Le Teste apotropaiche

                           

In Val di Vara sono presenti alcuni esemplari di teste apotropaiche, curiosi tipi di sculture in arenaria risalenti probabilmente al Basso Medioevo. La loro funzione non del tutto chiarita, ma, secondo l'ipotesi pi accreditata dagli esperti, erano legati a residui di rituali pagani e servivano a mantenere lontani, grazie all'espressione minacciosa del volto,gli spiriti maligni. Questi manufatti venivano scolpiti in luoghi importanti della vita contadina: la soglia di casa, le fonti, i luoghi dove veniva cotto il cibo. Ad Agnola presente l'esemplare pi interessante e noto tra le "teste" della Vallata: splendidamente conservata costituita da un capo bifronte dall'aspetto severo. E' visibile all'esterno della tenuta Franceschini. Un'altra testa, pi piccola, incassata nel muro lato sud sempre della casa ex-convento.

Le splendide immagini sono tratte dal DVD Val di Vara, bello vero? di Armando Maielli