Logo del sito i2viu

POVERA ITALIA
© by Vittorio Crapella - i2viu

Non chiudete la pagina senza averla fatta scorrere fino in fondo, provate a leggere qualcosa...
o andate a leggere i
miei pensieri, parole e link


06-02-2011      
Non riesco ad essere ottimista come pare lo siano altri al potere.
Per i giovani è dura e mi dispiace anche sapere che i miei figli non possono essere fortunati come lo siamo stati noi...
 
 Ed ora in più ci siamo dotati di tutto, automobili, telefonini,  Tv a pagamento e di tanti confort che costano mantenerli e rinunciare è davvero faticoso.

Ci hanno fatto credere che il comunismo era il male peggiore e che il capitalismo era la cosa stupenda e prendevano come esempio l'America, ecco ora sappiamo dove ci ha portati.

Come pure andare in Europa era un salvataggio così si sarebbe risolto ogni cosa.
Intanto per andare in Europa hanno svenduto l'Italia, hanno fatto abbattere le mucche per produrre meno latte, hanno sotterrato arance e pomodori (ora non li raccolgono nemmeno più),
il granaio d'Italia in Sicilia lasciato incolto, pure le barbabietole da zucchero erano troppe.

Avevamo le migliori acciaierie dopo la Polonia le hanno chiuse per l'Europa.
Una Italia circondata dai mari, il centro del mondo per la sua storia, per i suoi musei; senza dargli mai la giusta importanza è diventata il meridione dell'Europa e considerata poco o nulla ed ora c'è chi ci incita all'ottimismo, va tutto bene, siamo fuori dalla crisi.

Incentivi a consumare e continuare a rottamare auto funzionanti per creare lavoro... senza pensare che quando tutti hanno auto nuova, lavatrice e lavastoviglie nuova, frigorifero nuovo, cucina a gas nuova non puoi pretendere che l'anno dopo ricomprino tutto ancora.

Altra cosa che si sentiva spesso:
"noi abbiamo bisogno di extracomunitari per i lavori che i nostri non vogliono più fare".

Ecco un'altra cosa profondamente errata; noi avevamo bisogno che tutti i giovani che non volevano più studiare dopo le scuole medie potessero andare a fare apprendistato e imparare un mestiere, e dare giusta importanza anche ai lavori chiamati umili, a volte dovrebbero essere questi rivalutati più di altri dove si indossa giacca e cravatta.

Più sono umili e faticosi meno sono retribuiti, se ci fai caso l'operaio che lavora 8 / 10 ore al giorno magari sotto il sole cocente dell'estate e il freddo cane dell'inverno è mal pagato rispetto all'impiegato di banca.

Ma ti pare onesto ad esempio che un presentatore di TV o cantante o peggio giocatore di calcio debbano essere strapagati dove le responsabilità sono minime mentre un chirurgo con tutte le responsabilità che si addossa prende 20 o 30 volte meno per non dire 50 volte meno.

Parlamentari super pagati che piangono miseria e quando li vedi in parlamento sono peggio del ragazzi che vanno a scuola, giocano o usano il telefonino e se la ridono intanto che un'altro parla ed esprime le proprie idee per non parlare poi delle ruberie varie che commettono.

Ricordo parlamentari, ancora quando si parlava di lire, che prendevano di pensione al giorno poco meno di quello che un operaio prendeva al mese; in altri tempi il popolo avrebbe fatto la rivoluzione.

Non conoscevo ancora questo SANGUISUGHE

Cosa avranno mai fatto di così eclatante per meritarsi tanto, la pensione non dovrebbe essere più fonte di arricchimento anche perché pensioni cosi sono indice di stipendi  percepiti già stratosferici che hanno sicuramente arricchito a sufficienza.

Parole famose:
"..siamo stati eletti dal popolo.."
".. per il bene del popolo.. "
"..lo chiede l'Europa.."
"..per essere competitivi.."

Su questa ultima frase mi viene da pensare:
ammesso che tutti arrivino ad essere competitivi, rispetto a chi lo sono?
Se tutti gli sforzi mirano a quello, che significa ?  che qualcuno lo deve per forza prendere in quel posto ?

Nel fare quali cose dobbiamo essere competitivi?
forse nel sotterrare pomodori, arance, non coltivando barbabietole da zucchero, abbattendo mucche, chiudendo le fabbriche per delocalizzare, demolendo lo stato sociale, dando incentivi per cambiare l’auto presa da poco o ….

Che brutta società che ci siamo costruiti e che brutta gente abbiamo che si fregia, in modo spudorato, di essere eletti dal popolo.

La mia paura è che salti tutto il sistema, Italia, Europa e addio prodotti.
La fine prevista nel 2012 che sia proprio l'annientamento del sistema capitalistico per tornare umilmente ai prodotti della terra

So che non sarà vero né la soluzione ma viene da pensarlo.

Dopo un anno da quando scrissi questi pensieri vedo che altri si sono convinti al punto da praticarli

Ecco queste sono le cose che mi vengono di getto ma si potrebbe scrivere un librone per raccogliere tutto quello che fa davvero pensare male.

E speriamo in bene, che non peggiori ancora e che si raddrizzi un po' questo mondo balordo.

Quanto sopra l'ho scritto prima del "Ruby gate" ora mi è più comprensibile l'ottimismo di certuni;
chi non lo sarebbe se il mondo girasse intorno a feste, orge e valanghe di denaro.

Prima o poi bisognerà spiegarlo anche agli operai in cassa integrazione e a chi non trova lavoro...

Non vorrei mai che la Tunisia, l'Egitto e dintorni si replicasse anche in Italia, le premesse ci sono tutte.


 MANOVRA FINANZIARIA Luglio 2011

I nostri onorevoli legislatori non sono mai capaci di usare la matematica ad esempio anche nell'ultima manovra avrebbero potuto usare un qualcosa di più equo.

Io in 10 minuti ho buttato li 2 formulette con excel che sarebbe già a mio parere molto più equo di quanto hanno fatto loro.

http://www.webalice.it/crapellavittorio/EQUAMENTE.xls

Probabilmente si può fare anche di meglio ma già così provate a digitare il vostro stipendio e magari con qualche sacrificio sareste anche disposti ad accettare sapendo che la cosa diventa equa.
Provate poi a digitare una misera pensione sociale o un super stipendio.

Quando ho scritto quelle due formulette con excel non avrei mai pensato che fosse un problema rinunciare al 5% sull'eccedenza di un 90 mila euro l'anno di retribuzione, come invece risulta dai discorsi pure di quelli di sinistra, e tanto meno avrei pensato che una simile retribuzione fosse ritenuta del ceto medio
... ma allora mi devo convincere di essere veramente un poveraccio visto quanto prendo di pensione ..
e pensare che ero disposto pure a dare il mio contributo per cercare di risolvere la questione Italia...
a questo punto mi sa che non vogliono proprio risolvere nulla ..

Prima sembrava volessero raddoppiare l'aliquota se i calciatori si fossero lamentati minacciando di scioperare, ora si sono calati i pantaloni e non toccano più nemmeno quelli del "ceto medio"...

Io avrei un'altra soluzione per i calciatori e tutti gli strapagati...


Vorrei dire la mia in merito alle speculazioni della BORSA..

Le azioni cioè la Borsa sale scende in base alle chiacchiere del primo "esperto" che sproloquia ..

io sapevo e credevo e spererei che le azioni salissero o scendessero in base all'andamento e ai reali utili certificati nei bilanci dell'azienda a cui l'azione è legata ..

Ma perché non si interviene con norme adeguate ai fini di evitare agli speculatori capitalisti, che solo per il fatto di avere qualche abilità nel comprare e vendere supportati da mezzi informatici super capaci nei calcoli e nelle transazioni al momento giusto, di fare soldi a scapito dei piccoli investitori ?

Investire in borsa dovrebbe significare credere in una certa società S.p.a. che a fine anno può dare o meno degli utili e il valore delle azioni non dovrebbe poter subire variazioni sganciate dal reale e veritiero andamento della S.p.a.

Vendere e comprare più volte nello stesso mese o peggio nello stesso giorno, (ma che dico giorno, forse minuti) lo stesso titolo non dovrebbe essere possibile per nessuno.

Pur sapendo che non sarà mai attuato personalmente auspicherei che le trattazioni delle azioni potessero avvenire soltanto per un ristretto periodo dopo il bilancio di fine anno, dove ognuno può decidere se continuare a credere in quell'azienda o se vendere.

In questo modo credo che le sparate e le chiacchiere dei vari "espertoni" che ricoprono cariche istituzionali, non potrebbero influire su un bilancio di una azienda s.p.a.

Non mi si dica che così facendo si bloccherebbe tutto; si bloccherebbe uno
pseudo lavoro basato sul trovare il modo come "rubare" i soldi ai piccoli risparmiatori semplicemente movimentando titoli spesso senza nemmeno avere il corrispettivo per l'acquisto.

Pare proprio che il termine GIOCARE in borse sia più che appropriato altro che lavoro.


TAGLI  AGLI  STIPENDI  DEI  PARLAMENTARI   (01-02-2012)

Un vero bluff.

Non hanno tagliato gli stipendi e continuano a percepire quello che hanno sempre percepito, hanno solo rinunciato agli aumenti di 1300 Euro lordi mensili bloccandoli in un fondo perché se qualcuno farà ricorso sono li pronti per essere ridistribuisti..
Questo fa già pensare male.. sicuramente il ricorso ci sarà e l'avranno pure vinta...

Ma non è solo questo che fa davvero incavolare .. ho visto i milioni di euro dati ai vari partiti, non ci sono parole per descrivere quanto è scandaloso e vergognoso..

Ospedali senza letti per i degenti, gente che soffre in tutti i sensi e partiti che hanno le casse piene di milioni di Euro che non sanno dove metterli, ne hanno da investire perfino in Tanzania (vedi Lega)... robe da pazzi e hanno pure il coraggio di dire che è tutto legale..

Poi vengono a parlare di flessibilità del mondo del lavoro e che il posto fisso alla fine è pure noioso; ne sono talmente convinti che quando approdano al parlamento non li schiodi più e li restano e li ritrovi fino a che morte non li separa.. altro che flessibilità.

Vergogna all'ennesima potenza ..


Ma male per male fuori dall'Europa, azzeriamo tutti i debiti e ripartiamo da 0, ripartiamo con il reale valore di quello che si dispone come riserve auree ..
chi ha poco o nulla peggio di così non starà, chi hai capitali che si ridurranno o andranno a 0 forse cominceranno ad avere problemi ma almeno si riparte con un po' di equità ...

Rimboccandoci le maniche, produrre quello che sappiamo produrre senza limitazioni e vincoli europei, certo servirebbero sacrifici e rinunce questa volta davvero per tutti e non solo per alcuni come adesso... 
Rischio Calcolato

05 Aprile 2012  dopo quello emerso in questi giorni (vedi rimborsi ai partiti Lega), non ho più parole per esprimere il disprezzo verso questa politica .. ma cosa deve ancora accadere per avere un'inversione di marcia? forse che qualcuno investa nell'industria dei "forconi e tridenti" per il rilancio dell'occupazione e della crescita ?

15 Aprile 2012 PD, PDL ecc. non mollano i soldi dei rimborsi li vogliono tutti, hanno ancora capito che la corda si sta rompendo e siamo ad un passo della rivolta popolare, ma davvero vogliono questo ?

30 giugno 2012 Strano paese il nostro.. davvero strano, ti comprano o ristrutturano casa o ti pagano l'affitto a tua insaputa, ti spendono o investono all'estero decine di milioni di euro di soldi che ti appartengono e non ne sai nulla, credi alle parole della prima marocchina di turno che si dichiara nipote di Mubarak ed è talmente verosimile che se ne convince l'intero parlamento, obblighi chi lavora ad andare in pensione a 67 anni per il bene dei giovani che sono senza lavoro, chi mette mano alla riforma delle pensioni è colui che già in pensione prende al giorno quello che un operaio non prende in un mese di lavoro, lo stesso modifica lo statuto dei lavoratori per poter licenziare giustificando la creazione di nuovi posti di lavoro, non fa in tempo ad affermare una cosa oggi che domani nega di averlo detto, il tutto con sufficienza e indifferenza di chi pensa di essere il padrone del paradiso.

Con la lira i parlamentari prendevano 20.000.000 di lire al mese ora 20.000 euro mente un operaio che prendeva 2.000.000 ora prende 1000 euro .. peccato che l'operaio non può fare una riunione in fabbrica e decidere di raddoppiarsi lo stipendio, c'è invece chi lo può fare...

Queste anomalie italiane si possono cambiare, so che molti sono schifati dalla politica e vogliono stare lontani ma sarebbe opportuno che in questi momenti difficili tutti prendessero coscienza di quello che avviene in Parlamento e un modo per il cambiamento è quello di andare a votare alle prossime elezioni e scegliere alternative nuove.

Non è non andando a votare che ci possiamo aspettare soluzioni ai nostri problemi ma è recarsi alle urne con idee chiare e questa volta votare non i soliti che in questi decenni hanno portato l'Italia allo sfascio; sarà l'ultima spiaggia, se vengono rieletti i soliti è finita, addio Italia.

luglio 2012 A proposito di finanziamenti dell'editoria:

http://www.techeconomy.it/2012/07/12/editoria-la-riforma-dei-finanziamenti-e-legge

Ma se la giustificazione di questi finanziamenti all'editoria è per una pluralità di informazione allora mi chiedo perché non ne dovrebbe usufruire anche Beppe Grillo o M5S, mi pare ci tenga bene informati aumentando di un bel po' la pluralità delle informazioni...
Se avessero sostenuto anche le imprese per una pluralità del lavoro forse molte non avrebbero chiuso o delocalizzato... fare impresa con il finanziamento dello stato è sicuramente più facile .

A nessuno verrebbe in mente che la carta stampata come informazione potrebbe essere dismessa perché appartiene ormai al millennio scorso, oggi i mezzi di comunicazione e di informazione sono bene altri.


08-09-2012
Le macchinette mangia soldi dovevano stare ad almeno 500 metri dalle scuole ma si sono accorti che era troppo, adesso ne bastano 200 ... ora siamo tranquilli, i giovani sono salvi, ma si poteva anche decidere di installare direttamente nelle scuole a fianco delle macchinette delle bibite e delle brioche così anche la scuola poteva diventare meno monotona per gli alunni che avrebbero potuto unire l'utile al dilettevole...
http://www.marsalaviva.it/macchinette-gioco-dei-bar-una-dipendenza-sfascia-famiglie

E pensare che giocare alla "morra" è ancora un gioco  vietato! http://it.wikipedia.org/wiki/Morra#Gioco_d.27azzardo_e_divieti 

Quando si tratta di soldi per interessi di società private a partecipazione statale diventa tutto lecito, ognuno e libero di "giocare il giusto" e rovinare il patrimonio di famiglie intere.. quello non è più d'azzardo.

Bravi i nostri governanti esperti presenti e passati, questi si che sono provvedimenti indispensabili per la salute e il benessere dei cittadine e per una rapida ripresa e crescita; noi ne avevamo davvero bisogno.
Complimenti, mi ricorderò alle prossime elezioni e come me spero lo facciano tanti altri elettori, VOTA IL GIUSTO.

Uno stato che legifera per portare le estrazioni del lotto da 1 a 3 volte la settimana e poi come se non bastasse introduce un altra specie di lotto Win for Life con estrazioni ogni 5 minuti, che legalizza inoltre una distribuzione capillare di macchine mangia soldi palesemente studiate per spellare le vittime che ci cascano, non è certo uno stato che rappresenta il bene dei cittadini.

Se poi ritorna su questi problemi con nuove norme palliative come definire la distanza tra le macchinette e le scuole mascherandole nel nome della salute, è un sintomo che siamo in mano non ad esperti ma a degli incapaci, che hanno come unica mira depredare il popolo per avere introiti certi per garantirsi lauti stipendi, pensioni, finanziamenti per i partiti e per le attività degli amici.. http://albertocane.blogspot.it/2012/09/le-slot-machine-e-il-governo.html

05-12-2012
Ebbene non solo non hanno fatto nulla per eliminare le macchinette mangia soldi ma è notizia di oggi che hanno legalizzato altri mille giochi.

Evviva l'Italia che gioca .. se non si lavora si deve pure trovare come passare il tempo.


12-09-2012
La TAV nasce per la mania di andare sempre di fretta e sempre più veloci.

Abbiamo avuto l'accelerazione della storia: tutto è cambiato molto velocemente.
Negli ultimi due secoli l'umanità ha cambiato più velocemente che non in tutti i precedenti millenni, e che nei decenni succedutisi dal 1950 l'umanità ha cambiato più velocemente che non nei due ultimi secoli. Nel passato avevano il ritmo dei secoli, oggigiorno si misurano con il ritmo dei piani quinquennali/triennali.

Per l'attuale accelerazione della storia, nella nostra epoca in cinque/dieci anni si sperimenta e si vive ciò che prima capitava normalmente in un secolo.
Cosicché, se per realizzare la società industriale sono occorsi 150/200 anni, per la società dell'informatica sono bastati 15/20.

Era prevedibile che non si sarebbe potuto continuare con una simile accelerazione, perfino il clock dei PC si è stabilizzato e non cresce più con i ritmi di prima.

Per continuare l'accelerazione hanno perfino inventato gli incentivi a consumare e continuare a rottamare auto funzionanti per creare lavoro senza pensare che quando tutti hanno auto nuova, lavatrice e lavastoviglie nuova, frigorifero nuovo, TV e cucina a gas nuova non puoi pretendere che l'anno dopo ricomprino tutto ancora.
Non hanno capito che questo era solo un modo per traslare nel tempo il problema che si sarebbe poi ripresentato come è successo.  

Reputo che bisogna ripensare il mondo intero e che il capitalismo sfrenato ed esasperato non porta da nessuna parte.

E pensare che già 40 anni fa c'era chi aveva colto nel segno
Elezioni anticipate in Italia e crisi della società dei consumi


Nella costituzione c'è scritto che siamo contro la guerra e allora basta dire che I militari vanno ad esportare DEMOCRAZIA poi se anche muoiono in tanti non era una guerra ma una questione umanitaria; già umanitaria perché in effetti la morte di uomini donne e bambini riguarda proprio l'umanità.

Un refrendum aveva detto no finanziamenti ai partiti e allora si cambia nome e di dice rimborso elettorale; già perché questi poveri partiti devono vendersi come "..questo lava più bianco del bianco.." e farsi pubblicità e quella costa.

Continuando nell'esportazione di democrazia c'è ne siamo privati al punto che pare scarseggi anche qui tra noi.
Perseverando con i rimborsi elettorali anche ai partiti inesistenti, finanziando giornali vari e riviste d'ogni genere, mantenendo i privilegi di super stipendi e pensioni e doppi governi, il debito pubblico continua a salire..
Cosa avrà mai visto Monti in fondo al tunnel, forse la luce che si vede nel momento del trapasso tra la vita e la morte.


19 settembre 2012
Mi chiedo se ci sarà ancora un partito esente da traffici illeciti con i finanziamenti percepiti come rimborsi elettorali... Quando girano così tanti soldi che arrivano senza sudore diventa facile sperperarli, occultarli o meglio diciamolo con il vero nome, rubarli. 

Sinceramente non ho più parole sufficientemente disprezzanti per definire questa gentaglia. 
Mentre la nazione è stremata e arranca questi loschi individui sperperano soldi a destra e a manca, soldi sudati da operai e imprenditori che non sanno come arrivare a fine mese derubati con tasse da usura.
     
Non hanno nemmeno la decenza di vergognarsi e sparire ma hanno ancora la spudoratezza di presentarsi in TV a sostenere con espressione serafica che quanto hanno fatto era legale.  

Le cose che andavano, andrebbero fatte subito vengono sempre rimandate, solo per le pensioni le misure si sono decise in tre giorni, per gli sprechi, le ruberie e i privilegi della casta c'è tempo, tanto per quelli i soldi ci sono sempre. Alla faccia dell'equità tanto decantata da questo governo Monti.

Quanto tempo dovremo aspettare ancora per esiliare questi partiti e i politici annessi ?
Non disertate le prossime elezioni ma votate anche solo per protesta chi si presenta per la prima volta e che si batte affinché queste cose finiscano.

Ma non esiste più nessuno dei preposti al servizio dello stato che ha giurato di rispettare le leggi e fedeltà alla costituzione che si ravveda, intervenga, si ribella a questo sistema e grida ovunque può ?

La minestra è sempre quella http://www.archivioluce.com/archivio/jsp/schede/videoPlayer

Le chiacchiere di trent'anni fa sono sempre quelle anche di adesso cambiano solo i nomi http://www.archivioluce.com/archivio/jsp/schede/videoPlayer

Meditate gente .. già 50 anni fa se ne parlava http://www.archivioluce.com/archivio/jsp/schede/videoPlayer


12 ottobre 2012
Fin quando avremo gente avida e ingorda che non vuole rinunciare a nulla pur percependo stipendi da favola e si trincerano dietro la legge o la costituzione senza mirare al contenuto come è avvenuto in questi giorni.
l'Italia sarà un paese destinato a morte certa ...

_______________________________

Al tempo del fascismo il motto era: "Metteremo le luci nei campi cosi potrete lavorare anche di notte". Oggi con il governo Monti è:
"Spegneremo le luci delle vie cosi vi farò vedere le stelle".. si proprio così ci sta davvero facendo vedere le stelle e non solo mi sa..


16 novembre 2012
Ma se produrre acciaio, alluminio, auto o quant'altro in Italia e forse anche in altri paesi d'Europa non è conveniente perché costa meno da altre parti mi chiedo: ma che ripresa dobbiamo aspettarci nei prossimi anni ?

Ripresa a fare che cosa, a chiudere fabbriche, a licenziare, a demolire lo stato sociale, ad accogliere e mantenere a fare nulla rifugiati politici extracomunitari, a garantire pensioni d'oro e mastodontici stipendi a politici e dirigenti statali e non solo ?

Che lavoro si potrà offrire ai giovani senza occupazione di adesso e a quelli futuri ?
Gi diciamo ancora a tutti di laurearsi perché abbiamo bisogno di notai, avvocati, economisti, scienziati della politica, letterati, architetti, ingegneri, farmacisti ecc. ?

Tanto muratori, manovali, idraulici, saldatori, lattonieri, badanti ecc. che arrivano dai paesi dell'est non mancano.

Intanto la campagna va deserta, il territorio abbandonato a se stesso, i fiumi incontrollati e poi se la nazione frana e annega nel fango la colpa è del mutamento climatico.
Bisogna pensare anche alla terra


18 novembre 2012
Noi siamo in mano a questa gente qui

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/11/15/amato-proposta-due-anni-di-vitalizio-anticipato-agli-esodati-della-politica/414832/

con gente che  ragiona in questo modo come volete che si possa salvare l'Italia..
e pensare che sono ancora lì a mettere becco sul cosa e come fare.
Ci vuole altro che Grillo per spazzarli via dal parlamento sono come l'edera, muore dove si attacca.


19 novembre 2012
Se in una nazione il 30% dei giovani non trova lavoro, molti cinquantenni sono in cassa integrazione o sono licenziati e quei pochi operai che lavorano con il loro stipendio non riescono a farsi una casa o non arrivano a fine mese mentre ci sono politici che continuano a percepire super paghe o emolumenti che superano 1000 euro al GIORNO di pensioni, partiti che sperperano valanghe si soldi e chi governa sa solo imporre tasse da usura, che futuro ci si può aspettare ?


22 novembre 2012
 Alla faccia dell' EQUITA' tanto decantata

http://www.infiltrato.it/notizie/italia/casta-dopo-tanti-proclami-il-senato-boccia-in-commissione-il-taglio-agli-stipendi-degli-onorevoli

si abbuffano a spese nostre poi dormono

In parlamento, dolce dormire

.. siamo a pochi passi dall'imbracciare i forconi.. le piazze cominciano a riempirsi poi il passo e breve...


26-11-2012
Tagli all'ordine del giorno ovunque, ovviamente con i tagli cala la richiesta di beni di consumo e lavoratori a spasso; se questa è la logica quale potrà essere la ripresa.

Facciamo un esempio: in un programma televisivo si sosteneva che produrre meno rifiuti è possibile quasi fino ad essere autosufficienti nello smaltimento e questo è un ottimo intento da
perseguire.

Ammettiamo per un attimo di dimezzare i rifiuti perché le confezioni delle merci sono solo di carta ...o plastica riciclabile e ridotte anche queste all'essenziale e che nei paesi ognuno torni al buco nell'orto per smaltire l'umido. Tutte cose che con un poco di buona volontà sono fattibili.

Che impatto hanno però simili scelte ? Meno spazzatura meno addetti e meno mezzi per la raccolta, ne consegue che chi produce plastica vede diminuire le richieste, forse anche chi produce scatole di carta dovrà calare la produzione, se i mezzi meccanici calano anche le fabbriche che li produce dovranno adeguarsi, meno addetti meno divise meno guanti, insomma meno di tutto e tanti operai si troveranno a spasso.

Applicando queste logiche apparentemente di buon senso si può arrivare ad un sistema sociale riconducibile agli anni 40/60 dove, almeno nei paesi, ogni famiglia o quasi aveva il suo orto, la sua stalla con qualche mucca e magari anche il porcile con uno o due maiali, il pollaio con le galline e magari anche il campo coltivato a grano e quello per le patate.
Si buttava praticamente solo qualche scatoletta di lamiera, che nel giro di qualche anno si arrugginiva e si sbriciolava nel buco situato nella vigna o nell'orto antistante casa.
Quello che ora chiamiamo umido in pratica lo consumava il maiale di certo era impensabile buttare nell'immondizia il pane come spesso avviene ancora oggi.

Si andava a far spesa con la borsa del pane e con i sacchetti di stoffa a seconda del prodotto da comprare, c'era quello per lo zucchero per il riso o la pasta e nel negozio cerano i sacchi grandi con le varie specialità di alimenti, altro che pacchetto nella carta avvolti a due o tre nella plastica.

Questo sarebbe sicuramente un sistema che ci renderebbe quasi autosufficienti in tutto ma non credo sia la soluzione che vogliamo, tuttavia pare che la direzione sia quella.

A tal proposito merita di essere letto " Le balle che preludono al caos" Di Massimo Fini
http://www.massimofini.it/2010/le-balle-che-preludono-al-caos
anche lui in fondo all'articolo prende in considerazione la mucca con annessi e connessi...


12 dicembre 2012
Non basta far morire la gente di fame senza lavoro o senza pensione, bisogna pur armarsi per bene così siamo alla pari con gli altri stati e possiamo esportare altra democrazia e far morire anche bombardando.. davvero sembra di vivere in un paese dove i preposti al buon governo sono di casa col malvagio e fanno tutto tranne le cose di buon senso..
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/12/06/dove-togliere-dove-mettere/175661/


16 dicembre 2012
Altro che unità d'Italia, bandiera tricolore, inno d'Italia e costituzione se poi di fatto i cittadini italiani sono discriminati ad esempio su quanto devono versare di IMU.
A eguali condizioni di appartamento, solo perché residenti in paesi o città diverse, pagano importi diversi. Tutto in palese contrasto con lart. 53 della costituzione che recita: "Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività".

Approfondimenti sull'ART.53  http://www.giappichelli.it/stralcio/3481931.pdf


22 dicembre 2012
E pensare che già 40 anni fa c'era chi aveva colto nel segno
Elezioni anticipate in Italia e crisi della società dei consumi

Quarant'anni passati a perseverare gli errori di sempre


24 dicembre 2012
Queste erano attività di partito, era la prassi:
"..pranzi da 274 euro per due coperti, di cui 160 euro erano destinati a vino e champagne.. "
Perché le escort non rilasciano scontrini altrimenti avrebbero scaricato anche quelli come "attività per tenere alto il morale del partito" . E noi dovremmo votare questa gente di vecchi partiti che continuano a far credere che i rimborsi elettorali sono indispensabili e lo dicono apertamente che non ci vogliono rinunciare anzi si meravigliano che gli contestano di averli sperperati in quel modo ?
http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/lombardia/articoli/1074542/scandalo-rimborsi

Continua nei miei pensieri, parole e link


Una denuncia di una Avvocatessa veramente in gamba

Da ascoltare http://www.youtube.com/watch?v=BOPS234cjGY&feature=relmfu

RECESSIONE            http://isegretidellacasta.blogspot.com/          

Antonio Di Pietro - Cambiare l'Italia - Blog Politici                   Non sono tutti uguali ma in pochi sono diversi


Disclaimer     INDEX             Torna indietro