Storia
Statistiche
Campionati passati
Roster passati
Governo Militare Alleato

TSOPRTSHOW
STADIO
FRIENDS

1949
IL DOPOGUERRA E I GOLDEN BEARS

Le origini del football americano a Trieste sono più vecchie di quanto si possa immaginare, già nell’immediato dopoguerra infatti, sul terreno di gioco del campo militare di Opicina si esibivano i “Golden Bears”, squadra composta da militari americani, che nel periodo del Governo Militare Alleato si aggiudicò diverse vittorie nei frequenti tornei che si disputavano allora tra le basi americane in Italia.
Una volta ripartiti gli americani, il football venne però presto dimenticato e dovettero passare più di trent’anni prima che caschi e paraspalle tornassero a farsi vedere sui campi di casa nostra.

1982 - NASCE L'AMERICAN FOOTBALL TRIESTE MULI

Dopo che il crescente interesse per lo sport della palla lunga un piede (questa infatti la traduzione corretta della parola “football”), aveva portato alla fondazione nel 1981 dell’AIFA (Associazione Italiana Football Americano) presieduta da Giovanni Colombo, vero “padre” del football italiano, nel 1982 nacque anche a Trieste una squadra di football americano.
La neonata compagine venne battezzata con un nome che non mancò di riscuotere immediata simpatia: quale nome più adatto infatti, per una formazione nata all’ombra del colle di San Giusto, del triestinissimo “Muli”?

1983 - 1991

E così per un decennio i biancoverdi portarono in giro per l’Italia lo spirito sportivo della nostra città, guadagnandosi il rispetto di tutti gli avversari e la fama di squadra coriacea e combattiva.
Ma dopo la fulminea espansione del primo periodo, culminata sul finire degli anni ‘80 con il riconoscimento da parte del CONI come disciplina associata, l’inizio degli anni ‘90 coincise per il football made in Italy con un momento di naturale assestamento.
Diverse società decisero di unirsi, altre si dedicarono esclusivamente ai settori giovanili, mentre alcune furono costrette a cessare l’attività.
Tra queste purtroppo anche i Muli, la cui dirigenza prese la decisione, negli ultimi mesi del 1991, di chiudere i battenti, privando la città della sua squadra.

1991 NASCE L'ASSOCIAZIONE SPORTIVA TRIESTINA

L'associazione sportiva triestina nasce sul finire del 1991 per volontà di un gruppo di ex giocatori e degli atleti rimasti senza squadra dopo lo scioglimento del precedente sodalizio.
Sin dall'inizio dell’attività l'associazione ha rivolto un'attenzione particolare ai settori giovanili, ritenuti fondamentali per poter dar vita ad una squadra che potesse affrontare degnamente un campionato maggiore.
Già' nel settembre 1992, a meno di un anno dalla fondazione, il sodalizio triestino affronta il suo primo campionato nazionale under 21.
Gli Stars ( questo il nuovo nickname della squadra ) pur perdendo tutti gli incontri, peraltro con compagini di grande tradizione ed esperienza, ottengono un successo sul piano morale, ricevendo i complimenti dalla federazione e dalle squadre avversarie.

1994 RITORNO AL CAMPIONATO

Gli ex giocatori dei Muli, dopo aver giocato con i Barbarians Udine il campionato 92 ed alcune amichevoli nel 93 con gli Stars, si presentano con tutti gli under 21 provenienti dalla giovanile all'appuntamento con il campionato nazionale di serie A2.
Dopo aver disputato con buoni risultati alcune amichevoli, nel Marzo 1994 parte l'avventura in campionato.
Difficilmente l'esordio dei bluoro nel campionato maggiore avrebbe potuto essere migliore: inseriti in un girone di ferro comprendente tra gli altri i New Giants vincitori del Silverbowl, gli Stars mancano per un solo punto l’accesso ai play-off e si piazzano al terzo posto, chiudendo la loro prima stagione con una serie di tre incontri consecutivi vinti senza concedere un punto agli attacchi avversari.
Nel settembre ‘94, la formazione under 21 partecipa per la terza volta al torneo giovanile, che conclude al terzo posto, ottenendo una serie di risultati di rilievo tra i quali due vittorie casalinghe che confermano il valore del vivaio bluoro.


1995 - 1996

Nel 1995 la squadra partecipa al nuovo campionato di silver league della Fiaf, manca nuovamente i play off di un soffio mentre invece la giovanile li conquista con molto merito; ma purtroppo vengono sconfitti al primo turno dai blasonati Phoenix Bologna ( che andranno poi in finale ).
Il 1996 è una stagione da dimenticare per la prima squadra, che termina con un record di 1 vittoria e 7 sconfitte.
La giovanile disputa il campionato di football a 8 dove si classifica al 4° posto assoluto.


1997 - MULI ARE BACK

Nel 1997 la dirigenza dell'associazione sportiva triestina decide di diversificare le proprie squadre dando loro "nicknames" diversi; per questo motivo la prima squadra torna a chiamarsi col triestinissimo nome "Muli", la giovanile under 19 "Stars" mentre la giovanile under 16 assume il nome di "Golden Bears" in ricordo della squadra del Governo Militare Alleato.
Il 1997 è anche l'ultimo anno con la Federazione italiana di football americano.
La sfortuna invece la fa da padrona in campo: ricordiamo i due pareggi casalinghi, la sconfitta di un solo punto con i campioni d'Italia dei Nightmare Piacenza e la sconfitta di un touchdown con i Renegades Firenze che valeva l'accesso ai play-off.
Al termine della stagione l'associazione ritira la squadra dalla federazione e si rischia una nuova fine del football americano a Trieste.

1998 - 2000: MULI IN AUSTRIA

La dirigenza triestina nell'autunno del 1997 contatta la Federazione Austriaca (AFBO) per vedere se c'è la possibilità di giocare nel campionato di seconda lega sotto l'egida della federazione biancorossa ed il parere iniziale sembra essere positivo. Dopo un incontro amichevole di beneficenza tra la giovanile Stars ed una rappresentativa austriaca arriva la conferma: i Muli possono giocare in Austria. Nei due campionati successivi i Muli si fanno valere sui campi austriaci ed a suon di vittorie iniziano a costruire la fama di inviolabilità dello stadio Grezar, campo casalingo del team triestino. Nelle ultime tre stagioni infatti sono rarissime le formazioni che riescono a vincere sul campo di Trieste. Nel 1998 i Muli si conquistano sui campi d'oltralpe i paly-off ma la semifinale in casa dei Fischamend Oilers viene persa dai triestini di misura. Nella stagione 1999 il "Mulidome" rimane inviolato: un insolito pareggio nell'ultima gara della stagione regolare contro i Cowboys di Klagenfurt ed un ranking negativo rispetto ai Blue Devils schiude a questi ultimi le porte dei play-off lasciando i Muli a bocca asciutta. Il 2000 è l'anno della prima - per alcuni versi storica - perfect season: nessuna sconfitta nelle gare disputate nel corso della stagione regolare ed una sfortunatissima sconfitta (un solo punto di differenza!) nella semifinale persa con gli Invaders St. Polten. Ma il trionfo... è solo rimandato.

2001: LA STAGIONE DELLA GLORIA

E' il recente, fulgido, passato. Perfect season con ben 9 vittorie consecutive in altrettanti incontri che valgono ben 3 titoli internazionali ai Muli: protagonista assoluta della stagione regolare, la squadra del playermanager Todd Ferguson del runningback statunitense "Jojo" Jones vince nell'ordine Italian Bowl, AIFL Bowl contro gli Ivaders e Alpen Adria Bowl giocato e vinto nella finalissima di Vienna dove i Muli, ottenuto il successo sul campo si conquistano la simpatia e la stima di tutti gli appassionati austriaci di football americano.

IL 2002: GLI OBIETTIVI

Eguagliare i risultati della scorsa stagione non sarà di certo un compito facile ma i Muli Trieste hanno tutte le intenzioni di riproporsi al football giocato nella veste di "squadra da battere" e conquistare così ancora una volta i riflettori del football internazionale.

 


Copyright 2001, MULI TRIESTE, 
All Rights Reserved.
Please send comments and suggestions to Webmaster at the Muli Trieste. Best viewed at 800x600 using IE 5.0+.