Filelis Dei - Universo cattolico

Segnala questo sito
ad un amico

Introduci la E-mail del destinatario:

Universo Cattolico

italiano español 
 Pagina: Tre     Argomento: Maria Vergine    versione: italiano     
Precedente  
Maria Vergine Madre di Dio

La predestinazione di Maria
Maria Santissima "Dio ha mandato suo Figlio, ma per preparargli un corpo, ha voluto la libera collaborazione di una creatura. Per questo, Dio, da tutta l'eternità, ha scelto, perché fosse la Madre del Figlio suo, una figlia d'Israele, una giovane giudea di Nazareth in Galilea, "una vergine promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria" (Lc 1,26-27).

L'Immacolata concezione
Per essere la Madre del Salvatore, Maria da Dio è stata arricchita di doni degni di una così grande carica. L'angelo Gabriele, al momento dell'Annunciazione, la saluta come "piena di grazia". In realtà, per poter dare il libero assenso della sua fede all'annunzio della sua vocazione, era necessario che fosse tutta sorretta dalla grazia di Dio. (catechismo 490).

All'annunzio che avrebbe dato alla luce il figlio dell'Altissimo senza conoscere uomo, per la potenza dello Spirito Santo, Maria ha risposto con l'obbedienza della fede, certa che nulla è impossibile a Dio. "Io sono la serva del Signore; avvenga di me quello che hai detto" (Lc 1,37-38). Dando il proprio assenso alla Parola di Dio, "Maria è diventata Madre di Gesù. (cat. 494)

Maria sempre Vergine
L'approfondimento della fede nella maternità verginale ha condotto la Chiesa a confessare la verginità reale e perpetua di Maria anche nel parto del Figlio di Dio fatto uomo. Infatti la nascita di Cristo "non ha diminuito la sua verginale integrità, ma l'ha consacrata". Gesù è l'unico figlio di Maria. Ma la maternità spirituale di Maria si estende a tutti gli uomini che egli è venuto a salvare. (cat. 499,502).

Assunzione
L'immacolata Vergine, preservata immune da ogni macchia di colpa originale, finito il corso della sua vita terrena, fu assunta alla celeste gloria col suo corpo e con la sua anima, e dal Signore esaltata come la Regina dell'universo, perché fosse più pienamente conformata al Figlio suo. L'assunzione della Santa Vergine è una singola partecipazione alla Risurrezione del suo Figlio e un'anticipazione della risurrezione degli altri cristiani. Per la sua piena adesione alla volontà del Padre, all'opera redentrice del suo Figlio, ad ogni mozione dello Spirito Santo, la Vergine Maria è il modello della fede e della carità per la Chiesa. (cat. 966, 967).

Il culto della Santa Vergine
"La pietà della Chiesa verso la Santa Vergine è elemento intrinseco del culto cristiano". La Santa Vergine "viene dalla Chiesa giustamente onorata con un culto speciale. In verità dai tempi più antichi la beata Vergine è venerata con titolo di "Madre di Dio", sotto il cui presidio i fedeli, pregandola, si rifugiano in tutti i loro pericoli e le loro necessità. Questo culto trova la sua espressione nelle feste liturgiche dedicate alla Madre di Dio e nella preghiera mariana come il santo Rosario, "compendio di tutto quanto il Vangelo". (Cat. 971).

La Madre di Gesù, come in cielo, glorificata ormai nel corpo e nell'anima, è l'immagine e la primizia della Chiesa che dovrà avere il suo compimento nell'età futura, così sulla terra brilla come un segno di sicura speranza e di consolazione per il popolo di Dio in cammino.

Bellezza e Grazia
La sua bellezza ammirano il sole e la luna, i suoi premi sono di un pregio e di una grandezza infiniti. È meraviglioso l’agire della Madonna con le anime che le appartengono. Con quanto amore e tenerezza le visita, le assiste nella tribolazione, le protegge e le difende dai loro nemici, le soccorre nelle loro necessità, le riempie di amore divino, le adorna e le prepara per la sua unione divina e quante grazie ottiene per loro!

Queste anime possono ripetere con verità le parole del libro della Sapienza: "Tutti i beni vennero a me insieme a lei, e ricchezze senza numero ho ricevuto per suo mezzo. Venerunt autem mihi omnia bona pariter cum illa et innumerabilis honestas per manus illius". Per questo le anime chiamate a vivere in intimità con Dio, come preparazione alle prove che le aspettano nelle notti e nei burroni, nei deserti e nelle gallerie per cui passa il sentiero che va a Lui, debbono cercare di identificarsi con la Vergine.

Impara nella Vergine ad amare la virtù sopra ogni altra cosa ed a fuggire le più lievi imperfezioni. Impara ad amare tutto il bene e acquista energia per praticarlo. Ricevi dalla Vergine meravigliose lezioni di perfezione cristiana, che ti trascinano a conformare la tua vita con la vita di Gesù.

Quando ripetiamo nella preghiera l'espressione formulata dall'angelo, "piena di grazia", alziamo il nostro sguardo verso una donna in cui si è sviluppata la grazia in totale pienezza. Difatti, in Maria, lo Spirito Santo ha spinto all'estremo la sua potenza santificatrice e ha fatto sorgere nella più segreta profondità dell'anima un amore puro e perfetto. Scoprendo in lei questo capolavoro di grazia, possiamo entrare più facilmente nel vasto universo della grazia e partecipare allo sviluppo del più autentico amore.

Per saperne di più visita il Sito Maria Vergine Immacolata Mamma di Dio

Documenti correlati:
 monastero invisibile Aggiungi ai Preferiti     Imposta come Homepage
   Accessi: visite

FIDELIS DEI - Universo cattolico - tutti i diritti riservati