tecnica: matita su carta
dimensioni: cm 22 x 35
data ultimazione: 29/09/1992
commento: il 1992 Ŕ l'anno in cui ENRICO comincia a dipingere. L'arte pittorica Ŕ ancora a livello embrionale: realizza un quadro (1992) e due disegni ("Figure dall'ignoto" e "Luci sull'oscuritÓ"). Questo disegno Ŕ strettamente collegato con il precedente, realizzato appena un mese prima. I contorni, le figure sono meglio definiti. I colori pi¨ intensi. Le "Figure ignote" diventano pi¨ complete e nitide. Gli embrioni stilizzati si animano, compiono azioni, cambiano di colore. ENRICO sembra essere pi¨ consapevole dei propri progetti futuri, alcune "luci" illuminano l'oscuritÓ. Intorno ad un grembo verde compaiono mille idee differenti. Il mondo astratto di ENRICO si manifesta e genera un verde grembo materno. Al suo interno sono rappresentati in un tutt'uno: la figlia futura e l'arte pittorica. "L'arte propria" si sta sviluppando dentro ENRICO. Il seme verde Ŕ contenuto a sua volta nel mare dell'arte inconscia giÓ ricca di tanti progetti ben definiti. L'arte esce dal disegno ed entra nel mondo reale. L'arte di ENRICO all'interno dell'arte nella societÓ.
Il disegno Ŕ stato esposto nel 2006 alla Mostra "I poeti nelle edizioni illustrate del XX secolo" presso la Biblioteca Palatina.

di EtiPa


TORNA ALLA HOME PAGE QUADRO PRECEDENTE QUADRO SUCCESSIVO