VELOCITA'

Copertine CD Trucchi Soluzioni Forum

Programmi

 

 

ECCO COME AUMENTARE LA VELOCITA' DEL VOSTRO PC

 

QUAL E' IL PROBLEMA? COSA FARE?
Nella cartella Esecuzione automatica troviamo collegamenti a programmi che vengono caricati automaticamente all'avvio di windows senza chiedere conferma e rimangono in memoria fino al nuovo spegnimento della macchina. Per questo occupano parte della RAM e delle risorse del computer rallentando, spesso in maniera considerevole le prestazioni.
ESEMPIO: I programmi Apri Documento Office e Ricerca Rapida, sempre di MS Office (non sempre si utilizzano così frequentemente da tenerli in Esecuzione automatica).
In "Risorse del Computer" entrare in C, poi cliccare due volte su Windows, Menu Avvio, Programmi ed infine Esecuzione automatica. I files presenti indicano i programmi cosiddetti "automatici". Si possono cancellare tranquillamente perché come spiegato prima sono solamente dei collegamenti ai programmi veri e propri. Le modifiche avranno effetto al primo riavvio del sistema, non necessario subito. OPERAZIONE SICURA.
Spesso tentati da Internet o da semplici collezioni fotografiche mettiamo come sfondo un'immagine del mare, di una località per noi importante o semplicemente una BELLA DONNA! Ma l'immagine che noi installiamo occupa molta memoria RAM perché deve essere sempre a "portata di mano" del processore ogni volta che noi chiudiamo un programma o una finestra. Per questo rallenta spesso in maniera considerevole le prestazioni della nostra macchina.
ESEMPIO: un'immagine Bitmap, cioè nel formato che richiede windows per la visualizzazione sul desktop, delle dimensioni di 800x600 pixel occupa circa 1,3 MB che vengono sottratti alla RAM
Cliccare con il tasto destro del mouse sul desktop e scegliere nel menu la voce Proprietà. Si aprirà una finestra nella quale viene rappresentata l'immagine che avete in quel momento sul desktop. Per far sì che non venga visualizzata scegliere nella casella in basso la voce "nessuno". Poi OK. L'immagine sparirà dal desktop, ma rimarrà comunque sul vostro disco fisso nella cartella Windows. OPERAZIONE SICURA.
Quando viene installato Windows in un computer, vengono copiati dei files sonori. Siccome i files in questione sono i formato .WAV occupano parecchia memoria e ogni applicazione che ne richiede qualcuno fa lavorare doppiamente il processore, rallentando l'operazione principale. Per non parlare poi del suono di avvio di Windows che dura parecchi secondi ed è di qualità scadente. Alcuni suoni possono far piacere per movimentare il lavoro davanti allo schermo, ma altri sono davvero fastidiosi. Per effettuare la modifica in merito aprire il Pannello di Controllo e cliccare due volte sull'icona "Suoni". Si aprirà una finestra nella quale scegliere per ogni operazione quale suono utilizzare o scegliere di non associare nessun suono all'operazione. Basta semplicemente selezionare l'operazione che vogliamo disassociare dal suono con un clic e spostarsi nella casella sottostante per scegliere la voce "Nessuno". Rispondere sì all'eventuale domanda: "Nessun suono per questo evento?". Anche in questo caso i file sonori non vengono cancellati, ma "disassociati" dalle operazioni. Per riattivarli, tornare nella stessa finestra, scegliere un'operazione e poi il suono che vogliamo associarle. possiamo anche associare suoni creati da noi o modificare quelli esistenti. L'unico vincolo è che siano in formato wav. OPERAZIONE SICURA.
Se il vs monitor è di nuova generazione, potrà sopportare risoluzioni pari a 1280x1024 punti per linea (o addirittura superiori) che sono indefinibili ad occhio nudo dando una qualità ottima alla immagini. Però tenere le impostazioni al massimo significa chiedere al processore di caricare immagini più grandi sia fisicamente che in fatto di memoria. Perciò se non si ha la necessità dovuta a lavori di alta grafica o simili, conviene utilizzare una risoluzione che sia un compromesso tra prestazioni e qualità visiva (1024x768 per i monitor 17" o 800x600 per i 15"). Cliccare con il tasto destro del mouse sul desktop (sfondo di windows). Scegliere proprietà dal menu contestuale. Si aprirà una finestra che rappresenta la situazione attuale del vs monitor. Scegliere la linguetta in alto a destra "Impostazioni". Nella pagina scelta in basso vi è un riquadro definito "Area dello schermo". Spostando la levetta in questo riquadro si potrà scegliere la risoluzione. Si consigliano valori intermedi per monitor 17" e valori medio bassi per monitor più piccoli. Premere "OK" e dare il consenso per riavviare il sistema o per aggiornare immediatamente la risoluzione. Generalmente il computer vi manderà un messaggio che agli inesperti può spaventare, ma è solo una precauzione dei programmatori di Windows. Utilizzando valori intermedi, non si rischia nulla. SEGUIRE PASSO PASSO LA SPIEGAZIONE.
Le schede video in commercio permetto di vedere fino a 16 milioni di colori. L'occhio umano però non è in grado di distinguerli tutti. Perciò, se non siete grafici di professione che avete bisogno di tutta la gamma di colori a disposizione, non è assolutamente necessario tenere il numero di colori così alto. Certo tra 256 e sedici milioni c'è una bella differenza. Per questo in Windows c'è la possibilità di scegliere una soluzione intermedia che visualizzi 65000 colori, soddisfacendo la vista e i programmi più esigenti. Cliccare con il tasto destro del mouse sul desktop (sfondo di windows). Scegliere proprietà dal menu contestuale. Si aprirà una finestra che rappresenta la situazione attuale del vs monitor. Scegliere la linguetta in alto a destra "Impostazioni". Nella pagina scelta, in basso a sinistra, vi è un riquadro definito "Colori". Cliccando sulla freccetta di questo riquadro si potrà scegliere il numero dei colori che la cpu dovrà mandare al monitor. Si consigliano valori pari 65000 per qualsiasi configurazione. Se volete provare con i 16 milioni, vi accorgerete che non vi è assolutamente nessuna differenza. Premere "OK" e dare il consenso per riavviare il sistema o per aggiornare immediatamente la risoluzione. Non si rischia nulla, anche perché se la scheda video non supportasse i 16 milioni, l'opzioni non sarebbe visualizzata tra le scelte possibili. SEGUIRE PASSO PASSO LA SPIEGAZIONE.
Ogni volta che installiamo un programma che ci presta un amico o che troviamo su una rivista specializzata, vengono copiati files anche nella directory System di Windows. Se poi il programma scade perché una demo o lo cancelliamo perché inutilizzato e procediamo selezionando la sua directory per mandarla nel cestino, i files sopra citati rimango sul nostro disco fisso. Statisticamente di parla di un buon 10% del disco fisso di files e programmi che non vengono utilizzati. In termini di memoria, parlando di Hard disk relativamente giovani si tratta di circa 150, 200 o addirittura 300 MB di memoria occupata inutilmente. Questa memoria sarebbe utile al sistema per lavorare meglio. Non parliamo poi di tutti i files temporanei di Internet (circa 30 o 40 MB dopo qualche mese di navigazione) e tutti i files temporanei creati da scansioni, stampe, elaborazioni grafiche, tabelle e altro. Non è questa la sede in cui spiegare caso per caso. Verranno solo date alcuni informazioni di base per non commettere errori gravi. Per eliminare un programma usare sempre il programma di disinstallazione, che solitamente si trova nel menu avvio assieme al programma stesso. In mancanza, scegliere Pannello di Controllo, Installazione Applicazioni, selezionare il programma da disinstallare e cliccare su "aggiungi/rimuovi...". I files temporanei di internet andrebbero cancellati ogni 40 giorni circa per far si che quelli in macchina siano sempre abbastanza aggiornati. Così facendo, però, alcune pagine che prima visualizzavate "non in linea" potrebbero sparire. La directory solitamente è c:\Windows\File Temporanei Internet oppure C:\Windows\Temporary Internet Files. E' sufficiente mandare tutto nel cestino, tranne la directory, naturalmente. I files temporanei di windows invece si possono cancellare tranquillamente e si trovano in C:\Temp oppure in C:\Windows\Temp
Spesso chi utilizza un computer in ufficio o a casa non si informa sulle modifiche software che si possono fare per accelerare il caricamento di Windows, l'apertura delle pagine e tante piccole cosine che alla lunga determinano secondi e secondi di attese. Fare clic col tasto destro del mouse sull'icone Risorse del computer. Scegliere Proprietà. Selezionare l'ultima linguetta in alto a destra definita "Prestazioni". Dopodiché, nel riquadro "Impostazioni avanzate" scegliere File system. Si aprirà una nuova finestra che molti di voi non hanno mai visto. Scegliere la linguetta Disco Floppy e deselezionare la casella "Ricerca nuove unità...".Dare OK e riavviare. Non noterete nulla di così esagerato, ma visto che unità floppy non se ne aggiungono una al giorno, ma addirittura in alcuni computer tendono a sparire, è proprio inutile che il vs computer stia un secondo a controllare se ne avete aggiunta una ogni volta che si avvia.

 

 
Home
www.emulatorrisi.tk  è una produzione 2002 di Mauro Torrisi Web Master
Aggiornato il: 11 giugno 2003