"Sono 50 minuti di un percorso dentro il corpo e l'anima della chitarra, in cui il classico ruolo dell'esecutore è ormai del tutto superato, e dove i due musicisti diventano di volta in volta attori, mimi, cantanti, percussionisti...
Anche nell'approccio alla chitarra c'è poco di già sentito: si provi a chiudere gli occhi e a immaginare chi e come in un dato momento sta producendo determinate sonorità...
Potremmo chiamare questo concerto: "Suoni inauditi", con tutte le implicazioni semantiche che questo aggettivo ci suggerisce: non udito, nel senso di nuovo, ma anche nel significato estremo di assurdo, sorprendente, che causa meraviglia..."
 
"Son 50 minutos de un camino dentro del cuerpo y el alma de la guitarra, donde el tipico papel del ejecutante es del todo superado, y los dos musicos se hacen, a la vez, actores, mimos, cantantes, percusionistas...
Tambièn en el contacto con la guitarra hay muy poco de ya escuchado: cierra los ojos y imagina quien y como en un cierto momento està produciendo "aquel" sonido...
Se podrìa llamar a este concierto: "Sonidos inauditos", con todas las implicaciones semanticas que este adjetivo nos sugiere: no escuchado, en el sentido de nuevo, pero tambièn en el significado ultimo de absurdo, asombroso, maravilloso..."

HOME