Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 
StatAnim4.gif (6484 byte)

statrasp.gif (7356 byte)

stat1gif.gif (10796 byte)

bandier3.gif (2356 byte)

Statte: Don Tommaso lascia Statte dopo 47 anni


Chiesa Madonna del Rosario


 



In questa pagina
Don Tommaso Rota lascia la Parrocchia del Santo Rosario dopo 47 anni
Don Pompilio Pati nuovo Parroco della Chiesa Madre
 

Statte deve molto al nostro amato Don Tommaso
che dal 1959 al Settembre 2006 è stato il parroco della Chiesa Madonna del Rosario. Per 47 anni ha rappresentato un punto di riferimento per Statte.  E' stato in prima linea nelle battaglie civili per il riscatto della nostra comunità; nei  locali della parrocchia sono nati i primi "comitati civici" per rivendicare, per la nostra cittadina, i più elementari servizi (acqua, fogna e strade) e dal momento che queste azioni non avevano prodotto i risultati sperati , il nostro parroco è stato in prima linea anche nella "madre di tutte le battaglie", ovvero la lotta per l'Autonomia Comunale.

Queste righe vengono mantenute sobrie come è nello stile di don Tommaso, il quale preferisce i fatti alle parole. Per un profilo, ugualmente sobrio ma dettagliato, dell'amato parroco, si rimanda all'ottimo lavoro del prof. De Marco: Servire nella carità scritto nel 1999 in occasione dei 40 anni di don Tommaso a Statte. Qui riportiamo alcune testimonianze.

Cominciamo con i saluti  a don Tommaso pubblicate sul bollettino parrocchiale del Sacro Cuore.

Siamo abituati a dire che "ogni cosa ha il suo inizio e la sua fine". Potremmo commentare solo così il fatto che don Tommaso lascerà Statte e la comunità parrocchiale della Madonna del Santo Rosario per raggiunti limiti di età.

Ma tra l'inizio e la fine ci sono ben quarantasette anni di ministero pastorale tutto dedicato alla maggior gloria di Dio e per la salvezza delle anime. E, così tanti anni, non passano senza aver lasciato una traccia consistente nella vita di una comunità ecclesiale.

L'eredità che don Tommaso lascia alla comunità stattese è la nostra stessa fede: se tanti di noi oggi credono e sono impegnati in un cammino di fede e nella partecipazione attiva alla comunità ecclesiale, è senz'altro grazie a lui, alla sua fedeltà, alla sua perseveranza, al suo entusiasmo, al suo zelo, ai suoi sacrifici, alle sue preghiere e al suo esempio di pastore buono, innamorato di Gesù e del gregge a lui affidato da Gesù stesso.

Tutti quanti da lui abbiamo ricevuto tanto bene, perché ci ha assicurato ogni giorno, per quarantasette anni, la presenza di Gesù in mezzo a noi, attraverso la celebrazione dei Sacramenti, l'annuncio della Parola e la carità.

Allora grazie, don Tommaso, per tutto quello che hai fatto per la comunità religiosa e civile di Statte. Grazie, perché nel tuo biglietto di saluto alla comunità hai assicurato la tua preghiera per noi.

Anche se sarai fisicamente lontano da noi, (ma si auspica che i parrocchiani "di una vita" facciano sentire anche la loro presenza fisica, n.d.r.)  sappiamo che ci terrai sempre nel tuo cuore e nelle tue preghiere e continuerai a volerci bene.

Noi pregheremo per te, perché, come tu stesso hai scritto5 possa prepararti all'incontro con Gesù, (il più lontano possibile n.d.r) e siamo sicuri che anche in questo ci sarai di esempio.

La comunità parrocchiale del Sacro Cuore.
 

Don Tommaso Rota (un profilo di Don Tommaso a cura di Dolores Palantoni)

Per ringraziare e salutare Don Tommaso Rota, parroco della chiesa della Madonna del Rosario, dal 1959, la parrocchia ha organizzato tre momenti diversi di incontro con la comunità.

Don Tommaso Rota, cittadino onorario di Statte e fondamentale riferimento spirituale per l’intera comunità ha guidato per tutti questi anni la chiesa madre, dedicata alla Madonna del Santissimo Rosario, rafforzando  in tutti i cattolici la devozione verso la Santa Patrona.

I suoi parrocchiani hanno voluto che tutta la comunità  partecipasse a questo saluto, che ha assunto toni di commozione in quanto Don Tommaso ha rappresentato la Chiesa di Statte facendo crescere nel tempo la preghiera. Ed è proprio sulla preghiera che ha improntato questo suo lungo mandato. Venerdì 8 settembre, alle ore 20.00 in chiesa,  sono stati i bambini a porgere il saluto a don Tommaso, guidati dai loro educatori e dei catechisti con uno spettacolo dal titolo “ Non ci ardeva forse il cuore nel petto mentre conversava con noi lungo il cammino, quando ci spiegava le scritture? “ ( Lc.24, 13 -15).

Sabato 9 settembre, alle ore 20.00, sempre in chiesa, c'è statoi  il concerto del coro parrocchiale “Lorenzo Perosi” diretto da  Mimma Castello.

Di seguito è intervenuto il  del prof. Vittorio de Marco, storico e ricercatore, profondo conoscitore delle vicende religiose di Statte,  che si è soffermato sugli anni di operato del sacerdote. Il  sindaco, Angelo Miccoli, nell’ambito dell’incontro, ha salutato don Tommaso Rota.

Domenica 10 settembre alle ore 19.00  la Santa Messa è stata concelebrata, sul sagrato della chiesa Madonna del Rosario, da Don Tommaso Rota, don Giovanni Agrusta, parroco della chiesa del Sacro Cuore di Statte e Padre Roberto Parrozzani, parroco della chiesa di San Girolamo Emiliani di Statte.

Dolores Palantoni


Ecco il saluto comparso sul bollettino Parrocchiale del Santo Rosario

Il nuovo parroco Don Pompilio Pati
Don Pompilio Pati, nuovo parroco di Statte ha una grande esperienza pastorale e missionaria.

Collabora da diversi anni con l'Arcivescovo Benigno Papa in diverse iniziative di grande impatto religioso e sociale.

Nel 1998 la Missione di Lucerna (Svizzera) entra nel Gemellaggio, sottoscritto nel 1991 tra le Diocesi di Basilea e di Taranto, a partire dal quale si decide che il Vescovo di Taranto garantirà la presenza di un suo sacerdote come Missionario a Lucerna.


Questo Missionario è Don Pompilio Papa. Dal 1998  segue pastoralmente anche la Missione di Hochdorf. 

Tra i tanti compiti affidati a Don Pompilio vi è anche quello di rettore della Chiesa Maris Stella a Montedarena, particolarmente attiva nei mesi estivi. Ora l'Arcivescovo ha assegnato la nostra Chiesa Madre a questo dinamico sacerdote. La cittadinanza di Statte è lieta di dargli il benvenuto e gli augura ogni bene.





 
Pillole di ..(quasi) saggezza:
La chiesa è l'unico luogo in cui, se qualcuno mi parla, io non sono obbligato a rispondere.(Charles De Gaulle).
Troppo caldo per andare in chiesa? E per andare all'inferno? (Anonimo).
La gente non viene in chiesa per la predica, naturalmente, ma per sognare ad occhi aperti Dio.
(Kurt Jr Vonnegut)

Pagina
Aggiornata
21-09-2006
.