VIVIEN VEE


Vivien Vee, al secolo Viviana Andreattini, fra la fine degli anni '70 e il decennio successivo, incise un paio di album e una manciata di 45 giri arrangiati e composti da Claudio Simonetti, uno dei componenti dei Goblin, e prodotti da Giancarlo Meo. Gli stessi due artisti titolari di un progetto parallelo, gli Easy Going. Si trattava di pura disco-music europea, nel solco del "munich sound" di Giorgio Moroder, dai suoni corposi su cui si innestava la sua voce un p˛ da gattina di Vivien Vee. Gli album erano distribuiti dalla Banana records e sono conosciuti anche all'estero. Anzi sia il nome usato dall'artista che i titoli dei brani, tutti in inglese puntavano sull'esportabilitÓ del prodotto. Una curiositÓ: nel 1983, quando la sua carriera discografica era quasi al tramonto, Vivien Vee comparý sulla copertina di Playmen, cantante al platino.