillo è in continua e rapida discesa ed è quasi NULLA (entro dieci casi all’anno) nel 1991 (vedi grafici).

Pertanto non si vede come mai si debba invece per poter eradicare tale malattia che non è di per sè talmente grave da provocare la morte, trovare e rimuovere le vere cause del decesso che sono sempre nei casi controllati, a monte della malattia segnalata.

Alla luce di queste affermazioni e di altre che per brevità mi astengo per ora di riportare, non posso come medico che augurarmi che la pratica vaccinale torni ad essere facoltativa e non obbligatoria come nella maggioranza dei paesi civili del mondo, consentendo ai genitori di scegliere liberamente le pratiche sanitarie a cui sottoporre i loro figli".

Autorevoli testimonianze confermanti che le profilassi vaccinali sono estremamente pericolose per tutti ed ad ogni età.

Fra le numerose lettere pervenute agli autori di questo trattato vi trascriviamo parte di quella più rappresentativa, la testimonianza di una ex infermiera professionale:

" ...oltre al fatto che anche mio figlio ebbe per l’antipolio gravi problemi per fortuna risoltisi dopo diversi mesi, ho lavorato per 35 anni come infermiera professionale nell’Ospedale di Niguarda di Milano, sono una tecnica di Radiologia a turno ho lavorato nel reparto pediatrico; di quel periodo ricordo che vi erano molti bambini spastici e per questi ultimi durante gli esami radiologici mi aiutavano le mamme stesse.

Ho parlato molto con queste mamme ed alla domanda che regolarmente facevo: Signora come è successo? Nel 90% dei casi spesso con risentimento e rabbia, la risposta è stata sempre quella: signora dopo quello zuccherino, mia figlia/o non è stata più bene; alludevano allo zuccherino dell’antiPolio.

Ne ho parlato con qualche medico, ecco la risposta: prima avevamo un numero maggiore di malati di polio, ora abbiamo un numero inferiore di bambini danneggiati, il conto torna..."

Un medico pediatra di un’importante ospedale di Milano (Italia), dopo ricerche di anni sulle vaccinazioni è arrivato a questa conclusione:

..."Le conclusioni che si impongono possono essere così riassunte:

A) il morbillo è una importante malattia infantile, che però ha trovato in un modo naturale un suo raffinatissimo equilibrio biologico. Il bambino si ammala fra i 3 e 4 ed i 10-12 anni di età, acquista una immunità permanente che viene continuamente rinforzata dalla presenza delle malattie dell’ambiente. La madre trasmette l’immunità così acquisita ai figli i quali possono superare i primi 2 anni della loro vita ( i più pericolosi per le complicanze ed il pericolo di morte) senza contrarre la malattia.

B) La vaccinazione introdotta da circa 25 anni negli Stati Uniti ha portato ai seguenti risultati: caduta dei casi di morbillo nei primi 20 anni poi rapido e drammatico aumento. Totale insuccesso del costosissimo programma di eradicazioni (Ped. Infect Dis. J 1992, 11, 841) - Decadimento dell’immunità nel corso degli anni, tale da richiedere il ricorso ad ulteriori vaccinazioni con conseguente nuovi costi, insofferenze della gente ecc. Accertamento della NON innocuità dei vaccini.

Modificazioni preoccupanti dell’epidemiologia: ora il morbillo colpisce anche i bambini molto piccoli con conseguente aumento della mortalità e delle gravi complicanze.

In altre parole, la vaccinazione ha favorito la comparsa nella generazione successiva di un morbillo più precoce e più devastante. Gli Americani sono ora alle prese con un vero disastro biologico e non sanno più cosa fare. Purtroppo non hanno il coraggio di prendere ufficialmente atto della propria sconfitta, per le pressioni delle case farmaceutiche ? Paura di dover rispondere dell’enorme danno biologico ed economico? E continuano a proporre nuove e ripetute vaccinazioni, quindi altre spese ed altri danni. NON lasciamoci trascinare nel loro abisso anche qui in Italia".

Come potete osservare anche seri medici allopatici, sono contrari alle vaccinazioni di massa obbligatorie.

BIBLIOGRAFIA sui DANNI dei VACCINI (solo in parte):

1. Caffey, J. (1972), "On the theory and practice of shaking infants", Am. J. Dis. Child 124, agosto 1972.

2. Caffey, J. (1974), “The whiplash shaken infants syndrome: manual shaking by the extremities with whiplash-induced intracranial and intraocular bleeding, linked with residual permanent brain damage and mental retardation", Pediatrics 54(4):396-403.

3. Reece, R. M. (1993), "Fatal child abuse and sudden infant death syndrome", Pediatrics 91:423-429.
4. Duhaime, A. C., Alario, A. J., Lewander, W. J. et al. (1 992), "Head injury in very young children mechanisms, iniury types and opthaimologic finditigs in 100 hospitalized patients younger then two years of age", Pediatrics 90(2) 179-185

5. S. Levine, S. e Sowinski, R. (1973), "Hyperacute allergic encephalomyelitis", Am. J. Pathol. 73:247-260.
6. lwasa, A., Ishida, S., Akama, K. (1985), "Swelling of the brain caused by pertussis vaccine: its quantitative determination and the responsible factors in the vaccine", Japan J. Med. Sci. Biol. 38:53-65.

7. Munoz, J. J., Aral, H., Bergman, R. K. e Sadowski, P. (1981), "Biological activities of crystalline pertussigen from Bordetella pertussis", Infection and Immunity, settembre 1981, pp. 820-826.

8. Wilkins, J. (1988), "What is 'significant' and DTP reactions" (lettera), Pediatrics 81(6):912-913.
9. Devin, F., Roques, G., Disdier, P., Rodor, F. e Weiller, P. J. (1996), "Occlusion of central retinal vein after hepatitis B vaccination", Lancet 347:1626, 8 giugno 1996.

10. Goetting, M. G. e Sowa, B. (1990), "Retinal haemorrhage after cardiopulmonary resuscitation in children: an etiologic evaluation", Pediatrics 85(4):585-588.

11. Jacob, J. e Mannino, F. (1979), "Increased intracranial pressure after diphtheria, tetanus and pertussis immunization", Am. J. Dis. Childi 133:217-218.

12. Woerner, S. J., Abildgaard, C. F. e French, B. N. (1981), "Intracranial haemorrhage in children with idiopathic thrombocytopenic purpura", Pediatrics 67(4):453-460.

13. Cody, C, L., Baraff, L. J., Cherry, J. D., Marcy, S. C. e Manclark (1981), "Nature and rates of adverse reactions associated with DTP and DT immunizations in infants and children", Pediatrics 68(5):650-660.
14. Meadow, R. (1995), "What is and what is not 'Munchausen syndrome per proxy' ?", Arch, Dis. Child 72:534-538.
15. Yawata, Makoto (1994), "Japan's troubles with measles-mumps-rubella vaccine", Lancet 343:105-106, 8 gennaio 1994.

16. Higson, N. (1995), "Evaluating the measles immunisation campaign", British Medical Journal 311:62.
17. Wakefield, A. J, Murch, S. H., Anthony, A., Linnell, J. et al. (1998), "lleal-lymphoid-nodular hyperplasia, non-specific colitis and pervasive developmental disorder in children", Lancet 351:637-641, 28 febbraio 1998,
18. Ronne, T. (1985), "Measles virus infection without rash in childhood is related to disease in adult life", Lancet. 5 gennaio 1985, pp. 1-5.

19. West, R. O. (1996), "Epidemiologic studies of malignancies of the ovaries", Cancer, luglio 1966, pp. 1001-07.
20. Craighead, J. E. (1975), "Report of a workshop: disease accentuation after immunisation with inactivated microbial vaccines", J. Infect. Dis. 1312(6):749-754.

Altra Bibliografia:

1. Beyer, W.E.P.; et. al. Influenza-epidemie in een verpleeghuis door een virus dat niet in het vaccin was opgenomen. Ned Tijdschr Geneeskd, 1993; 137/39:1973-7

2. Palache, A.M.; Influenza subunit vaccine - ten years experience. Eur J Clin Res, 1992; 3:117-38

3. Coulter, H.L.; Fisher, B.L. DPT, a shot in the dark, p 275. Harcourt Brace Jovanovich

4. Ehrengut, W.; Allerdist, H.; Über neurologische Komplikationen nach der Influenzaschutzimpfung. Münch. med. Wschr., 1977; 119/705-710

5. Rabin, J.; JAMA, 1973; 225:63

6. Stuart-Harris, C.H.; BMJ, 1966; 149:1(1966)217

7. Wells, C.E.C.; BMJ, 1971/2:755

8. Hennessen, W.; Jacob, H.; Quast, U.; Neurologische Affektionen nach Influenza - Impfung. Der Nervenarzt, 1978; 49/90-96

9. Morb. a. Mort.; Wkly Rep. 25 (1977) 430; 26 (1977) 7; 26 (1977) 52

10. Bryan, J.; Noble, G.R.; Guillain-Barré Syndrome after administration of killed vaccines. Genf: Ref: IABS Symposium on Influenza Immunization 1.6-4.6.1977

11. Felix, J.K.; Schwartz, R.H.; Myers, G.J.; Isolated Hypoglossal Nerve Paralysis Following Influenza Vaccination. Amer. J. Dis. Child., 1976; 130/1:82-3

12. Furlow, T.W.; Neuropathy after Influenza Vaccination. Lancet, 1977; i: 253
13. Schumm, F.; Neurologische Komplikationen nach Grippe-Impfung. Fragen aus der Praxis. Dtsch med Wschr, 1976; 101/18:720-21

14. Woods, C.A.; Ellison, G.W.; Encephalopathy following Influenza Immunization. J. Pediat., 1964; 65,5:7458
15. Warren, W.R.; Encephalopathy due to Influenza Vaccine. A.M.A. Archives of Internal Medicine, 1956; 97:803
16. JAMA, 1962;181:70

17. Miller, H.; Cendrowski, W.; Schapira, K.; Multiple Sclerosis and Vaccinations. BMJ 1967;April 22: 210-3
18. Yahr, M.D.; Lobo-Antunes, J.; Relapsing Encephalomyelitis Following the Use of Influenza Vaccine. Arch Neurol, 1972; 27:182-3 Hennessen et al

19. Sibley, W.; Foley, J.; Infection and Immunization in Multiple Sclerosis. Ann Ac Sci fenn , 1965; A 122:457 68
20. Sibley, W.; Bamford, C.R.; Laguna, J.F.; Influenza vaccination in Patients with Multiple Sclerosis. JAMA, 1976; 236, 17:1965-66

21. Stöhr, M.; Mayer, K.; Neurologische Erkrankungen nach Grippeschutzimpfung. Med. Welt, 1976; 27/912-14

Altra Bibliografia:

Less than 1 percent of all hepatitis B cases occur in children younger than 15 years.

Alter, M.J., Hadler, S.C., et al. "The changing epidemiology of hepatitis B in the United States". Journal of the American Medical Association 1990; 263: pp. 1218-1222.

Health workers who are frequently exposed to infected individuals may become naturally immunized rather than infected.

Dienstag, J.L., and Ryan, D.M. "Occupational exposure to hepatitis B virus in hospital personnel: infection or immunization ?" American Journal of Epidemiology 1982; 115(1): pp. 26-39.

Dr. J. Barthelow Classen, M.D., a former researcher at the National Institutes of Health, analyzed vaccination and disease statistics in foreign countries and reported that there was a 60 percent increase in juvenile diabetes (Type I) following mass hepatitis B vaccine campaigns.

Classen, J. B., New Zealand Medical Journal, (May 24, 1996).

Classen, J. B., Infectious Diseases in Clinical Practice, (October 22, 1997).

Jacobson, I. M., Dienstag, J.L., et al. "Lack of effect of hepatitis B vaccine of T-cell phenotypes”.

New England Journal of Medicine 1984; 311(16): pp. 1030-1032.

Shaw, F.E., Graham, D.J., et al. "Postmarketing surveillance for neurologic adverse events reported after hepatitis B vaccination". American Journal of Epidemiology 1988; 127(2): pp. 337-352.

Ribera, E.F., Dutka, A.J. "Polyneuropathy associated with administration of hepatitis B vaccine”.

 New England Journal of Medicine 1983; 309: pp. 614-615.

Poullin, P., Gabriel, B. "Thrombocytopenic purpura after recombinant hepatitis B vaccine".

Lancet 1994; 334: p. 1293.

Lilic, D., Ghosh, S.K. "Liver dysfunction and DNA antibodies after hepatitis B vaccination".

Lancet 1994; 344: pp. 1292-1293.

Trevisani, F., et al. "Transverse myelitis following hepatitis B vaccination".

Journal of Hepatology 1993; 19: pp. 317-318.

Gross, K., et al. "Arthritis after hepatitis B vaccination: report of three cases”.

Scandinavian Journal of Rheumatology 1995; 24: pp. 50-52.

Vautier, G., Carter, J.E. "Acute sero-positive rheumatoid arthritis occurring after hepatitis B vaccination”. British Journal of Rheumatology 1994; 33: p. 991.

Hachulla, E., et al. "Reactive arthritis after hepatitis B vaccination”.

Journal of Rheumatology 1990; 17: pp. 1250-1251.

Martinez, E., Domingo, P. "Evans's syndrome triggered by recombinant hepatitis B vaccine".

Clinical Infectious Diseases 1992; 15: p. 1051.

Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS), Rockville, MD. Australian Adverse Drug Reactions Bulletin, August 1990.

Institute of Medicine, "Adverse Events Associated with Childhood Vaccines: Evidence Bearing on Causality”. Washington, DC: National Academy Press, 1994.

In one study of 773 individuals vaccinated with the hepatitis B vaccine, after 5 years antibody levels (presumed to correlate with immunity) in 42 percent of the recipients declined sharply or no longer existed. In addition, 4.4 percent became infected with the virus !

New England Journal of Medicine, July 24, 1986.

Stevens, C.E., et al. "Prospects for control of hepatitis B virus infection: implications of childhood vaccination and long-term protection”. Pediatrics 1992; 90: pp. 170-173.

In another study of the hepatitis B vaccine, 48 percent of the vaccine recipients had inadequate antibody levels after four years. Pasko, M.T., Beam, T.R. "Persistence of anti-HBs among health care personnel immunized with hepatitis B vaccine”. American Journal of Public Health 1990; 80: pp. 590-593.

The medical literature contains other case studies documenting vaccine failures: Ballinger, A.B., Clark, M.L. "Severe acute hepatitis B infection after vaccination”. Lancet 1994; 344: pp. 1292-1293.

Goffin, E., et al. "Acute hepatitis B infection after vaccination”. Lancet 1995; 345: p. 263.

Despite immunization programs targeting high-risk groups, the incidence of hepatitis B has risen 37 percent since the introduction of the vaccine.

Freed, G.L., et al. "Reactions of pediatricians to a new Centers for Disease Control recommendation for universal immunization of infants with hepatitis B vaccine”. Pediatrics 1993; 91: pp. 699-702.

Plunkett, J. "Hepatitis B becoming more prevalent”. Medical Economics Publishing April 8, 1992.
Surveys indicate that a majority of pediatricians and family practitioners (87 percent) do not believe the hepatitis B vaccine is needed by their newborn patients.

Freed, G.L., et al. "Reactions of pediatricians to a new Centers for Disease Control recommendation for universal immunization of infants with hepatitis B vaccine”. Pediatrics 1993; 91: pp. 699-702.

Freed, G.L., et al. "Family physician acceptance of universal hepatitis B immunization of infants”.

Journal of Family Practice 1993; 36: pp. 153-157.

Lancet 1995 - 345:1071-1074 riferisce lo studio di ricercatori americani che confermano le nostre affermazioni: "Il virus del morbillo iniettato con le vaccinazioni, persiste nell’intestino dei vaccinati segnalando un’alterazione dell’assetto immunitario dei soggetti sottoposti alla profilassi vaccinale, generando le più disparate malattie dell’apparato gastrointestinale".

Infatti attenti studi clinico sanitari, hanno confermato che l’introduzione dei vaccini provoca molto facilmente la colonizzazione nell’intestino della "candida", noto parassita che determina le più svariate patologie nell’apparato intestinale e favorisce (per il fatto che la mucosa intestinale non filtra più bene, cioè perde il suo giusto potere osmotico) il passaggio delle macromolecole ovvero delle tossine e dei parassiti che porteranno radicali liberi, tossine e parassiti nelle cellule di tutto il corpo.

Il meccanismo è questo, nell’intestino di un lattante che viene vaccinato per esempio di anti polio, vengono introdotti 1.500.000 di unità virali; questo milione e mezzo di virus anche se attenuati, modificano subito il pH che da normale tende a diventare nel giro di qualche minuto acido; è notorio che i funghi ed i parassiti proliferano molto bene in ambiente acido, quindi la candida (fungo) si moltiplica a dismisura divenendo anche un importante cofattore di immuno soppressione, oltre a tendere a colonizzare intestino e le altre mucose del corpo irritandole.

La candida "epidemia silenziosa" come la chiama il dott. A.Panfili, autore di un libro con quel titolo, diviene il motore dei processi di malNutrizione e di intossicazione dell’organismo.

L’enorme MENZOGNA dei VACCINI:

1) L’inefficacia dei vaccini nel proteggerci dalle malattie, anzi le produce.

2) La vaccinazione può provocare la malattia che dovrebbe prevenire e non solo.

3) La persona vaccinata può TRASMETTERE la malattia, anche senza ammalarsi (portatori sani).

4) La vaccinazione sensibilizza la persona a tutte le malattie, il Sistema Immunitario è leso per sempre.

5) Manifestazione di nuove malattie incontrollabili (vedi Aids, Ebola ecc.).

6) Modificazione irreversibile e trasmissibile alla progenie della "mutazione genetica" indotta dai vaccini, di cui non osiamo anticiparne le conseguenze.

7) La vaccinazione permette di effettuare studi epidemiologici sulle popolazioni (gruppi etnici) per raccogliere informazioni sulla loro resistenza immunitaria ad un microbo, virus, iniettato con il vaccino, nell’ambito della presunta lotta contro una malattia, ma anche in quella contro una malattia provocata.......e così si controllano i quantitativi degli esseri viventi; i nazisti erano persone per bene al loro confronto !

I nuovi vaccini sono preparati con l’ingegneria genetica (manipolazione genetica nascosta) quindi in futuro potranno, quando vorranno, far ammalare od uccidere di nascosto solo alcuni gruppi di popolazione, i "ribelli" al sistema da loro controllato.

Primo esperimento pratico negli Stati Uniti, nel 1978, la vaccinazione consente di selezionare la popolazione da decimare ed uccidere persone indesiderate od a "rischio": gli omosessuali di S. Francisco, Los Angeles, Denver, Chicago, S. Louis, USA con l’antiepatite B o quelle di una determinata razza o nazione vedi i neri degli stati del centro Africa, con le vaccinazioni ripetute e da esperimento, nel nome della salute e della prevenzione !

Per le nazioni del terzo mondo basta pagare i loro capi; per quelle "civilizzate" occorre convincerle, come: diffondendo idee tipo, l’inverno che è la stagione fredda diviene "l’inverno è la stagione dell’influenza, occorre vaccinarsi" e sopra tutto le persone anziane e quelle a rischio....... e così si pagano meno pensioni o si ereditano prima patrimoni.

Uno degli inventori del vaccino ripete spesso ai suoi amici..."se volete ereditare in fretta, vaccinate i vostri nonni contro l’influenza....." persino i "religiosi" si prestano a queste campagne di distruzione di esseri viventi !

Il Centro Nazionale Informazioni Vaccini (USA) informa con una sua circolare:

Le ricerche del Dr. W.J. Martin (vincitore del premio di Patologia ed Immunologia dell’Università della California del Sud) hanno portato alla scoperta di un virus atipico presente in bambini ed adulti che soffrono di sintomi neurologici, psichiatrici, deficienza immunologica, stanchezza cronica, fibromialgia, depressione, schizofrenia, ansie, attacchi di panico, ritardo nello sviluppo, autismo, lupus, sclerosi multipla, alzheimer, parkinson, encefalopatie inspiegabili, stati vegetativi cronici, ecc.

Martin ed i suoi collaboratori hanno studiato meticolosamente questo fatto, arrivando alla certa conclusione che esso proviene dalla Scimmia Verde Africana, animale utilizzato nelle colture per la produzione del vaccino orale antiPolio e di altri tipi di vaccini.

Questo significa che TUTTI coloro che sono vaccinati con questi vaccini sono sicuramente infettati e potenzialmente malati delle malattie sopra enunciate.

Nel 1973 alcuni ricercatori hanno dimostrato che l’incidenza di tumori cerebrali era 3 volte più elevata fra i figli di donne vaccinate contro la polio durante la gravidanza.

Nel 1980 altri ricercatori hanno trovato frammenti di SV40 (virus che genera malattie gravissime) nei tumori cerebrali umani (il 25% dei casi).

Nonostante tutto, ciò l’UNESCO e l’ONU continuano a finanziare le campagne vaccinali nel mondo, invece di fornire acqua, pane ed igiene, li si vaccinano inserendo nei loro corpi dei contaminanti pericolosi, ecco la GUERRA BATTERIOLOGICA.

Nel 1974 l’OMS ("Organizzazione Mondiale Sanità"), ha lanciato un vasto programma mondiale per promuovere la "salute per tutti", nei fatti cosa è avvenuto:

Essa si è "auto consacrata" ad esser l’ente "supremo" che può decidere in materia di Salute e sanità su TUTTI gli Stati del mondo !

Nel 1978 gli stati membri dell’OMS riuniti ad Alma Ata impongono la medicina "scientifica" come unica valida ed eliminano tutte le Medicine Alternative dai loro paesi, perché anti scientifiche !

La riunione di Alta Ata è stata finanziata dalla Fondazione Rockefeller, la Banca Mondiale, e l’Unicef, ecco i loro sponsor, la grande finanza mondiale !

Nel 1983 "santa" OMS predica la salute per tutti e "consiglia" di vaccinare tutti i bambini del mondo contro 6 malattie e viene costituito un comitato presieduto da 4 persone: Robert Mc Namara, ex presidente della Banca Mondiale (la banca ufficiale dell’ONU)fu anche colui che ordinò i bombardamenti massicci sul Vietnam ed uno degli istigatori del programma di vaccinazione mondiale, egli non ha esitato a dichiarare "Occorre prendere misure drastiche di riduzione demografica, contro la volontà delle popolazioni: Ridurre il tasso di natalità si è rivelato impossibile od insufficiente; bisogna quindi aumentare il tasso di mortalità, come ? con mezzi naturali, la carestia e la malattia " (vedi "J’ai tout compris" n.2 FEB/89, ediz. Machiavel); Jonas Salk direttore del Salk Institute (produttore di vaccini e reagenti biologici) sopra tutto per l’esercito degli Stati Uniti, un suo dipartimento lavora sotto contratto per il Pentagono (vedi Wall Street Journal 5/4/88); Leopold Sédar Senghot, ex presidente del Senegal; Van den Hoven, presidente della Unilever (multinazionale specializzata nello sfruttamento del terzo mondo, per la sua specialità nell’imporre la monocoltura delle arachidi, essa è la più importante produttrice di margarina, sapone, (sostanze tossiche) e di oli del mondo.

1984 per realizzare la "salute per tutti", la vaccinazione dei bambini in tutto il mondo, OMS, UNICEF, Banca mondiale, l’ONU, La Fondazione Rockfeller fondano la: " Forza di intervento per la sopravvivenza del bambino", incoraggiati anche dalla Fondazione Merieux (che controlla nel mondo il 30 % del mercato dei vaccini) e dall’Istituto Pasteur, produttore di vaccini.

Per poter imporre ai bambini la vaccinazione l’OMS fa adottare all’ONU sua controllata, la "Convenzione dei diritti dei Bambini" per "migliorare la vita degli stessi", impone unilateralmente senza discussione, arbitrariamente e senza il consenso dei cittadini stessi, la modifica della struttura della società e della famiglia, definendo in pratica:

la nozione di "cittadinanza del bambino"

1) sostituisce il diritto di autorità dei genitori con un dovere di obbedienza alle autorità amministrative.

Questo significa che la "patria Potestà" è sostituita con la "responsabilità del genitore"

2) Autorizza le autorità a separare un bambino da genitori "negligenti".

3) Riconosce al bambino la libertà di scelta, pensiero, espressione, religione, associazione e riuniione pacifica, tranne che per le restrizioni di legge...... e per la salute.......Stabilisce il DOVERE agli Stati di assicurare l’applicazione di questi diritti e di quello di godere delle migliori condizioni di salute e di prendere le misure necessarie per sviluppare le cure "preventive" tra le quali la vaccinazione ! ECCO come vogliono TUTELARCI !

Questa Convenzione consente alle autorità di imporre con la forza e contro il volere dei genitori di: fare trasfusioni di sangue; vaccinare anche chi si oppone; obbligo della "medicina scientifica" a coloro che utilizzano le medicine dolci; cure mediche pesanti (vedi AZT per l’aids).

Con questa convenzione, non siamo più genitori liberi di educare i nostri bambini, né essi sono più da noi dipendenti, non siamo più pazienti consapevoli, di fatto le autorità, cittadini, genitori e figli devono essere soggetti a "santa OMS" e quindi al potere finanziario !

In Africa si sono fatti tutti i tipi di esperimenti di vaccini e di guerra batteriologica, infatti l’Aids ed Ebola sono nati proprio nei paesi africani che si sono sottoposti ai programmi vaccinali (e non solo) voluti dall’OMS, che per poterlo fare, hanno pagato in denaro e potere i dirigenti locali.

Perché tutto ciò, perché le colonie sono sparite, ma il colonialismo no e quindi ci si vuole impadronire delle immense risorse di quei territori e guai a chi si oppone, vengono vaccinati o...... "nel processo intentato dal dott. Gothlieb alla C.I.A., egli ha ammesso di aver versato nel fiume Congo (Zaire) nel 1960, una grande quantità di virus allo scopo di inquinare e contaminare le popolazioni locali che utilizzavano l’acqua del fiume".

Lo stesso individuo è stato in seguito nominato direttore del National Cancer Institute (USA), notizia di fonte Statunitense per ricerche effettuate dalla dott.ssa Eva Snead)

Nel 1968 alcuni virologi, cioè specialisti in virus, hanno installato il loro materiale di laboratorio negli ospedali dello Zaire.

Nel 1992 e 1993 un reportage della agenzia "Reuter" riferisce che una malattia simile all’aids (chiamata per distinguerla Kala Azar, ma i sintomi sono gli stessi) ha fatto 60.000 morti nel Sudan Meridionale.

Nel 1986 in Alaska, la sanità impone la vaccinazione sui bimbi nati, contro l’epatite B, senza chiedere il permesso ai genitori, in seguito molti si sono ammalati ed alcuni sono morti; pare che in quel vaccino vi fosse un virus chiamato RSV (Rous Sarcoma Virus).

Le popolazioni indiane autoctone degli USA sono state e sono sottoposte a molte vaccinazioni; proprio queste popolazioni sono difficili da controllare, da dominare e sono proprietarie di immense distese di terreno che fanno gola alle multinazionali.

In Italia ormai vi sono, migliaia di casi di "obiettori alle vaccinazioni" che sono stati denunciati ai Tribunali dei Minori Italiani e centinaia di migliaia di famiglie che si oppongono, con metodi legali e non (anche con certificati medici fasulli che comprovano la vaccinazione, che invece non è stata fatta) alla obbligatorietà delle vaccinazioni.

Ma quello che è gravissimo è che le Leggi Italiane sulle vaccinazioni prevedono dei tempi precisi sulla vaccinoprofilassi che vengono puntualmente trasgredite:

LEGGE 27/MAG 1991 n.165: Obbligatorietà della vaccinazione contro l’Epatite virale B.

.........è obbligatoria per tutti i nuovi nati, nel primo anno di vita.

Il 1° anno di vita inizia il giorno della nascita e finisce il giorno del compleanno del 1 anno.

.....limitatamente ai 12 anni successivi alla data di entrata in vigore della presente legge, la vaccinazione è obbligatoria anche per tutti i soggetti nel corso del dodicesimo anno di età.

Il dodicesimo anno di età inizia al compleanno degli 11 anni e termina al compleanno dei 12 anni.

La legge è chiara, dal 2° fino all’ 11° anno di età e dal 13° in poi, la vaccinazione NON E’ PIU’ OBBLIGATORIA.

LEGGE 4/FEB 1966 n.51: Obbligatorietà della vaccinazione antiPoliomielitica.

La vaccinazione contro la poliomielite è obbligatoria per i bambini entro il primo anno di età.

Il 1° anno di età inizia il giorno della nascita e finisce il giorno del compleanno degli anni 1.

La legge è chiara, dal 2° anno di età la vaccinazione NON E’ PIU’ OBBLIGATORIA.

LEGGE 5/MAR 1963 n.292: Vaccinazione anti Tetanica obbligatoria.

E’ resa obbligatoria la vaccinazione anti tetanica..........per tutti i bambini nel secondo anno di età.

Nel primo anno di età non è obbligatoria ma solo dal secondo; anno. Il 2° anno di età inizia il giorno del compleanno del 1° anno e finisce il giorno del compleanno dei 2 anni. La legge è chiara, nel 1° anno e dal 3° anno di età la vaccinazione NON E’ PIU’ OBBLIGATORIA.

LEGGE 6/GIU 1939 n.891: Obbligatorietà della vaccinazione anti Difterica.

E’ obbligatoria la vaccinazione contro la difterite per tutti i bambini dal secondo al decimo anno di età.

La legge è chiara, nel 1° anno di età NON E’ OBBLIGATORIA, come dal compleanno dei 10 anni in avanti.

Malgrado la legge sia chiara, la Dittatura Sanitaria per mezzo di medici e giudici consenzienti, impone con la forza (i carabinieri) le vaccinazioni ai bambini e giovani di età diverse da quelle previste e permesse dalla Legge Italiana e questo avviene da 30 anni senza che nessuno abbia il coraggio di gridare il misfatto.

Inoltre nessuna legge Italiana obbliga qualsiasi preside a lasciare a casa un minore che sta frequentando la scuola se non è vaccinato, eppure i figli del coautore di questo trattato sono stati lasciati a casa 4 mesi prima del termine della scuola obbligatoria (alla terza, seconda media ed alla prima e seconda liceo, dei suoi figli); è scattata una denuncia da parte della preside delle medie, che era stata messa al corrente della non vaccinazione, ma li aveva giustamente accettati alla frequenza scolastica, cambiando parere nel corso del 3° anno delle scuole medie inferiori, ma giudici mal informati, incapaci od indottrinati, hanno effettuato "sentenze" senza senso ed in più illegali, (perdita della patria potestà e vaccinazione coatta, cioè con l’uso della forza pubblica, i carabinieri) contro le quali si è dovuto ricorrere persino in Appello e successivamente in Cassazione; oltre ai vari ricorsi al TAR Lombardia ad ogni provvedimento dei presidi per allontanare dalla frequenza scolastica i ragazzi ammessi all’inizio dell’anno; con questi ricorsi è stato possibile far rifrequentare la scuola.

Nessuno in circa 40 anni ha osato denunciare i soprusi che sono stati fatti con le vaccinazioni, su milioni di persone, salvo l’autore di questo libro e molti altri, che si sono autodenunciati per non aver vaccinato i propri figli.

Purtroppo il partito dei vaccini, ovvero la mafia farmacologica sta cercando di instaurare in tutte le nazioni del mondo attraverso l’OMS (Org. Mondiale Sanità), la loro dittatura sanitaria e vaccinatoria; quando questo partito finanziato dalle case produttrici, avrà ottenuto il potere necessario, la dittatura sarà terribile e produrrà effetti disastrosi.

Per fortuna in Italia il 7 Gennaio 1994 è stato emanato un "Decreto Presidenziale" n. 8 (voluto dal Ministro della Sanità On. Garavaglia) dal titolo "Disposizioni urgenti in materia Sanitaria" che contiene alcune direttive vincolanti in materia di vaccinazioni: Articolo 9:

1) A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto, l’esecuzione delle vaccinazioni obbligatorie su minori NON PUO’ essere coercitivamente imposta con l’intervento della forza pubblica.

2) Resta fermo l’operatività delle sanzioni previste a carico di coloro che esercitano la potestà parentale o la tutela sul minore, nonché dei direttori degli istituti di assistenza pubblica o privata in cui il minore è ricoverato o delle persone affidatarie di minori ai sensi della legge 4 maggio 1983 n. 184

3) I soggetti indicati al comma 2 sono personalmente responsabili di ogni effetto dannoso subito dal minore o da terzi, conseguentemente all’inosservanza delle disposizioni di legge sulle vaccinazioni obbligatorie.

4) A parziale modifica di quanto disposto dall’articolo 14, comma terzo, lettera q) della legge 23 DIC. 78 n. 833, ai fini dell’esonero della obbligatorietà delle vaccinazioni il certificato del medico curante o del medico specialista, presentato dall’interessato, è VINCOLANTE per l’Unità Sanitaria Locale (USSL).

Su questo decreto ministeriale occorre fare alcune considerazioni:

A) Riconosciamo nel decreto lo sforzo del Ministro della Sanità nell’iniziare finalmente il riconoscimento al sacro santo diritto sancito anche dalla Costituzione (art. 32) sul fatto che NESSUN trattamento sanitario obbligatorio può essere imposto se questo viola i limiti imposti dal rispetto della persona umana, ed il vincolo all’USSL di accettare i certificati consegnati da colui che chiede legittimamente l’esonero del TSO al Sindaco (Legge 833/78 art 33), ma dobbiamo anche dire che vi è, nel contenuto un’affermazione veramente dittatoriale nel punto 3:

... sono personalmente responsabili di ogni effetto dannoso subito dal minore o da terzi...; mentre possiamo "accettare" la responsabilità sui propri "tutelati" o sui figli minori, quello che è scandaloso è che si debba accettare che per ipotesi, il vicino di casa che si ammalasse di Difterite, Tetano, Poliomielite, Epatite B, vi accusasse di essere voi od i vostri figli coloro che glielo avrebbero trasmesso, il giudice "zelante" del Tribunale, potrebbe condannarvi addirittura alla prigione!

Comunque alla data del 09/06/1994 il decreto Garavaglia è stato fatto decadere dietro le pressioni della mafia vaccinale. Anche in un successivo governo l’On. Berlinguer dopo aver permesso l’accesso a scuola di tutti i giovani non vaccinati, ha fatto marcia indietro per le forti pressioni ricevute.

Torniamo alle nostre considerazioni sui vaccini: Vi ricordiamo che il 100 % dei vaccini prodotti nel mondo, contiene delle sostanze tossiche e sopra tutto contaminanti pericolosi che derivano dal tipo di coltura sui quali vengono "prodotti", che in genere sono di origine animale, ma che di fatto vengono inoculati in milioni di individui con il vaccino.

Pensate che fino ad oggi i test per i vaccini (rarissimi) od i farmaci (più frequenti) su cavie umane vengono anche effettuati dalle case farmaceutiche nei paesi occidentali ed in quelli del terzo mondo all’insaputa delle popolazioni ed alcune volte nei paesi "civili" su detenuti o su volontari pagati ma consapevoli di ciò che può loro accadere.

Recentemente e nell’era "moderna e civile" si sta modificando il modo di agire di queste case farmaceutiche; pensate che negli USA per avere delle cavie umane da sottoporre ad esperimenti con nuovi farmaci, vaccini ecc., si fanno pubblicare degli annunci pubblicitari sui giornali nei quali si invitano le persone che abboccano a soggiornare gratuitamente in un certo luogo, con un tenore di vita da ricchi ma a spese dell’azienda farmaceutica; questa offerta viene fatta senza metterli al corrente delle vere pericolosità, che in realtà sono sempre più gravi di quanto gli sperimentatori sappiano o dicano; questa prassi è tollerata dal Ministero della Sanità degli USA; questo pur di avere delle cavie umane ignare ed inconsapevoli di quanto accade loro; questo senza contare che se queste cavie sono ancora in età prolifica, essi inseriranno nella loro progenie tutte le informazioni incise dai farmaci o vaccini che hanno consumato per prova nei vari test, sempre che sopravvivano nel tempo senza molti danni. Esaminiamo le parole:

VACCINAZIONE (dal dizionario: Inoculazione di un vaccino a scopo profilattico).

VACCINO (dal dizionario: ogni sospensione di batteri vivi, attenuati, uccisi o virus (informazioni tossiche virali od attenuate), introducibile negli organismi a scopo profilattico.

Come si può vedere la vaccinazione è l’introduzione di un prodotto, che non si trova in natura, confezionato dalle industrie chimico farmaceutiche con batteri e virus non simbiotici; di fatto trattasi di parassiti e tossine pericolose introdotte in un organismo in modo innaturale a scopo di profilassi; dunque trattasi NON di tecnica preventiva ma profilattica, eppure viene spacciata per tecnica preventiva.

Ovviamente con questa tecnica si implica in OGNI caso l’intromissione di una o più malattie (a seconda anche di quanti contaminanti il vaccino contiene) con base batteriologica o tossico virale e che una volta introdotta nell’organismo produce infezione.

Infatti l’individuo che accetta la vaccinazione, fino a quel momento è sano mentre dopo la vaccinazione NON lo è PIU’ perché è stato INFETTATO e quanto, come o quando l’infezione aggredirà il soggetto ...solo dio lo sa..., di fatto trattasi di guerra batteriologica a tutti gli effetti.


Fonte: www.mednat.org

Home