Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 
Logo - Canti della Sardegna Repertorio dei canti - midi - mp3
Sono alcune strofe del famoso inno composto da Francesco Ignazio Mannu alla fine del 1700 in occasione della "Rivoluzione Sarda", cioè dei moti antifeudali scoppiati nell'isola sulla scia della Rivoluzione Francese.

Barones, sa tirannia

Su Segnore Feudatariu
a sas undighi si pesa;
da e su lettu a sa mesa,
da e sa mesa a su giogu;
e pustis pro disaogu
andat a cicisbeare;
giompid'a iscurigare:
teatru, ballu, allegria.

Cantu differentemente
su vassallu passà s'ora!
innantis de s'aurora
già es bessidu in campagna;
bentu o nie in sa muntagna,
in su paris, sole ardente.
O poverittu! comente
lu podet agguantare?

Nasché su Sardu soggettu
a milli cumandamentos:
tributos e pagamentos
chi faghet a su Segnore
in bestiamen e laore
in dinari e in natura;
e pagà pro sa pastura,
e pagà pro tribagliare.

O poveros de sas biddas,
trabagliade, trabagliade
pro mantenner in zittade
tantos caddos de istalla.
A bois lassan sa palla,
issos regoglin su ranu:
e pensan sero e manzanu
solamente a ingrassare.

Procurad' 'e moderare,
barones, sa tirannia,
chi si no, provida mia,
torrades a pè in terra!
Declarada è già sa gherra
contra de sa prepotenzia,
e cominza sa passienzia
in su populu a mancare.

Baroni, la tirannia
Il Signore Feudatario alle undici si alza: dal letto alla tavola, dalla tavola al gioco, e poi per distrarsi va a cicisbeare: teatro, ballo, allegria. / Quanto diversamente passa la giornata il vassallo! Prima dell'aurora già è uscito in campagna; vento o neve alla montagna, è sempre lo stesso, o sole ardente. O poveretto! come può sopportarlo? / nasce il Sardo soggetto a mille comandamenti: tributi e tasse che versa al Signore in bestiame e grano in danaro e natura; e paga per il pascolo e paga per arare. / O poveri dei villaggi, lavorate, lavorate, per mantenere in città questi cavalli da stalla. A voi lasciano la paglia, loro si prendono il grano: e pensano sera e mattino soltanto ad ingrassare. / Cercate di moderare, baroni, la tirannia, chè se no, per la mia vita! tornate a piedi in terra! Dichiarata è già la guerra contro la prepotenza, e comincia la pazienza nel popolo a venir meno.


Home page | Repertorio dei canti - midi - mp3 | Strumenti musicali tradizionali
Canti della natura | Photo gallery | Mandaci un messaggio
Links interessanti | Webmaster e-mail