P

U pappˇ
In via B. Buozzi, "sotta 'a torre dell'acquedotto", c'era un locale, trasformato poi in palestra per l'ex Scuola Media, che il popolo, identificando il luogo con il fine a cui era preposto, chiamava "u pappˇ". Era un locale attrezzato a cucina con grossi pentoloni posti su fornelli a legna o a carbone. Prima dell'industrializzazione, quando molti Filottranesi vivevano nell'indigenza e, come si diceva a quel tempo, "jÚ mangÓa sempre diciannove s˛rdi pe fa' 'na lira", tante famiglie erano iscritte nell' "elenco dei poveri" e usufruivano dell'assistenza del Comune che elargiva loro aiuti, fra cui appunto "u pappˇ": un pasto caldo costituito da minestra, minestrone, legumi o maccheroni, distribuito specialmente in inverno. Verso mezzogiorno si incontravano  uomini, donne, ragazzi con pentole fumanti che spargevano per strada il buon profumo del cibo che contenevano. Questi ricordi possono evocare immagini da Terzo Mondo ma, per la gente di allora, quel pasto caldo era una vera manna e "gi su u pappˇ" non era una vergogna, ma una cosa che metteva allegria.

sm. = pane
paccÓ = spaccare
pÓcca
sf. = pacca {metÓ di una cosa {pacca de pˇrcu: mezzo maiale.
paccaˇssi sm. = picchio
paccÓtu
agg. = spaccato
pacchia
sf. = fango sm.
pacchiarŔlla sf. = fanghiglia
pacchýttu
sm. = pacchetto
paccˇ
sm. = spaccone
pÓccu
sm. = pacco {taglio. {Me sˇ fattu un paccu su 'na ma': mi sono tagliato ad una mano.
paciŔnza
sf. = pazienza
padŔlla
sf. = padella
padellata
sf. = padellata {ma-gnÓsse 'na padellata de scrocca-fusi.
paesÓ
sm. = paesano
paÚse
sm. = paese
pagÓ = pagare
pagamÚntu
sm. = pagamento
pagn˛tta
sf. = pagnotta
pÓja
sf. = paglia
pajÓ
sm. = pagliaio {fig. un pajÓ: molto.
pajÓcciu sm. = pagliaccio
pajarýcciu
sm. = pagliericco
pajar˛la
sf. = pagliaio piccolo {'na pajar˛la de fiŔ: un cumulo di fieno.
pajýccio sm. = paglia minuta.
pala sf. = badile {pala.
palata sf. = badilata (es. di terra).
palÓtu sm. = palato
palÓzzu
sm. = palazzo
palÚtta
sf. = paletta
palettÓta
sf. = palettata
palýttu
sm. = paletto
palla
sf. = palla
pallý
sm. = pallino
pallýna
sf. = pallina {biglia.
pallˇ sm. = pallone
pallotta
sf. = palla di neve.

pallottÓta sf. = pallata {fa' a pallottÓte: fare a pallate di neve.
palluncý sm. = palloncino
palomba
sf. = palombo sm. (uc-cello). 
palu
sm. = palo
panÓru
sm. = paniere
panciÓ
= respirare con affanno dopo uno sforzo {essere affannato.
panettˇ
sm. = panettone
pang˛tto
sm. = pancotto. Es.: I munÚlli de 'na ˛ criscýa a pang˛tto: I bambini di una volta crescevano a pancotto.
pannŔlla sf. = pannello {pezzo di stoffa che copriva il davanti della sottana.
pann¨cciu sm. = pannolino {adŔ se d˛pra i pampers.
pantÓ sm. = pantano
paˇ
sm. = pavone
papa
sm. = papa {fig. sta' comme un papa: star bene.
papÓola sf. = papavero sm. Es.: I campi de grÓ era rusci de papÓole: .... erano rossi di papaveri.
pÓpera sf. = papera
pappagÓllu
sm. = pappagallo
pappˇ
sm. = pappone (pasto gratuito che una volta il Comune dava ai poveri) {lÓ u pappˇ: in Via Buozzi.
papp¨ccia sf. = pantofola. Es.: Au mercatu ho comprato un paru de pappucce: .... un paio di pantofole.
parÓ = parare {parÓ Ú pŔ: guidare, pascolare le pecore {Chi te para: Chi te lo impedisce.
parafÓngu
sm. = parafango
paras˛le
sm. = parasole
parcu
sm. = palco
parÚ = parere
{sembrare.
pari
agg. = pari {Modo di dire: gi' a piŔdi pari: .... essere invitato a

pranzo.
parýja sf. = pariglia
parlÓ = parlare
parma
sf. = palma
parmisciÓna
sf. = parmigiana
parmisciÓno
sm. = parmigiano
parmu
sm. = palmo {rmanÚ cˇ un parmu de nasu: restare con un pal-mo di naso.
parnÓnza sf. = grembiule sm. {che copre il davanti della sottana.
parnanzˇ sm. = grembiule {da picculi giÓmmo a sc˛la cˇ u par-nanzˇ a scacchitti.
par˛cchia
sf. = parrocchia
parˇcchiÓ
sm. = parrocchiano
parpitazziˇ
sf. = palpitazione
parrucchiŔra
sf. = parrucchiera
pÓrrucu
sm. = parroco
partý = partire
partu
sm. = parto
parturý = partorire

pascŔlla
sf. = pagella
pÓscina
sf. = pagina
pasciˇ
sf. = passione
passÓ = passare
{fig. essere pro-mosso.
passaggiu sm. = passaggio
passamÓ
sm. = passamano
passatÚllu
sm. = passatello {usato al plurale per definire un tipo di pasta: i passatelli.
passatÚmpu
sm. = passatempo
passeggiÓ = passeggiare
passý
sm. = colino
passirýttu
sm. = uccellino
pÓssiru
sm. = passero
pÓssiru
sm. = uccello
passu
sm. = passo
pastýcciu
sm. = pasticcio
pastýna
sf. = pasticca
pastu
sm. = pasto
patÓta
sf. = tubero sm.
patý = patire
{pr. patýscio, patýsci, patýsce, patiscÚmmo, patiscÚte,

Home page

Torna a Tabella

Prosegue

Copertina | Regole | Indice | Pagina dei Visitatori