Valle d'Intelvi


Il Sasso Gordona (m. 1410)

La vetta rocciosa, sul confine italo-svizzero, domina la Valle d'Intelvi e la valle di Muggio, per questo motivo, durante la Grande Guerra, diventa una parte essenziale della Linea Cadorna. Varie postazioni d'artiglieria, ben protette da un imprendibile complesso trincerato, sono scavate in profonde e buie gallerie (torcia indispensabile).
Si raggiunge, da Casasco Intelvi, con una facile strada di montagna percorribile, con mezzi idonei, sino a Prabello (m. 1200). Dopo il rifugio, il breve percorso per arrivare alla cima e visitare le fortificazioni richiede molta attenzione, sebbene dotato di cavi di sicurezza. Comunque vale la pena.
Cartografia: Kompass 1:50000, mappa 91; Lario Intelvese 1:25000.
Buona passeggiata.



La vetta rocciosa del Sasso Gordona, vista da ovest.
Il rifugio Prabello.
Panorama dalla vetta sulla valle d'Intelvi.
Il rifugio Binate e la strada per il Bisbino.
Trincea.    Postazione per mitragliatrice.
Nelle gallerie.    Postazione in galleria.


 Copyright