Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 

DANIEL SENTACRUZ ENSEMBLE


Gruppo nato nel 1974 e composto da Ciro Dammicco, che inizialmente firmava le musiche con lo pseudonimo di di Zacar (voce), Mara Cubeddu appena uscita dai Flora, Fauna e Cemento (voce), Rosanna Barbieri, già conosciuta come Linda Lee (voce), Stefano Dammicco (tastiere), Gianni Calabria (batteria), Savino Grieco (basso), Gianni Minuti (chitarre). All’esordio i Daniel Sentacruz Ensemble azzeccarono subito il grande successo con Soleado - ufficialmente scritto da C. Dammicco (che si firma Zacar) - D. Baldan Bembo - F. Specchio - M. Seymandi - A. Salerno, anche se in realtà era una cover senza parole di una canzone tradizionale inglese - brano caratterizzato da vocalizzazioni privi di testo (solo un coro che fa "Oooooh oooooh ooooooooh ooooh oooooh") un pò simile a Djamballà di Augusto Martelli, altro brano strumentale di grande successo all'epoca, ma con in più uno stile romantico e melodico che avrebbe poi accompagnato il gruppo successivamente. I Daniel Sentacruz Ensemble ne fecero altre due versioni, una in inglese (When a child is born) e una in francese (On ne vit pas sans se dire adieu), per un totale di cinque milioni di copie vendute fra Italia ed estero. Lo stesso anno i Daniel Sentacruz Ensemble bissarono il successo con Un sospiro e l'anno successivo col brano Aguador. Nel 1976 parteciparono al Festival di Sanremo con Linda bella Linda, canzone di gran successo, molto ballata quell'estate. Nel 1977 pubblicarono un altro brano di successo Allah, Alah, Allah (9° posto nella hit parade dei 45 giri di quell'anno in cui stazionò per 19 settimane). Qualche mese dopo fu la volta di un nuovo singolo Bella mia, che andò piuttosto bene, sia nelle classifiche che in discoteca. Nel 1978 fecero la loro seconda apparizione al Festival di Sanremo con Mezzanotte, dopodiché fecero in tv la sigla animata (che ne riprendeva le fattezze) di Uffa, domani è lunedì, un pezzo molto ritmato. Nel 1979 uscì l'album Diventiamo più amici, con i testi di Mogol, gli arrangiamenti di David Cullen e la produzione oltre che dello stesso Cullen anche di Greg Walsh.


1974 SOLEADO (EMI 064 18037)
Ballero / Soleado / Autunno / A hard day’s night / Per Elisa / Sangriando / Working in the hacienda / Corazon / Uu sospero / Junk / Abra-kad-abra / I don't know how to love him
1979 DIVENTIAMO PIÙ AMICI (Emi)
Senza soluzione / Una rosa delicata / Giapponesi e americani / L'assenza e la presenza / Ipertensione / Io, tu, noi / Onda blue (strumentale)