Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 

FOTO TOUR               TOUR 2002   

 

QUELLO CHE NON C'E'

 Ho questa foto di pura gioia E' di un bambino con la sua pistola Che spara dritto davanti a se A quello che non c'è Ho perso il gusto, non ha sapore Quest'alito di angelo che mi lecca il cuore Ma credo di camminare dritto sull'acqua e Su quello che non c'è Arriva l'alba o forse no A volte ciò che sembra alba Non è Ma so che so camminare dritto sull'acqua e Su quello che non c'è Rivuoi la scelta, rivuoi il controllo Rivoglio le mie ali nere, il mio mantello La chiave della felicità è la disobbedienza in se A quello che non c'è Perciò io maledico il modo in cui sono fatto Il mio modo di morire sano e salvo dove m'attacco Il mio modo vigliacco di restare sperando che ci sia Quello che non c'è Curo le foglie, saranno forti Se riesco ad ignorare che gli alberi son morti Ma questo è camminare alto sull'acqua e Su quello che non c'è Ed ecco arriva l'alba so che è qui per me Meraviglioso come a volte ciò che sembra non è Fottendosi da se, fottendomi da me Per quello che non c'è.

BYE BYE BOMBAY

 Steso su un balcone guardo il porto Sembra un cuore nero e morto Che mi sputa una poesia Nella quale il giorno in cui mi lancerò E non mi prenderanno Neanche tu mi prenderai Io non tremo E' solo un pò di me che se ne va Giù nella città, dove ogni strada sa Condurre sino a te e io no Bye bye, bye bye, bye bye, bye bye BOMBAY Sai Mimì che la paura è una cicatrice Che sigilla anche l'anima più dura Non si può giocare con il cuore della gente Se non sei un professionista, ma ho la cura Io non tremo E' solo un pò di me che se ne va E' sporca la città, tutto cercherà Di condurre sino a te e io no Bye bye, bye bye, bye bye, bye bye BOMBAY.

SULLE LABBRA

 La tua primavera è un incubo In cui lo stato cede alla pornografia Il (niente) il niente da distinguere Finchè poi non sai più cosa sentire Pensi di avere un credo Poi lo adatti a quello che sei E come può il mio amore essere limpido Se è la mia nazione che mi inquina So come un uomo deve decidere Ma ora non so più cosa sentire Ti ritrovi sulle labbra A giustificarti quello che sei ANCHE ODIARE E' UN DIRITTO SAI La tua primavera è un incubo Disobbedire acquista un senso in più

NON SONO IMMAGINARIO

 Io credo a una maledizione Mutarmi in un tuo nemico Sei un grande predatore dentro la mia testa Che uccide solo per gioco Ma in questo sei mia complice La tua magia che muore La mia magia che muore In questo siamo complici Ora che stringi solo un uomo immaginario Non sono immaginario, non sono immaginario Io credo sia superstizione Ma il tuo destino mi usa E rende ciò che amoquando lo raggiungo Come qualsiasi altra cosa Ma adesso siamo complici La mia magia che muore La tua magia che muore In questo siamo complici Ora che stringi solo un uomo immaginario Non sono immaginario, non sono immaginario

BUNGEE JUMPING

 Cadere all'ingiù, vedere da lì Le cose al contrario su te Cadere più giù, cadere con te C'è un circo che ci abbraccia intorno a noi La tigre sarà la stabilità Non dargli mai le spalle se vuoi Che tutto sia ok fra voi Qui nell'aria puoi capire Quando è tardi per cambiare idea E' troppo tardi per sentirmi nuovo Tardi per sperare E' troppo tardi per cambiare ancora

IL MIO RUOLO

 Ti ho vista spergiurare che lo seguirai Nel vento e nella neve per lui morirai Ma il mio ruolo è il pensiero malvagio Che ti porta via con se Perchè se vuoi i colori Stai attenta a te La notte è la sorella, può nasconderti Quando fra le sue braccia riesci ad accenderti Proprio mentre un pensiero malvagio Ti porta dritto a me Perchè tu vuoi i colori Stai attenta a te Nella neve e nel gelo Stai attenta a te

RITORNO A CASA

 Sono nella casa dove abitavo da bambino. Riconosco ogni oggetto, La disposizione dei mobili, i colori. La luce era diversa negli anni settanta, ho riconosciuto anche quella. Ho aperto tutti i cassetti per essere sicuro che in tutti questi anni nessuno Abbia toccato la mia roba. C'è un'intera brigata dell'esercito britannico li dentro. Rosa. Sono ancora intenti a schierarsi per fronteggiare l'attacco imminente. Ma l'attacco non avverrà mai. Il divertimento per me era disporre i soldatini come se dovessero affrontare un ingaggio particolare, e poi, senza che nulla avvenisse, cambiare la disposizione. Sono ancora lì come li avevo lasciati venticinque anni fa. L'ufficiale ha il braccio teso davanti a se mentre sta per prendere la mira, la testa piegata verso l'alto mi guada implorante: "Vado?". Ho richiuso il cassetto. Ho setacciato tutta la stanza in cerca di quello che avevo lasciato. Ho trovato tutto meccanicamente come se non avessi bisogno di ricordarne la posizione. Devo aver fatto un bel casino perchè mia madre è entrata. Giovane e bellissima. Rideva. Mi ha preso in giro. Una strana calma, una calma enorme. Non so cos'è. Ma non ho mai pianto tanto come al risveglio. Ho rifatto il percorso che mi portava dalla scuola alla casa dei miei. La prima volta dpo venticinque anni. C'è una sensazione che non ho mai più provato. Non abito più lì da sempre. Ho avuto una vita. Altrove. E' solo una stupida villetta con uno sputo di giardino, ma sarà la prima cosa che comprerò. Quando sarò ricco.

VARANASI BABY

 Vedi mai una stella cadere E non ricordi cosa desiderare Non c'è niente dentro me qui a Varanasi Perchè dentro ci sei tu, la mia Varanasi Baby Sai che io non penso più a nessuno Sai che io non voglio più nessuno Non ho niente dentro finchè dentro tu ci sei Anche se non ricordo più il sapore che hai Varanasi Baby Ora so che ogni uomo trova la sua dannazione Un rettile può cambiar pelle ma non cambia il cuore Ma soffri solo un pò per poi non soffrire più Non ho niente dentro, perchè dentro ci sei tu Varanasi Baby

LA GENTE STA MALE

 Lascio ciò che ho Sento che crescerò Vivere male prima o poi ti fa male E tu vendi come un sogno la normalità Che mi ucciderà Non riesco a godere della tua velocità Non mi fai gioire della mia felicità Questo non è quello che vorrei Per me, per noi Non voglio ciò che hai Credi di sognare E la verità è che la gente sta male Inseguendo ogni giorno la normalità Che ci ucciderà Non riesco a godere della tua velocità Non mi fai gioire della mia felicità Questo non è quello che vorrei Per me, per noi

 MENU  TESTI