Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 







DIETA IPERTENSIONE

































Dietetica: controllo del peso, la dieta, fabbisogno calorico e di nutrienti
Febbraio 2007 DIETA ED EROS Da sempre e in ogni parte del mondo, l’uomo ha sempre unito sia l’atto del mangiare che gli alimenti stessi con la sessualità, più o meno vissuta.
LA DIETA PER LA CONVALESCENZA Passata la fase acuta di un’influenza o di una bronchite, tipici malanni di stagione, si entra in quella della convalescenza.
LA DIETA PER LE FESTE Solo il pranzo natalizio tradizionale, dagli antipasti al panettone, può superare le tremila calorie, pari quasi al fabbisogno energetico di due giorni di una donna di piccola statura.
LA DIETA ANTIVIRALE Alcuni consigli utili per prevenire, con una corretta alimentazione, l'insorgere delle cosiddette sindromi pre-influenzali, caratterizzate da sintomi quali febbre, gastroenteriti e tosse..
LA DIETA PER LA RIPRESA SCOLASTICA Ricominciare a mangiare e a dormire secondo le necessità scolastiche rende insofferenti e ribelli i bambini che manifestano il loro disagio con problemi di addormentamento, scarso appetito e una crescente ribellione generalizzata, in famiglia e fuori.
LA DIETA PER IL SOLE In questi anni sempre più si pone l’accento sul fatto che una prolungata esposizione solare aumenta lo stress ossidativo, ossia la produzione di radicali liberi, sostanze tossiche che accelerano l’invecchiamento delle cellule e, quindi, anche della pelle.

Ipertensione, pressione arteriosa, dieta, sodio, sale
Primaria o secondaria che sia, è necessario tenere sotto controllo l'ipertensione, non solo con i farmaci, ma anche con una dieta appropriata.
Poche limitazioni a tavola possono senz’altro migliorare il quadro della persona ipertesa, soprattutto in vista delle complicanze cardiovascolari, ma non è pensabile che la dieta possa sostituire il farmaco.
La dieta povera di sale è utile soltanto a chi già soffre di ipertensione, permette, infatti, sia di tenere sotto controllo la pressione sia di diminuire nel tempo i dosaggi dei medicinali.
Ma quanto sale basta? La quota consigliata si aggira intorno ai 6 grammi al giorno contro i 10 grammi presenti nella dieta di un italiano medio, spesso determinati dai cibi già pronti e confezionati il cui contenuto di sodio non è considerato (in primo luogo gli insaccati).
La dieta ideale prevede, inoltre, tanta frutta e verdura, così come latte e latticini a basso contenuto di grassi.

Ipertensione, pressione arteriosa, dieta, sodio, sale
L'Organizzazione Mondiale della Sanità dedica un capitolo delle sue linee guida al trattamento non farmacologico dell'ipertensione in quei pazienti in cui non coesistono fattori aggiuntivi di rischio e, quindi, lo scopo principale della terapia è esclusivamente la riduzione dei valori pressori.
Le persone inattive hanno infatti una percentuale di rischio maggiore, compresa tra il 35% e il 52%, di sviluppare ipertensione..
Tutto questo a danno della salute con una serie di patologie in rapido sviluppo come ipertensione, problemi coronarici, ictus, diabete non insulino dipendente, osteoporosi e cancro al colon.
Nell'esercizio isotonico (camminare, correre, nuotare) si ha una riduzione delle resistenze vascolari periferiche e un incremento del ritorno venoso con abbassamento della pressione sanguigna, nell'esercizio isometrico (sollevamento pesi, body building) si ha un aumento delle resistenze periferiche, soprattutto se sono coinvolte grosse masse muscolari, con un effetto pressorio che può essere pericoloso nell'ipertensione.
Per verificare se l'esercizio aerobico sia un efficace metodo alternativo per controllare la pressione sanguigna nell'ipertensione, 32 ipertesi sofferenti per un'ipertensione essenziale di livello medio sono stati sottoposti ad un programma di esercizi aerobici con il cicloergometro per tre mesi.

dieta iposodica - problemi di pressione? usa poco sale
Cerca su aDieta.it su aDieta nel web GET A SEARCH ENGINE FOR YOUR SITE Clicca qui per aggiungere aDieta.it ai tuoi preferiti .
Un consumo eccessivo di sale può favorire la ritenzione di liquidi e l'insorgere dell' Ipertensione Arteriosa .

a dieta . it - Dicono di noi
Cerca su aDieta.it su aDieta nel web GET A SEARCH ENGINE FOR YOUR SITE Clicca qui per aggiungere aDieta.it ai tuoi preferiti .
Proprio dagli utenti di Ciao.it Adieta.it ha ricevuto 5 stelle per il servizio, i prodotti, la competenza caratterizzanti la propria attività di e-commerce.
In questo link, oltre al giudizio complessivo, potrete leggere anche alcuni commenti lasciati da membri di Ciao.it che hanno acquistato sul nostro sito: Le opinioni degli acquirenti aDieta.it e Ebay Adieta.it dispone anche di un negozio su ebay per vendere prodotti ex-esposizioni o caratterizzati da particolari offerte di prezzo.
Per vedere tutti i commenti e i relativi prodotti venduti basta cliccare qui: I feedback di aDieta.it Un sito al giorno 'un portale con tutte, ma proprio tutte, le notizie ed informazioni su come dimagrire.
Il consiglio che oggi è diventato quasi obbligatorio è quello di fare più sport e seguire un'alimentazione equilibrata, a questo proposito vogliamo segnalarvi un sito per mettersi a dieta, mangiare sano, dove troverete diete on-line, possibilità di calcolare il peso ideale, ricette light: un sito che riteniamo utile e ben realizzato.
Per vivere sani ed essere sempre in forma: www.adieta.it '.

Prevenire e curare stress ed ipertensione, pressione arteriosa, sistole, diastole, pressione del sangue, cuore, circolazione arteriosa
Prevenire e curare stress ed ipertensione L’ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati, tant’è che si riscontra nel 20% della popolazione adulta ed è considerata uno dei maggiori problemi clinici del Ventesimo secolo.
Vedremo allora in questo articolo come aiutare il malato di ipertensione arteriosa anche con terapie naturali come l’omeopatia e l’agopuntura.
Che cos’è l’ipertensione Immaginiamo di schiacciare leggermente le pareti del tubo attraverso la sua parte terminale restringendo così il suo calibro.
Si definisce ipertensione arteriosa uno stato costante e non occasionale in cui la pressione arteriosa è elevata rispetto a standard fisiologici considerati normali.
Nello specifico si dice che una persona è ipertesa, o ha la pressione alta, quando la pressione arteriosa minima (ipertensione diastolica) supera 'costantemente' il valore di 90 millimetri di mercurio (unità di misura della pressione) o la pressione massima (ipertensione sistolica) supera il valore di 140 millimetri di mercurio (dopo i 60 anni di età si accettano valori leggermente più alti) in maniera costante.

dieta1.htm
la patologia - dieta e ipertensione parte 1 - la pressione La "pressione del sangue" è un concetto abbastanza intuitivo: si tratta della "forza" con cui il sangue viene spinto nei vasi sanguigni.
parte 2 - l'ipertensione L'ipertensione è una malattia con un decorso piuttosto lungo, ma non per questo è meno grave.
Alcuni studi dicono che l'ipertensione non trattata diminuisce la sopravvivenza in maniera impressionante.
Si calcola che il 10-15% delal popolazione dei Pesi industrializzati ne soffra, anche se naturalmente è molto difficile stabilire un limite preciso oltre il quale si deve parlare di ipertensione.
Oltre questi valori si può parlare di ipertensione.
Ad esempio, si può parlare di pertensione lieve con una minima di 90-110 mm/hg, di ipertensione moderata tra 105/114, grave oltre 114.
Oppure si può distinguere tra ipertensione meno grave e grave al valore discriminante di ca 130mmHg.
Ma spesso i pazienti tendono a sottovalutare il problema, sia perchè non dà loro problemi a breve termine, sia perchè l'ipertensione decorre spesso a lungo senza alcun sintomo, e il paziente si sente molto bene.

Dieta e ipertensione - Dieta e ipertensione
La riduzione dell’apporto di sodio è fondamentale e la dieta mediterranea, in generale, può essere d’aiuto.
In molti casi l’ipertensione può essere tenuta sotto controllo modificando l’alimentazione e lo stile di vita.
Questo disturbo, infatti, è strettamente correlato alla dieta e al peso corporeo.
Fra le caratteristiche dell’alimentazione che hanno dimostrato una correlazione con l’ipertensione, vi sono: elevato apporto di sodio elevato rapporto sodio/potassio carenza di fibra e l’eccessivo consumo di zuccheri semplici eccessivo apporto di grassi animali e la carenza di acidi grassi essenziali carenza di calcio, magnesio e vitamina C.
Disturbi respiratori nel sonno e ipertensione Quanto è giovane il tuo cuore? Arteria mammaria interna nel bypass Trombolisi e ritrombolisi Arteriopatia ostruttiva Nuove protesi valvolari di bioingegneria Scompenso cardiaco Sindromi coronariche e infarto Giornata mondiale del cuore Quale pressione e quanta? Gli esami diagnostici Il mio cuore: assunzioni farmaci Il mio cuore: fattori di rischio Il mio cuore Rischio cardio vascolare Approfondimenti di Aprosnet Pregi e difetti del caffè Salute dei fumatori Dieta e ipertensione .

Disturbi respiratori nel sonno e ipertensione - Disturbi respiratori nel sonno e ipertensione
Disturbi respiratori nel sonno e ipertensione | .
Disturbi respiratori nel sonno e ipertensione Quali sintomi si associano all’ipertensione? Generalmente il paziente iperteso, se l'ipertensione non è secondaria (causata da un'altra malattia), risulta asintomatico: non manifesta disturbi.
Possono rendersi evidenti i disturbi da insufficienza cardiaca causata dall'ipertensione quali facile affaticabilità e difficoltà respiratoria per sforzi modesti o si possono manifestare infarto cardiaco e ictus.
Come si fa diagnosi di ipertensione? La diagnosi di ipertensione essenziale si pone solo dopo che il medico ha escluso altre possibile cause di aumento dei livelli pressori e dopo ripetute misurazioni anormali della pressione arteriosa.
Qual è la terapia dell' ipertensione? Nel caso di ipertensione essenziale è generalmente necessaria la terapia farmacologica, un regime alimentare (controllo del peso e riduzione del sale assunto con la dieta), esercizio fisico e soprattutto cessazione del fumo.
Per le ipertensioni secondarie bisogna rimuovere la causa (in casi abbastanza rari, come nell'ipertensione dovuta a stenosi cioè restringimento dell'arteria renale, può essere necessario un intervento chirurgico) Cosa si intende per disturbi della respirazione durante il sonno? Vengono definiti tali gli episodi di temporanea cessazione dei movimenti respiratori o una diminuzione del numero di atti respiratori che si verificano durante il sonno.

Guide of DIETA IPERTENSIONE



info: DIETA IPERTENSIONE


Photo by www.amicionline.com
UroDoc - SALE NELLA DIETA: ESCREZIONE DEL SODIO E IPERTENSIONE ARTERIOSA
L'ipertensione nella storia della medicina .
Nella storia della medicina fu Richard Bright per primo a trovare correlazioni fra l' ipertensione e i reni , nel 1836: dopo un esame post mortem di pazienti morti con 'urine dense', infatti diagnosticò un danno nelle funzioni renali.
Nel 1871, poi Traube suggerì che l'ipertensione fosse una risposta omeostatica a un problema nella funzionalità escretoria del rene, affermando che 'la diminuzione del liquido rimosso dal circolo arterioso per escrezione renale… causa un aumento nella pressione arteriosa.'.
Queste ipotesi anticiparono di circa 100 anni quelle di Fahr, Borst, Borst de Gues e Guyton; riguardo il fatto che l'ipertensione sia un meccanismo compensatorio per ovviare a una riduzione nell'escrezione.
Fu probabilmente la scoperta che il sale era in grado di conservare gli alimenti a farne aumentare l'assunzione nella dieta, il sale fu infatti preziosissimo per secoli, per questa caratteristica, tanto da divenire moneta di scambio presso numerosi popoli..
Popolazioni primitive di diverse parti del mondo, che non introducono sodio 'in più' nella dieta, non soffrono di ipertensione, né la loro pressione aumenta con l'età come avviene nelle popolazioni industrializzate..

dicembre
Si sapeva da tempo che la ipertensione arteriosa, provocando lesioni ischemiche cerebrali, favorisce l'insorgenza di una forma piuttosto frequente di demenza, definita 'demenza vascolare'.
Da vari anni si sono accumulate evidenze che dimostrano il ruolo favorente della ipertensione nella forma più comune di demenza, la malattia di Alzheimer.
Un motivo in più per tenere sotto controllo questa subdola malattia, cominciando con misure non farmacologiche (dieta adeguata ed esercizio fisico), e poi ricorrendo ai farmaci se necessario.

Bellezza > Donna > Alimentazione > Diete > Cibo e malattie > L'ipertensione
E' forse uno dei problemi più diffusi nei paesi sviluppati in quanto un adulto su cinque soffre di ipertensione.
L'ipertensione è asintomatica , cioè priva di sintomi, ed i rischi per la salute aumentano all'allontanarsi dai valori medi anche se va detto che è estremamente facile individuarla attraverso un semplice controllo..
La maggior parte dei casi di ipertensione può derivare da disfunzioni dell'organismo (ip.primaria), mentre solo una piccolissima parte è sintomo di altre malattie (ip.secondaria) .
Esistono diversi gradi di ipertensione ed a seconda dei livelli riscontrati può essere lieve, media e grave: in tutti i casi, però, andrebbe curata per evitare disturbi all'organismo o complicazioni arterosclerotiche come ictus e infarti..
Per i casi più gravi è necessario il ricorso ad uno o più farmaci mentre nei casi meno gravi non è necessaria una terapia farmacologica ma solamente una dieta che limiti il consumo di alcune sostanze come alcolici e sale da cucina..
Alimenti che andrebbero eliminati dalla dieta per sconfiggere l’ipertensione sono i vegetali in scatola, gli alimenti in scatola, acciughe, aringhe in salamoia, avocado, cioccolato, fave, fegato di pollo, formaggi stagionati, insaccati, brodi, grassi animali, sughi, vino e lo yogurt.

paginemediche.it - benessere
Se si mantiene uno stile di vita sano e si pratica una regolare attività fisica, i cambiamenti associati all’invecchiamento sono meno marcati e si può non solo aggiungere anni alla vita, ma soprattutto vita agli anni! [...] Leggi anche Lo scompenso cardiaco Medicina alternativa Mangiare sano per ridurre il rischio cardiovascolare Donna e MCCV Le donne sono le principali vittime delle malattie cardiovascolari : troppo spesso si tende a considerare il disturbo cardiaco una prerogativa maschile, sottovalutando fattori di rischio seri come obesità, ipertensione, fumo e diabete.
[...] Rinite e alterazione dell'olfatto Malattie Sessualmente Trasmesse La dieta mediterranea Un cuore di carciofo (Tutti a tavola) Il carciofo è uno degli ortaggi più comuni ed amati: è un vero e proprio vaso pieno di nutrienti ed elementi che aiutano il nostro organismo a sentirsi meglio..
Sport e benessere L'atività giusta per ogni età, gli esami medici da sostenere, la dieta degli sportivi e tantissime altre notizie che ti aiuteranno a praticare lo sport in maniera corretta..

paginemediche.it
Se si mantiene uno stile di vita sano e si pratica una regolare attività fisica, i cambiamenti associati all’invecchiamento sono meno marcati e si può non solo aggiungere anni alla vita, ma soprattutto vita agli anni! [...] Leggi anche Lo scompenso cardiaco Medicina alternativa Mangiare sano per ridurre il rischio cardiovascolare Donna e MCCV Le donne sono le principali vittime delle malattie cardiovascolari : troppo spesso si tende a considerare il disturbo cardiaco una prerogativa maschile, sottovalutando fattori di rischio seri come obesità, ipertensione, fumo e diabete.
La dieta mediterranea La dieta mediterranea - basata sul consumo di alimenti ricchi di fibre (cereali, legumi, frutta e verdura), di olio d'oliva , di pesce in preferenza alla carne e di quantità limitate di prodotti caseari - è da sempre considerata una dieta sana e nutriente , utile per contrastare l'invecchiamento cellulare e le malattie cardiovascolari.
Previous Play Donna e MCCV Rinite e alterazione dell'olfatto Malattie Sessualmente Trasmesse La dieta mediterranea Next ...parliamo di Neonatologia Latte materno, bambino e ascesa sociale: i risultati di uno studio inglese Mangiare frequentemente il pesce durante la gravidanza aumenta le funzioni intellettive dei figli Prende il volo Red Dress Italia L'Italia in prima linea contro il papilloma virus e il tumore alla cervice uterina Allergologia Anestesiologia e Rianimazione Angiologia Cardiologia Colonproctologia Dermatologia Ematologia Endocrinologia Epatologia Gastroenterologia Genetica Ginecologia e ostetricia Infettivologia Logopedia Medicina dello sport Neonatologia Neurologia Oculistica Odontoiatria e stomatologia Oncologia Ortopedia e traumatologia Otorinolaringoiatria Parassitologia Pediatria Pneumologia Psicologia Tricologia Urologia Scopri come adottare stili di vita salutari e cosa fare in quelle situazioni che possiamo affrontare noi stessi con piccoli accorgimenti.

Prevenire e curare stress ed ipertensione
L’ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati, tant’è che si riscontra nel 20% della popolazione adulta ed è considerata uno dei maggiori problemi clinici del Ventesimo secolo.
Vedremo allora in questo articolo come aiutare il malato di ipertensione arteriosa anche con terapie naturali come l’omeopatia e l’agopuntura.
Si definisce ipertensione arteriosa uno stato costante e non occasionale in cui la pressione arteriosa è elevata rispetto a standard fisiologici considerati normali.
Nello specifico si dice che una persona è ipertesa, o ha la pressione alta, quando la pressione arteriosa minima (ipertensione diastolica) supera "costantemente" il valore di 90 millimetri di mercurio (unità di misura della pressione) o la pressione massima (ipertensione sistolica) supera il valore di 140 millimetri di mercurio (dopo i 60 anni di età si accettano valori leggermente più alti) in maniera costante.
I medici distinguono due tipi di ipertensione arteriosa: una detta "essenziale" e l’altra denominata "secondaria".
Peraltro per quest’ultimo tipo di ipertensione arteriosa sono due le ipotesi causali che godono di maggior attenzione: l’alimentazione scorretta e lo stress psico - emotivo.

Dieta Dimagrante Herbalife dimagrire dieta-dimagrante ShapeWorks
In Dieta - La soluzione definitiva ai problemi di peso.
www.herbalifecentral.it www.herbalyfe.it www.idealdieta.it www.sts herbalife torino zuppe herbalife Tu decidi cosa mangiare, il programma DIETA DIMAGRANTE SHAPEWORKS, sulla base del tuo fabbisogno proteico personale giornaliero, ti aiuterà a ritrovare il tuo peso forma, farai tutti i pasti con i cibi che preferisci, un assistente SHAPEWORKS ti calcolerà le dosi esatte per raggiungere l'obiettivo prefissato di peso corporeo.
La Dieta ShapeWorks di Herbalife non ti vieta alcun alimento, non ti costringe a cambiare i tuoi gusti, non ti impone il consumo di farmaci, semplicemente calcola il tuo fabbisogno proteico giornaliero, e ti suggerisce quali integratori Herbalife e ti consiglia quali cibi includere nei tuoi pasti.
Il programma Dieta ShapeWorks di Herbalife non ti promette di farti perdere 7 Kg.
Il programma Dieta ShapeWorks di Herbalife ti permette di dimagrire in modo totalmente naturale e fisiologicamente adeguato.
Con il programma Dieta ShapeWorks di Herbalife, mentre dimagrisci impari a comporre i pasti in modo corretto.
La dieta va pianificata in modo da non sottoporre mai il fisico a variazioni alimentari troppo violente, altrimenti reagirà facendovi recuperare velocemente il peso corporeo perduto non appena glielo consentirete interrompendo la dieta.

Dieta Dash contro l'Ipertensione
Dieta Dash Questa dieta é così chiamata perché la sigla Dash (Dietary Approaches to Stop Hypertension), in inglese significa letteralmente 'approcci dietetici per far terminare l'ipertensione'.
Questa particolare dieta ha cominciato il suo sviluppo negli Stati Uniti, essendo sviluppata e gestita dall'università di Harvard, per poi diffondersi anche in Europa e nel resto del mondo.
Questa dieta secondo i medici é utile quanto un farmaco specializzato nella cura dell'ipertensione.
Per seguire la dieta bisogna ridurre il sale nei cibi, ridurre i grassi animali, gli alcolici, gli zuccheri e la carne rossa.
Gli altri articoli di questa sezione: Dieta Atkins .

Benefits


Photo by www.trendswizard.it
ricetta e ricette: robot cucina bimby dolce alimentazione gratis di ricettario
Le ricette dieta sono prive di uso e consumo di dolci ricette per non accumulare troppe calorie!!! andare in egitto è una bella esperienza e le loro ricette egiziane sono, non dico da evitare, ma di stare attenti a quello che si mangia.
Le ricetta dieta sono prive di uso e consumo di dolci ricetta per non accumulare troppe calorie!!! andare in egitto è una bella esperienza e le loro ricetta egiziane sono, non dico da evitare, ma di stare attenti a quello che si mangia.

Prevenire le malattie cardiovascolari con l'alimentazione
Per prevenire l'ipertensione bisogna lasciar spazio ad aceto e spezie varie come sostituiti del sale.
Perchè la dieta mediterranea è sì la migliore che esista, ma bisogna ricordarsi che è nata come alimentazione tipica dei contadini.

Inalare sale può causare ipertensione
Inalare sale può causare ipertensione Respirare particelle di sale ha gli stessi effetti di un'alimentazione salata .
I dati forniti ora dalla nuova ricerca, condotta da Kripa Haldiya e colleghi del Desert Medicine Research Centre di Jodhpur, in India, dimostrano che l'inalazione di grandi quantità di particelle di sale ha lo stesso effetto del consumo di una dieta salata e incrementa notevolmente la pressione del sangue, mettendo a rischio i lavoratori nelle fabbriche di sale di tutto il mondo.

Ipertensione - Xagena Cardiologia
Le nuove linee guida per la pressione, ed il trattamento dell’ipertensione sono state preparate da uno speciale Comitato del NHBPEP ( National High Blood Pressure Education Program ) e pubblicate sul 'The Journal of the American Medical Association' (JAMA 2003;289:2560-2571).
La principale novità delle nuove linee guida è rappresentata dall’aver incluso un primo livello, definito di 'pre-ipertensione'.
- introduzione del livello di 'pre-ipertensione'.
- accorpamento degli stadi 2 e 3 di ipertensione, perché l’approccio terapeutico è lo stesso.
La 'pre-ipertensione' richiede cambiamenti nello stile di vita ( perdita del peso eccessivo, svolgere attività fisica, limitare l’assunzione di alcolici, seguire una dieta a basso contenuto di sodio ).
Viene raccomandato di seguire la dieta DASH ( Dietary Approaches to Stop Hypertension ) ricca di verdura, frutta e priva di grassi.
I pazienti con ipertensione di stadio 1 potrebbero avvantaggiarsi del trattamento farmacologico.
I diuretici hanno dimostrato di essere efficaci nel prevenire le complicanze cardiovascolari dell’ipertensione.
Consumare una dieta ricca di frutta, verdura e a basso contenuto di grassi ( grassi saturi e grasso totale ) permette di ridurre la pressione di 8-14 mmHg.

Progetto Diabete - La dieta DASH migliora l'ipertensione e la sensibilità insulinica
A cura di Carmelo D'Alessio Secondo i risultati di uno studio pubblicato sull’edizione di Febbraio di Diabetes Care, la dieta DASH (Dietary Approaches to Stop Hypertension) non solo migliora l’ipertensione arteriosa ma anche la sensibilità insulinica.
“Poiché il modello dietetico DASH viene attuato come parte di routine di un controllo non farmacologico dell’ipertensione, sarà importante conoscere gli effetti sull’azione insulinica.” scrive il Dr.
In questo studio dipendente del più vasto PREMIER, 52 soggetti sono stati randomizzati in tre gruppi di intervento per la cura dell’ipertensione.

Progetto Diabete: Complicanze
L'Ipertensione L'ipertensione e il diabete mellito sono due malattie che spesso si accompagnano.
Ipertensione e diabete insieme possono aumentare le possibilità di sviluppare questi problemi.
L'ipertensione è spesso collegata a obesità alti livelli di colesterolo, elevati trigliceridi, scarsa attività fisica, una storia familiare di ipertensione e disturbi coronarici, ipertrofia del ventricolo sinistro e fumo.
Inoltre, l'ipertensione è molto più comune tra gli uomini che tra le donne ed esacerba alcune complicazioni quali la retinopatia e la nefropatia .
L'ipertensione associata al diabete aumenta il livello di rischio di disturbi cardiovascolari, cerebrovascolari e vascolari periferici.
I fattori che contribuiscono all'ipertensione sono tutti interattivi.
Una sindrome di resistenza all'insulina (sindrome X) è stata descritta come il risultato di vari gradi di intolleranza al glucosio, dislipidemia (importante aumento dei trigliceridi e diminuizione del colesterolo HDL) e ipertensione.
Ottimi programmi di trattamento sono ora disponibili per tenere sotto controllo diabete e ipertensione.

News | Ipertensione: caro e salato contro gratis e iposodico
Ipertensione: caro e salato contro gratis e iposodico Un lavoro pubblicato su JAMA nel dicembre 2002 rivela che le cure a base di ACE inibitori e calcio antagonisti sono meno efficaci dei diuretici.
Considerato che l'azione del diuretico è sostanzialmente quella di favorire l’eliminazione dell’acqua trattenuta in eccesso nell’organismo, la stessa funzione può essere svolta in molti casi con maggiore efficacia e sicurezza da una dieta iposodica ..
Considerato poi che un mese di trattamento con un diuretico, in italia, costa 1, 38 €, con un ACE inibitore circa 26 € e con un calcio antagonista circa 36, 51 €, vale la pena di chiedersi quali interessi giochino nella scelta, diffusissima, dell’approccio terapeutico all’ipertensione con i farmaci risultati meno efficaci..
Anche se la terapia va sempre discussa con il proprio medico e non dovrebbe essere sospesa senza la sua approvazione, una dieta a basso tenore di sale, completamente gratuita, è il primo strumento a disposizione di tutti gli ipertesi per tenere sotto controllo la pressione alta .
(Altre informazioni utili sulla dieta iposodica sono disponibili negli articoli “Chi mangia più salato respira peggio ” e “Troppo calcio in tavola? ”).

DRIA | DRIA Ipertensione
DRIA Ipertensione None Nell'ambito della nuova offerta di mini test DRIA, limitati a un numero ridotto di sostanze e rivolti a situazioni specifiche , è già attivo, presso la maggior parte dei Centri DRIA italiani il DRIA Ipertensione , specificamente dedicato a chi soffre di ipertensione arteriosa curata con farmaci ma senza l'appoggio di una seria dieta di controllo alimentare..
DRIA Ipertensione è un test di intolleranza ad alimenti o a sostanze ambientali, specificamente rivolto a identificare, rimuovere o controllare eventuali fattori che possano contribuire alla comparsa o al mantenimento di ipertensione arteriosa..
Oggi sappiamo che l'ipertensione dipende anche da una concausa infiammatoria , ed è agendo su quella che si può ridurre la ritenzione dei liquidi e l'aumento della pressione arteriosa..
Benché il DRIA Ipertensione si configuri come un atto medico a tutti gli effetti, si presume che il paziente che vi si sottopone sia regolarmente seguito anche da un altro medico di fiducia..
Il protocollo standard del test DRIA Ipertensione è costituito dai seguenti elementi:.
Colloquio informativo generale e consenso informato Test DRIA Ipertensione Completamento del test in funzione dei dati emersi (con ricerca di eventuale dosaggio di iposensibilizzazione ) Sintetico colloquio medico Formulazione di un piano alimentare orientato al recupero della tolleranza (con spiegazione dettagliata del tipo di dieta da seguire) ed eventuale prescrizione di terapia iposensibilizzante ('rimedi tollerogeni') Indirizzamento eventuale verso approfondimento: visita medica, incontro dietistico completo, Test DRIA completo ...

DIETA IPERTENSIONE ?

COS'È L'IPERTENSIONE ARTERIOSA? -- Physicians Committee for Responsible Medicine
COS'È L'IPERTENSIONE ARTERIOSA? Fondata nel 1985, PCRM è un'organizzazione senza scopo di lucro, sostenuta da 5.000 medici e da 100.000 iscritti.
La presenza di valori elevati di Pressione Arteriosa (Ipertensione) aumenta il rischio di eventi morbosi quali infarto del miocardio ed ictus.
Ottimale 120/80 od inferiore Normale 139/89 od inferiore Ipertensione 140/90 o superiore Tenere controllata la Pressione Arteriosa è molto importante ed il suo trattamento spesso comporta l'assunzione di farmaci.
Le persone che seguono una dieta vegetariana hanno solitamente una Pressione Arteriosa più bassa [2, 3 ].
Consigliamo di provare a seguire una dieta vegetariana per almeno quattro/sei settimane per poter verificare quanto questo tipo di alimentazione sia vantaggiosa.
Consigliamo di includere nella dieta molti dei seguenti cibi che sono naturalmente a basso contenuto di Sodio: Cereali integrali - riso integrale, pane e pasta di grano integrale, cereali caldi o freddi non dolcificati, miglio, orzo, grano saraceno, fiocchi d'avena e quinoa.
Informate il vostro medico che volete tener controllata la vostra Pressione Arteriosa e che intendete usare una dieta per farlo.
DIETA | COLESTEROLO | IPERTENSIONE | trigliceridi | kogi | erboristeria - Encanta.it
Pressione e colesterolo: un aiuto dalla dieta Rubrica a cura del dr.
Non è solo lo stille di vita e la dieta a determinare questa differenza, è anche un ingrediente alimentare ricavato del riso, il micete Monascus Purpureus che è utilizzato quotidianamente in molti liquori, aceti, vini, condimenti, salse, insaccati ed altri alimenti che aiutano l'organismo umano, soprattutto arterie e cuore, a rimanere in condizioni ottimali.
Abbassa anche l'ipertensione arteriosa, ed ha buona capacità stomachica e digestiva, in virtù del suo alto contenuto di amilasi.
Lo stile di vita e l'alimentazione influenzano grandemente la circolazione del sangue e contribuiscono alla riduzione della pressione sanguigna in caso di ipertensione.
Ipertensione Arteriosa
sia considerando l’uomo globalmente nella sua individualità, non separato in sottoinsiemi e con una sicura capacità di resistere o accondiscendere alla malattia sia preoccupandosi che il paziente si prenda lui stesso in carico, cioè sia il responsabile ultimo della sua salute sia andando alla radice della malattia con un intervento terapeutico delicato che, con il minimo di interferenza, vada a ristabilire il flusso vitale deviato o bloccato L’ipertensione consiste in un aumento della pressione arteriosa rispetto ai valori definiti normali (superiori a 90 mmHg di minima o diastolica e 140 mmHg di massima o sistolica).
Quando non c’è una precisa causa scatenante (nel qual caso si parla di ipertensione secondaria) parliamo di ipertensione essenziale.
L’ipertensione essenziale colpisce un gran numero di persone di ambo i sessi e di varia età, manifestando i primi sintomi significativi tra i 40 e i 60 anni, L’origine è spesso familiare.
Ecco perché l’ipertensione, che spesso all’inizio non dà una sintomatologia molto evidente, viene definita il killer silenzioso.
Nell’ipertensione la persona si mantiene nelle vicinanze di un conflitto senza arrivare ad una soluzione.
Ipertensione arteriosa e uso del sale
Colesterolo e trigliceridi Steroli e stanoli vegetali per abbassare il colesterolo La dieta contro il colesterolo I rischi dei fritti e delle salse La dieta e l'uso dei grassi Sindrome metabolica Il chitosano Alimentazione nell'adulto Obesità e sovrappeso Diabete e 'Diabesity' Diete: Miti e realtà Perdere peso in modo intelligente Come valutare il proprio peso Come mantenere il peso nella norma Diete e controllo del peso Cosa ci fa sentire pieni? Acidi grassi Omega-3: dove trovarli? Interazioni tra farmaci e alimenti Le allergie alimentari La dieta mediterranea Peso e metabilismo La dieta Atkins Ortoressia nervosa Anoressia e bulimia Ipertensione arteriosa e uso del sale Caratteristiche Chimiche del sale Polvere cristallina bianca, inodora, con sapore caratteristico, molto solubile in acqua e praticamente insolubile in metanolo.
Questa quantità va reintegrata con la dieta.
Perché ridurre il consumo di sale Un consumo eccessivo di sale può favorire l’instaurarsi dell’ ipertensione arteriosa , soprattutto nelle persone predisposte.
GICR: Sconfiggere l'ipertensione senza farmaci? In molti casi si può
Sconfiggere l'ipertensione senza farmaci? In molti casi si può.
A dimostrarlo è uno studio americano del National Heart, Lung, and Blood Institute (NHLBI) dei National Institutes of Health, cui hanno partecipato 810 uomini e donne adulti, sovrappeso, con preipertensione (pressione massima tra 120 e 139, o minima tra 80 e 89) o con ipertensione di stadio 1 (pressione massima tra 140 e 159, o minima tra 90 e 95) che non prendevano farmaci..
Quelli del secondo, oltre a ricevere questo stesso tipo di consigli, sono stati spronati a seguire una dieta ricca di frutta, verdure, latticini magri e povera di grassi saturi.
I soggetti del terzo gruppo, invece, quello di controllo, hanno ricevuto soltanto alcune raccomandazioni standard di ridurre il peso, aumentare l’attività fisica e seguire una dieta salutare.
Dopo 18 mesi, i partecipanti cui erano stati posti obiettivi specifici riguardo a dieta ed esercizio, avevano perso più chili e seguivano un’alimentazione più salutare rispetto a quelli cui erano state fatte solo raccomandazioni generiche: ma soprattutto, risultavano affetti in minor misura dall’ipertensione conclamata.
Nel primo gruppo l’ipertensione vera e propria è scesa dal 36 al 24 per cento, mentre nel secondo, che aveva seguito anche la dieta ricca di vegetali, è calata dal 38 al 22 per cento.
Uomo, alimentazione e salute (EUFIC)
Ipertensione La pressione alta, o ipertensione, aumenta il rischio di cardiopatie coronariche, infarto e angina.
Tra le principali cause dell’ipertensione troviamo la componente ereditaria, ma anche il tipo di stile di vita gioca un ruolo importante.
A chi soffre di ipertensione si raccomanda di perdere peso, di ridurre il consumo di bevande alcoliche, di non aggiungere sale agli alimenti durante la cottura e, a tavola, di scegliere alimenti a basso contenuto di sale / sodio..
È stato stimato che un aumento nel consumo di potassio di 2, 3 - 3, 1 grammi al giorno potrebbe diminuire del 25% le morti connesse all’ipertensione.
Banane e Yoga contro l’Ipertensione - Diete - Guida di SuperEva
Diete & Patologie Banane e Yoga contro l’Ipertensione A cura di Luisa Maria Carretta .
Proprio così, la banana, perché già da tempo è stato scoperto che il potassio combatte l'ipertensione arteriosa, la depressione e probabilmente anche il colesterolo.
Le vere epidemie di ipertensione possono essere conseguenza di questi meccanismi.Rabbia, paura, dolore, scatenano la pressione sistolica, attivando l'asse ipotalamo-ipofisi-surrene e sistema nervoso simpatico.
La possibilità che un supplemento di potassio alla dieta possa provocare un abbassamento della pressione è considerata da molti anni.Sugli effetti ipotensivi del potassio, non mancano, d'altra parte, evidenze sperimentali su molti ceppi di topi.
Una dieta ricca di sodio, anche se i fattori ambientali e genetici sono altrettanto rilevanti, ha portato nei ratti ad una ipertensione di cui il potassio è riuscito a ridurne l'elevazione attraverso un meccanismo diuretico e natriuretico e mediante soppressione dell'attività reninica plasmatica.E' chiaro che l'obe sità e l'aumento di peso ponderale influiscono molto sia sul colesterolo che sull'ipertensione.
Quando l'intervento del medico si rende non strettamente necessario, una dieta a base di banane ed a basso regime calorico può immediatamente bilanciare il metabolismo ed i valori pressori.


Home @CallCenter