Sole in quinta casa
Secondo la tradizione il Sole è qui nella sua posizione migliore. Con il Sole nella quinta casa ci sentiamo completamente liberi di esprimerci e di essere noi stessi. L’aspirazione maggiore in questo periodo è di fare quello che più ci piace, facendoci valere il più possibile. Ma la spinta non è nel senso di voler dominare gli altri, anche se talvolta si è tentati di farlo, bensì di opporsi energicamente se qualcuno tenterà di fermarci in ciò che desideriamo fare. La quinta casa è considerata anche la casa dei divertimenti e dei giochi, perciò in questo periodo si sente forte la necessità di andarsi a divertire e non vi è nessuna ragione perché non dobbiamo farlo purché non sia a scapito dei nostri doveri e le convenzioni siano rispettate. Ma la spinta del Sole nella nostra quinta casa può trascinarci oltre e far nascere così dei problemi. Comunque sia, in questo periodo noi ci sentiremo leggeri e spensierati. Un altro effetto è il gran senso di interessamento per i figli, anche se ciò non implica necessariamente che essi ci creeranno dei problemi o ci daranno preoccupazioni; significa soltanto che noi ci troveremo coinvolti emozionalmente nei loro riguardi. Coloro che hanno figli dovranno in questo periodo rivedere le loro relazioni con essi e, combinando insieme le due maggiori prerogative di questa casa, uscire con loro e andare a divertirsi. Il  nostro atteggiamento nelle nostre relazioni con le altre persone è ora più leggero come se esse fossero il palcoscenico su cui noi possiamo recitare. In questo periodo vi è la tendenza a preferire amicizie divertenti e a intrecciare nuove relazioni amorose per quanto in questo caso anche altri transiti dovranno confermare la possibilità di nuovi amori. Ma non dobbiamo però lasciarci coinvolgere dai divertimenti al punto di dimenticare completamente un p0’ di autoanalisi. Se questo è il periodo dei divertimenti non dobbiamo però dimenticare che è anche il periodo in cui ci si deve rendere conto di chi o che cosa siamo. Sta bene essere se stessi, ma conoscere se stessi è una cosa ben differente, e noi possiamo utilizzare questo periodo per fare ambedue le cose.