Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 

Normandia e Bretagna in moto

Dario e Rosalba: il nostro viaggio in moto attraverso tutta la Francia. La città: Parigi; la storia: Normandia; la costa: Bretagna, l'arte:i Castelli della Loira. Un viaggio che soddisfa tutti i gusti.

mototurismo

Andata Parigi Normandia Bretagna Castelli della Loira Valle del Lot Massiccio Centrale

Le Mont St. Michel
 
Il Cimitero Americano
Spesso paragonata alla campagna dell'Inghilterra meridionale, la Normandia (Normandie) è la terra del bocage, termine che indica i campi delimitati da siepi e alberi. Le siepi di arbusti (haies) resero difficili i combattimenti in questa zona durante la seconda guerra mondiale e negli ultimi cinquant' anni si è diffusa la tendenza a tagliarle.
In molte aree, tuttavia, questi arbusti ancora frammentano il paesaggio in un mosaico di campi recintati. Tra le siepi serpeggiano viottoli infossati dalle sponde erbose coperte di primule gialle e di ginestre e così profondi in certi punti da nascondere alla vista le case in legno e mattoni.
Come tutte le regioni bagnate dall'Oceano, la Normandia gode del classico clima marittimo temperato che garantisce inverni senza freddo eccessivo ed estati senza caldo soffocante. Unico guaio per gli amanti dei bagni: l'Atlantico è quasi sempre freddo, almeno per chi è abituato alle temperature piuttosto alte di mari chiusi come il Mediterraneo.

La costa della Bassa Normandia

Con non poco rammarico, siamo costretti a limitarci alla visita della bassa Normandia, porta d'accesso alla Bretagna dove le grandi spiagge sull'Oceano del Calvados segnano più di ogni altra cosa il paesaggio di questa regione.
Dopo aver attraversato Rouen, arrivando da Parigi, compaiono i primi tetti di paglia e soprattutto i musei storici relativi alla Il guerra mondiale, come pure i cimiteri militari. Sarà per il tempo spesso coperto e minaccioso, sarà per autosuggestione, sarà per il materiale cinematografico che più volte ripropone questi luoghi, ma qui si sente veramente il gelo della tragedia che si è consumata durante lo "Sbarco". Il paesaggio è aspro e dirompente, la vegetazione selvaggia, le strade ricche di curve e poco trafficate.
Le città e i paesi della Normandia sorgono in questo pacifico paesaggio pastorale. Rouen, è ricca di edifici medievali, tra i quali una spettacolare cattedrale; Caen vanta alcune belle abbazie in stile romanico normanno; Bayeux, che ospita l'omonimo arazzo dell'XI secolo, dista appena una dozzina di chilometri dalle spiagge dello sbarco alleato del D-day. Nell'angolo sud occidentale della Normandia, al confine con la Bretagna, svetta la famosa isola di Mont-Saint-Michel. Le maggiori città portuali della regione sono Le Havre e Cherbourg.

L'interno della Bassa Normandia

L'interno, basse colline, morbide valli, campi inquadrati da lunghe file di alberi, cieli tersi attraversati da rapide nuvole cariche di pioggia che per fortuna in questi giorni ci ha risparmiato, può essere visitato percorrendo a passo d'uomo le innumerevoli stradine non trafficate che la attraversano.
Chi siamo
Manda un email a Dario e Rosalba
Links