Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 

Ecografia in Ostetricia e Ginecologia: Informazioni e Immagini

INDICE

Introduzione

 

Informazioni Utili

Ricerche nel sito 

 

 L'Autore

Calcoli Ostetrici

 


Ecografia Addome Inferiore

Indicazioni all'Esame

Preparazione

Caratteristiche e Limiti della Metodica

 

Indicazioni

L'esame ecografico della pelvi, per via addominale, si esegue generalmente, in ginecologia, come esame di II Scelta, in quelle pazienti in cui non e' possibile eseguire  l'ecografia endovaginale,  (es Virgo, sogg. sofferenti di vaginismo, adolescenti ecc, ecc). Oppure come completamento dell'esame endovaginale, laddove si abbia la necessita  di avere un quadro d'insieme, come succede, ad esempio, nello studio di  in una  massa pelvica, per chiarire i suoi rapporti con gli altri organi pelvici ed eventualmente extrapelvici. 

Inoltre, vi sono alcuni casi in cui L'Ecografia  della pelvi per via addominale ,  puo' essere utilizzata con vantaggio rispetto a quella vaginale :

1) Per lo studio della Vescica,  o  per calcolare, semplicemente un residuo post-minzionale. 

2) Per la visualizzazione della parete addomino .pelvica,  mediante una sonda da 6Mz - 10Mz,  e' possibile evidenziare le strutture che compongono la parete stessa: Tessuto adiposo, muscoli retti, Fascia di Camper, Fascia di Scarpa. Con tale tecnica si può valutare e quantificare, la presenza, di raccolte siero-ematiche .

3) L'Utero nell'immediato Post.Partum  fig.2 , in quanto esso e' ancora grande e pertanto di difficile visualizzazione con l'esame vaginale.

 

Preparazione all'Esame

Un adeguato riempimento vescicale, e' condizione fondamentale, per riuscire ad eseguire un buon esame, cioè perché la vescica funziona come una specie di Lente Acustica, una vera e propria Finestra sulla Pelvi.

 La vescica deve contenere almeno 300 ml Urina. In pratica si invita la donna a non urinare per circa tre ore ed a bere, un ora prima dell'Esame, ed in breve tempo, 500 - 750 ml di acqua o altra bevanda (The, Latte ecc.). Nei pazienti che non possono bere, o nei Dializzati, si consiglia l'Esame Endovaginale, pur tuttavia e' possibile eseguire un esame per via addominale, riempiendo, lentamente, in circa 3 minuti, tramite catetere, la vescica, con 100 - 250 ml di soluzione fisiologica, alla temperatura di 37 C circa. (cio' per evitare spiacevoli reazioni peritoneali da raffreddamento improvviso degli Visceri Pelvici.

Il riempimento Vescicale serve anche per spostare le anse intestinali verso l'alto, e l'utero verso il sacro., la vescica sovradistesa, non rappresenta una condizione ottimale. Infatti, oltre a provocare un certo Disagio nella paziente, comprime troppo gli organi che la circondano e respinge eccessivamente l'Utero e gli annessi, alterandone i rapporti e provocando Iperidrosi (una raccolta di liquido che trasuda dalla vescica allorquando essa e' sovradistesa).  L'Iperidrosi puo' talvolta ingannare l'Operatore simulando  la presenza di altri tipi di Falde. 

 

Strutture Evidenziabili e Limiti della Metodica

Strutture Evidenziabili:

1) Parete Addominale e Sceletro della pelvi.

2) Alcuni muscoli della Pelvi (Otturatore interno, Elevatore dell'Ano).

3) Vasi pelvici, Vescica, Utero, Ovaie, Vagina.

4) Anse Intestinali, eventuali masse patologiche, presenza di Corpi estranei.

 

Limiti della Metodica:

I risultati dipendono da:  1) transogenicita' della parete addominale, Infatti il tessuto adiposo, che presenta uno spessore variabile da soggetto a soggetto, si comporta come una specie di schermo agli utrasuoni,  costituendo in certi casi una vera barriera. 2) Caratteristiche delle anse intestinali e Meteorismo, 'e' noto infatti, che le anse intestinali possono contenere una certa quantita' di Gas, che in quanto tale, ostacola il passaggio degli ultrasuoni. Inoltre  il volume della massa delle anse intestinali, se notevole, puo' costituire una vero ostacolo ad una buona scansione. Con una adeguata preparazione poteremo al massimo ridurre la quantita' di aria addominale, ma non certo diminuire la massa delle anse intestinali o lo spessore della parete addominale. Infine la necessita' del riempimento vescicale rende molto difficile il suo impiego nelle Urgenze.

Nota: Con questa tecnica, non e' sempre possibile evidenziare particolari quali follicoli ovarici di spessore inferiore ai 5 mm, spessore e caratterisiche dell'endometrio,  presenza di eventuali polipi, miomi della grandezza inferiore a 10 mm, ecc,  inoltre possono sfuggire particolari importanti quali una Inaspettata Gravidanza Iniziale.

Pertanto la scansione ecografica della Pelvi per via Addominale, e' da considerarsi sempre di Seconda scelta rispetto a quella trasvaginale.

 

Alcuni esempi di Immagini ottenute da scansioni della Pelvi per via addominale in ginecologia, Si fa presente che queste immagini sono state ottenute in condizioni ideali  e con apparecchi ecografici di alta qualita', cosa che nella pratica difficilmente si puo' sempre ottenere.

     

                     

Fig. 1 Utero Scansione Long.

Fig. 2 Utero Post Partum

Fig. 3 Parete Addomino-pelvica

Fig. 4 Scansione trsversa ov dx.

           

  

E-mail: petflo@iol.it  Copyright © 2000  Floriano Petrone, MD, Torino, Italy. All rights reserved.

Ecografia: Il miracolo della vita umana

 

Questa Pagina fa parte del sito di Ecografia  ed è stata aggiornata il : 23/12/2010

 

 Ecografia Il primo Sito Italiano di Ecografia In Ostetricia e Ginecologia: già in internet dal 2000.

Tante immagini e Tante informazioni.

 

 

Ecografia:  

 

 

  Il materiale contenuto in queste pagine è soggetto a limitazioni di copyright tuttavia può essere copiato, riprodotto o duplicato, a patto che sia fatta la citazione della Fonte con Link al sito. http://digilander.libero.it/ecografia

Autore: Dr. Floriano Petrone

petflo@iol.it