Torna alla Home
 
Un format originale.
Biografia di un investigatore.
Professione detective.
L'avvocato Renz.
Un uomo venuto dall'Hessen.
L'erede.
Una storia breve.
Il Procuratore di Stato.
La nuova leva.

Günter Strack fu scelto per il ruolo di protagonista della serie «Ein Fall für zwei» per due buoni motivi. Innanzitutto era un ottimo attore teatrale e poi era originario dell'Hessen, proprio come l'autore Willschrei voleva che fosse l'avvocato Renz.

Strack è nato il 4 Giugno del 1929 ed è morto il 18 Gennaio 1999 dopo un periodo di malattia.

La sua carriera aveva avuto inizio nel 1949 ad Oberhausen. Il suo primo ruolo lo aveva avuto in «Kabale und Liebe» di Schiller e da allora si era dedicato sempre più intensamente alla televisione ed al teatro.

Günter Strack ha abbandonato la serie nel 1988. Il motivo principale era il suo desiderio di interpretare un ruolo nuovo. Era arrivato a vestire i panni dell'avvocato Renz,dopo avere interpretato lo zio Ludwig in «La famiglia Drombusch» («Diese Drombuschs»). La nuova offerta arrivava dalla Objekt Film che stava progettando una nuova serie televisiva. Gli proposero di essere protagonista con il ruolo del parroco Adam Kempfert. Al suo fianco ci sarebbe stata Liselotte Pulver. Il titolo era «Mit Leib und Seele» che in Italia abbiamo visto come «Al di qua del Paradiso». L'autore delle storie era Michael Baier, colui che dodici anni più tardi avrebbe creato il successo di «Um Himmels willen» («Un ciclone in convento») con Fritz Wepper e Jutta Speidel.

Tra le sue ultime apparizioni in tv due ruoli: il primo in «Der Schattenmann» e un altro, come protagonista, in una serie studiata apposta per lui e realizzata da SAT.1 dal titolo «Der König». In quest'ultimo successo Günter Strack interpretava Hannes König, un commissario in azione tra Bamberg, Norimberga, Iphofen e Francoforte.

 

Günter Strack. (Foto ZDF)
Passaggio di consegne.

Il passaggio di consegne tra l'avvocato Renz e l'avvocato Franck avviene con l'episodio "Cesars Beute", in italiano "un difenzore per l'avvocato Renz".

In questa storia, scritta dal creatore del format Karl-Heinz Wilscheri, Renz viene sospettato di essere complice della banda di cui Walter Schröder, detto Caesar, è il capo. Renz chiama in sua difesa il giovane avvocato Franck che con Matula svela la trama ordita ai danni del legale. Alla fine della storia Renz decide di partire per la Toscana, lasciando lo studio a Franck con la promessa di continuare la collaborazione con il fido Matula.

Una curiosità legata a questa puntata: il ruolo di Caesar fu affidato a Bernd Fischerauer che oltre ad essere attore era anche un regista. Proprio per la serie «Un caso per due» aveva diretto, tra l'altro, la storia in due parti "Una tragica eredità".

Günter Strack e Bernd Fischerauer (Screenshot ZDF)