Torna alla Home
 
Il metodo Schumann.
Il criminologo.
Qualcosa di misterioso.
Il caso Giering.
Il Catalogo.

A dare man forte al commissario Schumann c'è il giovane Henry Weber, interpretato da Frank Giering.

Attore, ma soprattutto uomo dalla personalità complessa e difficile, Giering, orginario del Magdeburgo, diceva di sé: «Credo di nutrire poco amor proprio. Fatico ad immaginare perché io possa piacere». Da giovane ha abbandonato la scuola di recitazione di Potsdam ancor prima di avere il diploma, della sua vita sentimentale raccontava come fosse un disastro: «Sono troppo timido per affrontare le donne. Pensavo che fare l'attore ed essere famoso mi avrebbe permesso di conoscerne molte ma non è stato così».

«Probabilmente mi hanno ibernato nel 1956 e mi hanno scongelato nel 1971. Sono un tipo all'antica, non ho una vita pubblica su internet, saprei accendere un computer portatile solamente per averlo visto fare in tv. Twitter, BlackBerry, iPhone sono tutte cose che mi sono estranee. Non ho neppure la patente. Devo essere un fossile o un reperto della ex DDR!»

Frank Giering è morto improvvisamente, il 23 Giugno 2010, all'età di 38 anni nella sua casa di Berlino.

Quasi come in uno dei gialli che aveva interpretato, ci sono voluti diversi mesi per stabilire con certezza la causa del decesso. Le dichiarazioni rilasciate dal suo agente parlavano di insufficienza cardiaca mentre i primi rilievi autoptici avevano lasciato supporre che si fosse trattato di un'intossicazione da alcool. Lo stesso Giering pare non avesse fatto mistero dei suoi problemi che lo portavano a bere anche tre bottiglie di vodka al giorno. Solamente la tenacia del padre, che ha insistito per un esame più accurato, ha permesso di stabilire che il giovane attore ha perso la vita in seguito ad una colica biliare acuta. Di lui il collega Michael Seewald ha detto: «Era un uomo che lottava con la vita e che dubitava delle sue capacità professionali che erano indubbiamente grandi».

 

Christian Berkel e Frank Giering
(Foto ZDF/Claudius Pflug)
Max Winter, l'erede.

L'improvvisa scomparsa di Frank Giering ha reso necessario un primo avvicendamento nel cast della serie. Dal Marzo 2011 accanto al commissario Schumann si trova, così, Janek Rieke nei panni del giovane commissario Max Winter.

Janek Rieke è un attore che si è imposto per il suo talento estremamente versatile: oltre a recitare, infatti, lavora anche come scrittore e regista. Tra le sceneggiature che ha scritto, e che ama mettere in scena personalmente, sogna di realizzarne una con protagonista un vampiro ma in chiave di commedia.

 

Janek Rieke e Christian Berkel (Foto ZDF/Julia von Vietinghoff).