Purgatorio

#

Conclusione

Il Purgatorio rimane una delle grandi verità di fede. Ora sappiamo che un'anima che frequenta tutti i sacramenti e si emenda attraverso una regolare confessione, ha la remissione completa di tutti i peccati ed è in stato di grazia. Tuttavia per soddisfare la giustizia divina dovrà scontare una pena temporale attraverso la penitenza, la sofferenza e la preghiera.

Giudizio

Al momento della morte l'anima si trova alla presenza di Gesù Cristo per affrontare il "Giudizio particolare" che può dare come risultato:

  1. Se l'anima si trova in peccato mortale è precipitata, senza ulteriori appelli, nell'inferno per la giusta pena eterna.
  2. Se l'anima si trova in stato di perfezione cioè senza macchia, è accolta senza indugio in Paradiso per il gaudio eterno.
  3. Se l'anima è buona, ma presenta delle macchie d'imperfezione, dovrà purificarsi attraverso tormenti più o meno brevi relazionati alla colpa.

Castighi

I castighi del Purgatorio, secondo il giudizio di molti teologi, sono duplici e si distinguono in "pena del senso" dove l'anima viene tormentata in modo diverso secondo la categoria del peccato commesso, e "pena del danno" che consiste di non poter vedere né possedere Dio Il mancato possesso di Dio che ogni anima purgante ama con intensità struggente è un dolore lancinante e indicibile.

Soffrono volentieri le loro sofferenze perché sono certe della salvezza eterna. Le anime del Purgatorio godono della presenza dell'Angelo custode, della visita di altre Angeli, dei Santi e della Vergine Maria che possono consolarle ed alleviare le loro pene. Dio ha creato il Purgatorio, non per godere della sofferenza dei suoi figli, ma come un luogo necessario alla purificazione per rendere l'anima degna di partecipare alla beatitudine eterna.

Tommaso d'Acquino

Per San Tommaso d'Acquino i demoni non hanno più alcun potere sulle anime del purgatorio. Essi non possono più tormentarle, perché sono stati definitivamente vinti. Tuttavia è possibile, secondo san Tommaso, che i demoni siano là, nel momento che esse abbandonano il corpo, prima per vedere se non abbiano qualche diritto su di esse, e poi per vederle soffrire e appagare il loro odio.
Santa Caterina da Siena e Santa Brigida pensano, al contrario, che i demoni siano incaricati di tormentare le anime del Purgatorio.

Preghiera

Se l'amore non ha né confini né tempo
Vorrei poterti stendere la mano oltre il tempo


Vorrei far salire con il palpito del cuore
la più ardente delle preghiere
per arrivare all'infinito Amore.

Vorrei abbreviarti l'espiazione per spingerti verso il cielo
o regalarti la rugiada del mio amore
per spegnere l'ardura del tuo dolore

Non posso regalarti altro
che starti a fianco
in una preghiera ardente
che vada oltre il presente

Quando sarai nel cielo
fammi scendere un dardo d'amore
che mi accenda il cuore
dell'Amore di Dio

Rinnoviamo l'invito

Se desideri pervenire a questa gioia e acquisire le virtù, ascolta l'invito di Gesù: "Tutto quello che chiederete con fede nella preghiera, lo otterrete" (Mt 18,20). Difatti, senza la preghiera, non è possibile nessun cammino spirituale, né si possono seguire le Orme di Gesù, nostro Salvatore.

Se vuoi corrispondere all'invito, o semplicemente a pregare dalla tua abitazione, clicca qui e troverai uno straordinario gruppo di preghiera. Potrai, così, unirti spiritualmente a tanti fratelli sparsi in tutti i continenti, e la tua vita cambierà.

Se desideri ricevere il libretto di preghiera compila il modulo e lo riceverai al tuo recapito senza sostenere alcuna spesa.

Ti potrebbe interessare