Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 

I miei Lucherini Testa Nera

Molti allevatori di SPINUS sudamericani consigliano ai neofiti il LUCHERINO TESTA NERA (spinus magellanicus) come primo passo verso la conoscenza di questo affascinante genere di uccelli , e il perchè può essere condensato in quattro punti :

1)  Basso costo di acquisto , sia per soggetti nati in cattività  sia per quelli di cattura (bisogna dire che il Magellanicus resta uno dei pochi spinus ancora importato dal paese di origine)                                                                                  

2) Conduzione giornaliera in allevamento che poco si discosta da quella dei canarini

3) Buone possibilità di riproduzione in purezza e ibridazione

4) Salute di ferro e notevole longevità.

Nel Luglio 1982 , al termine del servizio militare , ero alla ricerca di qualche uccelletto da immettere nel mio deficitario allevamento ; Il periodo non era certo il migliore per acquistare futuri riproduttori , ma durante la visita ad un ' uccelleria del varesotto restai affascinato da un gruppo di Lucherini testa nera di fresca importazione e veramente belli , era una razza , per me , ancora sconosciuta , e ne acquistai una coppia . I due soggetti erano già adulti , probabilmente dell ' anno prima , e forse il maschio era ancora più vecchio , considerato che il cappuccio della testa era molto esteso e di un nero brillante e omogeneo , cosa non comune in un novello che presenta solitamente sul capo alcune piume grigio verdastre ; La femmina aveva un mantello grigiastro che con gli anni si è arricchito di una colorazione di fondo giallastra . Le caratteristiche che più colpivano nel guardare questa coppia , erano la vigoria fisica , la domesticità e sopratutto la taglia notevole . Li alloggiai in una gabbia di circa un metro cubo , fornendo loro : misto per canarini , pastone all ' uovo , mela , verdure di stagione e molte erbe prative assai gradite ; Le più ricercate erano il  Centocchio  e  Dente di Leone in Marzo - aprile , Borsa di Pastore e Senecione in Maggio - Giugno , Barba di Becco Sonco , Persicaria e Lactuga Virosa  nel periodo di Luglio - Agosto e ancora , Dente di Leone e Sonco nel mese di Settembre . Nel Giugno 1983 la coppia intraprese la costruzione del nido imbottendo con perizia un portanido interno . Alla fine del lavoro , nella coppa mirabilmente rifinita vennero deposte 3 uova bianche  da cui nacquero 2 piccoli che vennero allevati dalla sola madre fino all ' uscita dal nido , solo da quel momento il maschio si unì alla consorte per portare i piccoli sino allo svezzamento . Fin dai primi giorni l ' alimento base era costituito da pastone all ' uovo , in cui la femmina ricercava con cura i pezzi di tuorlo lessato ; Completavano la dieta i già citati semi di piante spontanee , il misto per canarini e anche la tarma della farina ; A muta completata i due novelli si rivelarono maschi . Anche nelle successive stagioni la coppia affiatatissima continuò a dimostrare eccellenti doti di allevatrice , portando all ' indipendenza ogni anno due nidiate . I due passarono indenni anche momenti delicati , come l ' anno in cui il mio allevamento fu devastato da una forma di coccidiosi  come quando , in altra occasione molti miei nidiacei morirono a causa della stafilococcosi , e fra gli altri 4 pullus di testa nera . Anche questi pericoli furono superati dalla coppia che dimostrò sempre quella salute di ferro di cui parlavo all ' inizio . Ma tutte le belle storie hanno una fine  e , anche se la coppia fece di tutto per rimandare il più possibile l ' addio alla vita terrena , il maschio morì nel Dicembre 1991 , lasciando l 'afflitta vedova che lo seguì nel Febbraio 1993 . Nella stagione cove 1992 l ' incredibile femmina , accoppiata ad un altro maschio depose ancora due uova senza guscio , e visto che covava assiduamente , e conoscendo le sue doti di allevatrice , le affidai due piccoli di Cardinalino del Venezuela che portò all'indipendenza . Complessivamente questa femmina di Lucherino T. N. ha riprodotto per ben 10 anni , un fatto che ha quasi dell ' incredibile . Anche altre coppie di questa razza mi hanno dato ottimi risultati .

                                            Testo ed esperienza

                            Massimo Lanzi        R . N . A .     293p       

 

                           Per contatti     e-mail      apon1@libero.it

 

<MENU>