La fauna ad Asuni, come in tutta la Sardegna, Ť sempre stata una delle maggiori risorse che ne hanno permesso lo sviluppo. 
Dapprima varia e multiforme, oggi la fauna Ť molto ridotta, ma presenta una quantitŗ di specie di grande interesse.

 

Fra i mammiferi troviamo: 


Il riccio sardo: piccolo mammifero insettivoro col dorso ricoperto di aculei, che si arrotola a palla in caso di pericolo.

 

il riccio (s’arriscioi),

la volpe (su mraxai),

la lepre (sa lŤpri),

il coniglio (su conžllu),

la donnola (sa buchemŤli),

il cavallo (su cuaddu),

la pecora (sa brebťi),

la capra (sa craba),

il cinghiale (su sribÚi),

l’asino (su mollenti),

il cane (su cai),

il gatto (su pisžttu),

il topo (su toppi),

il maiale (su procu),

la mucca (sa bacca),

il ghiro (su bžurru).

 


La lepre sarda: mammifero lagomorfo con lunghe orecchie, grandi occhi, mantello grigio-bruno, lunghe zampe posteriori, coda corta; di indole timida, con abitudini prevalentemente notturne, veloce nella corsa e ottima scalatrice, dotata di udito,olfatto e vista eccellenti, Ť cacciata per le sue carni pregiate.

La volpe sarda: mammifero carnivoro, con corpo snello, muso aguzzo,orecchie grandi e diritte, gambe piuttosto corte, lunga coda folta, pelliccia pregiata.

Fra gli uccelli troviamo:   


Il falchetto sardo: uccello rapace diurno, con becco corto ricurvo, unghie adunche ed ali lunghe e strette.

il colombaccio (su collumbu aresti),

il cardellino (sa cadrallža),

la civetta (su cuccumťu),

il verdone (su verdarÚlu),

il pettirosso (su ghiru),

la rondine (s’arrundžni),

il passero (su crucullŤu),

la tortora (su truturi),

la cornacchia (sa carrÚga),

la beccaccia (sa beccaccia),

la pernice (sa pedrixi),

la quaglia(sa quaglia),

il falchetto(su storixŤddu),

il tordo (su trudu),

         il merlo (sa meýrra),

la poiana (sa poiana).

Il territorio asunese Ť percorso da un fiume chiamato Araxixi, in cui giacciono alcune specie acquatiche tra le quali:


La tinca: pesce d'acqua dolce di media grandezza, dal corpo tozzo di color verde-oliva; Ť comune nelle acque dolci a fondo melmoso e si alleva nelle risaie dove distrugge le larve delle zanzare.

l’anguilla (s’anguidda),

la trota (sa trota),

la trota salmonata (sa trota salmonada),

il pesce gatto (su pisci gattu),

la carpa (sa grappa),

la tinca (sa lisa),

il pesce rosso (su pisci arrubiu),

la vipera d’acqua (sa pibera),

la biscia d’acqua (su collÚru).

 

Si trovano poi:


La tartaruga: rettile acquatico appartenente all'ordine dei Cheloni; ha il corpo racchiuso in un robusto scudo corneo dal quale sporgono capo, zampe e coda.

la gallina (sa pudda),

l’oca (sa cÚcca),

la rana (sa rŗa),

il rospo (su rospu),

la tartaruga (su tostožu),

la lumaca (su sinzigÚrru).

 

 

 

Ancora oggi numerose famiglie possiedono animali domestici sfruttandone i loro prodotti: le uova, le carni, il latte utilizzato maggiormente per la produzione dei formaggi.

pagina realizzata da Alice e Chiara Sanna.

Homepage Asuni