La fontanella spagnola
L'antica fontanella spagnola non sempre stata come oggi appare ai nostri occhi: tempo fa era una meraviglia donata allo sguardo, come potranno confermare gli anziani del posto. 
Quando nel sedicesimo secolo dopo cristo gli Spagnoli occuparono la Sardegna, orgogliosi del loro vasto impero, proprio a Senis, costruirono intorno al 1737, e inserita nel parco del palazzo baronale, una magnifica fontana per dilettare in ozio i suoi nobili.
Trascorsero due secoli ma la simpatica fontanella si mantenne nel pieno della sua floridezza. Cosi, nella parte meridionale del paese in zona NUEDDAS, solcata dal dolce ruscelletto RIU IMBESSU, accoglieva gli inconsapevoli visitatori.  
In un angolo pittoresco ricco di robuste querce, gente
semplice, comune, andava a cogliere la freschissima e limpidissima acqua, che sgorgava da un mostruoso mascherone abbracciato da due leggiadri cigni  che parevan dissetarsi pure loro. Oltre la parte frontale col mascherone  vi erano due parti laterali ornate artisticamente, incise di belle ma "incomprensibili" frasi iberiche.

Erano momenti leggeri e lievi per contadini, allevatori ancora legati a soprusi fisici e morali, ma che qui potevan sostare in questa formidabile fontanella simbolo di un passato dominio.  

Pagina realizzata da Giulio C. Zaccheddu

Homepage Senis