OSSERVAZIONI sull'Opuscolo del Comune di Grimaldi: "Chiesa S. Antonio da Padova"

Per leggere il libro sulla "Chiesa S. Antonio da Padova" andare al Sito del Comune di Grimaldi 
alla pagina: www.comune.grimaldi.cs.it/portal/images/convento/convento opuscolo.pdf

Inizio ....  "Il  pavimento a mosaico del 1893, le pregiate opere lignee custodite al suo Interno: il pulpito, gli scanni, gli arredi, il pergamo, il coro, alcune statue...."

Osservazione: Il pulpito non esiste.... 

( e da dove entravano i predicatori Ŕ stata realizzata una nicchia in cui Ŕ collocata la statua della Madonna del Carmine )

(freccia rossa sulla foto)

 

 

 

 

Paragrafo 3    "Nel 1952, le grinaldesi Loris Giardino e Antonietta Comi, chiesero ed ottennero dall'allora  sindaco Michele Iachetta di trasferirsi nella parte retrostante il Convento, dove poter fornire assistenza agli anziani malati e bisognosi di cure, mentre la parte anteriore fu adibita a Scuola media e Ginnasio. Ultimati i lavori dell'edificio scolastico di Via XXIV Maggio, le aule scolastiche vennero rimosse dal Convento. Fu allora che le due donne si impossessarono dell'intera struttura, che, grazie al rilevante contributo finanziarlo donato dal Cavaliere Raffaele Veltri, unito all'aiuto dei grimaldesi residenti e di quelli all'estero, potÚ essere rimessa a nuovo. Morte le due fondatrici, il Comune cerc˛ di mantenere in vita la Casa di Riposo per anziani, che fino a qualche anno fa Ŕ stata gestita da una una ditta.
Oggi l'edificio Ŕ inutilizzato e necessita di un'opera di restauro.

Osservazioni: 
In quel tempo la casa di riposo era gestita dalle signorine Loris, Antonietta, Lina Presta, Giovannina Miceli e da P. Luciano.
Il P. Luciano ha ristrutturato le aule adibite a scuola media,
con l'assenso verbale dell'amministrazione di allora, aggregandole alle stanze dell'ospizio.
Altrimenti non si spiega perchŔ vedendo tali lavori l'amministrazione comunale, se tali aule erano sue, non lo ha fermato.
Delle opere di restauro della casa di riposo realizzate da P. Luciano e del suo apostolato tra gli anziani nell'opuscolo non se ne fa memoria.
I contributi finanziari donati dal Cavaliere Raffaele Veltri e quelli dei grimaldesi  furono dati sotto le direzioni dei parroci  D. Giovanni Petrone, D. Giovanni Notti  e P. Luciano che insieme alle due Signorine li hanno utilizzati per restaurare il convento.
(Vedi la lapide marmorea posta su una facciata del convento).

Il Comune ha voluto riprendersi la Casa di Riposo perchŔ era giuridicamente di sua proprietÓ.
E i sacrifici delle signorine Antonietta e Loris, assieme a quelle dei parroci D. Giovanni Petrone, D. Giovanni Notti, P. Luciano  e dei cittadini grimaldesi, che fine hanno fatto?
Oggi l'edificio Ŕ inutilizzato.
 

Paragrafo 4.2: ... S. Antonio di Padova (sulla destra) e S. Francesco di Paola (sulla sinistra).

Osservazione: Sulla destra non Ŕ S. Antonio di Padova ma Ŕ S. Francesco d'Assisi che molto spesso viene raffigurato con una tortora o colomba sulla mano.

Paragrafo 4.3  La chiesa Ŕ ben illuminata da dieci vetrate colorate, esistenti fin dall'antichitÓ, .....
... lo stemma francescano (due braccia incrociate, quelle di Cristo e di S. Francesco di Paola, con la croce sullo sfondo).

Osservazioni: Esistevano le vetrate colorate ma quelle artistiche sono state collocate da P. Luciano (circa negli anni '80).
                            Le mani  raffigurate nello stemma francescano sono una di Cristo e l'altra di S. Francesco d'Assisi

 

Riscoperta di un tesoro di Marcello Falchi:   ..... NoterÓ inoltre, nella parte centrale, una zona trattata a colori neutri: ancora una volta, non avendo tracce o testimonianze del disegno originale, gli operatori hanno deciso di lasciarne testimonianza in questo modo, senza incappare nel cosiddetto "falso storico".

Osservazioni:

Riguardo alle figure dei quatto evangelisti si Ŕ trovato solo il dipinto di S. Giovanni. Degli altri tre evangelisti non  si Ŕ trovata nessuna traccia per cui gli operatori hanno operato, per non incappare nel "falso storico", dipingendo le parti mancanti con pittura a colori neutri

Per il dipinto centrale della Croce, che Ŕ stato tolto completamente per vedere se c'erano tracce o testimonianze del presunto affresco originale non Ŕ stato trattato con colori neutri ma Ŕ stato ridipinto tutto ex nuovo, (neppure riproducendolo come l'originale e sul dipinto hanno scritto anche  restaurato nel 2008).
(FALSO STORICO) ......

Riguardo all'altare centrale che ... IL TERREMOTO...   ha distrutto
non si Ŕ potuto rifare perchŔ sarebbe stato un "FALSO STORICO".

DUE PESI E DUE MISURE

Chi vuol dire qualcosa su questo argomento pu˛ farlo scrivendomi fraverci@libero.it

I DUE MANIFESTI per la riapertura del Convento 31 luglio 2008:
                                 Primo: Comune di Grimaldi
                             Secondo: Comune di Grimaldi  Parrocchia Santi Pietro e Paolo

Osservazione:  per la venuta dei tamburi Ŕ menzionata la Parrocchia,
                       per l'inaugurazione della Chiesa di S. Antonio....