Trattato

Maria di Nazareth

Di Sant Monfort

Nel Trattato della vera devozione alla Santa Vergine San Monfort espone la sua dottrina mariana: Luigi Maria infatti promosse il culto mariano, nella forma che chiamava "la vera devozione", e la pratica del Rosario.

Fu proclamato Santo da papa Pio XII nel 1947 e nel 2000, sotto il pontificato di papa Giovanni Paolo II, fu aperta una causa, tuttora in corso, per proclamarlo dottore della Chiesa.

Trattato della vera devozione alla Santa Vergine

Quindicimila demoni possedevano l'anima di un infelice eretico, presso Carcassona ove S. Domenico predicava il Rosario, i quali furono costretti, a loro confusione, per comando della S. Vergine, a confessare parecchie grandi e consolanti verità, concernenti la devozione alla S. Vergine, con tanta forza e chiarezza, che non si può leggere questo fatto autentico e il panegirico che il diavolo fece, suo malgrado, della devozione alla SS.ma Vergine.

Chi troverà Maria troverà la vita, cioè Gesù Cristo, il quale è la via, la verità e la vita. Ma non si può trovare Maria se non la si cerca; né si può cercarla se non la si conosce: poiché non si cerca né si desidera un oggetto sconosciuto.

Questa bella stella del mare, e seguendo le Sue orme arriveranno a buon porto, malgrado le tempeste.

Ma chi saranno questi servi, schiavi e figli di Maria?

  • Saranno fuoco ardente, ministri del Signore che spargeranno dappertutto il fuoco dell'amore Divino.

  • Saranno acute saette (Sal 127,4) nella mano della potente Maria per colpire i suoi nemici.

  • Saranno figli di Levi, ben purificati dal fuoco di grandi tribolazioni e ben uniti a Dio, che porteranno l'oro dell'amore del cuore, l'incenso dell'orazione nello spirito, e la mina della mortificazione del corpo.

  • Saranno dappertutto il buon odore di Gesù Cristo per i poveri e per i piccoli, mentre saranno un odore di morte per i grandi, per i ricchi e orgogliosi mondani.

  • Saranno nubi tonanti e volanti (Is 60,8) per l'aria al minimo soffio dello Spirito Santo, che senza attaccarsi a nulla, né meravigliarsi di nulla, né spaventarsi di nulla, spargeranno la pioggia della parola di Dio e della vita eterna. Tuoneranno contro il peccato, grideranno contro il mondo, colpiranno il demonio e i suoi seguaci e trafiggeranno da parte a parte, per la vita o per la morte, con la spada a doppio taglio della parola di Dio tutti quelli ai quali saranno mandati da parte dell'Altissimo.

Dio non ha posto altro fondamento alla nostra salute e alla nostra gloria se non Gesù Cristo (1 Cor 3,11).

Maria è cosi intimamente unita a te che sarebbe più facile separare la luce dal sole, il calore dal fuoco. Dico di più: sarebbe più facile separare gli Angeli e i Santi da te, che non la divina Maria: perché Ella ti ama più ardentemente e ti glorifica più perfettamente di tutte insieme le altre creature.

I tre gradini per andare a Dio:
Il primo è Maria, il secondo è Gesù Cristo, il terzo è Dio Padre.


Ti potrebbe interessare