MASSERANO
© Roberto Breschi
Sommario. Il piccolo principato di Masserano, nel biellese, originatosi nel 1598 dall’omonima contea per volere di papa Clemente VIII, fu acquisito dai Savoia nel 1767. Bandiere con arma di casata.


Principato di Masserano, c. 1614-1701


Bandiera del principato introdotta verso il 1614 allorché l'imperatore concesse le nuove armi alla famiglia dei principi Ferrero-Fieschi. Modificata intorno al 1701. Drappo quadrato. Lo scudo reca a quarti alterni il leone azzurro in campo d'argento dei Ferrero e l'aquila imperiale in campo argento. Il drappo a bande azzurre e bianche riproduceva l'arma dei Fieschi.


Principato di Masserano, 1701-1767


Bandiera di stato, propriamente stendardo principesco, apparsa all'inizio del XVIII secolo e scomparsa il 20 marzo 1767 con l'annessione del principato al Regno di Sardegna. Lo stemma al centro del drappo bianco è ancora quello dei principi regnanti Ferrero-Fieschi, ma porta in cuore lo scudetto a bande azzurre e argento dei Fieschi. La corona sopra lo scudo ha il leone nascente dei Ferrero.
 


> SARDEGNA
Bibliografia
Vexilla Italica, 2 XI, 1984 - Vexilla Italìca, 2, XVII, 1990







PIEMONTE
© Roberto Breschi
Sommario. La Repubblica Piemontese fu fondata ad Alba nel 1796 in vista della costituzione di uno stato giacobino mai realizzato.


Repubblica Piemontese, tra il 1796 e il 1801


Bandiera della repubblica fondata ad Alba nel 1976, ideata dal giacobino Giovanni Antonio Ranza. Il 9 luglio 1800 la Consulta piemontese adottò ufficialmente la bandiera e la relativa coccarda, ma l'atto fu solo teorico. Azzurro e rosso erano colori francesi, l'arancione derivava dall'albero dell'arancio, simbolo di dolcezza, che figurava anche sullo stemma repubblicano. In tempi recenti, gli stessi colori sono stati riadottati per il gonfalone regionale.


> SARDEGNA
Bibliografia
Flag Bull., VII, 1968 - Vexilla Italìca, 2, XXII, 1995