Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 







DIETA DA 1000 CALORIE

































Gli Articoli di Poudzo.it Proposta di dieta da 1000 kcal a basso contenuto lipidico
prima di iniziare una dieta consultate il vostro medico: una dieta sbagliata può provocare seri danni.
Fate valutare dal vostro medico questa proposta di dieta .

Integratori alimentari e dieta » dieta 1000 calorie » fitness in palestra e integratori con la dieta
Home » Dieta e Diete » dieta 1000 calorie dieta 1000 calorie Vi proponiamo una dieta da 1000 calorie al giorno da fare per 2 giorni consecutivi che farà sentire più leggeri ed aiuta a disintossicare il corpo dalle scorie e dalle tossine in eccesso..
Chi : ProAction da oltre 10 anni è sinonimo di affidabilità e serietà nel panorama italiano degli integratori alimentari .
Come : Tramite il nostro blog dedicato a vari integratori da abbinare alla dieta quotidiana con l'aggiunta di molteplici suggerimenti e considerazioni sulle diete per dimagrire o mantenere la forma.
Dieta tipo Dieta contro la ritenzione idrica Controllare il peso Caffè e caffeina Dieta sprint Palestra Modugno: Candelabro Saverio .
800.42.53.30 Numero Verde attivo dal Lunedi al Venerdi in orario ufficio, utile per ricevere le informazioni dedicate ai nostri integratori o conoscere il punto vendita più vicino..
AVVISO Prima di intraprendere una dieta o utilizzare integratori alimentari risulta consigliabile il parere di un esperto..

La dieta ipocalorica
La dieta che ti fa perdere i kg nei punti giusti .
La dieta ipocalorica E' la classica dieta del dietologo, ed è quella che a mio parere è la più adeguata dal punto di vista nutrizionale, anche se molto difficile da seguire..
Bisogna pesare tutto, e con molta precisione; i risultati non si vedono subitissimo, ma solitamente questa dieta, se seguita per lunghi periodi, da ottimi risultati, e insegna a mangiare in modo corretto, seguendo la dieta mediterranea, che è la mia preferita..
Vi riporto qui un esempio di dieta ipocalorica, che è poi quella che ho seguito io a 11 anni:.
Merenda : un frutto o una spremuta di arancia.
Merenda : un frutto o una spremuta o uno yogurt.
La Fortuna di questa dieta è che si possono mangiare sia il pane che la pasta, e una volta la settimana la pizza..
ma come vedete non sempre le quantità rispettano il desiderio di una persona; e ora come ora non seguirei mai una di quelle diete da 1000 kcal con pochi grammi di pasta..

CoopMMG - Indicazioni dietetiche
Dieta isoenergetica in 6 pasti da 1700 Kcal .
Dieta isoenergetica in 6 pasti da 2200 calorie .
Torna indietro Menu principale Area Privata Accesso utenti registrati Hai dimenticato la password!? Clicca qui per recuperarla Iscrizione utenti non registrati Il sito di CoopMMG rispetta i criteri di accessibilità e usabilità dettati dal W3C e dal Governo Italiano.

Donna click - Diete particolari
Perdi peso con la dieta Herbalife, programmi personalizzati, assistenza gratuita, consulenza con Numero Verde anche da cellulare.
Integra la tua dieta e il tuo esercizio fisico con il cerotto dimagrante.
Ecco una serie di consigli da non perdere.
Una dieta a base di cavolo da seguire per una settimana.
Con questa dieta potrete perdere fino a cinque chili.
Una dieta specifica e rapida per glutei sodi e ben scolpiti.
Una dieta dedicata a chi ha problemi di pancia gonfia.
Anche se è giusto dire che la depressione non si guarisce a tavola, è bene però ricordare che ci sono comunque cibi che aiutano a tenere su l'umore...
La soia può essere dal punto di vista nutrizionale un valido sostituto della carne ed utilizzata per preparare moltissimi piatti.
I gruppi sanguigni possono influire con la nostra dieta.
Gli errori da evitare e qualche consiglio dedicato alla linea.
Lo sapevate? Una sana dieta alimentare oltre all'aspetto può migliorare notevolmente anche l'apprendimento e la memorizzazione, quindi è molto utile seguire alcuni semplici consigli.
A furia di cenette a lume di candela, siete avvolti dalla felicità, ma anche da qualche chilo di troppo! Ecco qualche consiglio per dimagrire in due! .

Calorie alimenti
CALORIE ALIMENTI Con i due moduli sottostanti si può calcolare l'apporto calorico degli alimenti e delle preparazioni (le ricette) sfruttando il vastissimo data-base di benessere.com..
(Tutte le 1000 ricette di benessere.com) .

AMAT - Associazione Mondiale Attività Termali - Le Diete
Alberto FIDANZA Direttore dell'Istituto di Fisiologia Generale dell'Università 'La Sapienza' di Roma Presidente del Centro Studi delle Terme d'Italia .
Consiglio di seguire 'LA MIA DIETA' (mediterranea) che rappresenta lo schema dietetico più aggiornato secondo le più recenti ricerche scientifiche effettuate nel mondo, nel campo della Fisiologia della Nutrizione'.

dieta
Quello era un discorso che andava bene quando si parlava di dimagrire o ingrassare.
Molti cibi contengono acqua (contengono molta acqua ad esempio la frutta o la verdura, ma in pratica non vi è un piatto che non contenga acqua: dal formaggio alle ostriche, dal salame alla pizza, dalla bistecca alla torta di cioccolato.
In molti casi la quantità di acqua varia a seconda di come è cucinato un cibo: in un piatto di pasta cucinato vi può essere più del doppio dell'acqua che vi era nella pasta secca.
Da questa osservazione deriva una prima raccomandazione: bevete in modo sufficiente, e bevete molto.
Sopratutto se avete caldo o siete sudati, bevete.
a-I sali I sali minerali più importanti sono quelli formati dal sodio, dal potassio, dal magnesio e del calcio.
Il sodio è contenuto sopratutto nel cloruro di sodio, che è il comune sale da cucina.
Il potassio è contenuto in molta frutta e verdura, ed ha un ruolo importante nel lavoro svolto dal cuore.
State attenti al valore energetico generale, perché in questo caso portano delle calorie in più rispetto a quelle della vostra dieta.

dieta
2-Vorrei ricordare a tutti che questo sito non ha fini di lucro, e che quindi non posso ne' voglio fare visite mediche a determinate persone: occorre rivolgersi ad un ottimo dietologo.
Qualcuno potrebbe desiderare che le metta (in modo da essere contattati da altre persone che hanno lo stesso problema o hanno la soluzione del problema) e qualcun altro no.
e mi chiedo da quale pulpito predica contro le erbe naturali...
In secondo luogo -accanto a dei trattamenti dati per quello che valgono- anche lei deve ammettere che vi sono spesso intrugli che dimagrire non fanno, ma spesso sono MOLTO dannosi alla salute.
Quindi, non si può condannare in massa l'uso delle erbe, ma non si difendere in massa il loro uso indiscriminato.
Altrove si dice che spesso la loro azione è illusoria, ma potrebbe anche servire in certi casi per scopi psicologici; ad esempio, uno perde acqua, si accorge di pesare meno, è invogliato a preoccuparsi della dieta.
Ma a tutt'oggi non esistono soluzioni miracolose: per scendere di peso occorre mettersi a dieta e spendere energie.
Non lo faccio non perche' non so farlo, ma proprio perche' il mio scopo è curare, non danneggiare le persone che si rivolgono a me.

Guide of DIETA DA 1000 CALORIE



info: DIETA DA 1000 CALORIE

Dieta mediterranea contro dieta equilibrata
Questo articolo vuole dimostrare una verità che non viene mai fatta notare: gli alimenti tipici della dieta mediterranea sono poco sazianti, e rendono difficile il mantenimento del peso corporeo..
Prendiamo una dieta da 2000 kcal, e confrontiamo due modelli alimentari: la classica dieta mediterranea e una dieta che chiameremo "equilibrata".
Secondo la dieta mediterranea, il nostro soggetto dovrebbe assumere:.
Secondo la dieta equilibrata, invece, si ha:.
Nella dieta equilibrata, in definitiva, si devono assumere più grassi e meno carboidrati fermo restando tutti gli altri vincoli della dieta mediterranea.
Si potrebbe pensare che siccome i grassi hanno un potere calorico più che doppio rispetto ai carboidrati, questa dieta sia più difficile da seguire nei confronti dello stimolo della fame: in pratica si potrebbe concludere che siccome tot grammi di grassi apportano le stesse calorie fornite da una quantità doppia di carboidrati, la dieta mediterranea porti a mangiare una quantità di cibo maggiore rispetto all'altra dieta..
Analizziamo la dieta mediterranea: il nostro soggetto potrà mangiare un piatto di pasta al pomodoro da 80 grammi: ma con cosa la condisce? Se utilizza un cucchiaio d'olio, e ci mette un cucchiaino di parmigiano, ha quasi esaurito la sua quota di grassi.

Quota benessere - Dieta di stato
Senza voler sparare sulla Croce Rossa, analizziamo qualche punto della nuova trovata del Ministero della Sanità, "adeguatamente" promossa dagli organi di stampa.
I pezzi virgolettati sono presi dal sito del corriere..
Forse per non farlo notare troppo (è un clamoroso dietrofront da parte della nutrizione ufficiale!) non ne ho ancora viste in giro, ma comunque è cambiata.
Finalmente anche gli esperti hanno ceduto e non danno più consigli demagogici..
"Non imponiamo alla gente calcoli sulle calorie da assumere, altrimenti rischiamo di non essere seguiti.
Chi fa una dieta, è la prima regola, non deve soffrire altrimenti molla" Ma allora a cosa servono i dietologi, che come tutti sanno prescrivono diete molto rigide come qualità degli alimenti, proprio per evitare che il soggetto con le sostituzioni faccia sballare la dieta? .
È mai possibile che gli "esperti" non si rendano ancora conto che senza consigli quantitativi precisi, ovvero senza costruire negli italiani una coscienza alimentare continueremo ad ingrassare, come stiamo già facendo (e a un ritmo vertiginoso)? .

Ostacoli al dimagrimento - obesità e dieta
La resistenza al dimagrimento è determinata da meccanismi biologici, psicologici e comportamentali messi in atto dall'organismo in risposta ad un improvviso e drastico calo dell'assunzione calorica.
Una prescrizione dietetica troppo rigida, infatti, determina un adattamento metabolico ovvero un abbassamento del valore del dispendio energetico iniziale di un valore pari al 20-25%.
In questo modo si assiste ad una perdita di peso iniziale che si arresterà quando l' apporto calorico della dieta pareggierà il dispendio energetico a riposo.
La massa adiposa viene metabolizzata (bruciata) per sopperire le calorie in difetto.
Se si vuole evitare l' adattamento metabolico e avere una perdita di peso costante bisogna misurare il consumo energetico a riposo e l' apporto calorico della dieta non dovrà discostarsi dal valore misurato.
Interventi dietetici basati su calcoli teorici o peggio ancora volutamente forzati verso un livello di calorie molto basso (inferiore alla 1100 calorie) determineranno dei danni biologici importanti.
Schematicamente i danni da dieta rigida possono essere riassunti in tre categorie: .
Il concetto di rigidità riferito ad una dieta è un valore assoluto quando si prescrivono diete forzatamente ipocaloriche ( pari o inferiori a 1000 calorie ) per il resto è un concetto relativo visto le differenti misure del dispendio energetico che si riscontrano nei vari soggetti.

fabbisogni Larn per gli uomini by Salus - Dieta, Alimentazione, Calorie
Livelli giornalieri raccomandati di assunzione di energia e nutrienti per la popolazione italiana (L.A.R.N.) .
NOTE Nel 1° anno di vita i valori riportati si riferiscono agli standard dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.
Da 1 anno in poi i valori sono quelli della statura media della popolazione italiana.
Tra 0 e 9 anni i valori di peso riportati sono gli standard dell'Organizzazione Mondiale della Sanità; tra i 10 e i 17 anni sono i pesi ottimali per le stature della popolazione italiana.
Dai 18 anni in poi i valori riportati derivano dall'lndice di Massa Corporea (lMC = Peso kg/Statura m2) ottimale (22.0 per l'uomo, 20.8 per la donna; intervalli tollerati: 20-25 per l'uomo e 19-24 per la donna) .
I valori del fabbisogno energetico dai 10 anni in poi sono riportati a scopo illustrativo, in quanto i diversi livelli di attività fisica oltre i meccanismi d'adattamento richiedono un calcolo individuale.
Per i lipidi il livello raccomandato, in percentuale dell'energia totale giornaliera, è del 50% nel lattante, del 30% nell'infanzia e nell'adolescenza e del 25% dai 20 anni in poi.
Viene raccomandata la presenza nella dieta di acidi rassi essenziali, acido linoleico e acido a-linolenico, in rapporto indicativo 10:1 in misura compresa fra 2-6 % dell' energia totale giornaliera.

Bellezza > Donna > Alimentazione > Diete > Dieta Scarsdale
E' una dieta ipocalorica organizzata in due fasi..
La prima, della durata di due settimane, garantisce 1000 kcal distribuite tra proteine (43%), grassi (22, 5%) e carboidrati (34, 5%)..
La seconda, che può avere durata variabile in base alle proprie esigenze, invece prevede la scelta degli alimenti in base a diversi criteri: è caratterizzata dallo scarso apporto di zuccheri, sono vietati, infatti, dolci, amidi, legumi (fatta eccezione per la soia), latticini, carni e condimenti grassi mentre è consigliato il consumo di pane iperproteico..
La dieta Scarsdale: una dieta da seguire per poco tempo .
La dieta Scarsdale è molto restrittiva per la carenza di calorie che comporta e squilibrata nutrizionalmente .
Tabella degli alimenti consigliati nella seconda fase della dieta:.

Bellezza > Uomo > Alimentazione > Le calorie
1000 calorie formano una "grande caloria" , che si abbrevia in Kcal o Cal .
Quando si parla genericamente di calorie ci si riferisce sempre alle "grandi calorie"..
Il fabbisogno energetico corrisponde alla quantità di calorie (Kcal o Cal) necessarie per pareggiare il bilancio entrate/uscite del nostro corpo e che permette di mantenere inalterato il nostro peso: un apporto eccessivo di calorie o una loro carenza provocano sovrappeso o sottopeso, con le inevitabili conseguenze estetiche e i problemi per la salute del nostro corpo..
E' dunque evidente quanto sia fondamentale conoscere il valore energetico degli alimenti che essenzialmente forniscono all'organismo i glicidi , i lipidi e i protidi ..
I lipidi sono i nutrienti che sviluppano la maggior quantità di calorie, in quanto dall'ossidazione di 1 grammo di lipidi derivano 9, 3 Cal, mentre glicidi e protidi sviluppano 4, 1 Cal/gr..
La tabella delle calorie da portare sempre con te!.
Se vuoi provare a stare più attento alle calorie che ingerisci tramite il cibo, troverai nell'apposita tabella già calcolati il valore calorico per 100 gr.

Le diete facili
Stunkard è un ultraottantenne americano ed uno dei più famosi esperti di obesità; egli afferma che "la maggior parte degli obesi non è curata, la maggior parte di quelli curati non segue una dieta, la maggior parte di quelli che stanno a dieta non perde peso, la maggior parte di quelli che perdono peso lo riacquistano: tutti ne pagano un elevato prezzo".
Questa situazione ha fatto impennare l'interesse della popolazione per il termine "dieta" argomento inflazionato dove tutti, la maggior parte non esperti, dicono la propria: da qui il proliferare di riviste, forum, ristoranti(!), trasmissioni radiotelevisive e quant'altro in cui svariati personaggi in atteggiamenti poco scientifici e molto ieratici si improvvisano "guru" della dieta proponendo, millantando, propinando consigli dietetici miracolistici con l'uso di espressioni accattivanti (tipo: 7 chili in 7 giorni magistralmente trasformato in satira al cinema).
La maggior parte di queste "diete", magari coadiuvata da estratti vegetali "che bruciano i grassi" non hanno alcuna validazione scientifica, ma essendo proposte "alternative", magari costose, invogliano il paziente sovrappeso a "scorciatoie" più facili che non seguire un corretto programma alimentare.

Alimentazione e dieta
Valentino » Credenze errate sui cibi » Vademecum del viaggiatore » Dimagrire dopo le feste » Zucchero o miele? » Colon irritabile » Cibi alternativi: le alghe » Vino e spumante per brindare » Monografia sul pomodoro » .
Cerca su aDieta.it su aDieta nel web GET A SEARCH ENGINE FOR YOUR SITE Clicca qui per aggiungere aDieta.it ai tuoi preferiti .
I dolci di carnevale sono preparazioni molto ricche di grassi e sono diversi a seconda della regione in cui ci si trova.
Le micotossine sono metabolici tossici che possono venire introdotte con gli alimenti e provocare danni di tipo acuto o cronico.
Valentino, se decidete di festeggiarlo a casa, noi di adieta.it vi suggeriamo un menù gustoso.
Vediamo le più frequenti e cerchiamo di fare chiarezza sulle credenze sbagliate sui cibi Avete programmato un viaggio all'estero? Nei paesi tropicali? Adieta.it Vi fornisce consigli pratici su cosa è opportuno fare e sapere prima e durante il viaggio; ecco un vademecum del viaggiatore internazionale Un nuovo anno è appena iniziato portando con sé il residuo delle abbuffate...
E' giunto il momento di riprendere la nostra abituale forma fisica e noi di adieta.it vogliamo aiutarvi a dimagrire dopo le feste Quante volte abbiamo pensato o sentito dire: come dolcificante utilizzo il miele perché è meglio dello zucchero.

Benefits

Una caloria è una caloria?
Scarsdale, Atkins, dieta a zona e altre hanno sfumature molto diverse, ma tutte si soffermano sulla necessità di ridurre più o meno drasticamente i carboidrati.
Uno dei punti teoricamente alla base di questa scelta è che le calorie assunte da carboidrati sarebbero più "pesanti" di quelle provenienti da grassi e/o da proteine.
Ai fini del dimagrimento, a parità di calorie, i macronutrienti non glicidici (grassi e proteine) avrebbero quindi un impatto inferiore sul peso rispetto ai carboidrati.
Da che la contestazione della proposizione " una caloria è una caloria ".
Sinteticamente e praticamente, 1000 kcal provenienti da grassi e proteine farebbero ingrassare di meno di 1000 kcal provenienti da carboidrati.
Le diete low carb funzionano nel breve periodo, ma esistono studi che mettono in dubbio la loro reale efficacia sul medio periodo perché il corpo si riadatterebbe a utilizzare i macronutrienti che ha (per esempio invece di buttare le proteine in eccesso, le riconvertirebbe tutte in carboidrati o in grasso, vedi il fenomeno del protein burning ).
In realtà sembra proprio che arrivare a un risultato (funzionano) o all'altro (non funzionano) dipenda dal periodo di tempo considerato.

Il carico glicidico (teoria)
Alla base di questa esigenza di chiarire la tattica alimentare non deve esserci l'ansia della gara, una sorta di superstizione di far quadrare tutto per dare il meglio o altri fattori poco scientifici, ma dovrebbe esserci la volontà di capire perfettamente come funziona il nostro corpo.
non ha senso abbuffarsi di carboidrati nella speranza di avere energie da vendere.
Nel variare la propria alimentazione in vista della maratona, l'atleta deve sapere se il surplus di calorie introdotto sarà trasformato in glicogeno o in grasso (soprattutto prima di partecipare al pasta party!).
La prima via è prioritaria quando le riserve di glicogeno sono basse (per esempio dopo attività fisica), mentre la seconda è preferita quando le riserve di glicogeno sono al loro livello normale: è come se il fisico intelligentemente scegliesse una via a più lunga scadenza (il grasso, pensiamo agli animali che vanno in letargo) perché si sente sicuro a breve termine avendo alte scorte di glicogeno.
Come si può dunque sapere se i carboidrati assunti vanno a finire in grasso? La cosa è possibile se si conosce il proprio fabbisogno calorico a riposo , dato che ogni persona attenta all'alimentazione dovrebbe conoscere.

Modelli di dieta
La dieta del fantino è una dieta ipocalorica usata dai fantini professionisti per perdere peso, .
La dieta del pompelmo consiste, nel mangiare mezzo pompelmo ad ogni pasto, per sfruttare le proprietà dimagranti di una sostanza contenuta nel succo di pompelmo..
Pritikin, e una dieta low-fat che tende a limitare fortemente l'apporto di grassi e privilegiare i carboidrati..
La dieta low-carb, detta anche dieta Atkins e una dieta low-carb dove vengono eliminati quasi del tutto i carbodraiti, lasciando i pasti ricchi in grassi e proteine..
Tarnover, limita le calorie e riduce leggermente i carbodrati privilegiando le proteine..
Una variante è la dieta che impone di mangiare un unico tipo di alimento, in tutti i pasti dello stesso giorno, altra variante è quella che impone pasti senza combinare carboidrati con grassi e con proteine..
La Cronodieta spiega che gli alimenti sono più o meno assimilabili a seconda dell'ora del giorno; in base ai ritmi circadiani dell'organismo, per cui un piatto di pasta mangiato il mattino presto non verrà assimilato come durante il pranzo di mezzogiorno..
La dieta dei gruppi sanguigni si basa sul presupposto che le razze umane corrispondone ai principali gruppi sanguigni; Il gruppo 0 deriva dai popoli primitivi cacciatori, gli appartenenti a tale gruppo beneficerebbero dunque di una dieta low-carb con molte proteine animali, di tipo paleolitico o crudista.

dieta: di allenamento di diete
La dieta di alenamento con l'errore!.
Distribuzione calorica e dei nutrienti nella dieta di allenamento.
Consultate il medico per tenere sotto controllo le condizioni fisiche durante la dieta che avete preso in questo sito! TEMPI : E' la dieta da seguire nelle giornate in cui è prevista una seduta di allenamento.
PARTICOLARITÀ : Spazio ai carboidrati che occupano il 65% del totale calorico da introdurre per ripristinare le riserve di glicogeno che vengono esaurite con l'esercizio fisico.

dieters - due giorni a 1000 calorie
Consultate il medico per tenere sotto controllo le condizioni fisiche durante la dieta che avete preso in questo sito! Un mini-regime detox.

BODYBUILDING ITALIA Sport & Fitness - dieta - ipocalorica -
Il peso corporeo e' mantenuto costante da alcuni meccanismi omeostatici che si occupano di bilanciare le perdite (metabolismo basale, energia per il lavoro muscolare) e l'introito (con i cibi) di energia.
Il tessuto adiposo, oltre a rappresentare un ammortizzatore e un isolante termico, ha la funzione di conservare il surplus calorico da restituire in caso di prolungato digiuno.
Spesso l'alimentazione, ai giorni nostri, e' inadeguata qualitativamente e quantitativamente, e porta ad accumulo di tessuto adiposo in quantita' piu' o meno abbondante, fino a gradi estremi di obesita'.
Cercheremo ora di delineare alcune linee guida per giudicare l'adeguatezza di questi programmi.
Una restrizione calorica meno intensa (500-1000 kcal al giorno, rispetto alla normale dieta), e' molto meno probabile che crei malnutrizione, e si accompagna di solito ad una maggiore perdita di tessuto adiposo.
Aumentando il consumo calorico, con esercizio fisico di intensita' moderata, si ottiene una riduzione di tessuto adiposo con incremento della massa magra, accompagnata nel lungo periodo da una riduzione del peso corporeo e da un miglioramnto dell'indice di massa corporea (body mass index, o BMI) .

BODYBUILDING ITALIA - Antropometria - indice di massa corporea
il cui risultato sarà 22, 79 arrotondato a 23.
Anche se ci sono delle piccole differenze che riguardano gli uomini e le donne, basterà confrontare il numero ottenuto con quello della tabella e verificare se il proprio peso è "IDEALE".
Come mai ogni persona è differente dall’altra non solo per i tratti somatici ma anche per la conformazione costituzionale? A questa domanda possono rispondere le masse corporee..
L’organismo è formato da massa magra ( F.F.M.
La massa grassa è formata dalle cellule che contengono i lipidi e che sono chiamate ADIPOCITI , mentre la massa magra è formata dalla massa delle ossa, dalla massa dei muscoli, dalla massa degli organi, dall’acqua ecc.
Come abbiamo detto ogni persona ha una percentuale diversa tra massa magra e massa grassa; a seconda della percentuale con cui ciascuna massa è rappresentata il soggetto potrà essere: normale, alto o basso, cioè avere una morfologia di tipo normolinea, longilinea o brevilinea.
I PARAMETRI ANTROPOMETRICI SONO DI FONDAMENTALE IMPORTANZA E SERVONO PER DEFINIRE LA STRUTTURA DI UN SOGGETTO Immaginando di trovarsi di fronte ad un soggetto che bisogna di una valutazione nutrizionale, potremmo mettere in pratica alcune formule matematiche che ci permettono di valutare, dal punto di vista strutturale, l’organismo.

Alimentazione, calorie, abusi alimentari, festività
Quindi Natale e Capodanno più che mai incentrati sulla tavola.
Ne conviene anche il panel di esperti (dietisti, nutrizionisti e medici di famiglia) intervistato dall'indagine Federsalus.
Secondo questa indagine periodica, gli addetti ai lavori stimano in 1000 calorie in più al giorno il sovraccarico festivo, il che può tradursi, dalla vigilia all'Epifania, in 4 chilogrammi in più.
No, a far ingrassare, secondo il 63% degli esperti intervistati 'è soprattutto la cattiva abitudine di mangiucchiare durante l'intero arco della giornata' e, secondo il 42%, 'trascurare alimenti fondamentali come frutta e verdura'.
Interessanti anche le motivazioni per le quali si eccede nel cibo, o almeno quelle dedotte dall'attività professionale degli esperti.
Secondo il 45%, ritrovarsi in compagnia di amici e parenti magari frequentati poco nel corso dell'anno è una delle spinte principali, ma vi sono due interpretazioni differenti: 'da un lato chi sostiene l'aspetto conviviale, ovvero che tra una chiacchiera e una battuta si finisce per passare dalla tavola alla frutta secca, dal biscottino alla merenda con panettoni e affini, dall'altro chi ritiene che il mangiare sia una valvola di sfogo dovuta allo stress di essere sempre circondati da parenti che magari non si sopportano'.

DIETA DA 1000 CALORIE ?

Dieta Ipocalorica
Il peso corporeo e' mantenuto costante da alcuni meccanismi omeostatici che si occupano di bilanciare le perdite (metabolismo basale, energia per il lavoro muscolare) e l'introito (con i cibi) di energia.
Il tessuto adiposo, oltre a rappresentare un ammortizzatore e un isolante termico, ha la funzione di conservare il surplus calorico da restituire in caso di prolungato digiuno.
Spesso l'alimentazione, ai giorni nostri, e' inadeguata qualitativamente e quantitativamente, e porta ad accumulo di tessuto adiposo in quantità più o meno abbondante, fino a gradi estremi di obesità.
Cercheremo ora di delineare alcune linee guida per giudicare l'adeguatezza di questi programmi.
Una restrizione calorica meno intensa (500-1000 kcal al giorno, rispetto alla normale dieta), e' molto meno probabile che crei malnutrizione, e si accompagna di solito ad una maggiore perdita di tessuto adiposo.
Aumentando il consumo calorico, con esercizio fisico di intensità moderata, si ottiene una riduzione di tessuto adiposo con incremento della massa magra, accompagnata nel lungo periodo da una riduzione del peso corporeo e da un miglioramento dell'indice di massa corporea (body mass index, o BMI) .
Vitamine
La loro idrosolubilità le rende facilmente assorbibili dall'intestino e sono, almeno in parte, sintetizzate dalla flora batterica intestinale.
Nei vegetali (verdura e frutta) i carotenoidi sono abbondanti in quelli a pigmentazione gialla, verde scura o rossa (ad esempio, pomodori)..
Il livello raccomandato di assunzione di vitamina A dal LARN (1996) è di 700 RE / giorno per gli adulti maschi e 600 RE/giorno per le femmine..
Nel caso di donna incinta il livello raccomandato deve essere aumentato di 350 RE / giorno..
Una tipica manifestazione carenziale a carico dell'occhio è la xeroftalmia, caratterizzata da secchezza dell'epitelio congiuntivale e corneale, opacamento della cornea ed atrofia delle ghiandole lacrimali.
I vegetali contengono invece delle protovitamine (sostanze che vengono trasformate in vitamina A dall'organismo)..
Il retinolo viene trasportato in circolo dalla proteina legante il retinolo di origine epatica..
La vitamina D si trova in due forme: una endogena, ovvero di produzione interna, e deriva dal colesterolo e una di assunzione esterna che è presente nei vegetali.
La vitamina D, trasportata dal sangue al fegato, li si trasforma in funzione del fabbisogno di calcio e fosforo dell'organismo..
ALIMENTAZIONE E IPERLIPIDEMIA
Il primo approccio alla terapia delle iperlipidemie è sempre costituto dalla dieta.
L'impostazione della dieta sarà quindi la stessa, a prescindere dal tipo di iperlipidemia che si intende trattare.
Inoltre, in presenza di sovrappeso, il primo provvedimento dietetico è la restrizione calorica, anche perché l'obesità, da sola, può incidere sulla mortalità per cardiopatia coronaria, agendo sugli altri fattori di rischio quali il diabete mellito e l'ipertensione arteriosa.
Negli ultimi decenni il nostro Paese ha subito una profonda evoluzione.
Si è passati da un tipo di dieta povera, basata essenzialmente sugli alimenti tipici dell'area mediterranea, a una dieta ricca in proteine, grassi animali e zuccheri semplici.
Inoltre la maggior parte del grasso presente nel tessuto adiposo deriva dai grassi alimentari.
I lipidi sono molecole insolubili in acqua che hanno diverse funzioni importanti: servono da componenti strutturali delle membrane cellulari, da forme di deposito ricche di energia, e sono componenti di ormoni e vitamine.
Per far fronte alle diverse necessità l'organismo deve assumere una determinata quantità di energia prodotta dagli alimenti e, in questo senso, ogni grammo di lipidi apporta 9 kcalorie, mentre sia le proteine che i carboidrati forniscono 4 kcalorie.
LA DIETA DELLO SPORTIVO
Per lo sportivo, infatti, l'alimentazione riveste un ruolo determinante ed è utile conoscere quali sono gli alimenti funzionali alla sua attività e in quali quantità e modalità deve assumerli per poterne trarre tutti i benefici possibili.
Se nel dopo‑sport vengono commessi errori alimentari, infatti, praticare un'attività sportiva non mette al riparo da un possibile incremento del peso.
A ogni nuotata, si "guadagnano" 332 kcal e al termine della stagione sportiva il peso può aumentare di 3 kg.
Una dieta variata, composta dai normali cibi scelti fra i diversi gruppi alimentari, fornisce un'adeguata quantità di vitamine e minerali.
È vero che mangiando male qualsiasi atleta peggiora il suo rendimento ma non esistono alimenti 'magici' capaci di migliorare le prestazioni fisiche oltre quello che possiamo attenderci dalle nostre caratteristiche personali e soprattutto dall'allenamento.
L'apporto lipidico complessivo ritenuto ottimale deve essere pari al 35‑40% delle calorie totale assunte in età pediatrica, fino al 30% nell'adolescenza e il 25% nell'età adulta.
Anche per lo sportivo, il livello di assunzione quotidiano raccomandato è 300 mg di colesterolo nell'adulto e 100 mg/1000 kcal nel bambino.
Vitamine
Scoperte nel 1911 dal medico polacco Kazimierz Funk, che estrasse per la prima volta dalla crusca una sostanza in grado di curare il beri beri , le vitamine sono nutrienti essenziali alla salute la cui regolare assunzione, tramite gli alimenti, può avere effetti importanti nella prevenzione di numerose malattie, tra cui varie forme di anemia, di disturbi del sistema nervoso, fino ad alcuni tipi di cancro..
La carenza di vitamine, che è solitamente definita ipovitaminosi quando la vitamina è presente in quantità insufficienti nell’organismo e avitaminosi nei casi, molto più rari, in cui è totalmente assente, ha sintomi specifici a seconda del tipo di vitamina e può causare diversi disturbi o malattie.
L’ipovitaminosi può dipendere da una insufficiente assunzione di vitamina con gli alimenti, da un aumentato fabbisogno, come avviene ad esempio in gravidanza, o dalla presenza di alterazioni intestinali che ne impediscono l’assorbimento, come nel caso di alcune patologie o di alcolismo cronico.
Raramente si può manifestare anche la condizione contraria, quella di ipervitaminosi, derivante soprattutto da un eccesso di assunzione di integratori..
Dieta ipocalorica
E' la classica dieta del dietologo, ed è quella che a mio parere è la più adeguata dal punto di vista nutrizionale, anche se molto difficile da seguire..
Bisogna pesare tutto, e con molta precisione; i risultati non si vedono subitissimo, ma solitamente questa dieta, se seguita per lunghi periodi, da ottimi risultati, e insegna a mangiare in modo corretto, seguendo la dieta mediterranea, che è la mia preferita..
Vi riporto qui un esempio di dieta ipocalorica: .
Merenda: un frutto o una spremuta di arancia.
Merenda: un frutto o una spremuta o uno yogurt.
La Fortuna di questa dieta è che si possono mangiare sia il pane che la pasta, e una volta la settimana la pizza, ma come vedete non sempre le quantità rispettano il desiderio di una persona; e ora come ora non seguirei mai una di quelle diete da 1000 kcal con pochi grammi di pasta..
—» Dieta dimagrante da 800 kcal
Diete Dimagranti › Perdere Peso Dieta da 800 Kcal Per perdere velocemente qualche chilo, per sgonfiarsi prima di un'occasione speciale o prima di partire per le vacanze una dieta da 800 calorie, da seguire per alcuni giorni: .
Menu di esempio di una dieta da 800 Kcal .
Merenda : una tazza di caffè o di thè amaro .


Home @CallCenter